I sogni Champions di Juve e Roma

Champions League
Champions League

Dopo la sosta per le gare delle nazionali comincerà un periodo fondamentale per il destino europeo di Roma e Juventus. Le due squadre italiane si stanno comportando molto bene nella massima competizione continentale per club ed hanno ottenuto l’accesso ai quarti di finale che si disputeranno ad Aprile.

Roma e l’incubo Messi

Dopo un girone sorprendente dove gli uomini di Eusebio Di Francesco sono riusciti ad arrivare primi davanti a Chelsea, Atletico Madrid e Qarabag, i giallorossi sono riusciti ad eliminare anche lo Shakthar Donetsk nel doppio confronto degli ottavi di finale di Champions League. Con gli ucraini è stato un confronto molto duro, soprattutto in trasferta dove la Roma è stata sconfitta per 2-1. Al ritorno, però, spinti da uno stadio Olimpico caldissimo, i capitolini hanno ribaltato la situazione grazie al bomber Edin Dzeko, accedendo così ai quarti di finale di Champions League. L’urna di Nyon, però, non è stata benevola con gli uomini di Di Francesco. Ai quarti, infatti, sarà sfida con il super Barcellona di Messi e Suarez. La prima sfida si giocherà in Spagna, nel mitico stadio Camp Nou di Barcellona. Le quote Skybet per il passaggio turno sono nettamente a favore dei blaugrana, il cui passaggio turno è pagato appena 1.12 volte la posta in palio. Il passaggio della Roma al termine delle due sfide, invece, è pagato sei volte la quota in palio.

Il Barcellona ha dimostrato di aver acquisito una mentalità vincente visto che ad oggi è ancora imbattuto in Liga Spagnola ed ha la miglior difesa del campionato. Si tratta di una squadra solida, fortissima tecnicamente e con calciatori di livello assoluto come Iniesta, Dembelè, Suarez, Rakitic e la pulce Leo Messi.

La Roma può contare su una compattezza difensiva comprovata, grazie alle parate del fenomeno brasiliano Allison e ad una difesa ferrea con Manolas e Fazio.

Juve – Real Madrid

Nelle ultime edizioni della Champions League c’è sempre stata una sfida tra Juventus e Real Madrid. La scorsa finale di Cardiff non andò benissimo per gli uomini di Massimiliano Allegri, che videro sfuggire la coppa dalle grandi orecchie sotto i colpi di Casemiro, Asensio e Cristiano Ronaldo. I bianconeri hanno quindi voglia di rivincita e puntano ad eliminare i super campioni di mister Zinedine Zidane, che però puntano tutto sulla Champions League visto che in campionato hanno accumulato troppo ritardo dagli eterni rivali del Barcellona.

Sky Bet Italia offre delle quote molto interessanti per il passaggio turno, visto che il Real Madrid è favorito ed è quotato ad 1.44 volte la posta in palio. Il passaggio della Juventus, invece, è pagato 2.62 volte la posta in palio. Le quote, dunque, raccontano di una sfida molto delicata che dipenderà dalle giocate dei tanti campioni che scenderanno in campo, in particolar modo da quelle di Higuain, Dybala, Ronaldo e Bale.

Lavastoviglie: guida all’acquisto

lavastoviglie
lavastoviglie

La lavastoviglie è un elettrodomestico del quale è quasi impossibile fare a meno, che dura molto a lungo ma che consuma tanto. Coloro che vogliono acquistarne una o che sono costretti a cambiarla, molto probabilmente si accingono a doverne scegliere una nuova dopo almeno 10 o 15 anni, pertanto saranno costretti ad aggiornarsi circa le offerte migliori e le tecnologie più innovative presenti sul mercato.

Le lavastoviglie da incasso e tutte le altre tipologie in commercio

In commercio troviamo lavastoviglie da incasso, fatte per essere sistemate in spazi realizzati appositamente per ospitarle, ed elettrodomestici concepiti per essere allocati in qualsiasi ambiente o angolo della propria abitazione.

Le lavastoviglie da incasso sono più compatte ed esteticamente più eleganti, perché in linea con il resto degli elementi che formano la cucina. Eccezion fatta per alcuni modelli fuori misura, queste presentano una larghezza standard di 58.8 centimetri. Per effettuare una scelta consapevole, è necessario imparare a leggere l’etichetta che accompagna ciascun elettrodomestico esposto nei negozi specializzati oppure informarsi preventivamente cercando le specifiche del prodotto su internet.

Sulle etichette di ogni articolo in vendita, infatti, compare una scheda tecnica essenziale che riporta le caratteristiche principali del prodotto. Leggendo tali schede sarà opportuno focalizzarsi su alcune informazioni importanti quali il consumo idrico, il consumo energetico e la rumorosità dell’apparecchio.

Chi cerca un elettrodomestico che consuma poco dovrà puntare sulle classi energetiche A+ e A++. Sensibilmente più rari e costosi, invece, sono i modelli con classe energetica A+++, per acquistare i quali bisogna preventivare una spesa di almeno 500 euro. Con un dispositivo di classe A+ i consumi stimati ammontano a 0,98 kWh per ciclo, mentre con uno di classe A++ i consumi di energia elettrica scendono ad un totale di 0,91 kWh.

Una lavastoviglie di classe energetica A+++, invece, limita i consumi a 0,84 kWh per ciclo, pertanto un investimento iniziale più consistente permetterà di risparmiare in maniera considerevole sulle bollette della luce. Ovviamente si tratta di indicazioni generiche che non tengono conto delle peculiarità di ciascun apparecchio e pertanto sono soggette a variazioni anche abbastanza rilevanti.

Per i single o coloro che hanno bisogno di un elettrodomestico che lavi pochi coperti per volta sono disponibili anche modelli da tavolo e a cassetto, molto piccoli, da riporre su un piano rialzato o da inserire all’interno dei cassettoni della cucina. Questi modelli garantiscono consumi ancora più bassi rispetto alle versioni da dieci e più coperti e possono fare al caso dei nuclei familiari ridotti.

Lavastoviglie con prezzi contenuti: il meglio che c’è sul mercato

Bosch libera installazione 60 cm A++ è una delle migliori lavastoviglie in offerta sul mercato: garantisce una bassa emissione acustica (46 dBi), raggiunge una temperatura massima di 70 gradi e consuma dieci litri d’acqua e 0,9 kWh per ciclo. Silenziosa come poche, garantisce lavaggi di alto livello ed un’asciugatura pressoché perfetta.

Ignis Adl101 10 coperti 45 cm A+ ha un livello di rumorosità pari a 50 dBi, un consumo di dieci litri d’acqua e di 0,83 kWh per lavaggio e un pratico display incorporato per regolare manualmente le impostazioni messe a disposizione. Un ottimo articolo che merita di essere preso in considerazione soprattutto per il basso consumo e la silenziosità che ne caratterizza i cicli standard e rapidi.

Un altro prodotto di qualità in grado di fare la differenza con i concorrenti in quanto a rapidità, silenziosità, qualità dei lavaggi e consumi, è il modello Rex 60 cm St 13 cop. A+ 49 dBi. Undici litri d’acqua e 0,89 kWh per ciclo e soli 49 dBi ne fanno una delle lavastoviglie in offerta più convenienti in assoluto. Tra le lavastoviglie con prezzi contenuti segnaliamo i modelli Electrolux RSL5202LO Classe A+ (51 dBi e 1,05 kWh di consumo per ogni ciclo) e SMEG STE521 Classe A+ Capacità 12 Coperti (49 dBi e 1,01 kWh di consumo per ciclo).

Maggio e Giugno Bim Bum Bam

Maggio e Giugno al Bim Bum Bam
Maggio e Giugno al Bim Bum Bam

Il parco giochi al chiuso per bambini, propone una serie di eventi e di feste in occasione dei mesi di Maggio e Giugno.

Tante occasioni come il brunch, l’apericena e il giro pizza, per festeggiare con la propria squadra o classe

Bim Bum Bam si trova in via Polveriera, al confine con Novate Milanese e Milano

Informazioni:  331.3742819

www.bimbumbamnovate.it

 

Il caffè della Rotonda compie 2 anni

Caffè della Rotonda
Caffè della Rotonda

Sabato 25 marzo, il Caffè della Rotonda di Novate Milanese compie due anni

Per questo ha organizzato un apricena con musica, DJ Set Gianluca e Melina

 

Caffè della Rotonda,

Via Matteotti, 1

Novate M.se

Informazioni e prenotazioni: 02.91327809

Caffè della Rotonda
Caffè della Rotonda
Caffè della Rotonda
Caffè della Rotonda

Accrescere la propria leadership grazie alla Personal Empowerment School di GRUPPO CS

Gruppo CS
Gruppo CS

Cari amici, oggi voglio parlarvi di alcuni temi molto importanti, per la nostra vita privata e professionale. Quello che siamo come persone, la nostra formazione, si ripercuote inevitabilmente, anche nella nostra sfera professionale e quindi sul lavoro. Affronterò nelle prossime righe tre temi fondamentali nella comunicazione odierna. Il Self Empowerment con l’obiettivo di mostrare come si possano ridurre i conflitti aziendali. Il tema del Team Building ed Empowerment Organizzativo, fondamentali per sviluppare la propria leadership mediante l’Intelligenza Emotiva. L’ultima tematica riguarda invece la Leadership Emozionale.

Iniziamo quindi a scoprire cosa significa -Self Empowerment-, ovvero la capacità che possiamo acquisire, ed imparare, per gestire al meglio dei conflitti. Esatto, dei conflitti. Capita spesso nell’unire più teste intorno ad un’idea o situazione, di dovere confrontarsi con altre persone e di conseguenza con diversi tipi di carattere. Spesso la difficoltà delle persone è quella di non riuscire a visualizzare altri punti di vista. Per questo pensiamo che le persone che ci circondano, vedano le situazioni esattamente come le vediamo noi. Non è cosi. Grazie al Self Empowerment, impareremo a sostituire alla lotta improduttiva, una sana sinergia costruttiva fra le persone che lavorano in gruppo.  Con Empowerment viene indicato un processo di crescita, sia dell’individuo sia del gruppo, basato sull’incremento della stima di sé, dell’autoefficacia e dell’autodeterminazione per far emergere risorse latenti e portare l’individuo ad appropriarsi  consapevolmente del suo potenziale. Questo processo porta ad un rovesciamento della percezione dei propri limiti in vista del raggiungimento di risultati superiori alle proprie aspettative.

Dopo avere lavorato su se stessi, è importante anche lavorare sulle potenzialità del personale e sui processi aziendali.  Inutile dire che le più grandi aziende di successo, hanno al loro interno un’ottima struttura funzionale di persone che la sviluppano un’efficiente  strategia aziendale, risultato del coinvolgimento, sviluppo e delega del potenziale delle persone e la loro partecipazione alla mission e al business dell’impresa. Non bisogna essere perfetti, bensì creare una organizzazione che impara, dai propri errori, a risolvere nuovi problemi e ad autorganizzarsi in Team responsabilizzati ed autodiretti.

L’ultima area di cui oggi vi parlerò è lo sviluppo dell’ -Intelligenza Emotiva-,  terzo tassello fondamentale per  migliorare  le molteplici competenze personali e sociali.

I leader devono avere una visione strategica dei processi, poichè ogni leader ha il suo stile di management. È importante individuare le proprie forze e le proprie aree di debolezza, per potere  migliorare e sviluppare la padronanza di sé come elemento centrale della leadership.  Fondamentale, individuare una “Etica del Management”, ovvero che il business dell’impresa sia guidato ed illuminato da un’etica di valori forti umani e aziendali.

In Provincia di Milano un’ ottima scuola per sviluppare questi temi è la Personal Empowerment School sviluppata da Gruppo CS, consigliata ad imprenditori, professionisti, dirigenti medie imprese italiane che vogliono  migliorarsi per la loro riorganizzazione aziendale (fare una struttura formale, razionalizzazione struttura aziendale), migliorare il clima aziendale mediante allineamento valoriale , crescita personale e professionale., sviluppo leadership e team building, sviluppo intelligenza emotiva.

I punti di forza del Gruppo CS sono quelli di generare  il cambiamento desiderato in modo duraturo, sia con la consulenza che con l’empowerment  utilizzando aula, coaching e counseling in modo professionale. Servizi innovativi esempio leadership emozionale.

Davide Falco