Le imprese di CNA Lombardia per l’ospedale Fiera

Pres Parolo
Pres Parolo

Le imprese di CNA Lombardia offrono assistenza tecnica gratuita per la costruzione dell’ospedale a Milano Fiera

 Installatori e degli impiantisti, associati a CNA Lombardia, sono  a disposizione della comunità lombarda per la costruzione del nuovo ospedale per i malati di Coronavirus

Sono tempi difficili ma è proprio nelle difficoltà che stiamo trovando esempi straordinari di solidarietà. Appena si è diffusa la notizia della possibile costruzione di un ospedale dedicato ai malati di Covid – 19 nell’area Fiera di Milano, alcuni imprenditori di Varese, Milano e Como della nostra filiera degli installatori e degli impiantisti hanno chiamato CNA Lombardia per far sapere di essere disponibili a prestare gratis la proprio opera di assistenza tecnica”.

In questa stagione di difficoltà, sono velate da soddisfazione e da un filo di commozione le parole del Presidente regionale lombardo di CNA, Daniele Parolo, quando riferisce di questa bella e importante notizia. Prosegue il Presidente Parolo: “In questi giorni in cui siamo in attesa di capire la misura del supporto alle imprese da parte del Governo, che ringraziamo per quanto potrà fare, ci piace poter dire che le nostre imprese si stanno già mettendo a disposizione della comunità lombarda per aiutare a costruire il nuovo ospedale di cui abbiamo bisogno”.

 CNA Lombardia vuole valorizzare e rilanciare questa disponibilità, facendone un appello ai coraggiosi, ai volenterosi, perché, commenta il Segretario regionale Stefano Binda: “Abbiamo l’onore di rappresentare donne e uomini liberi e forti”.

La CNA Lombardia è la struttura regionale della Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa. Nel settore dell’Artigianato, tutela e lavora al servizio delle Piccole e Medie imprese, alle Piccole e Medie Industrie.

 

Chiara Sani imita Valeria Marini a Striscia

Chiara Sani
Chiara Sani

Stasera Valeria Marini, nascosta nel bagno della casa del Grande Fratello Vip, si collegherà con Striscia la notizia (Canale 5, ore 20.35). In realtà a vestire i panni della showgirl è l’attrice e imitatrice Chiara Sani, che commenta così il suo debutto al Tg satirico di Antonio Ricci: « Striscia è la punta più alta che un attore comico possa sognare. Per me è come il Saturday Night Live per gli americani: una pietra miliare della satira e della comicità».

Nata a Bologna, Chiara Sani, dopo gli studi di recitazione, lavora in televisione, al cinema, in radio e a teatro. Esordisce in tv a Mediaset nel 1990, come inviata del programma “Emilio ’90” (Italia 1), ruolo che ricoprirà dal 1995 al 2005 anche nel programma “Forum” (Canale 5 e Rete 4). In Rai, invece, lavora nel 2002 con Pippo Baudo a Destinazione Sanremo (Rai 2) e dal 2003 al 2013 partecipa a diverse trasmissioni comiche su Rai 2 e Rai 3 insieme a Lillo e Greg, con i quali lavora anche in radio (Rai Radio 2) e a teatro. Al cinema ha recitato in 11 film del regista Pupi Avati, tra cui l’ultimo “Il Signor Diavolo” (2019).


STRISCIA LA NOTIZIA – CANALE 5 – ORE 20.35

TWITTER @Striscia – INSTAGRAM @Striscialanotizia – FACEBOOK @Striscia

SITO UFFICIALE DEL PROGRAMMA
www.striscialanotizia.mediaset.it

Treves Blues Band allo Spazio Teatro 89

FABIO_TREVES_foto_Gianfilippo_Masserano
FABIO_TREVES_foto_Gianfilippo_Masserano

In occasione della rassegna di blues organizzata dallo Spazio Teatro 89, torna a esibirsi a Milano la Treves Blues Band con una nuova tappa di “70 in Blues”, il tour con cui la TBB ha festeggiato nei mesi scorsi i 70 anni del suo leader: sabato 22 febbraio, Fabio Treves e i suoi fedelissimi compagni – Alex “Kid” Gariazzo (chitarra, voce), Massimo Serra (batteria) e Gabriele “Gab D” Dellepiane (basso) – saliranno sul palco dell’auditorium milanese di via Fratelli Zoia 89 per un nuovo appuntamento della collaudata stagione “Milano Blues 89”(inizio live ore 21.30; ingresso 18-20 euro).

L’avventura della Treves Blues Band nasce nel 1974 quando un giovane armonicista di Lambrate decide di partire con una “missione impossibile”: divulgare i valori del Blues, la sua storia e i suoi grandi interpreti. L’armonicista in questione è Fabio Treves, da qui in poi ribattezzato il “Puma di Lambrate”, che con la sua band ha viaggiato in lungo e in largo per l’Italia e per il mondo, tenendo alta la bandiera del blues italiano. I suoi concerti sono un viaggio nella storia di questa musica, dai primi canti di lavoro a quello arcaico e campagnolo, dal blues elettrico di Chicago a quello più moderno.

MILANO BLUES 89 – Stagione 2019/2020
Sabato 19 ottobre 2019: Francesco Piu.
Sabato 9 novembre 2019: Popa Chubby + Superdownhome (opening act).
Sabato 30 novembre 2019: Mandolin’ Brothers.
Venerdì 13 dicembre 2019: The Followers of Christ Gospel Singers.
Sabato 18 gennaio 2020: Jaime Dolce’s Innersole.
Venerdì 7 febbraio 2020: Paolo Bonfanti & Martino Coppo.
Sabato 22 febbraio 2020: Treves Blues Band.
Sabato 7 marzo 2020: Neal Black & The Healers.
Venerdì 27 marzo 2020: Gennaro Porcelli & R.R. Band.

Pensare l’infosfera

luciano_floridi_bredformat-
luciano_floridi_bredformat-

La filosofia pone domande, ma porre domande non è la cosa più importante, bisogna porre quelle giuste al momento giusto per avere risposte significative e corrette.
La filosofia è necessaria per ripensare ciò che si può definire progetto umano. E la filosofia evolve come evolve l’umanità.
Oggi l’indagine filosofica non può prescindere dalle tecnologie digitali che influenzano e formattano la nostra comprensione del mondo e la nostra relazione con esso.

Luciano Floridi terrà le tre lezioni al Teatro Franco Parenti (Sala Grande) di Milano:

#1 La filosofia come design concettuale – lunedì 10 febbraio h 19.00
#2 Il capitale semantico – lunedì 17 febbraio h 19.00
#3 Utopia digitale? Il verde e il blu – lunedì 24 febbraio h 19.00

Kangaroo Island: non ha riportato danni negli incendi

kangaroo island
kangaroo island

A due settimane dalle immagini che hanno inevitabilmente fatto il giro del mondo, Kangaroo Island è nuovamente accessibile e pronta ad accogliere i visitatori: il Country Fire Service (CFS) ha classificato la situazione degli incendi sull’isola come “contained” ovvero contenuta, sotto controllo.
Le aree colpite dal fuoco continueranno ad essere presidiate con attenzione e i visitatori sono ancora invitati ad informarsi e monitorare la situazione prima di pianificare i propri spostamenti, ma si tratta di una evoluzione positiva che, insieme al ritorno delle navi da crociera sulle coste, parla di ritorno alla normalità della vita sull’isola.

“Oltre il 50% dell’isola è ancora incontaminato e non è stato toccato dalle fiamme” ha dichiarato Rodney Harrex, Chief Executive della South Australian Tourism Commission. Un’evidenza che mitiga i toni allarmistici delle ultime settimane, quando era ancora troppo presto per tracciare un bilancio chiaro della situazione, che parlavano di un’isola completamente distrutta dalle fiamme: l’isola sta bene ed è nuovamente accessibile a tutti.

Il flusso dei visitatori non si è mai completamente fermato e la maggior parte degli esercizi turistici di Kangaroo Island ha continuato ad accogliere visitatori provenienti da tutte le parti del mondo, sia con tour organizzati sia con itinerari self-drive. Già a partire dalla scorsa settimana gli operatori hanno registrato un nuovo aumento delle visite, delle prenotazioni e delle richieste di informazioni.