“La classe operaia va in paradiso”

la classe operaia va in paradiso foto giuseppe distefano
la classe operaia va in paradiso foto giuseppe distefano

Piccolo Teatro Grassi (Via Rovello, 2 – M1 Cordusio), dal 15 al 20 maggio 2018: La classe operaia va in paradiso liberamente tratto dal film di Elio Petri (sceneggiatura Elio Petri e Ugo Pirro)  di Paolo Di Paolo regia Claudio Longhi

A quasi cinquant’anni dal suo debutto sui grandi schermi, un ritorno allo sguardo scandaloso ed “eterodosso”, ferocemente grottesco, del film di Petri per provare a riflettere sulla recente storia del nostro Paese, con le sue ritornanti accensioni utopiche e i suoi successivi bruschi risvegli.

Alla sua uscita nelle sale cinematografiche nel 1971, La classe operaia va in paradiso di Elio Petri riuscì nella difficile impresa di mettere d’accordo gli opposti. Industriali, sindacalisti, studenti, nonché alcuni dei critici cinematografici più impegnati dell’epoca, si ritrovarono parte di uno strano fronte comune contro il film.

E la pellicola non ha così avuto una grande fortuna in Italia, nonostante la Palma d’Oro a Cannes e la galleria di stelle presenti, fra cui Gian Maria Volonté, Mariangela Melato e Salvo Randone.