“Trova la rana”, la campagnia digital di Nikon

Trova la rana_Nikon
Trova la rana_Nikon

Oltre 4 milioni di visualizzazioni, circa 50 mila visitatori sul sito e ben 19.297 giocate vincenti in quasi due mesi: questi sono i numeri della campagna “Trova la rana” di Nikon Lenswear, dove una simpatica rana saltellante è diventata lo strumento per ammirare il mondo con meraviglia, creando così un collegamento immediato tra il settore dell’oftalmica e quello delle fotocamere, a testimonianza dell’expertise conclamata e al know-how unico di Nikon.

Un successo che ha superato ogni aspettativa per quella che è, a tutti gli effetti, la prima campagna digital del brand che ha puntato su contenuti eye-catching – un video e un’attività di gaming – per coinvolgere online i consumatori e stimolare poi la visita nei Centri Ottici partner.

L’intensa programmazione – nei mesi di ottobre e novembre sui principali social e canali web – aveva come obiettivo, infatti, sia l’incremento della brand awareness delle lenti da vista Nikon, ma anche la generazione di traffico nei Centri Ottici partner, allestiti per l’occasione con materiali ad hoc per ricreare in-store il mood tropicale dello spot e coinvolgere il cliente facendolo sentire protagonista della campagna. Infatti, partendo dalla visualizzazione del video, l’utente atterrava su un portale dedicato dove poteva partecipare ad un gioco e vincere un coupon promozionale per l’acquisto di lenti Nikon e un gadget – un’esclusiva borraccia – da ritirare in negozio.

Una campagna digital a 360° che è riuscita a parlare al consumatore finale e che ha garantito un’extra-visibilità ai Centri Ottici partner attraverso un’iniziativa ingaggiante che ha animato il punto vendita.

Intelligenza artificiale, emozioni, autismo, bambini

crowdfunding #RobotFriend
crowdfunding #RobotFriend

Procede con successo la campagna di crowdfunding #RobotFriend: il Robot amico per superare la diversità raggiunge in anticipo il primo step di raccolta su Eppela e ottiene il cofinanziamento di MSD CrowdCaring.

Ma c’è tempo fino al 28 dicembre per permettere il raggiungimento dell’obiettivo finale e realizzare così il sogno di un laboratorio di robotica al servizio dei bambini normalmente abili e bambini affetti da sindrome autistica.

La campagna di crowdfunding #RobotFriend, lanciata lo scorso 18 novembre sulla piattaforma Eppela all’interno del programma MSD CrowdCaring – iniziativa di MSD Italia che nasce per promuovere l’innovazione al servizio della salute – ha raggiunto e superato in anticipo il suo primo obiettivo di raccolta (pari a 10.000 euro), grazie agli oltre 9.000 euro donati dai sostenitori e dal cofinanziamento di MSD CrowdCaring che ha donato 5.000 euro all’iniziativa. “Siamo entusiasti per il successo riscosso e ringraziamo tutti coloro (sono più di 100) che ci hanno supportato nel progetto. Questo è pero solo un primo passo verso quello che è il nostro vero obiettivo: avvicinarci il più possibile a quota 20.000 euro” racconta Andrea Buragina, co-founder di LORF , spiegando come questo importo consentirebbe di arrivare a quello che al momento è un sogno: il Robot Pepper, che grazie alla presenza di un tablet, consentirebbe di veicolare in maniera ottimale il gioco #ColorQuiz, sviluppato dalla start up milanese.

LORF intende, infatti, sviluppare un laboratorio di robotica in cui bambini normalmente e diversamente abili si possano incontrare intorno al Robot e, attraverso il gioco, divertirsi, apprendere e socializzare, favorendo in questo modo anche l’educazione alla diversità. #ColorQuiz, ha un livello di difficoltà medio basso: questo lo rende fruibile dai bambini autistici ma al tempo stesso attraente anche agli occhi dei bambini normalmente abili, a cui viene affidato il ruolo di tutor. Saranno, pertanto, proprio questi ultimi ad aiutare i bambini autistici ad interfacciarsi con il Robot.

#ColorQuiz è il primo gioco che LORF ha realizzato e nasce proprio da un’idea dello stesso Buragina: quella di far scoprire ai bambini il mondo che li circonda attraverso i colori. Alla sua creazione ha lavorato un Team, coordinato da Andrea e composto da una psicologa, Claudia Bordicchia, esperta in Psicopatologia dell’Apprendimento, un tecnico, Ewerton Lopes S. de Oliveira, che vanta una consolidata esperienza nell’ambito della robotica, oltre ad un esperto in comunicazione digitale, Michele Berra, da sempre attento a tematiche sociali. Il gioco prevede una prima parte dove i bambini sono chiamati a giocare e a scoprire, attraverso il Robot, i colori primari e secondari. Nella seconda parte i bambini sono invece chiamati a scoprire i colori del mondo che li circonda rispondendo ad una serie di domande formulate dal Robot, attraverso l’ausilio di contenuti multimediali.

Pepper è il primo e più avanzato robot umanoide capace di interagire e di rispondere alle richieste dell’utente, e, grazie ad un complesso algoritmo, di riconoscere e reagire proattivamente alle emozioni umane entrando in relazione con l’interlocutore. Un’interfaccia di alto livello e un sistema di intelligenza artificiale (AI) cloud-based gli permettono di comunicare con chi gli sta intorno, analizzando la gestualità, l’espressione e il tono di voce.

Il Robot ha una forma simile a un giocattolo e dunque cattura subito l’interesse del bambino e crea un canale di comunicazione diretta con lui. Poiché il robot non tradisce emozioni, non cambia espressione vocale o facciale, facilita la concentrazione per i bimbi autistici, che sono ipersensibili agli stimoli esterni e timorosi delle reazioni umane.

LORF è una start-up innovativa fondata ed è anche una società Benefit, impegnata in azioni e progetti a sostegno delle persone autistiche e delle loro famiglie. Accreditatasi come B corp, LORF è stata premiata al B Corp Italian summit 2018 di Bologna come Best For Italy 2018 – miglior impatto Comunità, avendo conseguito il punteggio più alto nell’area comunità del BIA (Benefit Impact Assessment), un rigido protocollo che misura le performance economiche, ambientali e sociali di un’azienda. Nel 2019 ha anche ha anche conseguito il Best For The World sia Community che Governance.

LORF ha lanciato l’App loveorfriends, uno strumento che favorisce la socializzazione, promuovendo incontri nel mondo reale con i propri amici; l’obiettivo è invitare le persone a passare sui social network il tempo strettamente necessario per darsi appuntamento nel mondo reale. In questa direzione va anche #WorldFriend, la campagna recentemente lanciata da LORF che vuole sottolineare l’unicità dei momenti vissuti nella vita reale e l’importanza di vivere il mondo reale. Tra le sue attività LORF ha ideato e promosso il progetto HomeMate, che utilizza la tecnologia per innalzare il livello di autonomia delle persone con Autismo e migliorarne la qualità di vita, e ha realizzato, a supporto, il video, “Did you know Autistics Change the World?”, che partendo da personaggi autistici che hanno fatto la storia dell’umanità o indotto cambiamenti epocali, si pensi ad Einstein o a Mozart, illustra non solo cosa è l’Autismo, ma anche il potenziale onere finanziario a carico della comunità in futuro. Con l’obiettivo di far conoscere le potenzialità in termini di socializzazione di un Robot umanoide e i suoi utilizzi a servizio della persona e della comunità, LORF ha ideato e lanciato il Contest #RobotFriend, facendo diventare loveorfriends la prima app al mondo che ha permesso ad i propri utenti di incontrare e interagire con un Robot umanoide. L’obiettivo è ora dare a #RobotFriend una declinazione pratica.

Com’è cambiata la vita con il boom di internet

Internet
Internet

Internet ha dato vita ad una vera e propria rivoluzione che ha cambiato completamente la nostra vita. Da quando il web ha fatto il suo esordio nelle nostre vite, sono tanti gli aspetti rivoluzionati dall’avvento del digitale: vi basti pensare ai nuovi modi che usiamo per comunicare, ma anche al trend degli acquisti online e allo smart working per i professionisti e i freelance. Insomma, in tutto quello che facciamo utilizziamo la rete: ordinare una pizza, acquistare uno smartphone, condividere un momento con un amico, inviare una foto tramite messaggistica istantanea.

Prima del web, se volevi tenere il passo con le notizie, dovevi andare in edicola e comprare un’edizione locale, che riportava cosa era successo il giorno precedente. Ma oggi bastano un paio di clic per leggere il giornale che si vuole, da qualsiasi parte del mondo. Visto che enormi quantità di informazioni vengono caricate e scaricate quotidianamente sui nostri dispositivi connessi, piccoli o grandi che siano, siamo diventati tutti commentatori, editori e creatori.

Gli smartphone recitano un ruolo fondamentale in questa rivoluzione. Li usiamo per svolgere una serie di compiti, dalle telefonate, allo streaming di musica, l’invio di e-mail, il mondo del lavoro ed i giochi. Grazie alla rete, infatti, siti legali e autorizzati come casino.netbet.it stanno avendo un successo enorme. La gran parte dei giochi online di maggiore successo consentono di giocare anche dallo smartphone. Questo permette all’appassionato di collegarsi in ogni momento della giornata e da qualsiasi posto lo desideri. La fame per questi dispositivi non ha mai mostrato segni di attenuazione, almeno in quanto a possesso. Se il mercato vive dei periodi di stallo è più per il ritmo rapido con cui i marchi tirano fuori nuovi modelli. Internet e alcune importanti innovazioni tecnologiche hanno aggiunto importanti elementi di divertimento alla gran parte dei giochi online. Oggi in Italia chiunque possiede un cellulare e la gran parte dei dispositivi sono smartphone di ultima generazione, con internet super veloce. Grazie a schede video sempre migliori e a connessioni rapide è possibile giocare a giochi più coinvolgenti e interessanti. Un altro vantaggio del gioco online sta nella possibilità di giocare da soli, ma non solo. Se lo si desidera è possibile in alcuni giochi, incontrare degli amici in rete, o fare nuove conoscenze. In qualsiasi momento del giorno e della notte si può trovare qualcuno con cui condividere la nostra passione.

Il gioco non è più per persone solitarie, ma anche per chi ama incontrare sempre nuova gente. Questi giochi di ultima generazione sono molto interattivi; non si tratta semplicemente di assistere passivi ad un evento, ma si può prendervi parte in ogni modo, anche magari partecipando con tutto il corpo, come avviene con i giochi online di alcune console.

Internet ed i contenuti video

L’uso di DVD, CD e altri supporti fisici è in declino a “causa” del boom dei servizi di streaming. Non è il contenuto che conta ma il mezzo: puoi guardare partite, film e serie tv da qualsiasi strumento, magari tra poco anche dallo smartwatch ed è il motivo per cui i lettori al fianco dei televisori sono oramai pezzi da museo. Con praticamente una quantità illimitata di contenuti che fuoriesce dagli nostri schermi, non c’è da meravigliarsi che molti di noi rimangano incollati ai dispositivi connessi per ore, troppe. Da testo e immagini, a film, musica e giochi, il web ha trasformato il modo in cui consumiamo media e intrattenimento. Nel 2005 è stato lanciato un sito di condivisione noto come YouTube, che da allora è diventato uno dei servizi più popolari al mondo. Circa 5 miliardi di video vengono caricati sulla piattaforma ogni minuto, il che rende praticamente impossibile restare a corto di cose nuove da vedere.

I Social

Ed i social network? MySpace, Facebook, Twitter, Snapchat, Instagram, LinkedIn, Flickr e chi più ne ha più ne metta. L’elenco dei social media è davvero molto vasto anche se poi finiamo sempre sugli stessi. Ad ogni modo, in pochi anni, queste piattaforme sono diventate il ​​mezzo di scelta di molte persone per condividere le loro riflessioni, foto, video e tanto altro. La portata è impressionante: al 31 dicembre 2018, Facebook aveva 2,38 miliardi di utenti attivi mensili con circa 25 mila dipendenti globali. Ma internet ci sta anche regalando tante soluzioni intelligenti, come l’Internet of Things. Grazie a internet possiamo controllare la temperatura e il termostato quando siamo via, dare un occhio alle telecamere, avviare o spegnere gli elettrodomestici.

Per quasi 8 ragazzi su 10, tecnologia ha un ruolo positivo

L'uso di tecnologia e digital è importante per i ragazzi
L’uso di tecnologia e digital è importante per i ragazzi

Circa metà del campione usa sempre app/siti per prenotare ristoranti e locali o per ordinare cibo che gli viene consegnato a casa; altrettanti utilizzano ‘sempre-spesso’ lo smartphone nelle attività fisiche/sportive; l’84% usa ‘sempre-spesso’ smartphone e pc come navigatore per cercare percorsi e destinazioni, pressoché la totalità degli studenti, circa la metà del campione, usa sempre app/siti per gestire la scuola (registro elettronico di scuola/università): questo quanto emerge dall’indagine condotta da BVA-Doxa per Visa in collaborazione con FEduF, la Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio costituita dall’ABI, su di un campione di 500 ragazzi italiani tra i 18 e 25 anni, sulla percezione del valore del denaro contante ed elettronico nella generazione dei nativi digitali.
Per il 42% del campione, il digital è presente in tutti gli ambiti della vita. In pochi sono d’accordo con la difficoltà di non riuscire a distinguere tra digital e realtà (18%), così come nel ruolo dei social quale strumento per esprimere le proprie emozioni (21%). Un po’ meno della metà sono d’accordo nel constatare che il denaro contante non sparirà (42% accordo 8-10) e consapevoli che i pagamenti dematerializzati hanno facilitato la loro vita (42% accordo 8-10).
Il digital in dettaglio Lo smartphone entra in modo deciso anche nella mobilità: il 37% utilizza app per sharing di mezzi di trasporto (auto, bici, scooter) e il 42% paga i mezzi pubblici con lo smartphone, il 22% paga la sosta per l’auto con le app. L’uso dello smartphone è diffuso anche per la prenotazione delle vacanze: il 60% del campione lo usa per prenotare aerei, case o alberghi online.
Accanto allo smartphone, si fanno largo gli assistenti vocali con una penetrazione ancora in crescita: i giovani li usano per ‘chiedere informazioni’, per ‘ascoltare la musica’, ma anche per divertirsi ‘facendo domande assurde’.
Il mondo del digital entra in modo significativo nella gestione dell’intrattenimento: il 60% del campione gioca con lo smartphone sempre-spesso, 87% guarda video brevi dai social e ascolta musica, il 66% guarda film e serie tv.
Contatti ufficio stampa Visa: Alessandro Zambetti e-mail: azambetti@dagcom.com Tel: +39 02 89054164 Elisa Pantaleo e-mail: epantaleo@dagcom.com Tel: +39 02 89054158 Barbara D’Incecco e-mail: bdincecco@dagcom.com Tel: +39 02 89054168
Pagamenti Il ruolo del digital diventa rilevante anche in ambito pagamenti: dalla gestione degli acquisti online, all’uso dell’app della propria banca, fino all’uso vero e proprio dello smartphone come strumento per effettuare i pagamenti.
Se poco meno della metà possiede un conto corrente personale (47%), l’88% usa le carte per i suoi pagamenti. Tra le carte, la più utilizzata dal campione è la prepagata 60%, seguita dalla carta di debito 46% e quindi dalla carta di credito 33%.
Per la gran parte delle carte in loro possesso è abilitata la modalità contactless (76%), solo il 10% non la usa perché non si fida, a fronte di un 51% che la usa sempre, ogni volta che può.
Nel complesso dei loro pagamenti se il 39% è gestito in ‘contanti’, il restante 60% passa attraverso forme dematerializzate di denaro, tra cui carte (32%), app di pagamenti (12%). I contanti vengono preferiti per la maggior parte dei pagamenti sotto i 15 euro (75%), per gli scambi di denaro con gli amici (56%) e per le spese al bar/fast food (75%). Per i pagamenti degli acquisti nei punti vendita così come nei locali, ristoranti e pizzerie e per la spesa alimentare contanti e carte (nelle diverse forme di carte di debito, credito e prepagata) si alternano in ugual misura.
I giovani del campione sono molto inclini agli acquisti on line, scelti soprattutto per la convenienza dei prezzi e per la comodità di ricevere la merce a casa. Il 41% utilizza le carte prepagate per i propri acquisti on line.
Cercando di mappare i diversi strumenti di pagamento
• il denaro contante è fonte di ‘sicurezza’ (35%) e ‘piace’ da usare (34%), dà inoltre la percezione di controllare meglio i pagamenti.
• le carte ‘fanno sentire adulti’ e ‘danno l’idea di poter comprare più cose’, apprezzate per la comodità e praticità d’uso (andando soprattutto a eliminare la necessità di dover prelevare)
• nel balance tra rischi e benefici, saldo largamente positivo per le carte prepagate, per il 58% riconosce più benefici che rischi. Più critico il balance per la carte di credito e app di pagamento da smartphone.
Metodologia e campione 500 interviste a ragazzi 18-25 anni, realizzate on line sul panel proprietario BVA-Doxa nel mese di ottobre 2019, rappresentative dell’universo di riferimento.
### Visa Visa Inc. (NYSE: V) è leader mondiale nei pagamenti digitali. La nostra missione è quella di connettere il mondo attraverso una rete di pagamento innovativa, affidabile e sicura, che consenta a privati, aziende ed economie di prosperare. Il nostro avanzato sistema di elaborazione globale, VisaNet, fornisce pagamenti sicuri e affidabili in tutto il mondo ed è in grado di gestire oltre 65.000 messaggi di transazione al secondo.
Contatti ufficio stampa Visa: Alessandro Zambetti e-mail: azambetti@dagcom.com Tel: +39 02 89054164 Elisa Pantaleo e-mail: epantaleo@dagcom.com Tel: +39 02 89054158 Barbara D’Incecco e-mail: bdincecco@dagcom.com Tel: +39 02 89054168
L’attenzione incessante dell’azienda verso l’innovazione è un catalizzatore per la rapida crescita del commercio connesso su qualsiasi tipo di device e una forza trainante dietro il sogno di un futuro senza contanti per tutti, ovunque. Mentre il mondo si muove dall’analogico al digitale, Visa sta dedicando il brand, i prodotti, le persone, la rete e le dimensioni per rimodellare il futuro del commercio. Per maggiori informazioni, visita https://www.visaitalia.com/ , e seguici su Twitter @Visa_IT.
Feduf La “Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio” (Feduf) è stata costituita dall’Associazione Bancaria Italiana per creare un polo coeso di soggetti impegnati nella diffusione di questa tematica nel più ampio concetto di educazione alla cittadinanza economica e alla legalità. La Fondazione funge da centro di aggregazione del mondo finanziario privato per mettere a disposizione del Paese la grande quantità di esperienze di successo sviluppate. Per questo la sua azione si basa su una vasta politica di interlocuzione e di cooperazione, con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, attraverso protocolli di collaborazione con le Regioni e gli Uffici Scolastici Regionali e territoriali e con altri soggetti pubblici e privati attivi in questo campo.

Nikon Master Director 2019, la finale a Milano

Nikon Master Director 2019
Nikon Master Director 2019

Arriva al rush finale la seconda edizione di ‘Nikon Master Director’ Italia, il primo social talent show dedicato al mondo del videomaking nato dalla collaborazione tra Nital S.p.A., distributore dei prodotti Nikon sul mercato italiano da oltre 25 anni, e Traipler.com, piattaforma di Video Content Marketing e Digital Storytelling per la produzione e diffusione di contenuti video di qualità professionale.
La finale sarà a Milano durante l’evento Immaginazione, la kermesse dedicata alla contemporaneità dei linguaggi visivi che si terrà presso lo spazio Torneria Tortona il 25 e il 26 ottobre, con premiazione lo stesso giorno 26. I 16 migliori talenti italiani in fatto di video si sfideranno realizzando dirette live per aggiudicarsi il titolo nella sezione Pro e nella sezione Passion. I finalisti, scelti sulla base delle competenze ma anche per l’originalità di raccontare per immagini, sono stati selezionati nel corso di 8 tappe che hanno toccato altrettante città.
Nato con l’obiettivo di coinvolgere tutti i videomaker, professionisti e appassionati, e di avvicinare al mondo del video la creatività di tutti quei fotografi che cercano nuovi stimoli professionali, Nikon Master Director ha riscosso già nella prima edizione un successo sorprendente, sia dal vivo tappa per tappa, sia in giro per l’Italia e sui social è stato sorprendente: oltre 1300 iscritti, oltre 1 milione di views online e più di 6 milioni di persone raggiunte.
Protagonisti del tour, insieme a tutti i partecipanti, due selezionatori d’eccezione: Aldo Ricci, tra i videomaker più apprezzati in Italia, e Riccardo Petrillo, videomaker professionista e vincitore del ‘Nikon Master Director’ 2018.
‘Nikon Master Director’ Italia è una conferma dell’attenzione di Nikon verso il mondo del videomaking, settore nel quale trova massima espressione la sua ultima linea di mirrorless Z-Series, fotocamere dalle eccezionali prestazioni destinate a rivoluzionare il mondo dell’immagine video.
http://www.master-director.com/

NIKON è un brand leader, sinonimo di fotografia all’avanguardia, riconosciuto da milioni di persone in tutto il mondo come perfetta sintesi di alta tecnologia ed affidabilità. E da un lato sostiene la Ricerca e lo Sviluppo in settori di alto contenuto tecnologico e diversifica le proprie attività di produzione e distribuzione su tutto il territorio mondiale, mentre dall’altro si adopera attivamente per il rispetto e la protezione dell’ambiente. In tutto il mondo Nikon è marchio leader e sinonimo di tecnologia, “futuro” e soprattutto “fotografia”. Anche in Italia Nikon è in assoluto il marchio più conosciuto ed apprezzato nel mercato della fotografia, grazie a brand values acquisite quali tecnologia, affidabilità e qualità. Distributore ufficiale per il mercato italiano del marchio Nikon è la Nital S.p.A. Sinonimo di massima capacità, competenza commerciale e marketing, Nital è da oltre 25 anni operatore di successo nel mondo della tecnologia.
**********
Traipler.com è la prima piattaforma di Video Content Marketing per la produzione massiva e per la diffusione di contenuti video originali di qualità professionale grazie a un network di 600 videomaker distribuiti su tutto il territorio nazionale. Con un catalogo di più di 100 soluzioni video omologati e di successo per ogni settore merceologico, sono concepiti e distribuiti online per la specifica audience profilata che il cliente può scegliere di produrre ad hoc e a costi accessibili e raggiungere ovunque il proprio target. Traipler.com ha reso accessibile la comunicazione video quotidiana tanto alle piccole medie imprese, quanto alle big company, per questo è già stata scelta da L’Oreal, UniCredit, Fineco, Adidas, Expedia, Costa Crociere, Boscolo, Pfizer, Nikon, Trenitalia e molte altre. Fondata da tre manager professionisti: Gianluca Ignazzi, Founder e Head of Communication, Christian Muolo – Founder e Chief Sales e Marketing Director, e Aldo Ricci – Founder e Direttore Tecnico di Produzione, supportati da Italia Brand Factory che dal 2015 è acceleratore e socio strategico, nel 2018 entra in Traipler.com anche Andrea Gaiba, come 4° socio, Shareholder e Chief Innovation Officer.