McDonald’s e Ferrero insieme per il nuovo McCrunchy Bread con Nutella®

McDonald's
McDonald’s

1.000 panini sono stati distribuiti in un’ora a Milano in occasione del World Nutella Day®

McDonald’s Italia e Ferrero Italia presentano McCrunchy Bread con Nutella®, un nuovo prodotto che sigla la partnership tra le due grandi aziende e porta in tutti i McDonald’s italiani pane e Nutella®, da sempre un classico per la colazione e la merenda ancora non presente nella ristorazione e che oggi per la prima volta si può gustare anche fuori casa.

I due marchi, accomunati dalla forte iconicità e riconoscibilità e caratterizzati da una relazione molto stretta con i loro consumatori, vissuti come due “love brand”, riuniscono in un solo prodotto i valori fondanti della condivisione, dello stare insieme e della semplicità.

E proprio all’insegna della semplicità è infatti il nuovo McCrunchy Bread con Nutella®: solo pane e Nutella®, preparato al momento e servito caldo e fragrante. Il pane utilizzato è un pane speciale, la cui scelta nasce proprio dall’esigenza di sposare nel modo migliore la cremosità di Nutella®; da qui l’utilizzo di un pane particolarmente adatto per la tostatura, che ne esalta al meglio la croccantezza. Un pane, quindi, che, scaldato al momento, esalta al meglio la bontà del prodotto.

Oggi, 5 febbraio, in occasione del World Nutella Day®, la giornata mondiale dedicata ai fan di Nutella® di tutto il mondo e al loro amore per la famosa crema di nocciole, tutti i consumatori hanno potuto assaggiarlo in anteprima mondiale nel McDonald’s di Piazza Duomo a Milano e in tre soli altri ristoranti in Italia.

Il McCrunchy Bread con Nutella® dimostra quanto siamo vicini ai nostri consumatori – ai quali proponiamo con questo progetto un prodotto molto amato – ma anche quanto siamo innovativi: da un lato un prodotto così semplice che è impossibile non conoscerlo, dall’altro lato la rivoluzione di trovarlo fuori casa!” ha dichiarato Mario Federico, Amministratore Delegato di McDonald’s Italia. “Lavorare con un’azienda come Ferrero è stato per noi entusiasmante: rappresenta infatti la possibilità di offrire ai nostri consumatori, che da sempre ascoltiamo con attenzione, un nuovo prodotto iconico, perfetto per fare colazione e merenda nei nostri 600 ristoranti.

Il consumo fuori casa è in grande sviluppo in Italia e nel mondo, specie tra i giovani e nelle grandi metropoli dove è diventato un momento di condivisione, un momento positivo della giornata.

Tale evidenza conferma un desiderio crescente di aggregazione sociale e di volontà di vivere sempre di più esperienze di consumo con le persone care e i propri amici. In questo contesto, l’obiettivo di chi crea la crema da spalmare più amata e famosa al mondo e di uno dei più importanti brand di ristorazione è sicuramente quello di offrire un gusto antico, autentico, semplice ed “evergreen” come pane e Nutella® a tutti i “cittadini globali” di oggi senza alcuna distinzione di genere, di età o di lingua.

“Pane e Nutella® è uno degli abbinamenti più tipici delle colazioni e delle merende degli italiani. Qualcosa di semplice e per tutti. Qualcosa con cui siamo cresciuti e che ci ha accompagnato nella nostra vita. Qualcosa a cui sono legati momenti di gioia, famiglia e condivisione. Con McDonald’s abbiamo pensato a come rendere possibile a tutti coloro che amano questo semplice alimento di non dovervi rinunciare solo perché sono fuori casa. Un modo per rendere disponibile al maggior numero di persone la colazione e la merenda che preferiscono.” ha dichiarato Alessandro d’Este, Amministratore Delegato di Ferrero Commerciale Italia.

L’Italia, che i turisti definiscono il Bel Paese per l’arte, il clima, i paesaggi e chiaramente il cibo, è la culla storica del pane e Nutella®. Per questo il nostro Paese è lo scenario naturale, il primo “teatro” di questa partnership, che permette a tutti i Nutella® lovers di trovare in ogni angolo la loro colazione o merenda preferita. McDonald’s, in Italia da oltre 30 anni, vanta ormai un forte legame con il territorio grazie a 600 ristoranti e a oltre l’84% delle materie prime agroalimentari acquistate da aziende che si trovano nel nostro Paese. Anche per questo è una destinazione sempre più radicata nelle abitudini degli Italiani.

McCrunchy Bread con Nutella® sarà disponibile in tutti i McDonald’s d’Italia a partire dal 12 febbraio. Dopo l’anteprima di oggi in quattro città italiane – oltre a Milano, Roma, Napoli e Bari – l’appuntamento è per una grande festa di San Valentino anche il 14 febbraio prossimo che vedrà il nuovo prodotto protagonista: per tutto il giorno a un prezzo speciale e dalle 15:00 alle 17:00 in omaggio a chi si presenta in coppia in tutti i McDonald’s italiani*.

McDonald’s Italia

In Italia da oltre 30 anni, McDonald’s conta oggi 600 ristoranti in tutto il Paese per un totale di 24.000 persone impiegate che servono ogni giorno 1 milione di clienti. I ristoranti McDonald’s italiani sono gestiti per il 90% secondo la formula del franchising grazie a 140 imprenditori locali che testimoniano il radicamento del marchio al territorio. Anche nella scelta dei fornitori McDonald’s conferma la tendenza a essere un marchio “locale”, con l’84% di fornitori che è rappresentato da aziende con stabilimenti in Italia. Nel mondo McDonald’s è presente in oltre 100 Paesi con più di 36.000 ristoranti.

Ferrero

Ferrero, con un fatturato consolidato di 10,7 miliardi di euro, di cui 1,5 in Italia, è il terzo Gruppo a livello mondiale nel mercato del chocolate confectionery. Anche nel 2019 sì è confermata essere l’azienda con la più alta Reputazione al mondo nel comparto alimentare e la prima azienda italiana nel ranking mondiale stilato dal Reputation Institute. Il Gruppo è guidato da Giovanni Ferrero, terza generazione della famiglia fondatrice. È presente con oltre 40.000 persone in più di 50 Paesi e dispone di 25 stabilimenti di produzione in tutto il mondo, di cui 3 parte del Progetto Imprenditoriale Michele Ferrero in Africa e in Asia. Inoltre 6 imprese agricole e 7 stabilimenti di lavorazione distribuiti nel mondo costituiscono la Ferrero Hazelnut Company, divisione interna al Gruppo, che racchiude in sé tutta la filiera legata alla nocciola. I prodotti e i brand Ferrero, presenti e venduti in più di 170 paesi, sono diventati parte della memoria collettiva e dei costumi di molti di questi, dove sono amati e consumati di generazione in generazione e spesso considerati vere icone culturali. Freschezza del prodotto e altissima qualità, accurata selezione delle migliori materie prime, pratiche agricole sostenibili e continua ricerca ed innovazione sono alcuni degli elementi chiave del successo di Ferrero. L’Azienda investe nel tessuto sociale delle comunità locali nelle quali opera, in particolare con la Fondazione Ferrero. Ferrero ha da sempre la Responsabilità Sociale nel proprio DNA, su cui poggiano le scelte e le azioni quotidiane del Gruppo.

McCrunchy Bread Nutella verticale
McCrunchy Bread Nutella verticale

 

 

Ristorante Teatro alla Scala – IL FOYER

RISTORANTE TEATRO ALLA SCALA - IL FOYE
RISTORANTE TEATRO ALLA SCALA – IL FOYE

Nuovo concept per il Ristorante Teatro alla Scala – IL FOYER, evoluzione del ristorante Il Marchesino aperto da Gualtiero Marchesi nel 2008.

Gli spazi sono stati ridefiniti per offrire ed esaltare le diverse esperienze culinarie del nuovo luogo cult del lifestyle cittadino. Il progetto, affidato a Michael Vincent Uy, architetto con studio a Milano e con una lunga esperienza maturata nel mondo del lusso, include elementi d’arredo che mettono in risalto l’eleganza dell’ambiente, tra avvolgenti divani e poltrone in velluto rosso, raffinati tavoli in vetro e marmo e applique dorate che creano un’atmosfera calda ed accogliente.

Il nuovo ristorante, che conquisterà i palati più esigenti movimentando ulteriormente la scena gastronomica meneghina, propone un menù innovativo caratterizzato dalla rielaborazione di ricette della tradizione italiana, riprendendo in chiave moderna le creazioni del Maestro. A guidare la brigata in cucina è l’Executive Chef Anatolij Franzese, approdato nel mondo Marchesi nel 2016, che svilupperà, nel nuovo progetto in Piazza della Scala a Milano, la Grande Cucina Italiana nella chiave Marchesiana della semplicità e dell’eleganza.

Il riso e oro di Gualtiero Marchesi, piatto icona riconosciuto nel mondo, diventa il centro del marchio del nuovo ristorante Il Foyer che rappresenta il luogo dove la Grande Cucina Italiana, partendo dal “Riso, oro e zafferano”, si esprime nel modo più semplice e diretto permettendo agli ospiti di gustare i tradizionali simboli della nostra cucina in chiave moderna.

Il ristorante offrirà inoltre l’irrinunciabile tradizione della cena pre e post Teatro offrendo agli ospiti un rinfresco prima dello spettacolo o durante l’intervallo, oppure di finire in bellezza la serata con una cena senza eguali, una volta terminata la rappresentazione teatrale.

La caffetteria, nuovo punto di incontro per chi ama godersi la colazione fuori casa, offre un trionfo di pasticceria dolce e salata a cura del Pastry Chef italo-argentino Matias Ortiz.
A un’ampia selezione di viennoiserie a base di burro in classico stile parigino, si aggiunge nel corso della giornata una proposta di monoporzioni e mignon moderni di alta pasticceria che potranno accompagnare il tipico momento del tè pomeridiano e godere dell’atmosfera deliziosamente milanese de IL FOYER.

L’aperitivo e l’after dinner saranno un altro momento clou de Il FOYER. La cocktail list ideata dal Bar Manager milanese Matteo De Palma, che approda a Il Foyer dopo aver iniziato giovanissimo la carriera da barman nel mondo della grande hôtellerie milanese, prevede creazioni uniche ed originali realizzate con tecniche di lavorazione come l’ice carving e affumicature con materie prime selezionate.

A Il Foyer si lascerà ispirare dalle opere e dai balletti che animano ogni giorno il vicino e prestigioso Teatro alla Scala. Dalla drink list sarà possibile degustare tra i vari cocktail proposti: l’AIDA di GIUSEPPE VERDI a base di Vodka Belvedere infusa al te Sakura, liquore allo zenzero, shrub di lampone, succo di melograno, bitter afrodisiaco, soda ai frutti rossi e vino rosso, affumicato con spezie afrodisiache, il LAGO DEI CIGNI DI PËTR IL’IČ ČAJKOVSKIJ con Gin Hendrick’s, succo di lime, liquore St. Germain, sciroppo di agave e basilico e GUGLIELMO TELL di GIOACHINO ROSSINI a base di Sherry Tio Pepe infuso al finocchietto selvatico, succo di lime, liquore alla mela, chartreuse verde, bitter al sedano, champagne.

LA CUCINA
L’Executive Chef Anatolij Franzese, che ha mosso i suoi primi passi in Italia, a Napoli, vanta però anche importanti esperienze internazionali, che lo hanno portato a lavorare con alcuni degli chef più rinomati al mondo. Prima di approdare al mondo Marchesi nel 2016, Franzese ha trascorso diversi anni a Londra dove ha avuto l’opportunità di lavorare con celebri chef, tra cui gli stellati Antonio Mellino e Giorgio Locatelli.

Insieme prima a Shaun Rankin e poi a Pablo Penalosa Nájera, Franzese ha inoltre contribuito all’apertura di due ristoranti destinati a diventare veri e propri punti di riferimento della capitale britannica. Partendo da queste importanti esperienze e da quanto appreso dal Maestro Gualtiero Marchesi, Franzese propone un menù innovativo, riprendendo in chiave moderna le creazioni del Maestro.

Ad una gustosa selezione di crostini preparati con gamberi rossi di Mazara e pesto del sud oppure con acciughe del Cantabrico e burro al limone di Amalfi, seguono come antipasti la caprese di bufala di Cardito e la tartare di tonno, avocado e uova di lompo. All’irrinunciabile “Riso, oro e zafferano”, piatto iconico riconosciuto in tutto il mondo, seguiranno i secondi di pesce con la rana pescatrice con vongole e friarielli e di carne con la tartare di fassona piemontese accompagnati da patata ratta croccante con burro e menta o rosa di carciofo alla romana come contorni di verdure di stagione.

LA PASTICCERIA
La pasticceria è affidata al Pastry Chef italo-argentino Matias Ortiz, che esprime un connubio tra innovazione e tradizione di quanto appreso nelle sue esperienze professionali. Oltre ad aver partecipato a numerose masterclass con diversi campioni del mondo della pasticceria, ha lavorato come Pastry Chef presso “A La Folie Patisserie” a Melbourne, poi come pasticcere da Ernst Knam (uno dei Marchesi Boys di Bonvesin de la Riva) e infine al fianco di Kim Kyunjoon presso il ristorante tristellato “Da Vittorio” a Brusaporto. Questa grande esperienza lo ha portato alla guida della Pasticceria dell’atteso Il Foyer, creando delle piccole opere d’arte dal gusto puramente italiano e volte a valorizzare le migliori materie prime provenienti dall’intera penisola italiana.

INFORMAZIONI
Ristorante Teatro alla Scala – Il Foyer
Bar, caffetteria, pasticceria, cocktail bar, light lunch, pranzo, cena e pre-dopo teatro
Piazza della Scala angolo Via Filodrammatici, 2 – Milano tel. +39 02 72094338
dalle ore 8.00 alle ore 20.00 – Da giugno il servizio sarà prolungato fino alle ore 2.00

Assistenza PC: i vantaggi di un’assistenza informatica a Domicilio

Riparazione pc
Riparazione pc

Oggi parliamo del PC e soprattutto dell’importanza di figure che si occupano dell’assistenza pc e la riparazione o più nello specifico di consulenza informatica. Ogni mese ci sono 1300 richieste in Google per “riparo computer” e circa 600 se sommiamo le 2 ricerche “ripara pc Milano” e “riparazione computer Milano” ai quali si aggiungono richieste come “assistenza pc Milano” e “Assistenza Computer Milano” che fanno ulteriormente incrementare il volume di queste ricerche.

Mentre una fascia di persone, specie i giovani, utilizza sempre di più smartphone e tablet, il mondo lavorativo e altri privati, necessitano di personal computer. Anche i portatili sono sempre più funzionali e prestanti, grazie a nuove tecnologie informatiche (dischi SSD, nuovi moduli RAM che rispettano le specifiche DDR4, CPU multicore sviluppate per garantire prestazioni e consumi limitati). Ci sono poi delle realtà per cui il PC è un fondamentale ed insostituibile strumento di lavoro. Immaginate l’autista di un camion. Per lui è fondamentale avere uno spazio per caricare la merce, per trasportare e consegnare al destinatario. Chi guida il mezzo deve provvedere anche alla manutenzione dello stesso, per evitare inconvenienti che possano bloccare il camion e ritardare il proprio lavoro. Lo stesso vale per un personal computer.

Per le aziende è fondamentale avere dei pc moderni, aggiornati in termini di anti virus, di funzionalità, di velocità e di prestazione. Tra le tante persone che un’azienda può impiegare, delle figure dovranno sempre e per forza utilizzare dei pc aggiornati, con una buona velocità, sicuri da virus e in performanti. non tutte le aziende hanno però nell’organico un ufficio che si occupi dell’assistenza pc.  Per questo è importante parlare di assistenza informatica e riparazione pc fatte da consulenti. Queste figure professionali, dei liberi professionisti, si occupano della gestione di pc di aziende e privati, intervenendo direttamente sul posto e dando un’assistenza a 360° al vostro strumento di lavoro. Sono persone preparate, aggiornate, informate, che lavorano ogni giorno nell’ambiente informatico e conoscono bene le ultime novità. Possono lavorare sia sul software che sull’hardware, cercando di migliorare la sicurezza degli antivirus, grande rischio di perdita dati o utilizzo delle password, oppure proprio a livello di componenti nuovi ed aggiuntivi per migliorare la prestazione del pc.

Chiamando un professionista dell’assistenza e riparazione pc, in breve tempo potrà recarsi al domicilio della sede lavorativa o nella propria casa e verificare il problema che si è creato al personal computer. Possiamo però fare altro.  Ad esempio le automobili hanno dei tagliandi da effettuare ogni tot tempo o chilometri. Quindi non dobbiamo pensare di chiamare un professionista quando si rompe la macchina. Possiamo chiamarlo per programmare una costante manutenzione, in grado di preservare il nostro pc con costanti interventi di manutenzione. Fino ad ora abbiamo parlato di un personal computer. Allarghiamo la nostra visione ad aziende che hanno centinaia di pc e a volte anche collegati in rete tra loro, capite l’importanza di eventuali blocchi o o perdita di dati. Negli ultimi 20 anni i personal computer si sono sviluppati e hanno sostituito i documenti cartacei, sino ad avere archiviato tutti i file in digitale. Quando lo schermo visualizza un errore, non è necessario spegnere e riavviare la macchina, perchè a volte si peggiora solo la situazione.

Un tecnico informatico servirà anche per verificare che stiate utilizzando il corretto personal computer per le vostre necessità, oppure necessita di una sostituzione o di implementare di un upgrade (ad esempio un disco SSD). Il professionista informatico saprà consigliarvi anche i programmi da utilizzare per la buona manutenzione della vostra macchina. Questi sono tutti valori aggiunti che può avere un’assistenza informatica qualificata. A Milano e Hinternald tra i vari servizi più diffusi che operano direttamente presso la sede del Cliente è presente quello storico offerto da www.assistenzainformaticadomicilio.it: se avete un problema informatico invece che cercare in Google “riparazione computer Milano” potete direttamente salvarvi questo sito web e avere assistenza su tematiche relative a :

  • Assistenza Computer
  • Salvataggio e Archiviazione dati
  • Rimozione Virus Informatici
  • Assemblaggio, riparazione
  • Realizzazioni e analisi di reti (networking)
  • Progettazione e incremento visibilità siti web (SEO e SEM)
  • Assistenza informatica professionisti/aziende

Prezzo e durata intervento sono 2 driver fondamentali nella scelta del tecnico ricordandoci che l’Information Technology richiede ampia preparazione e la presenza ed il rilascio costante di nuovi sistemi operativi (vedi Windows 10) o nuove applicazioni (vedi la prossima uscita di Office 2019) fa si che il consulente informatico scelto deve garantire affidabilità e competenza e spesso prezzi troppo bassi nascondono insidie e persone che magari si prestano più a livello “hobbistico” e non perché hanno sviluppato un backgroud tecnico adeguato.

Dunque chiedere referenze e se si sono già gestiste casistiche simili alla nostra può rappresentare una prima domanda da fare per discernere le competenze del tecnico informatico scelto.

Enigmistica Mia e il cruciverba firmato

COPERTINA_ENIGMISTICA MIA_N31
COPERTINA_ENIGMISTICA MIA_N31

Una vera e propria novità! Dopo il successo delle prime due settimane, nel terzo numero di “ENIGMISTICA MIA” – il nuovo settimanale di enigmi, giochi e passatempi di Cairo Editore – debutta il Cruciverba firmato: ogni settimana le definizioni orizzontali e verticali saranno ideate da un personaggio.

A mettersi in gioco per primo è lo stesso editore! Su “ENIGMISTICA MIA” in edicola domani, il presidente Urbano Cairo firma come autore la ‘cruci-intervista’; risolvendo le definizioni i lettori scopriranno anche alcune curiosità che lo riguardano: dalla prima automobile, al personaggio storico preferito…

“ENIGMISTICA MIA”, fresco di debutto al prezzo lancio di 50 centesimi, è ricca di giochi di qualità dedicati ai lettori di tutti i livelli e riporta tutte le soluzioni all’interno dello stesso numero.
Da domani una ragione in più per non mancare l’appuntamento del martedì in edicola con  “ENIGMISTICA MIA”

Smart Home: la casa connessa allo smartphone

Smart Home
Smart Home

Immagina se potessi controllare la lavatrice di casa mentre sei al supermercato, accendere l’impianto di raffrescamento di casa, in metropolitana, di ritorno dal lavoro. Si chiama Internet delle cose (internet of things) e permette ai consumatori di gestire a distanza i propri elettrodomestici connessi alle app fornite dai produttori, aprendo la società a un nuovo modo di gestire la quotidianità, il tempo e le cose da fare.

Prima c’era un telecomando per tutto

Fino a qualche decennio fa c’era il telecomando universale programmabile per gestire la televisione e il condizionatore grazie ad un solo dispositivo. Oggi la casa è connessa allo smartphone e a dispositivi come Google Assistant; basta la voce per chiedere all’assistente di regolare le luci in casa (tecnologia Philips Hue) o di impostare la temperatura ideale negli ambienti.

Presto gli assistenti saranno il punto di accesso diretto ad internet sostituendo il modem/router. Gestiranno tutti gli elettrodomestici connettibili via WiFi o tecnologia Bluetooth, informeranno se stiamo consumando troppa energia elettrica e se per esempio abbiamo scordato di chiudere il gas. Eh sì, perché a un certo punto non ne potremo più di mille app per gestire ogni singolo elettrodomestico, esigeremo un unico dispositivo in grado di comandare tutta la casa intelligente.

Basterà dire: “Siri, accendi la smart TV per favore; Cortana, imposta il forno in modalità torta al cioccolato.” Noi dovremo solo preparare la torta… finché non arriveranno i robot massaia.

Gli elettrodomestici già connessi in rete

Tutto ciò non è parte di un futuro lontano da noi, ma è già disponibile nei centri commerciali.

I frigoriferi IoT

Ricordi la simpatica pubblicità della Samsung in cui si vede un uomo al supermercato alle prese con dei cavolfiori in offerta e il tremendo dubbio che abbiamo tutti quando dimentichiamo se un prodotto c’è o non c’è in frigo? Cosa fa? Prende lo smartphone, apre l’app e controlla cosa c’è in frigorifero. Quello è un esempio di elettrodomestico connesso in rete e in grado di farci vedere l’interno del frigorifero attraverso le telecamere incorporate. Addio prodotti doppione in frigo!

Il mondo a casa nostra con la realtà virtuale

Vasco Rossi tiene un concerto a Londra. Come fare se non possiamo andare a vederlo? Le nuove app in fase di sviluppo ci permetteranno di vivere il concerto live attraverso la realtà virtuale, comodamente seduti in poltrona. Se la Lapponia o Honolulu sembrano troppo distanti, UbiatarPlay ci porterà in quei luoghi attraverso gli occhi di chi ci vive. Potremmo virtualmente essere ovunque, da New York a Las Vegas; sì perché l’intrattenimento mobile è in continua crescita anche per il settore dei live casinò, le poker room e le scommesse online. Sarà quindi facile immaginare sale slot machine virtuali nelle quali si muovono gli avatar di tante persone connesse attraverso uno smartphone.

La lavatrice fa il bucato, il robot aspira la polvere e noi a fare jogging

Il robot aspirapolvere gira per casa raccogliendo polvere e sporcizia, con le notifiche push informa a che punto è: sala da pranzo ok; salotto ok, camera da letto ok. La lavatrice notifica che non ha potuto fare il prelavaggio (abbiamo dimenticato di mettere il detersivo liquido), ma lei ha fatto il resto del programma come previsto – intelligenza artificiale. Noi intanto facciamo jogging e i vicini di casa si domandano come facciamo a fare tutto…