Jazz all’Atelier Musicale: il Flauto Ensemble

logo Atelier Musicale
logo Atelier Musicale

È un concerto assolutamente inedito per l’organico che lo compone quello che viene presentato in prima assoluta alla Camera del Lavoro di Milano sabato 26 ottobre (inizio live ore 17.30; ingresso 10 euro + tessera a 5 euro): per il quarto appuntamento della nuova stagione dell’Atelier Musicale, la rassegna organizzata dall’associazione culturale Secondo Maggio, Giulio Visibelli, più noto come sassofonista, ma anche eccellente flautista (lo strumento sul quale si è formato), ha riunito per l’occasione un trio di flauti, contrabbasso e percussioni.

Al contrario dei sassofoni, delle trombe, delle chitarre, delle batterie, in cui i “summit” e le “chase” sono comuni, il flauto jazz è sempre rimasto nell’angolo e raramente si sono
costituiti ensemble di questo strumento. Anche nelle big band è entrato di rado e sempre quale strumento aggiuntivo.

Eppure il flauto ha una storia che percorre l’intero corso del cammino del jazz, con personalità solistiche di livello quali, tra le altre, Eric Dolphy, Roland Kirk, James Newton, Jeremy Steig e Herbie Mann.

I tre protagonisti di questo concerto sono musicisti complementari tra loro, tutti provenienti da studi classici ma con percorsi differenti: Visibelli ha sviluppato un
linguaggio jazzistico che spazia dalla modernità anni Cinquanta fino al trasversalismo
contemporaneo; Carlo Nicita ha elaborato un percorso espressivo che riunisce jazz,
musica eurocolta e mondo popolare, anche di origine brasiliana; infine, Emilio Galante,
come dimostra la sua militanza nel gruppo Sonata Islands, si è mosso per lo più nel
mondo eurocolto.

La ricchezza linguistica del percussionista e vibrafonista Luca Gusella e la duttilità del
contrabbassista Tito Mangialajo completano il quintetto, che propone un repertorio
italiano con brani originali e composizioni di grandi autori articolate come una lunga e
variegata suite.

Sabato 26 ottobre, ore 17.30
Giulio Visibelli Flauto Ensemble – Flauti per il jazz italiano (prima esecuzione assoluta)
Giulio Visibelli, Carlo Nicita, Emilio Galante (flauti), Tito Mangialajo (contrabbasso), Luca Gusella (percussioni, vibrafono).

A Fashion Graduate italia, sfila la formazione

fashion_graduate
fashion graduate

Dal 27 al 30 ottobre Fashion Graduate Italia, l’evento per scoprire le professioni, le scuole e le accademie della moda  tra sfilate, workshop, incontri e attività che rispondono alle tematiche più attuali del settore fashion: dalla sfida della sostenibilità come innovazione responsabile alla rivalutazione dei mestieri artigiani, sino alle strategie e alle nuove forme di comunicazione del fashion.

L’evento cardine di FGI 2019 sarà la giornata di lunedì 28 ottobre, dedicata al tema della sostenibilità, sviluppata attorno alla sfilata collettiva in cui 16 scuole  (Accademia di Belle Arti di Brera – Accademia Costume & Moda – Accademia della Moda IUAD – AFOL Moda – Arsutoria School – CERCAL – Domus Academy – Ferrari Fashion School – Harim Accademia Euromediterranea – IAAD – Istituto di Moda Burgo – Istituto Europeo di Design – Istituto Marangoni – Istituto Modartech – Istituto Secoli – LABA Libera Accademia di Belle Arti – NABA Nuova Accademia di Belle Arti – Next Fashion School – Politecnico Calzaturiero)   presenteranno i progetti dei propri studenti affrontando con modalità differenti il tema complesso della sostenibilità ambientale e sociale.

La sfilata sarà preceduta dalla proiezione del film “River Blue” che documenta la produzione del denim che sta tingendo di blu i fiumi del mondo e da una tavola rotonda sul tema della sostenibilità nella moda. Questo appuntamento rappresenta l’attivazione di una innovazione responsabile – promossa dagli stessi studenti – e un’istanza che le scuole associate a Piattaforma Sistema Formativo Moda hanno integrato nei percorsi formativi per nuove generazioni di professionisti in grado di innovare l’industria della Moda. Fra le importanti novità di questa edizione c’è la partnership attivata fra Fashion Graduate Italia e Fashion Film Festival Milano con la presenza della sua fondatrice Constanza Cavalli Etro.

Val Gardena, la valle del Natale

Mercatini Natale Val gardena
Mercatini Natale Val gardena

La Val Gardena è da anni riconosciuta come la Valle del Natale e, a partire dal 29 Novembre si riaccenderanno le migliaia di luci dei tre Mercatini di Natale per eccellenza; quello di Ortisei, S. Cristina e Selva Val Gardena, immersi nella cornice naturale delle Dolomiti, Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Ciascuno dei tre Mercatini ha però caratteristiche e peculiarità differenti…andiamo a scoprirli.

Ortisei diventerà il “Paese di Natale” e il suo mercatino offrirà regali e sorprese tra melodie natalizie, dolci fatti in casa, oggetti in legno realizzati a mano e una miriade di luci. Ogni giorno si potrà assistere allo spettacolo dei cori o ascoltare i suoni dei corni di montagna o ancora partecipare a corsi per imparare a realizzare tanti oggetti o i piatti ladini. Molti i prodotti proposti dagli stand, tutti originali e autentici, dalle sculture e bambole alle ghirlande di Natale, dalle lanterne alle cornici, dalle candele ai prodotti in feltro. Infine, i bambini potranno imbucare le loro letterine in un’apposita cassetta postale, in Piazza Stetteneck. www.nadelurtijei.it

Il Mercatino di Natale di S.Cristina, tradizionalmente offre tanti prodotti tipici, sia dell’artigianato sia della gastronomia locale grazie anche alla vasta l’offerta di dolci tirolesi e specialità che allieteranno i palati dei visitatori. Il mercatino si trova in un luogo panoramico, ai piedi del Sassolungo e di Castel Gardena e offre da sempre un’atmosfera particolare e tante buone idee per un regalo di Natale. Inoltre, si potrà assistere alle esibizioni dal vivo dei maestri scultori gardenesi e ascoltare musica e melodie di montagna. Ogni fine settimana e nei giorni feriali, saranno sfornati i biscotti di pan pepato e gli squisiti “Spitzbuben”, biscotti di pasta frolla ripieni di marmellata alle albicocche. www.mercatino-natale.it/ita/index.htm

Infine, Selva Val Gardena, famosa per il “Mountain Christmas”. Il paese si trova nel cuore delle Dolomiti, ai piedi del massiccio del Sella, ed è il comune più alto della valle. L’atmosfera delle piste da sci sarà idealmente trasferita nella via pedonale del centro del paese e qui sarà anche realizzata una striscia continua di luci lunga 350 metri e 12 riproduzioni in legno delle cabine della funivia. Selva si trova, infatti, nel bel mezzo del leggendario Ski-tour “Sella Ronda”, con oltre 500 km di piste. Tra gli stand sarà possibile gustare il pan di zenzero, il vin brulé, le torte fatte in casa, la cioccolata di produzione artigianale o acquistare oggetti unici per il prossimo Natale.
Una moltitudine di palline e luci scintillanti, insieme alle canzoni di Natale, allieteranno i cuori e porteranno gioia e stupore negli occhi dei bambini. Inoltre, la tradizionale arte della scultura gardenese troverà spazio in una bella mostra di presepi. www.mountain-christmas.com

Urologia del Buzzi: donato nuovo apparecchio medicale

Ospedale pediatrico Buzzi
Ospedale pediatrico Buzzi

L’Associazione ‘Amici di Gabriele Onlus’ ha donato al reparto di Urologia pediatrica dell’Ospedale Buzzi di Milano un dispositivo medicale di ultima generazione che permettera’ di aiutare i bambini affetti da malformazioni congenite a carico dell’apparato genito-urinario.

“Quella di oggi – ha detto il sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega Rapporti con le delegazioni internazionali, Alan Christian Rizzi a margine della cerimonia di consegna – e’ una conferma che pubblico e privato quando operano in sinergia possono fare grandi cose”.

“Grazie all’impegno regionale, la Lombardia – ha ricordato Rizzi
– puo’ vantare una sanita’ di eccellenza a livello europeo. Un primato che e’ anche possibile grazie all’impegno di associazioni benemerite come ‘Amici di Gabriele Onlus’ che si impegnano per far fronte comune con il sistema sanitario per riuscire ad alleviare le sofferenze di tanti malati e a rendere il percorso clinico meno pesante. E quando di mezzo ci sono i bambini, il ringraziamento da tributare non puo’ che essere amplificato”.

Hanno partecipato alla cerimonia di consegna anche il direttore generale dell’ASST Fatebenefratelli Sacco, Alessandro Visconti; il direttore sanitario, Giuseppe De Filippis; il presidente dell’Associazione Amici di Gabriele, Mauro Gocilli e i due testimonial della Onlus, Marta Romagna e Alessandro Grillo, primi ballerini del Teatro alla Scala di Milano.

Iron Maiden: The Studio Collection – Remastered

 IM_AMOLAD_2D.

IM_AMOLAD_2D.

Parlophone Records continua la sua serie di ristampe del catalogo degli Iron Maiden con la quarta ed ultima serie di titoli in CD digipak The Studio Collection – Remastered in uscita il 22 novembre.

Gli album sono Dance Of Death / A Matter Of Life And Death (standard/collectors) / The Final Frontier e il doppio album del 2015 The Book Of Souls.

The Studio Collection – Remastered segue le pubblicazioni dal 2014 al 2017 su vinile nero e il progetto Mastered per ITunes del 2015 e contiene registrazioni estrapolate dagli stessi master delle uscite in alta risoluzione del 2015.

L’album in studio più recente- The Book Of Souls – è stato pubblicato quell’anno nella stessa qualità audio, ma sta facendo il suo debutto in Digipack per la prima volta.

Come bonus per i collezionisti, un CD di ogni serie è disponibile anche in un box con un artwork con un design speciale e che contiene una statuetta in scala 1:24 ed una toppa esclusiva. Nell’ultima serie, l’album in questione sarà A Matter Of Life And Death.

Tutti e quattro gli album nel cofanetto saranno disponibili per il pre-order da adesso in poi su studiocollection.ironmaiden.com

Gli IRON MAIDEN hanno ricevuto recensioni entusiasmanti riguardo il loro tour Legacy Of The Beast ispirato al gioco per telefonino attraverso l’America del nord, centro e sud con Rolling Stone che l’ha definito “il pinnacolo dell’escapismo Heavy-Metal e un “puro spettacolo multimediale”.

Il tour includeva la performance di qualche settimana fa al Rock in Rio con 100,000 biglietti venduti in meno di due ore e finisce con le performance sold-out in Argentina e Chile.

Il tour Legacy Of The Beast ritorna nel Regno Unito a giugno 2020 con le esibizioni al Download Festival (Donington) e Belsonic (Belfast), che saranno gli unici show nel Regno Unito della band del prossimo anno. Su www.ironmaiden.com ,i dettagli del tour.