Smart City Expo World Congress 2018

Smart City Expo World Congress 2018
Smart City Expo World Congress 2018

Si è appena concluso a Barcellona l’evento Smart City Expo World Congress 2018, durante il quale Bosch ha presentato soluzioni e progetti che miglioreranno la vita di chi vive in città. Tre quarti dell’energia prodotta al mondo viene consumata nelle città, nonostante queste ultime occupino soltanto il 2% della superficie terrestre.

Le nuove tecnologie consentono di ridurre il consumo energetico nei centri cittadini e di abbassare i costi operativi, inoltre, rendendo una città intelligente è anche possibile soddisfare le esigenze in termini di sicurezza, energia, efficienza e comodità delle persone. Le città diventano intelligenti quando software e sensori si combinano per offrire una connettività intelligente tra veicoli, edifici e dispositivi.

Siviglia: gestione intelligente della folla
Dal 2018 Bosch ha implementato a Siviglia, in Spagna, un sistema di gestione intelligente della folla, volto ad aumentare la sicurezza in questa città che conta circa 700.000 abitanti. Utilizzando le funzioni di analisi video delle telecamere Bosch come sensori intelligenti, il sistema raccoglie informazioni in tempo reale su flusso di dati e folle, rilevando, inoltre, gli oggetti che si muovono velocemente o veicoli di grandi dimensioni all’interno delle zone pedonali. Il sistema comprende l’illuminazione intelligente, una funzione molto precisa di conteggio delle persone e dei veicoli, e meccanismi per il controllo della folla che migliorano la sicurezza, soprattutto in occasione di grandi eventi nei centri storici delle città.

Kelsterbach: sistema di accumulo della batteria per fornitura energetica decentralizzata
A Kelsterbach, città tedesca nel Land dell’Assia, si sta testando per 180 case una nuova microrete comprensiva di batterie per sistemi di accumulo storage. In futuro, soluzioni locali basate sull’integrazione di un sistema PV, un impianto di cogenerazione e una soluzione di accumulo centrale garantiranno l’alimentazione elettrica delle zone residenziali. Al tempo stesso, la valutazione automatica e l’ottimizzazione in tempo reale del sistema assicureranno l’efficacia dell’operazione e il costante miglioramento nel tempo. Per la zona e i loro abitanti, questo sistema offrirà un’alimentazione elettrica decentralizzata, aumenterà il consumo di corrente generata a livello locale e ridurrà i carichi di picco.

Helsingborg: soluzioni intelligenti per tutti
Nella città portuale svedese di Helsingborg, Bosch sta collaborando con due organizzazioni KPR (Kommunala Pensionärs Rådet) e Seniornet, e le autorità cittadine locali per introdurre le persone anziane alla digitalizzazione, facendo sì che tutti possano beneficiare delle soluzioni digitali per una città intelligente e sicura. Le persone anziane possono utilizzare l’App Bosch Vivatar che funge da angelo custode digitale nei loro spostamenti. Consente agli utenti di contattare amici e familiari e di farsi “scortare” virtualmente fino a casa via GPS nonché di decidere autonomamente quando farsi accompagnare e da chi. Questa App intelligente è ideata per aiutare le persone quando sono fuori casa, sia in situazioni non pericolose sia in caso di emergenze per connettersi più facilmente ed efficacemente con i familiari e con gli abitanti del quartiere. Questo aumenta il senso di sicurezza degli utenti, permettendo loro di vivere più a lungo senza dover ricorrere ad aiuti esterni.

Account per i cittadini come soluzione intelligente basata su Cloud
Un unico Cloud per tutta la città. Una chimera? Non per Bosch. A Ludwigsburg, vicino Stoccarda, nei prossimi anni la vita delle persone diventerà più connessa, e di conseguenza, più agevole. Finora l’accesso a tutti i servizi che la città poteva offrire risultava dispendioso, ma questi servizi verranno digitalizzati semplificandone l’utilizzo, come la richiesta di documenti tramite web, l’accesso online ai servizi rivolti ai bambini e ad altri fornitori oppure le informazioni su eventi pubblici. I cittadini potranno accedere a tutto questo online tramite account e password personali.

Soluzioni per la mobilità, l’energia, gli edifici, la sicurezza ed e-governance Nelle città aumenta la richiesta di sicurezza, efficienza energetica e accessibilità ai servizi. Queste sono soltanto alcune delle sfide derivanti dalla crescente urbanizzazione. La chiave per superarle è avere città “smart”: intelligenti e connesse. In molti Paesi, queste città rappresentano già una realtà: Bosch offre diverse soluzioni che contribuiscono a rendere le città più intelligenti e ad aumentare la qualità di vita dei cittadini. Bosch offre, in questi progetti, soluzioni nel campo della mobilità, dell’energia, degli edifici, della sicurezza ed e-governance. In altre parole, servizi rivolti all’amministrazione digitale delle città. Nel campo della mobilità, ciò significa monitoraggio ambientale, parcheggi connessi, gestione della flotta, elettromobilità e trasporti multimodali.

Le soluzioni energetiche comprendono centrali elettriche virtuali, sistemi di riscaldamento, acqua calda e sistemi di raffreddamento ad elevata efficienza energetica, e accumulo energetico. In termini di sicurezza, Bosch offre sistemi di prevenzione degli incendi, controllo degli accessi e videosorveglianza. Le soluzioni Bosch per gli ospedali intelligenti alleggeriscono il carico di lavoro tecnico e amministrativo degli operatori e del personale ospedaliero. Per gli edifici residenziali, Bosch offre, infine, sistemi ed elettrodomestici connessi in rete.

Assistenza PC: i vantaggi di un’assistenza informatica a Domicilio

Riparazione pc
Riparazione pc

Oggi parliamo del PC e soprattutto dell’importanza di figure che si occupano dell’assistenza pc e la riparazione o più nello specifico di consulenza informatica. Ogni mese ci sono 1300 richieste in Google per “riparo computer” e circa 600 se sommiamo le 2 ricerche “ripara pc Milano” e “riparazione computer Milano” ai quali si aggiungono richieste come “assistenza pc Milano” e “Assistenza Computer Milano” che fanno ulteriormente incrementare il volume di queste ricerche.

Mentre una fascia di persone, specie i giovani, utilizza sempre di più smartphone e tablet, il mondo lavorativo e altri privati, necessitano di personal computer. Anche i portatili sono sempre più funzionali e prestanti, grazie a nuove tecnologie informatiche (dischi SSD, nuovi moduli RAM che rispettano le specifiche DDR4, CPU multicore sviluppate per garantire prestazioni e consumi limitati). Ci sono poi delle realtà per cui il PC è un fondamentale ed insostituibile strumento di lavoro. Immaginate l’autista di un camion. Per lui è fondamentale avere uno spazio per caricare la merce, per trasportare e consegnare al destinatario. Chi guida il mezzo deve provvedere anche alla manutenzione dello stesso, per evitare inconvenienti che possano bloccare il camion e ritardare il proprio lavoro. Lo stesso vale per un personal computer.

Per le aziende è fondamentale avere dei pc moderni, aggiornati in termini di anti virus, di funzionalità, di velocità e di prestazione. Tra le tante persone che un’azienda può impiegare, delle figure dovranno sempre e per forza utilizzare dei pc aggiornati, con una buona velocità, sicuri da virus e in performanti. non tutte le aziende hanno però nell’organico un ufficio che si occupi dell’assistenza pc.  Per questo è importante parlare di assistenza informatica e riparazione pc fatte da consulenti. Queste figure professionali, dei liberi professionisti, si occupano della gestione di pc di aziende e privati, intervenendo direttamente sul posto e dando un’assistenza a 360° al vostro strumento di lavoro. Sono persone preparate, aggiornate, informate, che lavorano ogni giorno nell’ambiente informatico e conoscono bene le ultime novità. Possono lavorare sia sul software che sull’hardware, cercando di migliorare la sicurezza degli antivirus, grande rischio di perdita dati o utilizzo delle password, oppure proprio a livello di componenti nuovi ed aggiuntivi per migliorare la prestazione del pc.

Chiamando un professionista dell’assistenza e riparazione pc, in breve tempo potrà recarsi al domicilio della sede lavorativa o nella propria casa e verificare il problema che si è creato al personal computer. Possiamo però fare altro.  Ad esempio le automobili hanno dei tagliandi da effettuare ogni tot tempo o chilometri. Quindi non dobbiamo pensare di chiamare un professionista quando si rompe la macchina. Possiamo chiamarlo per programmare una costante manutenzione, in grado di preservare il nostro pc con costanti interventi di manutenzione. Fino ad ora abbiamo parlato di un personal computer. Allarghiamo la nostra visione ad aziende che hanno centinaia di pc e a volte anche collegati in rete tra loro, capite l’importanza di eventuali blocchi o o perdita di dati. Negli ultimi 20 anni i personal computer si sono sviluppati e hanno sostituito i documenti cartacei, sino ad avere archiviato tutti i file in digitale. Quando lo schermo visualizza un errore, non è necessario spegnere e riavviare la macchina, perchè a volte si peggiora solo la situazione.

Un tecnico informatico servirà anche per verificare che stiate utilizzando il corretto personal computer per le vostre necessità, oppure necessita di una sostituzione o di implementare di un upgrade (ad esempio un disco SSD). Il professionista informatico saprà consigliarvi anche i programmi da utilizzare per la buona manutenzione della vostra macchina. Questi sono tutti valori aggiunti che può avere un’assistenza informatica qualificata. A Milano e Hinternald tra i vari servizi più diffusi che operano direttamente presso la sede del Cliente è presente quello storico offerto da www.assistenzainformaticadomicilio.it: se avete un problema informatico invece che cercare in Google “riparazione computer Milano” potete direttamente salvarvi questo sito web e avere assistenza su tematiche relative a :

  • Assistenza Computer
  • Salvataggio e Archiviazione dati
  • Rimozione Virus Informatici
  • Assemblaggio, riparazione
  • Realizzazioni e analisi di reti (networking)
  • Progettazione e incremento visibilità siti web (SEO e SEM)
  • Assistenza informatica professionisti/aziende

Prezzo e durata intervento sono 2 driver fondamentali nella scelta del tecnico ricordandoci che l’Information Technology richiede ampia preparazione e la presenza ed il rilascio costante di nuovi sistemi operativi (vedi Windows 10) o nuove applicazioni (vedi la prossima uscita di Office 2019) fa si che il consulente informatico scelto deve garantire affidabilità e competenza e spesso prezzi troppo bassi nascondono insidie e persone che magari si prestano più a livello “hobbistico” e non perché hanno sviluppato un backgroud tecnico adeguato.

Dunque chiedere referenze e se si sono già gestiste casistiche simili alla nostra può rappresentare una prima domanda da fare per discernere le competenze del tecnico informatico scelto.

Web marketing e SEO: cosa serve per avere successo nel web

Smart Web Seo
Smart Web Seo

Oggi ci occupiamo di web marketing ovvero tutte quelle attività necessarie a promuovere un Brand e i relativi canali che un’azienda usa per farsi conoscere e generare profitti grazie a Internet. L’aspetto chiave sul quale ci concentriamo è proprio il “farci conoscere”. Avere visibilità e attirare potenziali clienti è fondamentale se vogliamo che la nostra attività abbia successo online e per farlo occorre rivolgersi a professionisti, consulenti o agenzie, con competenze molto specifiche. Non basta quindi creare una pagina social o un sito internet, sperando che qualcuno possa visitarlo e chiamarci, dobbiamo promuoverlo e renderlo visibile in Google o in Facebook. Ecco dunque la necessità di rivolgersi ad agenzie di web marketing in grado di comprendere gli obiettivi e risultati che vogliamo raggiungere e di sviluppare la corretta strategia da attuare.

Improvvisarsi in questo ambito può portare a perdite di soldi, di tempo e soprattutto se abbiamo un Brand e vogliamo farlo crescere sarebbe un errore non farsi affiancare da esperti che possano prenderci per mano e fare emergere il nostro business online tra i molti competitor che ci sono.

Brevemente illustriamo alcune delle principali aree che compongono il digital marketing: SEO (posizionamento nei motori di ricerca in modo organico), SEM (e campagne advertising), social media, e-mail marketing, marketing automation, analytics, content marketing, web design, CRO (conversion rate optimisation)

Vista la complessità delle tematiche è facile comprendere che chi lavora nel settore frequenta corsi di aggiornamento, conosce il funzionamento di diversi algoritmi del web (Google e Facebook in primis) e deve avere chiara quale strategia attuare di volta in volta, a seconda del tipo di business che vogliamo promuovere, ad esempio settore traslochi e sgomberi in apparenza molto simili, hanno logiche di posizionamento molto diverse.

Quando si parla di “farci conoscere” in rete la competenza del web marketing che ci viene maggiormente in aiuto è proprio la SEO che rispettando quelle che sono le linee guida date da Google può consentire di migliorare in modo importante la visibilità nel motore di ricerca, così da aumentare il traffico in ingresso, clienti e dunque le conversioni (ad esempio telefonate, email, compilazioni form di contatto, etc..)

I motori di ricerca “premiano” i siti per diversi motivi. Immaginate una semplice arancia, composta da diversi spicchi. Queste singole parti, formano un intero, ovvero il punteggio che vi viene assegnato dai motori di ricerca. I singoli spicchi di arancia, non sono altro che le caratteristiche del vostro sito. E’ responsivo? Allora viene attribuito un certo punteggio. E’ sicuro? Altro punteggio. Ha contenuti interessanti e che rispondono al “search intent” degli utenti (sono già presenti in internet o sono originali)? Altro punteggio. Le immagini pubblicate sono coerenti? Hanno la nomenclatura corretta, con parole chiave? Sono tutte domande che necessitano dal sito, risposte concrete. Al termine, si formerà la vostra arancia, grande o piccola e quella determinerà la vostra importanza nel mondo internet.

Sembra che ci siano oltre 200 metriche che compongono l’algoritmo di Google e tra questi 2 sono a nostro avviso quelli a cui dare più rilevanza: contenuti di qualità per persuadere i Clienti a sceglierci e https, il protocollo che se presente nel nostro sito migliora la sicurezza della comunicazione e contemporaneamente può aiutare il posizionamento.

Come comprendere se il nostro sito è in https? Provate a guardare la barra dei siti che visitate e andate a vedere se compare la scritta “sicuro” (https)  oppure “non sicuro” (http).

Se avete un sito e-commerce probabilmente sarà già in https ma per togliervi ogni dubbio basta digitare in Google ” SSL Checker” e troverete servizi online gratuiti per fare una rapida verifica.

Se sei un imprenditore, un’azienda e vuoi fare conoscere la tua realtà, prodotti/servizi, il consiglio è quello di rivolgersi a dei professionisti del settore con esperienza su progetti di spessore e magari nel vostro stesso settore.

Nel 2015 vi avevamo parlato di un’agenzia di Milano, Smart Web SEO una web agency che si occupa di reputazione digitale, posizionamento e realizzazione di siti web. Siamo tornati sul sito internet dopo che facendo una verifica internet su tematiche come quella della reputazione online e di un altro importante concetto di web marketing relativo alla customer journey abbiamo potuto leggere diversi articoli interessanti che trovate nella sezione news del loro sito web e dei quali vi consigliamo la lettura per prendere dimestichezza con i concetti in uso nel digital marketing.

In conclusione quello che possiamo affermare è che il web marketing può essere la vostra chiave per iniziare a generare profitti grazie a Internet; ovviamente il parametro che dovrete sempre tenere sotto controllo è il ROI (ritorno sull’investimento) che vi permette di identificare la redditività del capitale investito in campagna pubblicitarie. Potreste pensare che sia tardi e che i vostri diretti concorrenti sono avanti anni luce nel digital marketing rispetto a Voi, ma è per questo che dovete scegliere dei professionisti qualificati che in meno di 1 anno vi possano permettere di fare il salto.

Medicor Tutor 4.0

Medicor Tutor_ Pavol Jozf Safarik Universuty
Medicor Tutor_ Pavol Jozf Safarik Universuty

ASPIRANTI MEDICI: L’ITALIA LI RIFIUTA,  MA GLI ATENEI PIU’ PRESTIGIOSI AL MONDO SE LI CONTENDONO
LA RISPOSTA DEI GIOVANI AL COLLO DI BOTTIGLIA ITALIANO CHE PORTERA’ TRA 5 ANNI A 45 MILA CAMICI BIANCHI IN MENO.

Milano, 25 luglio 2018 – In Italia, entro il 2022, mancheranno all’appello 11mila medici nella sanità pubblica. Tra cinque anni saranno 45 mila. Tra dieci anni 80 mila. L’SOS lanciato dalle diverse associazioni di categoria italiane preannuncia una vera e propria emorragia di medici con una classe di professionisti, che al momento è tra le più anziane d’Europa. Un problema quello della mancanza di medici dovuto anche ad un sistema delle scuole di specializzazione in medicina che non riuscirà a garantire un numero sufficiente di specialisti per il prossimo futuro, e che oggi vede gli aspiranti medici correre ai ripari puntando agli atenei internazionali.

Già nel 2021, si diplomeranno infatti i primi 50 medici preparati all’Università di Josef Safarik di Kosice in Slovacchia, centro di eccellenza internazionale dove hanno studiato brillanti candidati italiani grazie al metodo Medicor Tutor.

Secondo gli ultimi dati Unesco sono quasi 57 mila gli studenti italiani iscritti in atenei stranieri, con un balzo importante negli ultimi anni. Del resto, almeno 60 mila studenti ogni anno provano ad accedere alle facoltà di medicina italiane, ma appena il 10% viene accettato. Così, circa un migliaio all’anno decide di guardare oltre confine affiancati da esperti.

Un percorso, quello di Medicor Tutor, che garantisce ai futuri medici italiani una prospettiva internazionale e che li affianca nella fase di preparazione dei test di ingresso e durante tutto il successivo percorso universitario. Nel 2021 i medici laureatisi nelle più prestigiose università al mondo potranno tornare a operare in Italia contando su un titolo di studio equivalente, su una formazione internazionale, sia pratica che teorica, e su un’eccellente conoscenza della lingua inglese.

Nata nel 2010, la società ha seguito solo lo scorso anno oltre 100 studenti italiani con altissime percentuali di ammissione nelle migliori università europee, tra cui la Charles University di Praga, l’università di Albert Einstein, e la Masaryk University di Brno. La prima, secondo Top Universities, è tra le migliori 200 università al mondo e tra le top 30 in Europa. La seconda, è al 165° posto nel ranking europeo e tra le 500 migliori Università nel mondo. Si tratta di atenei in cui l’accesso è difficilissimo e che richiedono alti standard di preparazione. Per far fronte a questa selezione il metodo Medicor Tutor prevede corsi differenziati a seconda delle richieste delle singole università e oltre il 90% degli studenti italiani sono stati ammessi nelle prestigiose università ceche. In particolare, su circa 50 studenti italiani ammessi alle due università, 42 sono affiancati da Medicor Tutor. Ma per gli aspiranti medici che scelgono la strada dell’Università all’estero, ci sono anche altre mete ambite come: l’Universidad Europea di Madrid, l’Universidad Europea di Valencia, l’European University Cyprus a Nicosia e la Università Pavol Josef Safarik di Kosice in Slovacchia dove nel 2021 si laureeranno i primi medici preparati da Medicor Tutor.

Sistema DiCE per i bambini

DiCE ambientata
DiCE ambientata

Insegnare ai bambini il valore dell’energia e a non sprecarla è il primo passo per salvaguardare l’ambiente e assicurare un futuro alle nuove generazioni.

Per questa ragione, una delle funzioni di DiCE, il nuovo sistema IOT progettato dall’architetto e designer Marco Acerbis, è proprio quella educativa rivolta ai più piccoli.

“Hai spento la luce in cameretta?” oppure “Ricordati di spegnere la televisione quando hai finito di guardarla”: sono solo alcune delle frasi ricorrenti che i genitori rivolgono ai propri bimbi per evitare sprechi di energia elettrica. Da oggi, grazie al sistema DiCE le cose si semplificano!

DiCE consente infatti di avere sempre sotto controllo i consumi energetici della propria abitazione. Si compone di 4 elementi e comunica attraverso una scala cromatica, che passa dai toni freddi dell’azzurro e del verde che indicano un consumo virtuoso, ai toni intermedi del giallo, fino a virare sull’arancio e sul rosso, quando i livelli di consumo oltrepassano la soglia abituale e il rischio di black out si avvicina.

È grazie a questa visualizzazione del sistema DiCE che il bambino percepisce in modo rapido e diretto il consumo energetico e se, per esempio, ha dimenticato una luce accesa in cameretta.

“Promuovere la sostenibilità e la diffusione di una cultura dell’energia sono per noi i pilastri su cui si basa tutto il nostro operato e i valori in cui crediamo da sempre ” ha spiegato Alessandro Bertacchi, Presidente di DiCEworld Srl e ABenergie. “ È fondamentale trasmettere questi valori anche alle nuove generazioni affinché i giovani di oggi siano cittadini consapevoli domani. Il DiCE è stato pensato anche per questo: grazie all’utilizzo dei colori, infatti, l’energia diventa anche per i più piccoli una risorsa preziosa a cui prestare attenzione.”

Tra le funzioni di DiCE, una è quella del gioco: quando appare il rosso, chi prima tocca l’apparecchio si aggiudica la vincita. 18 livelli di difficoltà per mettere alla prova i propri riflessi!

I 4 elementi di cui si compone il sistema sono:
• DiCE: il dispositivo di design in grado di avere più funzionalità luminose e di interagire con l’utente attraverso semplici movimenti gestuali della mano. DiCE infatti è in grado di riprodurre i colori dello spettro visibile, con intensità variabile, e di effettuare coreografie luminose.
Attraverso i segnali luminosi, DiCE aiuta il consumatore a usare l’energia in modo consapevole: se la luce è verde, significa che i consumi risultano nella soglia media, calcolata in base alla stagionalità e alle abitudini di consumo. Quando i consumi aumentano, la luce cambia come un semaforo, fino a diventare rossa lampeggiante nel momento in cui la potenza sta per raggiungere la soglia massima e si presenta il rischio di un blackout.
 L’app DiCE: un’applicazione per iOS e Android, scaricabile gratuitamente sul proprio smartphone, che abilita l’utente ad accedere a tutta una serie di dati e informazioni sul consumo di energia elettrica della propria casa o azienda. L’app include inoltre la possibilità di eseguire un check-up e un monitoraggio delle abitudini di consumo e, attraverso un sistema di notifiche push con consigli e suggerimenti, è in grado di educare i consumatori ad un uso più sostenibile dell’energia elettrica.
 DiReader: il lettore dei consumi elettrici. Installato vicino al misuratore della potenza elettrica, utilizza le informazioni fornite dai LED presenti sulla parte anteriore del contatore, per trasmettere i dati di consumo al dispositivo DiGateway.
 DiGateway: il dispositivo collocato nell’ambiente domestico o in azienda, che utilizza i dati segnalati dal lettore DiReader per trasmetterli a DiCE e alla sua app, che li legge come informazioni sui consumi.

Il sistema DiCE è easyplay e richiede un’installazione fai da te, facile e rapida, senza interventi sull’impianto elettrico.

DiCE è disponibile on line sul mercato attraverso il sito www.diceworld.it