Addio a Luciano De Crescenzo

luciano_de_crescenzo
luciano_de_crescenzo

Scrittore e regista, aveva 90 anni.

Laureato in ingegneria ed amante ella filosofia, ha scritto molti libri, raggiungendo l’apice negli anni ’90, quando era spesso al Maurizio Costanzo show.

Grazie alle sue espressioni napoletane, è sempre riuscito a comunicare e scrivere di argomenti importanti con grande semplicità e bravura.

Dopo la recente morte di Andrea Camilleri, anche quella di De Crescenzo, è stata una grande perdita per il mondo intellettuale.

Luciano De Crescenzo è morto nella clinica Gemelli di Roma, dove da due settimane era ricoverato a causa di una grave malattia.

 

In traghetto, in famiglia, in Sardegna

Sardegna
Sardegna

Come ogni anno arrivano le vacanze estive e può capitare di decidere all’ultimo minuto la destinazione. Un luogo dove rilassarsi, nuotare in un mare pulito e possibilmente essere a contatto con la natura. Lo scenario è quello descritto da un mio collega lo scorso anno al ritorno delle sue ferie. Lui e la moglie, molto previdenti, avevano prenotato un viaggio in Sardegna con grande anticipo, trovando comodamente posto su un traghetto per giungere nella bella isola.  Questo per me non è possibile.

Sia io che mia moglie non possiamo prenotare in anticipo e allo stesso tempo preferiamo recarci in vacanza, specie su un’isola, con la nostra automobile con la quale possiamo muoverci liberamente per visitare le bellezze della Sardegna, come le meravigliose ed uniche spiagge oppure le sue favolose coste. Inoltre l’auto è molto pratica per far viaggiare i nostri figli. Quindi, anche se tardi, abbiamo cercato online una soluzione , un traghetto con cui imbarcarci per raggiungere Olbia, Porto Torres, Arbatax o Cagliari. A noi la scelta dei porti, a noi la scelta se partire dal nord e spostarci verso il sud dell’isola in auto o viceversa. Su  www.traghetti-sardegna.it siamo riusciti ad acquistare il nostro biglietto per raggiungere la Sardegna e siamo stati davvero fortunati poiché abbiamo anche trovato un’allettante offerta!!! Partire con il traghetto è un ottima soluzione soprattutto per godersi il viaggio e rilassarsi durante la traversata, inoltre i nostri figli hanno fatto una nuova esperienza, tra le stelle di sera e i delfini di giorno. Un modo diverso anche per fare amicizia ed arrivare riposati a destinazione.

In due settimane abbiamo avuto modo di fare decine di bagni in un mare stupendo e giocando, camminando su spiagge uniche, belle , pulite. Un’esperienza unica, posti meravigliosi ed accoglienti della nostra Italia. E lo stesso vale per la ristorazione, ogni giorno un piatto nuovo, una specialità dell’isola e tanta gentilezza e cortesia da parte delle persone del luogo, che ci hanno sempre trattato come se fossimo conoscenti da sempre, mai come ospiti. Due settimane che ci hanno reso felici, ricaricati e vogliosi di tornare in città alle nostre attività. Il pensiero quindi si è spostato sul viaggio di ritorno, ma anche in questo caso, utilizzare il traghetto come metodo di trasporto, ci ha consentito di  trascorrere ancora due giorni in stile vacanziero.

Niente problemi e pensieri per la guida, per le code, ma lo splendido panorama del mare intorno a noi e di un cielo stellato la sera. Una notte e abbiamo attraccato, pronti a riprendere la nostra automobile e proseguire, terminare il nostro viaggio due ore in autostrada. La vacanza è terminata e meglio di cosi non poteva andare.

Addio ad Andrea Camilleri

Andrea_Camilleri
Andrea_Camilleri

Ricoverato da diverso tempo nell’ospedale Santo Spirito di Roma.

Le condizioni dello scrittore 93enne negli ultimi giorni sono precipitate.

Andrea Camilleri oltre ad essere un noto e seguito scrittore, diede vita al Commissario Montalbano e riuscì a conquistare diverse fasce di pubblico, dai più giovani ai meno giovani.

Grande intellettuale, scherzoso e con un grande appeal sul pubblico, sarà ricordato da molti.

I familiari hanno comunicato che l’ultimo addio avverrà in forma riservata, mentre sarà comunicato il luogo in cui le persone potranno rendergli un ultimo omaggio.

 

 

Tour negli Stadi 2020 di Ultimo

Ultimo Tour Stadi 2020
Ultimo Tour Stadi 2020

Grandissimo risultato per il TOUR NEGLI STADI2020 di Ultimo: dopo l’apertura delle vendite alle ore 11 di giovedì 11 luglio, in 24 ore ha venduto oltre120 mila biglietti.

Il giovane cantautore ha rivelato le date del tour, prodotto e distribuito da Vivo Concerti, solo due giorni fa: dopo aver incantato il suo pubblico con “La Favola”, speciale data evento che lo ha visto esibirsi il 4 luglio allo Stadio Olimpico di Roma davanti a oltre 60 mila persone, a soli 23 anni Ultimo si aggiudica il titolo di più giovane artista italiano a esibirsi negli stadi.

ll tour prodotto e distribuito da Vivo Concerti toccherà otto città a partire dallo stadio Artemio dallo stadio Artemio Franchi di Firenze, sabato 6 giugno 2020, per poi fare tappa a Napoli (Stadio San Paolo, 13 giugno 2020), Milano (Stadio San Siro, 19 giugno 2020), Modena (Stadio Alberto Braglia, 26 giugno 2020), Pescara (Stadio Adriatico – Giovanni Cornacchia, 4 luglio 2020), passando per Bari (Stadio San Nicola, 11 luglio 2020), Messina (Stadio San Filippo, 15 luglio 2020), per poi concludere tornando il 19 luglio 2020 a Roma, con l’evento speciale di chiusura del tour nel simbolo di Roma per eccellenza, il Circo Massimo.

L’organizzazione informa che, soprattutto sulle date di Milano e Roma, sono ancora pochi i pacchetti vip disponibili poiché previsti in quantità molto limitata rispetto alla totale capienza di ogni venue.

Con il tour negli stadi ULTIMO sosterrà l’UNICEF, il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia, che tutela e promuove in tutto il mondo i diritti di bambini e adolescenti, per contribuire al miglioramento delle loro condizioni di vita.

Da sempre vicino agli ultimi, che ha scelto di ricordare fin dal nome d’arte e che sostiene con un impegno costante e concreto, il cantautore devolverà parte dell’incasso ricavato dall’acquisto dei biglietti ai progetti UNICEF in Mali di lotta contro la malnutrizione e a sostegno di vaccinazioni, impianti idrici e servizi igienico sanitari.

Thegiornalisti: “Maradona y Pelé”

thegiornalisti
thegiornalisti

“Maradona y Pelé”, il travolgente singolo certificato oro dei Thegiornalisti, è primo nella classifica EarOne dei brani più trasmessi dalle radio anche nella seconda settimana di luglio (già più alta nuova entrata nella settimana di uscita), mantenendo così la prima posizione per due settimane consecutive.

“Maradona y Pelé” coniuga sonorità tropical ad altre più pop, preparandosi ad essere la colonna sonora della prossima estate. L’energia tribale e il ritmo dinamico e coinvolgente del singolo, si accompagnano all’inconfondibile scrittura di Tommaso Paradiso, tra gli autori più stimati e richiesti della scena musicale italiana.

Una notte d’estate che è un frigorifero rotto, le labbra, i sorrisi che fanno la differenza, sono tutti dettagli di una canzone che non fa dormire. E così inizia il sogno dove i protagonisti si ritrovano a ballare sotto una pioggia tropicale, contornati da evocazioni, simboli e miti: da Robert De Niro alla tigre di Mompracem, fino a due leggende contrapposte della storia del calcio come Maradona e Pelé, che danno il titolo al brano.

Dopo aver registrato il sold out di tutte le tappe del “LOVE TOUR” con oltre 250.000 spettatori, il gruppo ha annunciato “THEGIORNALISTI – CIRCO MASSIMO”, un grande show al CIRCO MASSIMO di ROMA previsto per sabato 7 settembre 2019. Una nuova conquista per i Thegiornalisti che saranno la prima band italiana a esibirsi sul palco dell’antico stadio romano #LOVEALMASSIMO.