Rassegna “Sensi d’Estate”: XVII Edizione

sensi-estate
sensi-estate

Torna per la diciassettesima edizione la rassegna “Sensi d’Estate” organizzata dal Museo Tattile Statale Omero: spettacoli teatrali e concerti gratuiti, tutti i giovedì dal 12 luglio al 16 agosto 2018 nella corte della Mole a partire dalle ore 21,30.

La rassegna si apre giovedì 12 luglio con una prima internazionale: Marco Poeta presenta TUTTO QUESTO È FADO un concerto di brani dell’antica tradizione del fado di Lisbona con un ospite speciale JORGE FERNANDO, chitarrista storico di Amalia Rodrigues,

Giovedì 19 luglio, per la regia di Sonia Antinori, va in scena lo spettacolo corale NELLA GIUNGLA DELLE CITTÀ. L’IRRUZIONE DEL REALE / 3.LA PORTA, conclusione del progetto MigrArti 2018 della Compagnia Malte, con i protagonisti di Jungle People Lab e la partecipazione di Carla Manzon.

Giovedì 26 luglio CONCERTO SPETTACOLO DELLA GIACOMO MEDICI TANGO ORCHESTRA: il baritono Giacomo Medici e la sua orchestra, che ospiterà il bandoneonista Gianni Iorio, propongono un percorso musicale dal tango della prima metà del ‘900 ai compositori più celebri di questo genere; ballerini: Paolo Persi e Flamina Candelori, Alessandro Esposto e Sara Porfiri.

Giovedì 2 agosto, in collaborazione con gli Amici della Lirica “Franco Corelli” di Ancona, andrà in scena LIRICA E DINTORNI un concerto con un cast d’eccezione per una serata romantica all’insegna delle più celebri arie d’opera con il soprano Marta Torbidoni, il tenore Matteo Mezzaro, al pianoforte Silvia Ercolani.

Giovedì 9 agosto nello spettacolo teatrale VIVA LA VIDA! l’attrice Stefania Terrè porterà in scena la passione e la follia di Frida Kahlo, la sua immane sofferenza e il suo smisurato amore per la vita. Testo di Pino Cacucci e regia di Antonio Lovascio.

Giovedì 16 agosto la rassegna chiude con lo spettacolo di teatro-canzone dell’ensemble musicale La Compagnia, ideato e diretto da Piero Cesanelli, in collaborazione con MUSICULTURA UN SOLDINO PER IL JUKEBOX, Le calde estati degli anni ’60: un viaggio attraverso la canzone anni ’60, sulle note di brani che sono stati la colonna sonora di quelle indimenticabili estati.

MOSTRA – La mostra che accompagnerà l’estate del Museo Omero sarà FORME SENSIBILI Paolo Annibali, Egidio Del Bianco, Giuliano Giuliani, Rocco Natale, Valerio Valeri. A cura di Nunzio Giustozzi e ospitata nelle sale del Museo Omero dal 7 luglio al 16 settembre. Ingresso gratuito.
La mostra “Forme sensibili” e il Museo sono aperti e visitabili nelle serate di Sensi d’Estate dalle ore 21 alle 24.

Il 12 e il 19 luglio alle ore 21 sono previsti incontri con esperti per parlare di vista e prevenzione in collaborazione con l’Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti – sezione di Ancona.

Come gli anni scorsi il nostro pubblico potrà sostenere l’Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero Onlus”. Le donazioni raccolte durante la serata del 16 agosto saranno devolute all’AIDO Associazione Italiana per la Donazione di Organi tessuti e cellule – sezione provinciale Ancona.

La rassegna Sensi d’estate 2018 è realizzata dal Museo Tattile Statale Omero in collaborazione con il Comune di Ancona – La Mole Ancona, Opera Società Cooperativa, Associazione “Per il Museo Tattile Statale Omero” ONLUS e con il supporto dei volontari del Servizio Civile Nazionale.

INFO
Gli spettacoli si svolgono all’aperto, nella corte della Mole: i posti a sedere sono limitati (si accettano prenotazioni solo per persone con disabilità). In caso di pioggia gli spettacoli si svolgeranno al Teatro Sperimentale L. Arena, via Redipuglia 59, Ancona.

Il Museo volante a San Martino a Ceresara

l Museo volante - Raduno a Ceresara
l Museo volante – Raduno a Ceresara

Il Museo volante: questo il titolo dell’affascinante e inconsueto raduno che si terrà il 3 giugno 2018 dalle 10 al tramonto all’aviosuperficie di San Martino a Ceresara (Mantova).

Sarà alla lettera un vero proprio museo volante nei cieli, dato che vi parteciperanno rari e preziosi aerei storici che si libreranno in volo sopra il campo. Si potranno ammirare alcuni dei velivoli che furono di proprietà dell’imprenditore bresciano Luciano Sorlini (1925-2015), appassionato del volo, oltre che grande collezionista d’arte.

Saranno inoltre presenti altri aerei di notevole interesse storico di proprietà della figlia Silvia Sorlini e del marito Giovanni Marchi, organizzatori dell’evento, e di soci del sodalizio HAG, Historical Aircraft Group.

Il raduno, giunto alla sua terza edizione, è posto sotto l’egida del Comune di Ceresara, della Luciano Sorlini spa e si avvale della collaborazione dell’Historical Aircraft Group.

Il raduno, giunto alla sua terza edizione, è posto sotto l’egida del Comune di Ceresara, della Luciano Sorlini spa e si avvale della collaborazione dell’Historical Aircraft Group. Tutti gli aerei storici che vi parteciperanno sono perfettamente funzionanti.

Il pubblico poterà vederli allineati sulla pista e in volo, dato che atterreranno e decolleranno durante tutta la giornata. Inoltre saranno organizzate visite guidate, durante le quali gli stessi piloti e proprietari sveleranno storie, aneddoti e segreti dei veicoli.

Le passioni di Luciano Sorlini: il volo e l’arte
Il nucleo principale degli aerei che parteciperanno all’evento appartengono alla collezione creata da Luciano Sorlini, che sin da ragazzo si avvicinò al mondo del volo partecipando ai corsi di aeromodellismo tenuti dalla R.U.N.A (Reale Unione Nazionale Aeronautica) costruendo quindi svariati aeromodelli.

Conseguì il Brevetto di Volo nel 1952 e nel 1956 ottenne, primo pilota civile non professionista in Italia, l’abilitazione al volo strumentale (questo tipo di abilitazione consente, su aerei opportunamente strumentati, di volare in assenza di visibilità).

Partecipò anche a numerose gare aeree tra le quali il Giro Aereo di Lombardia, l’Esaveneto e il Giro di Sicilia qualificandosi sempre tra i primi.

Luciano Sorlini non ebbe solo la passione per il volo, ma anche per l’arte: la Collezione Sorlini è oggi completamente esposta nel MarteS Museo d’Arte Sorlini che è aperto dal 31 marzo 2018 a Calvagese della Riviera (www.museomartes.com).

“Adotta la cultura – Il museo va di moda”

ADOTTA_LA CULTURA_IL MUSEO VA DI MODA
ADOTTA_LA CULTURA_IL MUSEO VA DI MODA

“Adotta la cultura – Il museo va di moda” è la nuova iniziativa di Genus Bononiae, realizzata con il sostegno e la collaborazione di Confcommercio Ascom Bologna, che mira a sensibilizzare i cittadini bolognesi e i turisti a vivere e visitare i musei del percorso.

Il progetto vede coinvolti i commercianti del Quadrilatero di Bologna e di Galleria Cavour e i due musei di Genus Bononiae che si trovano nell’area dell’antico mercato cittadino: Palazzo Pepoli. Museo della Storia di

Bologna e il Complesso Monumentale di Santa Maria della Vita.
I negozi, le boutique e le botteghe del centro storico potranno regalare ai loro clienti due diverse tipologie di segnalibro che riproducono due elementi rappresentativi di Palazzo Pepoli e di Santa Maria della Vita.

Il segnalibro, oltre a descrivere l’iniziativa, riserva una speciale promozione a tutte le persone che decideranno di visitare i due musei.

“L’obiettivo della campagna “Adotta la cultura – Il museo va di Moda”– afferma Fabio Roversi-Monaco, Presidente di Genus Bononiae – è avvicinare e far conoscere a concittadini e turisti il ricco patrimonio conservato nei nostri musei, affinché possano diventare un punto di riferimento nella vita culturale e un luogo famigliare così come lo sono le botteghe e i negozi del Quadrilatero. In quest’ottica gli operatori del Commercio rappresentano un partner importante per promuovere la cultura e per questo ringrazio Confcommercio Ascom Bologna per il sostegno all’iniziativa.”

“Confcommercio Ascom Bologna ha collaborato con molto piacere ed interesse alla realizzazione del progetto di promozione Adotta la cultura, il museo va di moda, voluto da Genus Bononiae e in particolare dal suo Presidente Prof. Fabio Roversi Monaco. Campagne di questo tipo, accompagnate dagli strumenti informativi che si potranno trovare nei negozi del centro storico, offrono ai clienti nuove e convenienti opportunità per conoscere il prezioso patrimonio artistico di Bologna” commenta Enrico Postacchini Presidente Confcommercio Ascom Bologna.

“I commercianti del centro storico aderenti a Confcommercio Ascom Bologna partecipano con piacere a questa bell’iniziativa diventando così, fino al mese di luglio, testimonial e portavoce di questa campagna di promozione della cultura che offrirà al pubblico l’accesso molto scontato a due famosi complessi architettonici di Bologna come Palazzo Pepoli e Santa Maria della Vita. Ancora una volta si dimostra vincente per Bologna la collaborazione tra cultura ed il tessuto economico e commerciale” afferma Giancarlo Tonelli Direttore Confcommercio Ascom Bologna.

La campagna “Adotta la cultura – Il museo va di moda” prende il via a partire da martedì 24 aprile e si concluderà nel mese di luglio con una grande festa a Palazzo Pepoli, cuore del percorso di Genus Bononiae, aperta a tutta la città.

Notte al Museo: Caccia all’indizio

Chiostro_MNST_illuminato.
Chiostro_MNST_illuminato.

Dalle 20 di sabato 26 maggio alle 9 di domenica 27 maggio 2018.
Viviamo insieme entusiasmanti storie nella notte più misteriosa dell’anno. Tra indizi da scoprire e sorprendenti esperimenti avventuriamoci tra luoghi più bui e segreti del Museo. Esploriamo il Museo in una luce nuova e lasciamoci ispirare dalle collezioni.

Montiamo il “campo base” in una delle magnifiche stanze dell’antico Monastero. Vestiamo i panni degli investigatori e risolviamo divertenti enigmi in compagnia dei detective del Museo.

Per chi
Il programma è rivolto alle famiglie con bambini di età compresa tra i 6 e i 10 anni.
Per questioni di sicurezza, è necessaria la presenza di almeno un adulto accompagnatore ogni 5 bambini e non è possibile la partecipazione di più di 2 adulti per ogni bambino.

Dove si dorme
In un campo allestito nella Sala delle Colonne, vicino alla Galleria dedicata a Leonardo da Vinci.

Cosa portarsi da casa
Sacco a pelo, materassino da campeggio, cuscino, necessario per la notte e per l’igiene personale, prodotto antizanzare, vestiti e scarpe comode, torcia elettrica (da usare nelle attività di esplorazione delle collezioni).

Quando si mangia
L’attività al Museo inizia alle ore 20.00 e non prevede la cena.
Il Museo mette a disposizione un leggero snack per la prima colazione della domenica mattina. Le famiglie possono portare con loro altri snack e bevande per la notte e la colazione.

Programma
Sera
20.00 registrazione all’ingresso del Museo in via San Vittore 21
20.30 attività e animazione
23.00 buonanotte
Mattina
7.30 sveglia
8.00 breve attività e snack
9.00 uscita

Prezzi
Il costo è di 45,00 € a persona, sia per gli adulti che per i bambini.

Prenotazioni
Le iscrizioni sono aperte da oggi. Scrivere a prenotazioni@museoscienza.it

Tutte le informazioni all’indirizzo: http://www.museoscienza.org/attivita/notte/

Brescia Green 2018

brescia green 2018
brescia green 2018

In occasione di Brescia Green 2018, festival della sostenibilità e degli stili di vita responsabili, il Museo del ferro di San Bartolomeo rimarrà aperto al pubblico dalle 9.00 alle 18.00 con entrata GRATUITA e offrirà diverse occasioni d’incontro.

Venerdì 13 aprile ore 10.30: inaugurazione della mostra “Verso quale casa?”, curata dei ragazzi della 4F Indirizzo Arti figurative dell’Istituto Tartaglia Olivieri, dedicata al quartiere di San Bartolomeo dove trovarono casa gli esuli dalla Dalmazia, dall’Istria e da Fiume nel dopoguerra. Durata mostra: 13 aprile – 8 giugno 2018.

Sabato 14 aprile dalle 15.30 alle 18.00: laboratori didattici “I panini architettonici”, per bambini dai 5 agli 11 anni, con l’Arch. Nicola Vitale con il quale si sperimenterà la produzione di pane (anche con versione per celiachi). Costo: 5€/bambino, in caso di più bambini dello stesso nucleo familiare dal secondo 3€. Per iscrizioni scrivere a sanbartolomeo@musilbrescia.it oppure telefonare allo 0302003799.

Domenica 15 aprile: biciclettata con gli Amici della bicicletta (FIAB) con partenza alle ore 15 da Corso Zanardelli, angolo X Giornate, e arrivo al museo. Visita al museo e merenda alle 16.00 con lo zucchero amaro di Bagolino, offerto da Studio Arte Zanetti di Bagolino, e altre leccornie a kilometro zero.

Durante tutte le tre giornate il museo ospiterà eccezionalmente alcune opere di Antonio Stagnoli sul tema del lavoro e del ferro, grazie alla collaborazione con la Galleria Zanetti Arte di Bagolino. Avremo come guide gli studenti della 4F dell’Istituto Tartaglia Olivieri in ASL che porteranno i visitatori alla scoperta del museo.

Ogni nucleo familiare che arriverà domenica con la biciclettata riceverà l’opportunità di un biglietto omaggio per visitare il musil di Cedegolo in Valle Camonica (Museo dell’Energia Idroelettrica).

Il museo del ferro di San Bartolomeo si trova in Via del Manestro n. 117, a Brescia.