Aeroporti di Milano: record di traffico

Aeroporto Linate
Aeroporto Linate

Record storico per Aeroporti di Milano che hanno chiuso il 2019 con oltre 35 milioni di passeggeri (+4,4% rispetto al 2018) transitati negli aeroporti di Milano Malpensa e Milano Linate, in un anno particolare che ha visto la chiusura per tre mesi (da fine luglio a fine ottobre) dell’aeroporto di Linate per lavori al city airport e lo spostamento di tutti i voli sullo scalo di Malpensa.

Aeroporto Malpensa
Aeroporto Malpensa

Malpensa chiude il 2019 con ottimi risultati per il traffico passeggeri, dimostrando di poter agevolmente accogliere 28,8 milioni di passeggeri.

Al netto dell’attività trasferita da Linate, il volume di traffico si è attestato su Malpensa a 26,8 milioni di passeggeri, con una crescita netta del +9,1% rispetto allo scorso anno. Si tratta di un altro traguardo record che si inserisce in un percorso di 54 mesi consecutivi di crescita in cui il nostro aeroporto ha aumentato i volumi di traffico del +40%.

L’anno appena concluso ha portato ad un ampliamento dell’offerta voli di 40 nuovi servizi complessivi, 2 nuove compagnie aeree e 13 nuove destinazioni, fra cui 2 importanti voli intercontinentali su Los Angeles e San Francisco. Malpensa vanta ora una connettività diretta con 82 paesi del mondo serviti da voli di linea non stop. Il 2019 ha quindi segnato un ulteriore innalzamento della qualità sia del portafoglio clienti che della rete con una crescita solida e strutturata che riguarda tutti i principali mercati di riferimento: quello domestico (+19,6%), quello europeo (+5,8%) e quello intercontinentale (+11,2%).

Il 2020 si apre ora all’insegna di sfide difficili ma con prospettive al momento positive grazie alla programmazione di 10 nuovi servizi, 4 nuove compagnie aeree e 7 nuove rotte fra cui spiccano 3 nuovi voli intercontinentali: Eva Air su Taipei, All Nippon su Tokyo e Gulf Air su Bahrein.

News Alitalia

Aeromobile Alitalia
Aeromobile Alitalia

Si chiude con una crescita sia dei ricavi per il traffico passeggeri (+1,7%), sia dei passeggeri di lungo raggio (+4,7%) il 2019 di Alitalia. Un anno caratterizzato anche dalle ottime performance operative che hanno visto la Compagnia affermarsi come la seconda linea aerea più puntuale in Europa e la settima nel mondo.

L’incremento dei ricavi nel 2019 è stato trainato soprattutto dal settore intercontinentale che ha registrato nel 2019 una crescita di fatturato del 5,3% sul 2018 e del 14,7% rispetto al 2017.

Complessivamente, nel 2019 hanno volato con Alitalia 21.293.078 passeggeri. In particolare, sui voli di lungo raggio ne sono stati trasportati 2.849.025, con un incremento del 4,7% sul 2018 e del 12,1% rispetto al 2017.

Il mese di dicembre ha segnato il ventiseiesimo mese consecutivo di aumento del fatturato intercontinentale, con una crescita del 10% su dicembre 2018 (e del 18,3% sull’ultimo mese del 2017).

Con l’82,2% dei voli atterrati in orario, Alitalia è risultata la seconda compagnia aerea più puntuale in Europa e la settima nel mondo durante il 2019. Rispetto ai precedenti dodici mesi, Alitalia ha confermato la piazza d’onore europea ed è salita di una posizione nel ranking mondiale, da ottava a settima. Si tratta di un dato particolarmente lusinghiero per la Compagnia italiana in considerazione anche dei tre mesi di chiusura dell’aeroporto di Milano Linate, che hanno condizionato inevitabilmente le performance operative.

A certificarlo è stata la società Cirium, che ha acquisito FlightStats, e che segue la metodologia “A14” ovvero con una tolleranza in arrivo di 14 minuti rispetto all’orario di atterraggio previsto.

Nel corso del 2019 Alitalia ha iniziato a certificare alcuni addetti della manutenzione come piloti di droni. La compagnia ha infatti conseguito la certificazione di scuola di volo per pilotaggio remoto e nel corso del 2020 una flotta di droni verrà utilizzata da Alitalia in attività di controllo tecnico dei propri aeromobili. L’ispezione – con foto e video in alta risoluzione e sensori termici – permetterà alla Compagnia di ridurre sensibilmente i tempi potendo lavorare sull’area aeroportuale, senza ricorrere al ricovero in hangar. La scuola di volo per droni viene coordinata da quattro piloti di lungo raggio Alitalia già in possesso delle necessarie abilitazioni.

È proseguita l’attività dei corsi Cadet pilot per 53 cadetti della Scuola di volo. Durante l’anno gli allievi hanno iniziato la seconda fase dell’iter addestrativo con i primi “voli solisti” effettuati all’aeroporto di Roma Urbe.

Sono state trentatremila le tonnellate di carburante che Alitalia ha risparmiato nel 2019 grazie a misure di efficientamento nell’area Operations durante i 193.832 voli annuali. Una significativa quantità che corrisponde, oltre ad un considerevole risparmio di costi, anche ad un importante contributo a livello ambientale, poiché equivale ad un taglio di circa 105 mila tonnellate di emissioni di CO2 nell’atmosfera, il corrispettivo di quanto avrebbe emesso nell’aria un autocarro in grado di percorrere otto giri del mondo ogni giorno dell’anno.

Il Programma MilleMiglia ha raggiunto il traguardo dei 6 milioni di soci a livello mondiale. In Italia gli iscritti soci sono concentrati soprattutto nelle regioni di Lombardia, Lazio e Sicilia, mentre a livello mondo le nazioni con il maggior numero di frequent flyer sono Usa, Brasile e Giappone. La fascia di età prevalente è quella compresa tra i 46 e i 65 anni e la suddivisione di genere è 57% uomini e 43% donne.

 

Taglio ai fondi dell’Agenzia per il TPL

Siria Trezzi
Siria Trezzi

In merito alla lettera inviata ieri alla Regione Lombardia, e firmata da 82 sindaci dell’area metropolitana appartenenti a tutti gli schieramenti politici, dove si chiede di rivedere i tagli previsti, già a partire da quest’anno, alle risorse destinate all’Agenzia per il Trasporto pubblico locale, la Città metropolitana di Milano, attraverso la consigliera delegata alla mobilità, Siria Trezzi, dichiara: “La nostra vicinanza e il nostro sostegno ai Sindaci, di cui condividiamo a pieno le preoccupazioni per le ricadute in termini di servizi ai cittadini e anche in termini ambientali, poiché si devono aumentare le risorse per i mezzi pubblici e non tagliarle.”

“Inoltre – ricorda sempre la consigliera Trezzi – “già ad inizio gennaio, attraverso la stessa Agenzia per il TPL, era stato chiesto un incontro urgente all’assessore Terzi di Regione Lombardia proprio per discutere di questo tema: mai avuto risposta.”

Comunicato chiusura Milano Serravalle SpA

milano-serravalle
milano-serravalle

A50 TANGENZIALE OVEST
Per lavori di ammodernamento dei dispositivi sicurvia e impianto di illuminazione, verranno effettuate le seguenti chiusure:
– Dalle ore 22:00 di Lunedì 20 Gennaio alle ore 06:00 di Martedì 21 Gennaio 2020, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da Rozzano-Quinto de’ Stampi (Km 23+820) per carreggiata nord (direzione A8-Laghi). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico in direzione sud allo svincolo S.S.412 Val Tidone (Km 26+249) per il successivo ingresso in carreggiata nord. Contestualmente verrà chiusa al traffico l’Area di Servizio Rozzano Est (Km 24+485) presente sulla medesima carreggiata nord.
– Dalle ore 22:00 di Martedì 21 Gennaio alle ore 06:00 di Mercoledì 22 Gennaio 2020, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da S.S.35 MI-Ticinese (Km 21+386) per carreggiata nord (direzione A8-Laghi). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico in viabilità ordinaria per il successivo ingresso in Tangenziale allo svincolo Rozzano–Quinto de’ Stampi (Km 23+820). Contestualmente verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per S.S.35 Mi-Ticinese (Km 21+386) dalla medesima carreggiata nord (direzione A8-Laghi). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico allo svincolo dell’Interconnessione A50-A7 (Km 20+366) per la successiva uscita da carreggiata sud.
– Dalle ore 22:00 di Martedì 21 Gennaio alle ore 06:00 di Giovedì 23 Gennaio 2020, esclusivamente in pari orario notturno per due (2) notti consecutive verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per S.S.412 direzione Opera (Km 26+249) da carreggiata nord (direzione A8-Laghi). Contestualmente verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da S.S.412 provenienza Opera (Km 26+249) per la medesima carreggiata nord. Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico sul medesimo complesso di svincolo.
– Dalle ore 22:00 di Martedì 21 Gennaio alle ore 06:00 di Giovedì 23 Gennaio 2020, esclusivamente in pari orario notturno per due (2) notti consecutive, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per S.S.412 direzione MI-Vigentina (Km 26+249) da carreggiata sud (direzione A1-Bologna). Contestualmente verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da S.S.412 provenienza MI-Vigentina (Km 26+249) per la medesima carreggiata sud. Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico sul medesimo complesso di svincolo.
– Dalle ore 22:00 di Mercoledì 22 Gennaio alle ore 06:00 di Giovedì 23 Gennaio 2020, verranno chiusi al traffico i rami di svincolo dell’Interconnessione A7-A50 (Km 20+366) in entrata da Genova e Milano per carreggiata sud (direzione A1-Bologna). I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono l’indirizzamento del traffico in direzione nord allo svincolo S.S.494 Nuova Vigevanese (Km 13+901) per la successiva uscita da carreggiata sud.
– Dalle ore 22:00 di Giovedì 23 Gennaio alle ore 06:00 di Venerdì 24 Gennaio 2020, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da S.S.35 MI-Ticinese (Km 21+386) per carreggiata sud (direzione A1-Bologna). Contestualmente verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per S.S.35 MI-Ticinese dalla medesima carreggiata sud. I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono l’indirizzamento del traffico allo svincolo Rozzano–Quinto de’ Stampi (Km 23+820).
– Dalle ore 22:00 di Venerdì 24 Gennaio alle ore 06:00 di Sabato 25 Gennaio 2020, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per S.S.35 MI-Ticinese (Km 21+386) da carreggiata nord (direzione A8-Laghi). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico allo svincolo dell’Interconnessione A50-A7 (Km 20+366).
– Dalle ore 22:00 di Sabato 25 Gennaio alle ore 06:00 di Domenica 26 Gennaio 2020, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da S.S.35 MI-Ticinese (Km 21+386) per carreggiata sud (direzione A1-Bologna). Contestualmente verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per S.S.35 MI-Ticinese dalla medesima carreggiata sud. I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono l’indirizzamento del traffico allo svincolo Rozzano–Quinto de’ Stampi (Km 23+820).
– Dalle ore 22:00 di Sabato 25 Gennaio alle ore 06:00 di Domenica 26 Gennaio 2020, verranno chiusi al traffico i rami di svincolo in uscita per S.S.412 direzioni Opera e MI-Vigentina (Km 26+249) da carreggiata sud (direzione A1-Bologna). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico allo svincolo successivo San Giuliano Milanese in Autostrada A1, per la successiva uscita da carreggiata nord. Contestualmente verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da S.S.412 provenienza MI-Vigentina (Km 26+249) per la medesima carreggiata sud. Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico sul medesimo complesso di svincolo (entrata Opera).
– Dalle ore 06:00 di Domenica 26 Gennaio fino alle ore 06:00 di Mercoledì 26 Febbraio 2020, rimarranno chiusi al traffico in modo permanente i rami di svincolo in entrata/uscita per S.S.412 MI-Vigentina (Km 26+249) per/da carreggiata sud (direzione A1-Bologna). I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono l’indirizzamento del traffico sul medesimo complesso di svincolo.

A51 TANGENZIALE EST
Per attività di indagini strutturali dei manufatti, verranno effettuate le seguenti chiusure:
– Dalle ore 22:00 di Lunedì 20 Gennaio alle ore 06:00 di Martedì 21 Gennaio 2020, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in entrata da C.A.M.M. (km 3+084) per carreggiata nord (direzione A4-Usmate). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico in viabilità ordinaria per il successivo ingresso in Tangenziale allo svincolo Mecenate/MI;
– Dalle ore 22:00 di Lunedì 20 Gennaio alle 06:00 di Martedì 21 Gennaio 2020, verranno chiusi al traffico i rami di svincolo in entrata da S.S.415 Paullo e San Donato MM3 (Km 1+367) per carreggiata nord (direzione A4–Usmate). I percorsi alternativi, indicati in loco, prevedono l’indirizzamento del traffico sul medesimo complesso di svincolo (entrata MI-Santa Giulia).
– Dalle ore 22:00 di Martedì 21 Gennaio alle ore 06:00 di Mercoledì 22 Gennaio 2020,verranno chiusi al traffico l’Area di Servizio Cascina Gobba Est e Parcheggio MM2 (km 9+720) in carreggiata nord (direzione A4-Usmate).
– Dalle ore 22:00 Mercoledì 22 Gennaio alle 06:00 di Giovedì 23 Gennaio 2020, verranno chiusi al traffico i rami di svincolo in entrata da Raccordo R5 (km 0+300) e S.S.9 MI-Rogoredo (Km 0+390) per carreggiata nord (direzione A4-Usmate). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico sul medesimo complesso di svincolo (entrata San Donato).
– Dalle ore 22:00 di Mercoledì 22 Gennaio alle 06:00 di Venerdì 24 Gennaio 2020, esclusivamente in pari orario notturno per due (2) notti consecutive, verranno chiusi al traffico i rami di svincolo in entrata da MI-Palmanova e Vimodrone (Km 10+650) per carreggiata nord (direzione A4-Usmate). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico in direzione sud allo svincolo C.na Gobba-MM2 (Km 9+720) per il successivo ingresso in carreggiata nord.

A52 TANGENZIALE NORD
Per lavori di manutenzione delle barriere fonoassorbenti, verrà effettuata la seguente chiusura diurna:
– Dalle ore 10:00 alle ore 16:00 di Lunedì 20 Gennaio 2020, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per Sesto San Giovanni Sud – Via Pisa (Km 1+072) da carreggiata sud (direzione A1-Bologna). Il percorso alternativo, indicato in loco, prevede la deviazione del traffico allo svincolo MI-Palmanova (Km 10+650).

Per attività di indagini strutturali dei manufatti, verranno effettuate le seguenti chiusure:
– Dalle ore 22:00 di Mercoledì 22 Gennaio alle ore 06:00 di Venerdì 24 Gennaio 2020, esclusivamente in pari orario notturno per due (2) notti consecutive, verrà chiuso al traffico il ramo di svincolo in uscita per Cinisello Balsamo Nord (km 7+922) da carreggiata sud (direzione A1-Bologna). Il percorso alternativi, indicato in loco, prevede l’indirizzamento del traffico allo svincolo S.S.36 Monza Villa Reale (Km 6+374) per la successiva uscita da carreggiata nord.

Smog: anticipate a domani le misure di secondo livello del protocollo aria

smog
smog

Granelli: “Allarmante la sequenza di superamenti dei limiti di PM10″

Milano, 14 gennaio 2020 – “Siamo in emergenza smog e la sequenza di superamenti dei livelli limite di Pm10 nell’aria è allarmante – dichiara Marco Granelli assessore alla Mobilità -. Per questo abbiamo deciso di anticipare a domani le misure di secondo livello del protocollo aria della Regione Lombardia, che si aggiungono alle misure già in vigore e soprattutto ad Area B. In questa fase è necessario fare ancora di più”.

A Milano sono infatti già attive le misure di primo livello: da otto giorni consecutivi si registrano valori medi di Pm10 sopra i limiti. Un trend che già seguiva una sequenza negativa, con uno superamento delle soglie in sette degli otto giorni precedenti. Considerate le previsioni di Arpa, per oggi ancora favorevoli all’accumulo degli inquinanti, il Comune ha deciso di anticipare di due giorni le misure del secondo livello previste dal “Protocollo regionale sulla qualità dell’aria” per contrastare la diffusione delle polveri sottili, che normalmente scattano solo al decimo giorno consecutivo di superamenti del limite giornaliero di Pm10 di 50 microgrammi per metro cubo e che si attivano solo il martedì o il venerdì successivi all’ultimo rilevamento di Arpa.

Con l’ordinanza del Comune da domani, mercoledì 15 gennaio, è previsto, rispetto a quanto attualmente in vigore a Milano (il primo livello del Protocollo regionale e soprattutto Area B) lo stop dei veicoli trasporto persone fino a Euro 4 e trasporto merci (veicoli commerciali) fino a Euro 3 dalle 8.30 alle 18.30 anche sabato, domenica e festivi e trasporto merci (veicoli commerciali) Euro 4 dalle 8.30 alle 12.30 dal lunedì alla domenica, festivi inclusi.

Inoltre l’ordinanza prevede il divieto di utilizzo di generatori di calore domestici alimentati a biomassa legnosa (in presenza di impianto di riscaldamento alternativo) con prestazioni energetiche e ambientali che non sono in grado di rispettare i valori previsti almeno per la classe 4 stelle.

“È evidente a tutti che le misure straordinarie non sono risolutive del problema di accumulo delle polveri nei periodi più critici dell’anno – continua l’assessore -. Servono misure strutturali. Dallo scorso anno abbiamo attivato Area B, la grande Ztl che progressivamente tiene fuori dalla città i veicoli più inquinanti ma è importante nelle fasi critiche dare un segnale più forte. Chiediamo alla Regione di affrontare l’emergenza smog in modo strutturale, con misure efficaci con aiuti a cittadini e imprese per il cambiamento del parco circolante e maggiori risorse per il trasporto pubblico, purtroppo invece nel 2020 queste risorse sono state diminuite. Siamo in un’area geograficamente complicata e bisogna fare di più: Governo, Regione e Unione Europea ci aiutino”.

Ricordiamo che Area B riguarda circa il 72% dell’intero territorio comunale e il 97% della popolazione residente, un’area di grandi dimensioni a basse emissioni inquinanti per il divieto graduale e progressivo di ingresso ai veicoli più vecchi e responsabili delle emissioni più inquinanti, in particolare il Pm10 e il No2 (biossido di azoto), per migliorare la qualità dell’aria in città. Entro il 2030 Milano sarà free diesel car. Area B è attiva dal lunedì al venerdì, dalle ore 7:30 alle ore 19:30, esclusi i festivi.

Dallo scorso 7 gennaio sono entrate in funzione, in fase di pre-esercizio, 20 nuove telecamere lungo i confini di Area B ed entro l’anno entreranno in funzione di tutti gli apparecchi di rilevazione degli accessi nei 187 varchi che compongono il perimetro della ztl avviata lo scorso 25 febbraio per vietare l’ingresso ai veicoli più inquinanti fino al diesel Euro 4.

Le telecamere presenti sono collocate in via Anassagora, Pirelli, viale Sarca, via Giuditta Pasta, Gallarate, Tofano, Basilea, Zurigo, Gonin, Baroni, Cassinis, Rogoredo, Carlo Feltrinelli, Mecenate, Fantoli, Corelli, Camillo e Otto Cima, Rubattino, Caduti di Marcinelle, Monneret de Villard, Carnia, Palmanova e Palmanova altezza ponte della ferrovia, Cambini, Clitumno.Il gruppo di dieci telecamere attivate ieri, 13 gennaio. è posizionato in via Assietta, Gabbro, Bovisasca, Oriani, Certosa 1 e Certosa2, Bressanone, Gallarate, Capodistria, Montefeltro. Il prossimo gruppo sarà attivato il 20 gennaio ai varchi di via Columella, Sesto San Giovanni, Fulvio Testi, Comboni, Senigallia 1 e 2, Vincenzo da Seregno 1 e 2, Litta Modignani, Appennini. Il pre-esercizio ha una durata di 30 giorni quindi progressivamente dal 6 febbraio le telecamere di area B in funzione completa saranno 25, dal 12 febbraio 2020 saranno 35 e dal 20 gennaio 45.