Incentivi per sostituzione veicoli inquinanti

qualiltà-aria-incentivi-veicoli-ridotta
qualiltà-aria-incentivi-veicoli-ridotta

ACQUISTO AUTO, INCENTIVI PER 36 MILIONI: È ON LINE IL BANDO PER SOSTITUIRE I VEICOLI INQUINANTI

ASSESSORE CATTANEO: DAL 1° MARZO È POSSIBILE CHIEDERE CONTRIBUTI DIRETTAMENTE AL VENDITORE

INFO GIÀ DA OGGI SU WWW.BANDI.REGIONE.LOMBARDIA.IT

È stato pubblicato il bando ‘Rinnova autovetture e motoveicoli 2021′. Così dal 1° marzo i cittadini lombardi possono dunque chiedere, sottoforma di sconto, i contributi direttamente al venditore/concessionario.

Ne dà notizia l’assessore all’Ambiente e Clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo.

FASE OPERATIVA, STIMOLATO IL RINNOVO DEL PARCO VEICOLI – ‘L’iniziativa – commenta l’assessore Cattaneo – entra nella fase operativa. Regione Lombardia mette dunque a disposizione dei cittadini lombardi 18 milioni di euro nel 2021 e, altrettanti, nel 2022 per sostituire i veicoli inquinanti con autovetture a bassissima o zero emissione, e con motoveicoli e ciclomotori elettrici’.

‘Con questo bando – aggiunge l’assessore – vogliamo promuovere e stimolare il rinnovo del parco veicolare lombardo per migliorare l’ambiente, offrendo il massimo contributo possibile ai cittadini, per salvaguardare tutti insieme la qualità dell’aria’.

LE TEMPISTICHE – Il bando è consultabile già da oggi sulla piattaforma www.bandi.regione.lombardia.it.

Dal 1° marzo, sarà possibile presentare le domande e accedere ai contributi. Ogni cittadino può presentare una sola domanda di contributo.

I BENEFICIARI – Il bando è rivolto ai cittadini residenti in Lombardia (persone fisiche) che acquistano un’autovettura di nuova immatricolazione o immatricolata successivamente al 1° gennaio 2020 e intestata a un venditore/concessionario, o che acquistano motoveicolo o un ciclomotore di nuova immatricolazione.

COME PRESENTARE LE DOMANDE – La domanda di partecipazione deve essere presentata online sulla piattaforma bandionline (www.bandi.regione.lombardia.it), nella categoria ‘Cittadini’, che si trova all’interno del bando ‘Cittadini – Rinnova autovetture e motoveicoli 2021′. È possibile inoltrarla a partire dalle ore 10 del 1° marzo 2021 fino all’esaurimento della dotazione finanziaria e, comunque, entro e non oltre le ore 12 del 31 dicembre 2021.

Prima di presentare la domanda bisogna registrarsi sulla piattaforma bandionline accedendo esclusivamente con le credenziali del Sistema pubblico di identità digitale (Spid), della Carta di identità elettronica (Cie) o della Carta nazionale dei servizi (Cns).

Si rende noto che potrebbero servire fino a 16 ore lavorative per avere la verifica delle informazioni di registrazione e profilazione.

Una volta presentata la domanda di partecipazione ci si potrà recare dal venditore/concessionario abilitato alla vendita nell’ambito del bando. Lui esclusivamente può a prenotare sul portale Bandionline il contributo regionale per nome e per conto del cittadino beneficiario tramite il suo codice fiscale.

PROCEDURA A SPORTELLO, APERTO FINO A ESAURIMENTO – L’assegnazione del contributo avviene con procedura valutativa ‘a sportello’, ovvero secondo l’ordine cronologico di prenotazione telematica da parte del venditore/concessionario, a seguito della domanda presentata del cittadino. Lo sportello resterà aperto fino ad esaurimento della dotazione finanziaria.

EROGAZIONE CONTRIBUTO – Il contributo è erogato direttamente sotto forma di anticipo da parte dei venditori/concessionari abilitati da Regione Lombardia. I venditori/concessionari abilitati riceveranno poi da parte di Regione Lombardia il rimborso di quanto anticipato a seguito di specifica istruttoria

L’elenco dei venditori/concessionari abilitati sarà consultabile sempre sulla piattaforma Bandionline allo stesso indirizzo internet e sul sito istituzionale di Regione Lombardia.

MODIFICA DEL FINANZIAMENTO RISPETTO AL BANDO PRECEDENTE – Rispetto al bando precedente è stata modificata la modalità di finanziamento, che stavolta non è più un rimborso, ma l’erogazione diretta da parte del concessionario. Ciò è stato fatto per rispondere alle numerose richieste dei cittadini di beneficiare direttamente in concessionaria del contributo regionale, evitando di anticipare l’importo del contributo. Per questa ragione il bando non ha valore retroattivo.

ECCO GLI INCENTIVI PER LE AUTOMOBILI – L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto per l’acquisto di autovetture, con radiazione, ovvero cancellazione dal Pubblico registro automobilistico (Pra) del precedente veicolo. Deve trattarsi di auto di nuova immatricolazione o già immatricolate successivamente al 1° gennaio 2020, intestate a una casa costruttrice di veicoli o a un venditore/concessionario (di categoria M1). In base ai valori di emissione degli inquinanti Pm10, Nox (ossido di azoto) e Co2 (anidride carbonica).

L’obbligo di radiazione non si applica nel caso di acquisto di veicoli elettrici puri (o a idrogeno), a fronte di una riduzione del contributo massimo previsto.

In particolare, ecco gli incentivi per classi di appartenenza delle auto:

– 8.000 euro per auto a zero emissioni (es. elettrica pura o idrogeno); 4.000 euro (senza radiazione);

– 5.000 euro per auto con emissioni di Co2 =60 g/km e Nox = 85.8 mg/km (es. euro 6D benzina, metano, Gpl o ibride);

– 4.000 euro per auto di Co2 =60 g/km e con Nox = 126 mg/km (es. euro 6D-Temp benzina, metano, Gpl o ibride oppure euro 6D diesel);

– 4.000 euro per auto con emissioni 60<Co2=110 g/km e con Nox = 85.8 mg/km (es. euro 6D benzina, metano, Gpl o ibride);

– 3.000 euro con emissioni 60<Co2=110 g/km e con Nox = 126 mg/km (es. euro 6D-Temp benzina, metano, Gpl o ibride oppure euro 6D diesel);

– 3.000 euro con emissioni 110<Co2=145 g/km e con Nox = 85.8 mg/km (es. euro 6D benzina, metano, Gpl o ibride);

– 2.000 euro con emissioni 110<Co2=145 g/km e con Nox = 126 mg/km (es. euro 6D-Temp benzina, metano, Gpl o ibride oppure euro 6D diesel).

TIPOLOGIE DI ACQUISTO POSSIBILE – I contributi sono previsti secondo le seguenti regole:

– radiazione, per demolizione, di auto per trasporto persone di categoria M1 (benzina fino a euro 2/II incluso e/o diesel fino ad euro 5/V incluso) o per esportazione all’estero (solo per diesel euro 5/V);

– sconto di almeno il 12% (da parte del venditore) sul prezzo base di acquisto (listino, modello base), al netto di eventuali allestimenti opzionali, o sconto di almeno 2.000 euro in caso di auto a zero emissioni;

– possibilità di acquisto senza radiazione, a fronte di un contributo ridotto, solo in caso di acquisto di auto elettrica pura o ad alimentazione a idrogeno.

FINANZIAMENTI PER L’ACQUISTO DI MOTO ELETTRICHE – L’agevolazione prevede anche l’acquisto, con eventuale radiazione, di ciclomotori e motoveicoli ad alimentazione esclusivamente elettrica, a emissione zero. A questa tipologia di mezzi Regione Lombardia ha riservato 1,8 milioni di euro per il 2021 e altrettanti per il 2022, sul totale stanziato ogni anno, fino al 30 giugno. Dopo tale data, gli eventuali residui saranno utilizzabili anche per le altre tipologie d’acquisto.

Gli incentivi consistono in:

– massimo 3.000 euro (30% di sconto sul prezzo base di acquisto) in caso di radiazione di un’auto;

– massimo 2.000 euro (20% di sconto sul prezzo base di acquisto) in caso di radiazione di una moto;

– massimo 1.000 euro (10% di sconto sul prezzo base di acquisto) senza radiazione.

TIPOLOGIE DI ACQUISTO POSSIBILI – I contributi sono ammessi alle seguenti condizioni:

– radiazione per demolizione di un’auto di categoria M1 per il trasporto persone (benzina fino a euro 2/II incluso e/o diesel fino a euro 5/V incluso), o per esportazione all’estero (solo diesel euro 5/V), o radiazione per demolizione di un veicolo di categoria L di classe fino a euro 2 compreso;

– sconto di almeno il 7% (da parte del venditore) sul prezzo base di acquisto (listino, modello base), al netto di eventuali allestimenti opzionali;

– possibilità di acquisto senza radiazione, con contributo ridotto.

ALTRE INFORMAZIONI UTILI PER L’ACQUISTO – I veicoli dovranno essere immatricolati per la prima volta in Italia. La radiazione deve essere successiva al 23 febbraio 2021 e deve avvenire attraverso il venditore/concessionario abilitato dove si fa l’acquisto. L’intestazione o la co-intestazione del veicolo radiato al soggetto beneficiario deve essere antecedente al 1° gennaio 2020. E la proprietà del veicolo acquisito dev’essere mantenuta per almeno 24 mesi successivi all’intestazione del beneficiario.

INDIVIDUAZIONE DEI CONCESSIONARI/VENDITORI – Si ricorda ai venditori e ai concessionari interessati a partecipare al bando di Regione Lombardia che devono registrarsi per ottenere l’abilitazione. La procedura telematica si trova sempre sulla piattaforma bandionline.

REQUISITI DEI SOGGETTI FORNITORI DEL SERVIZIO DI VENDITA – Si ricorda infine che i venditori/concessionari che intendono essere abilitati quali fornitori del servizio di vendita di veicoli a basso impatto ambientale, devono avere la sede operativa sul territorio italiano. E che devono essere iscritti nel Registro delle imprese (anche solo come attività secondaria) nei seguenti codici Ateco: 45.11.01, 45.11.02, 45.40.11 e 45.40.12.

Accordo Università Bicocca – Maldive

scogliere coralline
scogliere coralline

ACCORDO UNIVERSITA’ BICOCCA-MALDIVE PER CENTRO RICERCA, F.SALA: UN’OCCASIONE UNICA PER STUDENTI E RICERCATORI

L’Università di Milano-Bicocca e il governo della Repubblica delle Maldive hanno stretto un accordo di collaborazione per la salvaguardia della scogliera corallina. Una partnership per raggiungere nuovi importanti traguardi sui temi della sostenibilità e della biodiversità marina.

“Avere un centro di ricerca alle Maldive, coordinato e diretto da Milano-Bicocca – ha dichiarato Fabrizio Sala, assessore all’Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione di Regione Lombardia – permette ai nostri studenti e ricercatori di confrontarsi con gli studiosi del luogo e di lavorare sul campo per la conservazione di una ricchezza unica come la barriera corallina. E’ un altro segnale di internazionalizzazione e prestigio di un Ateneo che fa della ricerca un suo punto di forza in parecchie discipline”.

Nel corso della cerimonia trasmessa questa mattina in diretta streaming dall’aula magna del campus milanese, la rettrice dell’Ateneo, Giovanna Iannantuoni, e il ministro della Pesca, risorse marine e agricoltura della Repubblica delle Maldive, Zaha Waheed (in collegamento video) hanno firmato l’accordo dando ufficialmente il via al progetto per lo sviluppo di linee di ricerca collaborative.

Dal 2009, l’Università di Milano-Bicocca, grazie al centro di ricerca e alta formazione MaRHE, situato alle Maldive, sull’isola di Magoodhoo, in collaborazione con il Maldives Marine Research Institute affiliato al governo dell’arcipelago e con università e centri di ricerca stranieri, studia nuove soluzioni per la salvaguardia dei coralli e per la tutela dell’ambiente marino.

I ricercatori dell’Ateneo possono collaborare con i colleghi maldiviani per lo studio di nuove soluzioni per lo sviluppo sostenibile. Dall’anno di istituzione del centro, docenti, ricercatori e studenti hanno potuto trascorrere presso l’outpost maldiviano brevi periodi di mobilità ai fini di studio e ricerca.

“Ringrazio Letizia Moratti per essere stata nel 2009 l’artefice di questo progetto che ha consentito negli anni a studenti e ricercatori di immergersi nella cultura maldiviana e di lavorare a favore della biodiversità in un luogo unico come le Maldive – ha concluso l’assessore Sala – salvaguardando la barriera corallina e studiando i cambiamenti del nostro pianeta, sempre più spesso distrutto dall’uomo”.

Novità buoni taxi a Milano

taxi
taxi

MOBILITÀ. CON I NUOVI BUONI TAXI FINANZIATO IL 50% DELLA CORSA

I buoni destinati a cittadini in difficoltà economiche o motorie e disponibili fino al 30 giugno. Presto una carta prepagata per utilizzarli

Con il decreto “Milleproporghe” dello scorso 30 dicembre il Governo ha messo a disposizione dei comuni che ne avevano fatto richiesta le risorse economiche per l’erogazione di buoni taxi a favore di categorie di cittadini ritenute meritevoli di particolare attenzione. Nei giorni scorsi la Giunta ha approvato la delibera per definirne l’utilizzo.

Sono stati stanziati circa 3 milioni di euro da convertire in buoni taxi e NCC (auto pubblica a noleggio con conducente) utilizzabili fino al 30 giugno 2021; ogni buono copre il 50% del costo della singola corsa fino a un massimo di 20 euro a viaggio.

“Il buono taxi sperimentato dal Comune di Milano nel 2020 ha avuto un successo crescente da agosto a dicembre – dichiara l’assessore alla Mobilità Marco Granelli –, per questo siamo contenti di poterlo rimettere rapidamente a disposizione dei cittadini e in questi giorni stiamo riorganizzando le modalità di erogazione anche secondo i nuovi criteri definiti dal decreto del Governo. Il bonus taxi ha una funzione importante per agevolare la mobilità, bene avere nuove risorse per finanziarlo e incrementarne l’utilizzo”.

Le finalità della misura varata rispondono alla necessità di fronteggiare l’emergenza sanitaria e le criticità derivanti dall’incremento del traffico in termini ambientali e di congestione dei passeggeri sulle linee di trasporto pubblico; consentono poi di sostenere e potenziare l’utilizzo di una forma di trasporto alternativa al mezzo privato, quale il servizio taxi e di noleggio con conducente, particolarmente colpito dalla crisi determinata dall’emergenza COVID-19.

Il Bonus Taxi 2021 fa tesoro della positiva esperienza acquisita dall’Amministrazione con l’erogazione del Bonus Taxi 2020: oltre 40mila buoni taxi sono stati utilizzati tra il 18 agosto e il 15 gennaio con numeri che progressivamente sono cresciuti nel corso dei mesi.

Il nuovo Bonus Taxi ha modalità di erogazione più semplici grazie all’utilizzo di un sistema di pagamento tipo una carta prepagata o una app e ad alcuni adeguamenti sulle categorie aventi diritto definite dal decreto “Milleproroghe”.

Rientrano nelle categorie che potranno beneficiare del Bonus Taxi 2021 cittadini residenti a Milano con mobilità fisica ridotta, con patologie accertate, anche temporanee, anche accompagnate; persone affette da patologie accertate che le rendono più vulnerabili e per le quali non è consigliata l’esposizione a contatti con altri e persone soggette a terapie salvavita. Possono beneficiare del bonus anche persone appartenenti a nuclei familiari più esposti agli effetti economici derivanti dall’emergenza epidemiologica, per esempio dove uno dei componenti svolge attività lavorative appartenenti a codici ATECO soggetti a limitazioni sul contenimento della diffusione del virus. Inoltre tutti i cittadini in stato di bisogno, con un ISEE pari o inferiore a 28.000 euro e persone disoccupate o in cassa integrazione.

 

Milano, tre arresti per violenza sessuale

polizia locale milano
polizia locale milano

POLIZIA LOCALE. ARRESTATI TRE UOMINI PER VIOLENZA SESSUALE SU MINORENNI E PEDOPORNOGRAFIA

Sono stati arrestati il 1° febbraio dal Nucleo Tutela Donne e Minori dell’Unità investigazioni e prevenzione della Polizia locale di Milano tre uomini sudamericani – J.A.P.O. di 24 anni, C.A.C.G. di 33 e E.T.S.C. di 60 anni – per aver violentato due ragazze minorenni, con l’aggravante dell’uso di sostanze alcoliche e, in un caso, per aver realizzato e poi diffuso video pedopornografici. Le indagini sono state coordinate dalla PM Francesca Gentilini, sostituto procuratore del V Dipartimento guidato dall’Aggiunto Maria Letizia Mannella.

Gli arresti sono scaturiti dalla notizia di reato inviata dal Soccorso violenza sessuale e domestica della Clinica Mangiagalli di Milano alla Procura lo scorso 4 dicembre, quando una ragazza di 14 anni, accompagnata dalla madre, si è presentata riferendo di aver subito abusi sessuali quello stesso giorno da parte del ventiquattrenne, che conosceva, e di un trentenne.

La giovane aveva appuntamento la mattina con J.A.P.O. in zona Bignami, dove avrebbero dovuto incontrarsi anche con altri amici secondo quanto lui le aveva riferito il giorno precedente. All’appuntamento, però, c’era solo C.A.C.G. insieme a lui e i tre, dopo aver acquistato alcolici in un supermercato, si sono recati in uno scantinato in zona.

Dopo aver bevuto un primo bicchiere la quattordicenne ha iniziato a non sentirsi bene, ma è stata costretta dai due a continuare a bere in attesa, come da loro promesso, che arrivassero altri amici. Dopo aver bevuto altri due bicchieri, però, la ragazza ha avuto un mancamento e quando ha riaperto un attimo gli occhi si è accorta che il conoscente la stava molestando, ma non è riuscita a respingerlo poiché troppo debole.

Svenuta nuovamente, si è risvegliata qualche ora dopo in un’auto, sul sedile posteriore con i pantaloni abbassati e il trentatreenne a fianco che continuava a metterle le mani addosso. Riaddormentatasi nuovamente, la ragazza si è poi svegliata intorno alle 16:30, si è fatta restituire il cellulare che le avevano tolto e riaccompagnare a casa. Nel tardo pomeriggio, al rientro della madre, la quattordicenne le ha raccontato quanto accaduto durante la giornata e insieme sono andate al Pronto Soccorso.

Grazie alle intercettazioni telefoniche è stato possibile recuperare velocemente gravi e plurimi elementi di prova a carico degli indagati e grazie all’analisi delle celle agganciate dalle utenze telefoniche si è potuta confermare l’assoluta attendibilità della vittima.

Alla luce delle dichiarazioni rese da testimoni diretti e indiretti è stato possibile risalire ad un’altra giovane ragazza violentata lo scorso marzo sempre da parte del ventiquattrenne J.A.P.O. in concorso con il sessantenne E.T.S.C., entrambi conosciuti dalla vittima. In questo caso, il più giovane ha anche realizzato e poi diffuso dei video della violenza sessuale commessa mentre lei era priva di conoscenza, a causa delle quantità di alcol assunte.

“L’esito di questa indagine è l’ennesima conferma dell’impegno e della professionalità del Nucleo Tutela Donne e Minori – commentano la Vicesindaco Anna Scavuzzo e il Comandante della Polizia locale Marco Ciacci -, un gruppo che lavora in perfetta sintonia e in coordinamento con altre Istituzioni cittadine, come il Soccorso violenza sessuale della Clinica Mangiagalli e la Procura della Repubblica, su temi particolarmente delicati e che ben rappresenta lo spirito e la dedizione con cui tutta la Polizia locale si mette al servizio della città”.

 

Arisa al Festival di Sanremo

Arisa _ ph Bogdan Plakov
Arisa _ ph Bogdan Plakov

Giovedì 4 marzo, per la terza serata del Festival di Sanremo, ARISA interpreterà in duetto con MICHELE BRAVI il brano “Quando” di Pino Daniele.

L’artista ha scelto di omaggiare e di eseguire questa celebre canzone del 1991 di Pino Daniele, colonna sonora del film “Pensavo fosse amore… invece era un calesse” (diretto e interpretato da Massimo Troisi). Per arricchire la sua interpretazione, Arisa canterà il brano sul palco dell’Ariston con il cantautore Michele Bravi, che ha da poco presentato il suo ultimo progetto discografico, il concept album “La Geografia del buio”.

Arisa è in gara al 71° Festival di Sanremo con il brano “Potevi fare di più” (Pipshow Srl, licenza esclusiva di Believe Digital Srl), contenuto nel suo prossimo album di inediti. Il brano sanremese è disponibile in pre-order e in pre-save al seguente link: https://arisa.bfan.link/potevi-fare-di-più.

“Potevi fare di più”, scritto da Gigi D’Alessio, parla di un momento di liberazione da una relazione tossica. Racconta la storia di una donna che cerca la forza di dire basta ad un amore che si è spento e ai continui tentativi di tenerlo in piedi.

Questa sarà la settima partecipazione al Festival di Sanremo per l’artista che si è già aggiudicata due vittorie: la prima nel 2009, nella categoria Nuove Proposte, con il brano “Sincerità”, e la seconda nel 2014 nella categoria Campioni con “Controvento”. Nel 2015, inoltre, Arisa è stata co-conduttrice della 65° edizione del Festival.