Festa del cinema di Roma: riflettori sulla X Giornata della Critica Sociale

Giornata Critica Sociale
Giornata Critica Sociale

X edizione della Giornata della Critica Sociale: Sorriso Diverso Roma 2020,  con l’obbiettivo di portare all’attenzione dei giornalisti e del pubblico quelle pellicole presentate all’interno della manifestazione romana che si sono occupate di tematiche sociali. Due i film scelti per assegnare la menzione speciale come: miglior film sociale italiano a “Fortuna” di Nicolangelo Gelormini e miglior film sociale straniero a “The reason I jump” di Jerry Rothwell

Roma, 23 ottobre, un interessate e intenso dibatto si è svolto presso lo Spazio Regione Lazio in collaborazione con Roma Lazio Film Commission in occasione della Festa del Cinema di Roma per la Giornata della Critica Sociale: Sorriso Diverso, giunta alla sua decima edizione.

Il Presidente e il direttore del Premio, rispettivamente Diego Righini e Paola Tassone, in accordo con il Direttore Artistico della Festa di Roma Antonio Monda, hanno assegnato il riconoscimento ai migliori film, italiano e straniero, di interesse sociale nel racconto delle fragilità e diversità delle persone, presente in sala anche il critico cinematografico Catello Masullo, Presidente del Cinecircolo Romano.

Il file rouge del dibattito è stato: “La diversa dimensione del silenzio” con i registi Nicolangelo Gelormini con Fortuna e Jerry Rothwell con il suo documentario The reason I jump.

Il dibattito è iniziato con Nicolangelo Gelormini regista esordiente, ispirato alla tragica morte delle piccola Fortuna Loffredo nel 2014 a Caivano, racconta un fatto di cronica terribile con grande senso cinematografico senza mostrarlo direttamente attraverso un cinema di grande impatto stilistico non realistico costruito ad arte; entrando nella mente della bambina per dare forma al modo in cui cercherà di elaborare la realtà con cui si trova a fare i conti. In questo film il silenzio rappresenta una forma di protezione per intraprendere un lungo percorso di elaborazione di uno shock.

Il britannico pluripremiato regista Jerry Rothwell con il suo documentario The reason I jump, ha regalato al pubblico una notevole esplorazione cinematografica sulla neurodiversità raccontando attraverso le esperienze di persone affette da autismo non verbale proveniente da tutto il mondo giovani dalla personalità eccezionale, riportando le rilevazione del bestseller di Higashida che scrisse a solo 13 anni.

Entrambe le opere raccontano un universo sensoriale di incontenibile intensità e regala allo spettatore momenti di grandi emozioni e riflessione. In entrambi i film i giovani protagonisti trasmettono un messaggio essenziale: “il silenzio, quindi non parlare non significa non avere nulla da dire”.

 

Digital Movie Days

Digital Movie Days
Digital Movie Days

AL VIA LA TERZA EDIZIONE DEI DIGITAL MOVIE DAYS, INIZIATIVA PROMOSSA DA UNIVIDEO
Dal 23 Ottobre al 2 Novembre al via la “festa” del digitale: 120 titoli di film, tra novità e catalogo, in vendita sulle piattaforme online a 4,99 euro

L’iniziativa promossa da Univideo in collaborazione con Apple Tv, CG Digital, Chili, TheFilmClub, Amazon Prime Video, Rakuten Tv, Tim Vision, intende promuovere l’offerta legale digitale di prodotti audiovisivi, offrendo al grande pubblico, al prezzo ribassato di oltre il 50%, un’ampia varietà di film per tutte le età, fruiti attraverso i più evoluti standard tecnologici (4k Ultra HD)

Scopri il sito ufficiale e tutti i titoli che partecipando alla promozione https://www.univideo.org/digitalmoviedays.html

In questo particolare e delicato momento l’industria dell’audiovisivo ha voluto dare un contributo importante promuovendo il “Digital Movie Days” dieci giorni di promozione dove, grazie alla collaborazione di sette tra le più importanti piattaforme di offerta audiovisiva legale, sarà possibile acquistare 120 titoli tra novità e catalogo al prezzo di 4,99 euro, meno della metà rispetto a periodi normali. Film ad alta definizione e per tutte le età: al via per dieci giorni una campagna a favore della legalità e dell’offerta digitale dell’home entertainment.

I Film rappresentano il contenuto audiovisivo più cercato e fruito dagli italiani: secondo i dati rilevati da GfK Italia per Univideo, sono stati il genere on demand più visto durante il lockdown, superando anche le serie tv; tendenza che si è mantenuta anche al termine della quarantena e che ha allargato a nuove componenti della popolazione con una accelerazione verso la riduzione del divario generazionale nella fruizione dei media.

Nel 2019, sempre secondo GfK Italia gli acquirenti di DVD e Blu Ray sono stati 2,3 milioni con una propensione di spesa media pro-capite di quasi 50 euro, mentre il numero di fruitori digitali è stato pari a 21, 2 milioni. Un’affezione del grande pubblico verso i prodotti audiovisivi marcata in modo particolare durante il periodo di quarantena in cui si è registrata una crescita sostanziale (+32% rispetto alla fase pre Covid) del tempo medio che le famiglie italiane hanno dedicato alla fruizione di contenuti di intrattenimento. Tendenza che si è confermata anche in questi ultimi mesi dove il ritrovato senso di comunità e di condivisione di esperienze in famiglia ha riportato tante persone a stare insieme guardando un film o una serie tv.

“La terza edizione dei Digital Movie Days spiega Lorenzo Ferrari Ardicini, Presidente UNIVIDEO e Presidente CG Entertainmentha un significato molto particolare, viviamo un quotidiano incerto e delicato e ciascuno di noi deve fare la propria parte per tutelare non solo la salute delle persone ma anche l’economia e la coesione sociale. L’industria audiovisiva è scesa in campo per essere al fianco degli italiani provando, attraverso questa iniziativa, a rafforzare quel senso di unione e di famiglia che aiuta a non perdere di vista i veri valori. L’iniziativa che ci accingiamo a vivere sarà importante perché permetterà a chiunque di poter acquistare in digitale film di ogni genere a prezzi davvero unici e con una qualità tecnologica altissima. Una scelta di responsabilità quella compiuta dalle nostre imprese ma anche un segnale forte contro la pirateria che rimane un problema rilevante per tutto il nostro settore”.

UNIVIDEO è l’associazione di categoria che rappresenta gli Editori Audiovisivi su media digitali (DVD, Blu-ray, 4K Ultra HD) e online (piattaforme di distribuzione digitale) www.univideo.org.

Paolo Cognetti.Sogni di grande Nord, al cinema

Paolo Cognetti Sogni di grande nord Poster
Paolo Cognetti Sogni di grande nord Poster

E alla fine eccomi lì. La vita a volte è incredibile, dopo lunghissimi giri ti porta al centro esatto della tua storia. Il Magic Bus se ne sta su quella collinetta a ricordare la sua, a testimoniare ciò che è stato, credo, e a veder scorrere due torrenti e le stagioni, senz’altra compagnia che quella degli orsi e gli alci di passaggio
Paolo Cognetti

Lo scrittore Paolo Cognetti, vincitore del Premio Strega 2017 con oltre 1.000.000 di copie vendute in oltre 40 paesi (450.000 solo in Italia), arriva per la prima volta al cinema con PAOLO COGNETTI. SOGNI DI GRANDE NORD, diretto da Dario Acocella.

In uscita nelle sale italiane solo per tre giorni, il 30 novembre, 1 e 2 dicembre (elenco sale a breve su www.nexodigital.it), PAOLO COGNETTI. SOGNI DI GRANDE NORD propone un percorso originale e dal potente impatto visivo, sulle orme di Ernest Hemingway, Raymond Carver, H.D. Thoreau, Jack London, Herman Melville e Chris McCandless di Into the Wild, in un viaggio letterario ed emozionante dalle Alpi all’Alaska. Lo scrittore italiano – accompagnato dall’ amico Nicola Magrin, viaggiatore ed illustratore – ci guiderà nel suo viaggio tra uomo e natura ripercorrendo le parole e attraversando i luoghi di alcuni dei grandi maestri della Letteratura americana, alla ricerca di una nuova frontiera esistenziale per l’uomo e per la sua convivenza con l’Ambiente.

Il documentario racconta un viaggio che ne contiene molti altri. C’è il viaggio di Paolo lo scrittore e Nicola l’illustratore, che prendono un aereo a Milano, atterrano a Vancouver e da là, con un camper preso in affitto, si dirigono a nord, fino in Alaska. Attraverso le immagini girate durante il tragitto e i frammenti di dialogo tra i due amici, emerge anche il viaggio personale che Cognetti compie a ritroso, per scoprire le sue radici di scrittore e di uomo. Perché i luoghi sulla strada richiamano alla memoria i grandi maestri che hanno avuto nella sua vita un valore ben più ampio di quello meramente letterario.

La sepoltura di Raymond Carver; il Klondike di Jack London; i laghi pescosi di trote di Ernest Hemingway; la natura selvaggia di Thoreau: sono questi gli autori e i luoghi di cui Cognetti raccoglie il frutto, lasciandosi aiutare dalla parabola di Chris McCandless di Into The Wild, una figura che lo ha sempre ispirato nel suo percorso personale e che lo ha portato a essere tra gli ultimi viaggiatori a raggiungere il Magic Bus, rimosso solo pochi mesi fa dal luogo in cui giaceva abbandonato dal 1961, nel Parco Nazionale di Denali, in Alaska.

Scritto da Paolo Cognetti, Dario Acocella, Francesco Favale, e diretto da Dario Acocella, PAOLO COGNETTI. SOGNI DI GRANDE NORD, è una produzione Samarcanda Film con Feltrinelli Real Cinema e con Rai Cinema, con il sostegno della Regione Valle d’Aosta e del MIBACT. Sarà distribuito nei cinema italiani da Nexo Digital in collaborazione con i media partner Radio Deejay e MYmovies.it.

BFI London Film Festival

film
film

UN ALTRO GIRO di Thomas Vinterberg vince il
64th BFI LONDON FILM FESTIVAL

 UN ALTRO GIRO, di Thomas Vinterberg, ha vinto il 64th BFI London Film Festival con la seguente motivazione:

“Caratterizzato dal delicato e toccante lavoro di ripresa e dalla sceneggiatura vivace del regista Thomas Vinterberg, scritta in collaborazione con Tobias Lindholm, Un altro giro utilizza una premessa audace per esplorare l’euforia e il dolore di una vita sfrenata. Al centro c’è Martin, un tutore, marito e padre non apprezzato. Nel ruolo di un uomo un tempo brillante, ma ormai stanco del mondo, il sempre sorprendente Mads Mikkelsen offre una performance toccante e perfetta nelle piccole cose, interpretando uno dei momenti più agili e memorabili sullo schermo fino ad oggi”.

Un altro giro sarà presentato in Selezione Ufficiale alla quindicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, domani, 20 ottobre 2020.

Il film sarà distribuito nelle sale da Movies Inspired in data da confermarsi.

 

15ª Festa del Cinema di Roma

REGISTA EVGENY AFINEEVSKY
REGISTA EVGENY AFINEEVSKY

15ª Festa del Cinema di Roma
Kinéo Movie for Humanity Award
CONFERITO AL REGISTA EVGENY AFINEEVSKY IL PREMIO KINÉO MOVIE FOR HUMANITY AWARD PER IL FILM “FRANCESCO”
Giovedì 22 ottobre 2020, ore 11.00
Giardini Vaticani (Palazzina Leone XIII)

Dopo il successo alla 77ª Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il Premio Kinéo – che quest’anno compie diciotto anni – è a Roma, in concomitanza con la 15ª Festa del Cinema. Il Kinéo Movie for Humanity Award, assegnato a chi promuove temi sociali e umanitari, sarà consegnato in Vaticano da Rosetta Sannelli, ideatrice del prestigioso riconoscimento, al regista americano Evgeny Afineevsky per il suo docufilm Francesco. Il regista è stato candidato agli Oscar e agli Emmy nel 2016 con Winter on Fire e nel 2018 ha ricevuto 3 nomination agli Emmy per Cries from Syria.

Francesco illustra il pensiero e le opere di questo Papa vulcanico e inarrestabile. Una personalità di grandissimo spessore a livello mondiale, a prescindere dal credo o dai giudizi personali di ciascuno.

La sua coscienza civile, l’impegno verso il rispetto dell’ambiente al fine di preservarlo per le future generazioni e la sua coscienza della storia in relazione alle tragedie del nostro secolo sono, infatti, i tratti di una sublime umanità che risaltano in ogni scena del film.

Francesco guarda con disinvoltura alle questioni più urgenti del XXI secolo: economia, migrazioni, disuguaglianze di genere, crisi climatica, xenofobia. Il viaggio del regista con Papa Francesco rivela un leader che con umiltà dispensa saggezza e generosità verso tutti, forte di ideali che possono aiutare a costruire un ponte verso il futuro, per un’umanità più forte e una comunità globale più prospera.

Il film mostra immagini di grande impatto riguardo alle tragiche esperienze delle popolazioni più vulnerabili, oggetto nel tempo di veri drammi umanitari: il genocidio degli Armeni, la guerra in Siria e la migrazione verso l’Europa, la guerra in Ucraina, la persecuzione dei Rohingya. Ma non solo.

“Ogni viaggio di Papa Francesco nelle varie parti del mondo – commenta Rosetta Sannelli – è documentato nell’opera di Afineevsky da immagini e filmati di cronaca, e si rivela un autentico squarcio sulle vicende del nostro tempo, un’opera storica a tutti gli effetti”. Tra i crediti di produzione del film spicca Eleonora Granata Jenkinson.

Il Kinéo, oltre ai premi alle classiche categorie cinematografiche, assegna due riconoscimenti speciali: il Movie for Humanity Award e il Kinéo Green & Blue Award, dedicati a chi nel cinema promuove temi sociali, umanitari e ambientali.

Si realizza col patrocinio del CSC (Centro Sperimentale di Cinematografia) e in collaborazione con l’AD del CSC Production, Marcello Foti, con SGDs in Action Film Festival delle NAZIONI UNITE Agenda 2030 rappresentato in Italia da Carlo Gentile, con ANEC (Associazione Nazionale Esercenti Cinema), col SNCCI (Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani), e il sostegno della DGCA (Direzione Generale Cinema e Audiovisivo) del Mibact (Ministero per i Beni e le Attività Culturali). Per il primo anno è in collaborazione con la Giornata Mondiale del Cinema Italiano, promossa dall’Intergruppo Cinema della Camera dei Deputati della Repubblica Italiana.

Premio Kinéo /Movie Award

Direttore Rosetta Sannelli

Sito: www.kineo.info

Instagram: premiokineo

Facebook: www.facebook.com/Premio-Kinéo-Diamanti-al-Cinema

Twitter: @PremioKineo