Il complicato mondo di Nathalie

Locandina - il complicato mondo di Nathalie
Locandina – il complicato mondo di Nathalie

E se quando tutto sembra andare storto, la vita ti chiedesse solo di sorridere un po’ di più? Di questo e molto altro racconta la toccante commedia francese Il complicato mondo di Nathalie, il ritratto sincero e ironico di una donna alle prese con gli improvvisi cambiamenti e le difficoltà di un periodo di passaggio come i 50 anni.

Per la regia di David e Stéphane Foenkinos, il film, con il Premio César Karin Viard (La famiglia Bélier, Delicatessen), sarà dall’11 ottobre al cinema con Officine UBU.
Protagonista del film è Nathalie, professoressa di lettere divorziata e madre di una giovane ragazza, alle prese con un momento delicato, pieno di insoddisfazione e nostalgia, che la costringerà alla fine a cercare più a fondo le motivazioni del suo malessere.

Nel frattempo però, non sempre i suoi comportamenti e il suo sarcasmo saranno ben accolti da familiari, amici e colleghi…
La storia di una donna schietta e senza peli sulla lingua, ma che si fa amare perché umana, unica, vera, tra appuntamenti stravaganti, una figlia che cresce e incontri che le cambiano la vita.

I Wonder Stories : Renzo Piano – L’Architetto della luce

Renzo Piano - l'architetto della luca
Renzo Piano – l’architetto della luca

A inaugurare la stagione 2018/2019 delle I Wonder Stories sarà RENZO PIANO – L’ARCHITETTO DELLA LUCE, l’atteso documentario diretto dal maestro del cinema Carlos Saura che ritrae il genio e il processo creativo di uno dei più grandi architetti viventi, Renzo Piano.

Il film sarà nelle sale italiane il 14, 15, 16 e 17 ottobre.
Quando cresci con l’idea che costruire è un’arte, ogni volta ti sembra di assistere a un miracolo. Così è per Renzo Piano, architetto italiano tra i più celebri al mondo, autore del Centre Pompidou di Parigi, dell’Auditorium Parco della Musica a Roma e degli edifici del New York Times. A raccontare questo genio dell’architettura è un genio del cinema, Carlos Saura.

Il racconto in presa diretta di uno dei più recenti progetti curati da Piano, il centro Botìn a Santander, diventa presto riflessione sul processo creativo. Per capire che l’arte, sia essa cinema o architettura, non è un atto prevedibile. Spesso è un po’ come guardare al buio: prima di capire ciò che accadrà, bisogna dare il tempo agli occhi di adattarsi.

Le proiezioni saranno precedute da una video-introduzione di Corrado Nuzzo, Maria DI Biase e Mauro Casciari, voci di Radio2, conduttori di Radio2 Summer Club.

Ken il guerriero – La leggenda di Hokuto –

ken-il-guerriero-la-leggenda-di-hokuto-Mausoleo del Sacro Imperatore
ken-il-guerriero-la-leggenda-di-hokuto-Mausoleo del Sacro Imperatore

Il film è un vero e proprio evento speciale, nelle sale cinematografiche solo oggi e domani, 26 settembre, per celebrare il 35° anniversario della nascita della leggenda.

L’eroe, che ha fatto breccia nel cuore di molte generazioni, tornerà sul grande schermo, in versione rimasterizzata in HD.

“Ken il guerriero – La leggenda di Hokuto” arriva al cinema con Anime Factory, l’etichetta di proprietà di Koch Media che racchiude il meglio dell’offerta Anime, cinematografica e home video, della società.

SINOSSI

Le guerre nucleari hanno devastato il pianeta, uccidendo ogni forma di vita al di fuori di quella umana. I sopravvissuti vivono in lande aspre e desolate, cercano di nascondersi dalla furia del malvagio Sauzer, sacro imperatore della scuola di Nanto, e pregano che arrivi un nuovo salvatore, che riporti la pace nel mondo e metta fine alla paura. A proteggere i poveri e gli indifesi è Kenshiro, erede della tecnica di combattimento millenaria della “Divina scuola di Hokuto”, mentre suo fratello Toki usa quel sapere per guarire i bisognosi e il maggiore dei tre, Raoul, sfrutta gli stessi insegnamenti per soddisfare la sua sete di potere. I tre fratelli si ritroveranno uniti per sconfiggere Sauzer, ma solo Kenshiro sarà chiamato allo scontro finale…

Di seguito il link alla nuova clip  di  “KEN IL GUERRIERO – LA LEGGENDA DI HOKUTO”, dal titolo  “Il Mausoleo del Sacro Imperatore”.

Guarda  Clip

 

L’Ape Maia – Le Olimpiadi di Miele – al cinema!

L'Ape Maia - Le Olimpiadi di Miele -
L’Ape Maia – Le Olimpiadi di Miele –

L’ape Maia – Le olimpiadi di miele”  uscirà nelle sale cinematografiche il 18 ottobre distribuito da Koch Media.
Il nuovo film di animazione sull’ape più amata di sempre è un prodotto per tutta la famiglia, con un personaggio iconico che saprà regalare agli adulti i ricordi della propria infanzia e divertire i più piccoli.

Maia è un personaggio che è divenuto, infatti, un vero e proprio classico. Tutte le sue avventure sono ambientate nella natura e raccontano storie positive, piene di speranza, di amicizia e di tolleranza.
L’Ape Maia – Le olimpiadi di miele affronta il tema dell’importanza del lavoro di squadra, dell’amicizia e della meraviglia nella scoperta del talento che è nascosto in ognuno di noi.

L’alveare di Maia è in fermento. È finito il raccolto estivo di miele e da Buzztropolis arriva un ambasciatore dell’imperatrice con un messaggio importante per la Regina Beatrice.

Vuole forse annunciare che l’alveare di Maia sarà finalmente invitato a partecipare alle olim¬piadi di miele? Purtroppo l’entusiasmo iniziale si spegne quando il messaggero informa gli abitanti del Campo di Papaveri che non sono autorizzati a partecipare alle olimpiadi e che, su richiesta dell’Imperatrice stessa, devono donare metà del loro già scarso raccolto estivo per contribuire a nutrire gli atleti delle olimpiadi. La Regina Beatrice accetta, suo malgrado, l’ordine imperiale pur sapendo che questo significa non avere abbastanza miele per le sue api per affronta¬re l’inverno. Maia, con la sua proverbiale incapacità di accettare le ingiustizie, decide di disobbedire alla sua regina e di andare a Buzztropolis per affrontare l’Imperatrice. In questo lungo e pericoloso viaggio ad accompagnarla c’è il suo fidato e fedele amico Willi.

Arrivata nella rigogliosa Buzztropolis, la piccola ape scoprirà un mondo a lei assolutamente sconosciuto, avrà a che fare con personaggi mai incontrati prima come Violet, un’ape invidiosa che nasconde a fatica il suo disprezzo per Maia e proverà in tutti i modi ad allontanarla dal suo amico Willi. L’appel¬lo accorato di Maia di partecipare alle olimpiadi al cospetto dell’Imperatrice, in realtà culminerà con un clamoroso incidente che peggiorerà le cose. Profondamente offesa, e determinata a dare una lezione a Maia, l’Imperatrice le propone un accordo: l’alveare di Maia potrà partecipare alle olimpiadi di miele ma se perderà i giochi dovrà privarsi non solo del miele estivo, ma dell’intero raccolto.

Affiancata da un insolito e stravagante gruppo di insetti, Maia si cimenterà, così, in svariate discipline olimpiche e imparerà il vero significato del lavoro di squadra.
Fortunatamente, il suo migliore amico Willi, le adorabili e goffe formiche Arnie e Barney e il suo fidato consigliere Flip il grillo, saranno sempre al suo fianco. Riuscirà Maia a salvare il suo alveare?

Anteo Palazzo del Cinema: “La Bella e le Bestie”

la bella e le bestie
la bella e le bestie

Giovedì 26 luglio alle ore 21.30 all’Anteo Palazzo del cinema in occasione dell’uscita nazionale di La bella e le bestie sarà presente in sala l’attrice Mariam Al Ferjani, premiata a Cannes con l’Arab Critics Award, come migliore attrice protagonista.

Il film:
La bella e le bestie della pluripremiata regista Kaouther Ben Hania racconta la questione delle donne nel mondo arabo e non solo, svelando l’omertà e la corruzione delle strutture pubbliche attraverso la storia di una giovane e bella studentessa che dovrà combattere per i propri diritti e la sua dignità. Il film sarà distribuito in sala in Italia da Kitchenfilm.

Al suo terzo lungometraggio, la regista tunisina Kaouther Ben Hania consegna a Un certain regard un dramma di denuncia dall’impianto teatrale e dalla forza dirompente, strutturato in una successione di nove piani sequenza.

La bella e le bestie si ispira ad una storia realmente accaduta. Una storia tra le tante, tantissime, insabbiate e taciute che non hanno mai trovato giustizia. Uno script ricco di dettagli rivelatori esplora le difficoltà della vita di Mariam, una ragazza che, seppure cresciuta in una famiglia conservatrice, crede nella Tunisia dell’Islam democratico.

Pensa che sia possibile per una ventunenne nubile trascorrere una serata allegra a ballare con le amiche, ma scoprirà che non è così…