Basket NBA su SKy

NBA su Sky
NBA su Sky

II grande basket americano è su Sky, anche con il canale dedicato SKY SPORT NBA

Dal 16 al 19 febbraio 2021 5 MATCH IN ONDA, TUTTI IN DIRETTA

 #SkyNBA

Milano, 15 febbraio 2021. Anche quest’anno, e fino alla stagione 2022/2023, il grande basket americano NBA è di casa su Sky (e in streaming su NOW TV), grazie a Sky Sport NBA (ch 206), il canale dedicato e di riferimento del torneo a stelle e strisce, acceso 24 ore su 24, anche con highlights, sintesi dei match, rubriche, speciali e le analisi delle partite, oltre alle dirette degli incontri.

Tra il 16 e Il 19 febbraio saranno 5 gli incontri di Regular Season del campionato professionistico statunitense da seguire in diretta su Sky.

Video, notizie, statistiche, risultati, approfondimenti e contenuti digitali originali sono disponibili sul sito skysport.it/nba, il sito ufficiale NBA in Italia, per consentire ai fan di rimanere in contatto sempre e ovunque. NBA anche sui social di Sky (fb/ig/tw @SkySportNBA), con contenuti speciali, news, approfondimenti e i live dei talent NBA di Sky. 

—————————————————————————————————————————–

La programmazione Sky di basket NBA (Regular Season) in diretta, anche in streaming su NOW TV

Notte martedì 16-mercoledì 17 febbraio

ore 1                        Detroit Pistons-San Antonio Spurs                                             Sky Sport NBA

commento live originale

(differita mercoledì ore 11 e ore 17 Sky Sport NBA; commento originale)

ore 1.30                Memphis Grizzlies-New Orleans Pelicans                                 Sky Sport Uno

commento live originale

(differita mercoledì ore 14 e ore 21; commento Dario Vismara e Mauro Bevacqua)

 

Notte mercoledì 17-giovedì 18 febbraio

ore 1.30                  Boston Celtics-Atlanta Hawks                                                      Sky Sport NBA

commento live originale

(differita giovedì ore 11 Sky Sport NBA; commento originale)

ore 1.30                 Los Angeles Clippers-Utah Jazz                                                    Sky Sport NBA

commento live originale

(differita giovedì ore 14, ore 18.30 e ore 21 Sky Sport NBA; commento Francesco Bonfardeci

e Marco Crespi)

 

Notte giovedì 18-venerdì 19 febbraio

ore 4                      Los Angeles Lakers-Brooklyn Nets                                              Sky Sport NBA

commento live originale

(differita venerdì ore 11, ore 14, ore 17.30 e ore 21 Sky Sport NBA; commento Alessandro Mamoli

e Matteo Soragna)

 

(NBA disponibile su Sky Go, anche in HD)

 

 

Rinforzo in casa Allianz Geas

Caterina Dotto
Caterina Dotto

Rinforzo in casa Allianz Geas: arriva Caterina Dotto

Il roster dell’Allianz Geas si allarga: a Sesto arriva la play azzurra classe 1993 Caterina Dotto. L’esterna, cresciuta nelle giovanili di San Martino di Lupari, ha giocato a Faenza nel 2012, dove ha esordito in serie A1, a Umbertide dal 2012 al 2015, alla Reyer Venezia dal 2015 al 2018 e di nuovo poi a San Martino. Caterina, ferma da qualche tempo a causa di un infortunio al crociato anteriore, è stata operata due volte, l’ultima delle quali lo scorso maggio. Nella sua carriera, anche diverse esperienze con la nazionale: un Europeo Under 20 nel 2013, un All-Star game con la nazionale A nel 2014, due gare di qualificazione agli Europei nel 2018 e infine la chiamata a Euro 2019.

Dotto è ora pronta a mettersi al servizio di coach Zanotti con l’obbiettivo di ritrovare confidenza col campo e di aiutare l’Allianz Geas ad affrontare al meglio la seconda parte di stagione. Ecco le sue prime impressioni in maglia rossonera: “Sono davvero contenta di essere arrivata a Sesto. L’Allianz Geas è una società molto ben organizzata e professionale; al contempo qui si respira un clima sereno. Ringrazio la società per la fiducia datami nonostante la mia lunga assenza dal campo. Ho lavorato duro per tornare e non vedo l’ora di mettere piede sul parquet!”

Ecco le parole di coach Cinzia Zanotti: “Nessun innesto era previsto, ma questo è stato fatto proprio perché è Caterina Dotto, che ho avuto modo di conoscere in nazionale. È una ragazza molto energica e ci darà sicuramente una mano nei tempi giusti, considerando anche che è ferma da parecchio tempo e che non ha ripreso a lavorare con contatti in campo. È un’aggiunta che deve darci energia già da domani, pur non essendo disponibile da subito per giocare. Pensando all’innesto di un playmaker subito si pensa a un’eventuale sottrazione di spazio alle nostre due giocatrici in quel ruolo, ma così non sarà: sarà invece da considerare come un pezzo in più in una rotazione più lunga su tutto il gruppo e in particolare sulle esterne. Tutti conosciamo la duttilità di Giulia (Arturi, ndr), che può giocare sia da play che da guardia, e lo stesso vale per Costanza (Verona, ndr): niente ci proibirà di giocare in futuro con più piccole in campo. L’obbiettivo di Caterina, e la richiesta fattale, è di rientrare gradualmente e di ritrovare confidenza col campo. Avendola già conosciuta e sapendo quali sono le sue qualità non solo da giocatrice ma anche personali, sono sicura che un’atleta della sua esperienza potrà aiutarci molto in un momento di difficoltà, anche dal punto di vista dell’approccio di squadra verso gli impegni”.

 

Basket Nba su Sky Sport Nba

Basket Nba
Basket Nba

SKY SPORT NBA

“Tutto straordinariamente normale”
BASKET NBA

II grande basket americano è su Sky,
anche con il canale dedicato SKY SPORT NBA

Dal 29 dicembre 2020 al 2 gennaio 2021
7 MATCH IN ONDA, TUTTI IN DIRETTA,
uno con il commento live in italiano

#SkyNBA

Anche quest’anno, e fino alla stagione 2022-2023, il grande basket americano NBA è di casa su Sky (e in streaming su NOW TV), con la possibilità di ammirare da vicino tutti i campioni grazie a Sky Sport NBA (ch 206), il canale dedicato e di riferimento del torneo a stelle e strisce, acceso 24 ore su 24, anche con highlights, sintesi dei match, rubriche, speciali e le analisi delle partite, oltre alle dirette degli incontri.

Tra il 29 dicembre e il 2 gennaio saranno 7 gli incontri del campionato professionistico statunitense da seguire in diretta, uno con il commento live in italiano.

Numerosi video, notizie, statistiche, risultati, approfondimenti e contenuti digitali originali sono disponibili sul sito skysport.it/nba, il sito ufficiale NBA in Italia, per consentire ai fan di rimanere in contatto sempre e ovunque. NBA anche sui social di Sky (fb/ig/tw @SkySportNBA), con contenuti speciali, news, approfondimenti e i live dei talent NBA di Sky.

—————————————————————————————————————————–

La programmazione Sky di basket NBA in diretta, anche in streaming su NOW TV

Notte martedì 29-mercoledì 30 dicembre
Ore 1 Detroit Pistons-Golden State Warriors Sky Sport NBA
commento live originale
(differita mercoledì ore 11 Sky Sport NBA; commento originale)
Ore 1.30 Miami Heat-Milwaukee Bucks Sky Sport Uno
commento live originale
(differita mercoledì ore 14 e ore 17.30; commento Alessandro Mamoli e
Matteo Soragna)
Ore 4 Los Angeles Clippers-Minnesota Timberwolves Sky Sport NBA
commento live originale
(differita mercoledì ore 22 Sky Sport NBA; commento originale)

Notte mercoledì 30-giovedì 31 dicembre
Ore 1.30 Boston Celtics-Memphis Grizzlies Sky Sport NBA
commento live originale
(differita giovedì ore 11, ore 14 e ore 17.30 Sky Sport NBA; commento Francesco Bonfardeci e
Marco Crespi)

giovedì 31 dicembre
Ore 21 Indiana Pacers-Cleveland Cavaliers Sky Sport NBA
commento live Flavio Tranquillo e Davide Pessina)
(differita venerdì 1° gennaio ore 14 e ore 20.30 Sky Sport NBA)

Notte venerdì 1°-sabato 2 gennaio
Ore 1.30 Dallas Mavericks-Miami Heat Sky Sport Uno
commento live originale
differita sabato ore 11, ore 14 e ore 21 Sky Sport NBA; commento Dario Vismara e
Matteo Soragna)

Ore 3 Utah Jazz-Los Angeles Clippers Sky Sport NBA
commento live originale
(differita sabato ore 19 Sky Sport NBA; commento originale)

(NBA disponibile su Sky Go, anche in HD)

02 Basket. Esports

Esports
Esports

Esports: l’Italia partecipa alla seconda edizione di FIBA Esports Open
Gli eAzzurri vinsero la prima edizione di giugno

La eNazionale torna a giocare nel fine settimana nella seconda edizione del FIBA Esports Open, il progetto pilota Esports voluto dalla FIBA, la Federazione Internazionale. L’Italia fa parte della Conference Europe.

Tre partite nel girone di Qualificazione: le prime due sabato 12 dicembre (12:05 Gran Bretagna e 14:20 Croazia) e la terza domenica 13 (15:00 Lituania). Poi a seguire, se qualificati, sempre domenica, Quarti, Semifinali e Finale (questa al meglio delle tre gare).

etalbasket, la eNazionale italiana, scende in campo per la seconda volta nella storia della FIP dopo aver vinto la Conference Europe nella prima edizione di giugno. Le gare saranno trasmesse in streaming sulla pagina Facebook Italbasket (https://www.facebook.com/FIPufficiale) e sui canali social FIBA (Facebook, YouTube, Twitch). Sul sito www.fiba.basketball/esportsOpen tutte le informazioni ufficiali sulla manifestazione.
Sulla pagina Facebook di Italbasket le gare dell’Italia saranno commentate dall’ex azzurro Andrea Pecile e da Simone Trimarchi.

etalbasket ha già giocato tre amichevoli di preparazione al FIBA Esports Open: due contro la Gran Bretagna (34-25, 44-66) e una contro il Brasile (74-65). Ultima amichevole venerdì 11 dicembre alle 22:00 contro la Spagna.

Gli eAzzurri
#2 Artem Kulyk, nickname Fabalous Fabalo, 22 anni, Playmaker, Overall 99, squadra QM Nation
#44 Silvio Mario Cosentino, nickname Faintestink7, 28 anni, G/AG/C, Overall 99, squadra QM Nation
#77 Ilyass Kamal, nickname KingOfAssists–, 20 anni, Guardia, Overall 99, squadra QM Nation
#4 Leonardo Mancini, nickname Lijeez, 19 anni, Play Maker, Overall 99, squadra QM Nation
#24 Marco Clemente, nickname Marconite24, 21 anni, Centro/AG, Overall 99, squadra QM Nation
#6 Tommaso Riovanto, nickname IceOnTommyNeck, 21 anni, Ala-Pivot, Overall 99, squadra QM Nation
#90 Riccardo Bernardi, nickname: JOLLYNATOR_, 22 anni, Centro/AG, Overall 99, squadra QM Nation

Le gare
12 dicembre
12:05 Italia-Gran Bretagna
14:20 Italia-Croazia

13 dicembre
15:00 Italia-Lituania
Eventuali Quarti (dalle 16:35), Semifinali (dalle 19:10) e Finali (dalle 20:30)

Conference Europe
Sono diciassette le squadre europee in questa seconda edizione (erano solo otto nella prima edizione di giugno). Eccole:
1. Russia, Lettonia, Germania, Ucraina, Bosnia Herzegovina
2. Austria, Cipro, Bielorussia, Irlanda, Turchia
3. Italia, Croazia, Gran Bretagna, Lituania
4. Spagna, Svizzera, Rep. Ceca, Portogallo

Formula
Le 17 Nazionali europee sono state sorteggiate in 4 gironi, tre con quattro e uno con cinque squadre.
Si gioca con la formula del girone all’italiana con sole gare di andata. Le prime due squadre di ogni girone accedono ai Quarti che con le Semifinali si giocano in una partita ad eliminazione diretta. La Finale, invece, è un playoff al meglio delle tre gare.

FIBA Esports Open II
FIBA Esports Open II coinvolge tutte e cinque i continenti. Le squadre partecipanti, 36 in totale, sono divise in sei Conference. Le Conference di Africa, Medio Oriente e Sud Est Asiatico si sono già tenute. Questo il programma completo:
14-15 novembre Conference Africa, Medio Oriente, Sud Est Asiatico
12-13 dicembre Conference Europe
19-20 dicembre Conference America

EuroBasket Women 2021 Qualifiers

EuroBasket Women 2021 Qualifiers
EuroBasket Women 2021 Qualifiers

EuroBasket Women Qualifiers 2021
Repubblica Ceca-Italia 63-69
Vittoria pesante sulla strada per la qualificazione
20 punti e career high per Beatrice Attura
Lardo: “Orgoglioso di queste ragazze. Leonesse”
Le Azzurre tornano in campo “in bolla” a febbraio contro Danimarca e Romania

Riga. Segna, difende, vince. È bellissima l’Italia che fa due su due nella “bolla” lettone battendo anche la Repubblica Ceca (63-69, non accadeva dal 1995 in competizioni ufficiali). Le Azzurre tolgono l’imbattibilità alle ceche agganciandole al primo posto in classifica rimanendo però dietro alle avversarie per differenza canestri. Due punti comunque pesantissimi nella corsa alla qualificazione europea: ora l’Italia può davvero ambire ad essere una delle migliori cinque seconde classificate in ottica EuroBasket Women 2021. Una prestazione molto più che solida contro un avversario di stazza superiore, imbrigliato per 40 minuti grazie a una difesa di ferro. Career high e prestazione da incorniciare per Beatrice Attura (20 punti). In doppia cifra anche Cecilia Zandalasini (12) e Debora Carangelo (11).

“Sono orgoglioso di queste ragazze – ha detto il CT Lino Lardo a fine match – perché non è stata una vittoria di solo cuore ma anche e soprattutto un successo costruito con dedizione e intelligenza tattica. Una prestazione di livello contro un’avversaria di tutto rispetto. In una settimana non era facile ottenere questi risultati e ci siamo riusciti grazie alla grande professionalità di queste ragazze: leonesse”.

Il primo tempo delle Azzurre è quasi perfetto. La palla viaggia veloce come due giorni fa contro la Romania e l’attacco ne beneficia. In difesa le ragazze di coach Lardo contestano ogni pallone asfissiando le iniziative della Repubblica Ceca. Poco importa che il tonnellaggio e i centimetri siano nettamente a favore delle avversarie. Si va sotto e si lotta senza remore. Le due triple di Carangelo in avvio chiariscono che l’Italia non fa calcoli, soprattutto dopo l’inattesa vittoria della Danimarca sulla Romania. Tutto si può dire a questa squadra, tranne che manchi di carattere e determinazione: di fronte alla stazza delle ceche emergono le doti di Beatrice Attura, ispiratissima in avvio di seconda frazione. I suoi 12 punti all’intervallo sono già career high (20 punti finali). A turno coach Lardo trova spunti importanti per rimpinguare il bottino. Prima da Penna, che firma il break Azzurro all’inizio del secondo quarto, e poi da Andrè, che segna e poi stoppa in sequenza Bartakova e Stoupalova. Elhotova si carica le compagne sulle spalle (16 punti nei primi 20 minuti) ma a chiudere avanti il primo tempo è l’Italia: 35-32.

Dopo due frazioni da osservata speciale, Cecilia Zandalasini decide che è il momento di incidere. 10 punti di fila e Azzurre avanti 44-39. L’Italia ha carattere e lo dimostra anche Martina Bestagno: doppio rimbalzo in attacco, canestro e fallo. Libero segnato per il 48-41 Italia. Belle da vedere e terribilmente concrete, le ragazze trovano protagoniste diverse in tutti i momenti delicati della contesa. Il 69-63 finale va forse un po’ stretto ma il peso specifico di questa vittoria è grande e si capirà in concreto soprattutto dopo le ultime due partite di febbraio.

Nel primo pomeriggio, abbastanza a sorpresa, la Danimarca finora fanalino di coda, ha battuto la Romania ribaltando il 15 dell’andata. Il 91-74 proietta le danesi al terzo posto provvisorio davanti proprio alle romene. Partita mostruosa di Maria Jespersen, con 35 punti, 6 rimbalzi e 3 assist. La svolta nel terzo quarto, vinto dalle biancorosse 31-14. Non basta il duo romeno Godri-Parau (19)-Marginean (17).

I tabellini

Repubblica Ceca-Italia 63-69 (19-16, 13-19, 15-15, 16-19)
Rep. Ceca: Brezinova 10 (2/3, 1/6), Krejzova, Bartakova* 5 (2/5, 0/1), Adamcova* (0/1), Elhotova* 25 (4/7, 5/8), Mircova, Berankova ne, Stoupalova* 4 (2/6, 0/1), Matuskova 7 (2/5, 1/5), Holubova ne, Reisingerova* 12 (5/8), Zaplatova ne. All: Svitek
Italia: Romeo (0/1 da tre), Bestagno* 5 (1/5, 0/2), Carangelo* 11 (0/1, 3/6), Spreafico ne, Zandalasini* 12 (3/9, 1/3), Pan* 6 (0/1, 2/4), Crippa, Madera ne, Andrè 4 (2/4), Cinili* 6 (3/4, 0/2), Attura 20 (5/6, 2/4), Penna 5 (1/4, 1/1). All: Lardo

Tiri da due RepC 17/35, Ita 15/34; Tiri da tre RepC 7/21, Ita9/23; Tiri liberi RepC 8/8, Ita 12/17. Rimbalzi RepC 40 (11 Brezinova), Ita 26 (6 Bestagno). Assist RepC 16 (6 Bartakova), Ita 14 (5 Zandalasini).
Uscite 5 falli: nessuno
Arbitri: Alfred Jovovic (Croazia), Elena Chernova (Russia), Mehmet Sahin (Turchia)

Danimarca-Romania 91-74 (19-27, 18-17, 31-14, 23-16)
Danimarca: Hesseldal* 13 (5/7, 1/3), Emsbo 2 (1/2), Brynaa (0/1), Tryggedsson 3 (1/3 da tre), Seilund* 12 (3/3, 2/5), Viso (0/1 da tre), Jespersen* 35 (9/19, 4/6), Ryder* 15 (4/4, 1/4), Hee* 5 (2/4, 0/1), Ziegler ne, Pedersen ne, Rimdal 6 (2/3 da tre). All: Krone
Romania: Ghizila* 3 (0/2, 1/5), Popescu (0/2 da tre), Filip (0/3 da tre), Godri-Parau* 19 (5/9, 1/2), Ardelean 10 (2/2, 2/3), Pavel* (), Irimia 2 (0/1 da tre), Sipos* 6 (3/3, 0/1), Orban 8 (3/7), Podar (0/2, 0/1), Marginean* 17 (5/5, 1/3), Kelemen (0/1, 0/2) All: Avci

Tiri da due Dan 24/39, Rom 22/37; Tiri da tre Dan 11/26, Rom 5/23; Tiri liberi Dan 10/19, Rom 15/17. Rimbalzi Dan 38, Rom 29. Assist Dan 26, Rom 16.
Uscite 5 falli: nessuno
Arbitri: Goran Sljivic (Austria), Ilya Putenko (Russia), Amel Dahra (Francia)

Romania-Italia 68-90 (15-27, 16-24, 17-12, 20-27)
Romania: Ghizila 16 (2/4, 4/8), Filip, Godri-Parau* 4 (2/2, 0/1), Ardelean 2 (1/2), Pavel* 15 (4/9), Irimia* 3 (0/1, 1/1), Sipos* 9 (3/3, 1/6), Orban 2 (1/1), Uiuiu (0/1 da tre), Podar, Kilin (0/1 da tre), Marginean* 17 (1/3, 3/7). All: Avci
Italia: Romeo 7 (0/1, 1/3), Bestagno* 6 (2/2, 0/1), Carangelo* 11 (2/3, 2/4), Zandalasini* 18 (3/6, 2/6), Pan* 12 (4/7 da tre), De Pretto ne, Crippa, Madera, Andrè 12 (5/8), Cinili* 10 (5/6, 0/1), Attura 1 (0/1, 0/1), Penna 13 (2/3, 3/5). All: Lardo

Tiri da due Rom 14/25, Ita 19/30; Tiri da tre Rom 9/25, Ita 12/28; Tiri liberi Rom 13/16, Ita 16/26.
Rimbalzi Rom 34 (11 Pavel), Ita 28 (6 Andrè). Assist Rom 22 (5 Ghizila, Parau), Ita 27 (8 Zandalasini, Romeo).
Uscite 5 falli: Marginean
Arbitri: Alfred Jovovic (Croazia), Goran Sljivic (Austria), Valentin Oliot (Francia)

Repubblica Ceca-Danimarca 84-64 (26-23, 20-18, 18-11, 20-12)
Rep. Ceca: Brezinova 8 (3/6, 0/1), Krejzova 9 (3/4, 1/5), Bartakova 17 (5/7, 1/4), Adamcova 13 (1/5, 2/3), Elhotova 21 (4/6, 4/4), Mircova (0/2 da tre), Berankova, Stoupalova 4 (1/2 da tre), Matuskova 12 (1/1, 3/5), Holubova (0/1), Reisingerova (0/2), Zaplatova ne. All: Svitek
Danimarca: Hesseldal* 10 (2/8, 2/3), Emsbo 1 (0/6), Brynaa (0/1), Tryggedsson 3 (1/2 da tre), Seilund 4 (2/4), Viso 3 (0/1, 1/2), Jespersen 18 (5/15, 1/3), Ryder 6 (2/5, 0/4), Hee 12 (3/5, 2/2), Ziegler 5 (1/1, 1/2), Pedersen (0/1, 0/2), Rimdal 2 (1/2, 0/2). All: Krone

Tiri da due RepC 17/32, Dan 16/49; Tiri da tre RepC 12/26, Dan 8/22; Tiri liberi RepC 14/21, Dan 8/14. Rimbalzi RepC 41, Dan 42. Assist RepC 23, Dan 18.
Uscite 5 falli: Hesseldal (Dan)
Arbitri: Marek Maliszewski (Polonia), Ilya Putenko (Russia), Amel Dahra (Francia)

Le Azzurre
#3 Nicole Romeo (1989, 170, P, Passalacqua Ragusa)
#4 Martina Bestagno (1990, 189, C, Umana Reyer Venezia)
#5 Debora Carangelo (1992, 168, P, Umana Reyer Venezia)
#6 Laura Spreafico (1991, 180, A, Gesam Gas e Luce Lucca)
#9 Cecilia Zandalasini (1996, 185, A, Fenerbahce – Turchia)
#11 Francesca Pan (1997, 185, G/A, Umana Reyer Venezia)
#13 Valeria De Pretto (1991, 185, A, Famila Wuber Schio)
#14 Martina Crippa (1989, 178, G, Famila Wuber Schio)
#16 Sara Madera (2000, 186, C, PF Broni ’93)
#22 Olbis Futo Andrè (1998, 186, C, Famila Wuber Schio)
#23 Sabrina Cinili (1989, 191, A, Famila Wuber Schio)
#30 Beatrice Attura (1994, 175, P, Umana Reyer Venezia)
#32 Samantha Ostarello (1991, 188, A, La Molisana Campobasso)
#41 Elisa Penna (1995, 190, A, Umana Reyer Venezia)

EuroBasket Women 2021 Qualifiers

Girone D, Riga (Lettonia)
13 novembre 2020
Repubblica Ceca-Danimarca 84-64
Romania-Italia 68-90

15 novembre 2020
Danimarca-Romania 91-74
Repubblica Ceca-Italia 63-69

Classifica Girone D*
Repubblica Ceca 7 (3/1)
Italia 7 (3/1)
Danimarca 5 (1/3)
Romania 5 (1/3)

*FIBA assegna 2 punti per la vittoria e un punto per la sconfitta

Le gare della prima finestra
15 novembre 2019
Italia-Repubblica Ceca 52-62
Romania-Danimarca 70-55

17 novembre 2019
Danimarca-Italia 72-82
Repubblica Ceca-Romania 60-59

Le gare della terza finestra (date da confermare)
4 febbraio 2021
Italia-Danimarca
Romania-Repubblica Ceca

7 febbraio 2021
Italia-Romania
Danimarca-Repubblica Ceca

Formula
Le 33 squadre sono state divise in 9 Gironi, sei da quattro squadre e tre da tre. Accedono all’Europeo 14 Nazionali: le prime di ogni Gruppo e le cinque migliori seconde. Per il calcolo delle migliori seconde verranno esclusi i risultati ottenuti nel girone contro le squadre quarte classificate.
La fase finale dell’EuroBasket Women 2021 (17-27 giugno) si giocherà a Valencia (Spagna), la Francia ospiterà due gironi della prima fase a Strasburgo. L’Europeo sarà dunque organizzato in maniera congiunta da Francia e Spagna.