“Elvira” al Teatro Grassi

Elvira Servillo OR fotoFabio Esposito
Elvira Servillo OR fotoFabio Esposito

Dopo il tutto esaurito nell’autunno 2016 e una tournée italiana e internazionale salutata da un successo straordinario– la prima tappa è stata a Parigi, al Théâtre de l’Athénée, intitolato a Louis Jouvet– torna a Milano, al Teatro Grassi, dal 29 novembre al 22 dicembre, Elvira, lo spettacolo che Toni Servillo ha tratto dalle sette lezioni che il grande attore francese  tenne al Consevatoire National d’Art dramatique di Parigi, nei mesi dell’occupazione nazista.

Prima di tornare in via Rovello, lo spettacolo sarà al Maly di San Pietroburgo, venerdì 16 e sabato 17 novembre, in occasione della VII edizione del Forum Internazionale della Cultura, che vede quest’anno l’Italia come ‘Ospite d’Onore’, e della XVII edizione del Premio Europa per il Teatro. Poi a Lione, ThéâtredesCélestins (20-24 novembre), e a Cluj-Napoca, in Romania, al Teatro Nazionale ‘LucianBlaga’ (27 novembre).

Piccolo Teatro Grassi(Via Rovello 2 – M1 Cordusio),
dal 29 novembre al 22 dicembre 2018
Elvira
(ElvireJouvet 40) di Brigitte Jaques © Gallimard
traduzione Giuseppe Montesano
regia Toni Servillo

“La madre dei ragazzi”

LaMadreDeiragazzi
LaMadreDeiragazzi

La madre dei ragazzi – primo appuntamento di stagione per la IV rassegna teatrale Palco off dedicata ad “attori, autori, storie di Sicilia” -sarà in scena al Teatro Libero di Milano dal 16 al 18 novembre.

Prima dello spettacolo, come di consueto, verrà offerta al pubblico una degustazione di vini a cura di Mandrarossa e prodotti tipici siciliani a cura di Assapurari. Concluderà le serate un incontro con l’attrice.

Dopo aver recitato da protagonista femminile nel film I cento passi di Marco Tullio Giordana, Lucia Sardo torna ora a rivestire i panni di Felicia Impastato, la donna che con la sua coraggiosa battaglia culturale e civile ha dato alla Sicilia e all’Italia una nuova speranza di riscatto e cambiamento.

Come racconta il film, a questa madre nel 1978 fu trucidato il figlio Peppino, che la mafia fece esplodere con una carica di tritolo. Felicia era moglie di un membro di una cosca, ma si rifiutò di rassegnarsi al lutto e applicare, come tanti altri, il codice di omertà mafioso.

Nemmeno la faida era il suo obiettivo: Felicia decise di chiedere che fosse lo Stato a punire l’assassino di suo figlio e affrontò questo percorso apertamente, prima costituendosi parte civile contro ignoti e in seguito denunciando Tano Badalamenti come assassino di Peppino.

Grazie alla sua ostinazione e al suo coraggio, Felicia è riuscita, ventiquattro anni dopo la morte di suo figlio, a ottenere la condanna all’ergastolo di Badalamenti. Sono stati lunghi anni di lutto, senza cedimenti. Anni in cui questa donna non ha perso occasione per dare un senso alla morte del figlio, per farne un simbolo di testimonianza e di memoria civica.

Lo spettacolo cerca di restituire allo spettatore il ritratto onesto e rappresentativo di questa persona eccezionale.

“People in the Mirror”

mirror
mirror

Un’intera giornata da vivere sul palcoscenico, prima con uno spettacolo teatrale e poi con un evento di formazione, dedicato al concetto di leadership, che prenderà spunto dalla rappresentazione scenica: è quello che accadrà domenica 25 novembre allo Spazio Teatro 89 di Milano con Master Move Theatre e la Compagnia degli Zelattori, impegnata nella pièce “People in the Mirror” (ore 10.30; ingresso 25 euro).

Sei persone si trovano intrappolate sulla cabina di una funivia che, a causa del maltempo, si blocca pericolosamente accanto a un pilone di sostegno. Per venti ore immersi fra le nuvole, i sei resteranno a oscillare sospesi nel vuoto.

La situazione-limite farà emergere il peggio e il meglio di ognuno di loro. Inevitabilmente sotto stress, i sei compiranno un viaggio ai confini delle proprie capacità di adattamento: saranno messi alla prova la loro fiducia, la speranza, la capacità di condivisione e, perfino, l’amore. I sei protagonisti scopriranno che, come in un gioco di specchi, le loro vicende si riflettono le une nelle altre.

Nonostante la situazione appaia di totale impotenza, le persone intrappolate sulla funivia scopriranno doni inaspettati nel potere della resa e della vulnerabilità.
Lo spettacolo, in cui in un’altalena di emozioni si alternano momenti comici e situazioni drammatiche, è scritto e diretto da Monica Antonioli:

«È accaduto a tutti che per spingerci a uscire dalle nostre prigioni mentali la vita abbia usato situazioni casuali talmente assurde e senza scampo da metterci completamente a nudo davanti a noi stessi – afferma la regista – Se ciò non ci ha gettati nella disperazione, è possibile che ci abbia risvegliati. Non è forse vero che abbiamo riso e pianto insieme, come a volte fanno i matti, per la nostra incapacità di vedere che la salvezza è sempre stata lì, davanti al nostro naso? Lì, riflessa nello specchio?».

“People in the Mirror” è impreziosito dalla musica del chitarrista Michele Del Bianco Spasič, dalla voce della mezzosoprano Arianna Caputo e dalle proiezioni video di Luca Pesenti.

Dopo lo spettacolo, dalle ore 14 alle 18, spazio all’evento di formazione intitolato “Mirror, la leadership allo specchio” (costo: 27-40 euro), in cui le arti visivi, la musica dal vivo e il linguaggio teatrale avranno un ruolo fondamentale, coinvolgendo attivamente i partecipanti al corso. Spiega la regista Monica Antonioli: «Leadership significa, letteralmente, conduttore della barca. È la competenza umana di condurre se stessi e gli altri verso obiettivi condivisi di benessere, salvezza, successo. Essendo una competenza, si può educare, formare e testimoniare.

Sviluppare leadership serve a chi sceglie di essere felice e sceglie di dare il proprio meglio al mondo, a prescindere dalle condizioni di partenza, status e età. I sei personaggi dello spettacolo rappresentano altrettante qualità di ombra e leadership. Saranno loro ad accompagnare i partecipanti direttamente nel vivo della formazione».

Nel corso del prossimo anno lo spettacolo “People in the Mirror” sarà replicato, sempre allo Spazio Teatro 89, domenica 17 febbraio (ore 16.30) e giovedì 11 aprile (ore 20.30).

 

Teatro Regio – Programmazione

regio-antico-moderno
regio-antico-moderno

STAGIONE D’OPERA • MICHELE GAMBA DIRIGE “L’ELISIR D’AMORE”, IL CAPOLAVORO DI DONIZETTI CON LA REGIA ANNI ’50 DI FABIO SPARVOLI
Dal 13 al 24 novembre va in scena L’ELISIR D’AMORE di Gaetano Donizetti. Sul podio, il maestro Michele Gamba debutta nel nostro teatro dirigendo l’Orchestra e il Coro del Regio. La delicata vicenda amorosa di Adina e Nemorino, colorata di malizia, tenerezza e ironia, è ambientata in un mondo contadino, fresco e autentico che, nell’allestimento del Regio con la regia di Fabio Sparvoli, rimanda agli anni del dopoguerra italiano, pieno di ottimismo e fiducia. In questa edizione Adina ha la voce di Lavinia Bini, giovane soprano che ha già conquistato pubblico e critica per le sue interpretazioni dei capolavori del belcanto. Nemorino è affidato a Giorgio Berrugi, Belcore è Julian Kim, mentre il simpatico imbonitore Dulcamara è Roberto de Candia. Completano il cast Ashley Milanese (Giannetta) e Mario Brancaccio (L’assistente di Dulcamara). Nel corso delle otto recite, si alternano Lucrezia Drei come Adina, Santiago Ballerini (Nemorino), Simón Orfila (Dulcamara) ed Enrico Marrucci (Belcore). Le scene sono di Saverio Santoliquido, i costumi di Alessandra Torella e le luci di Andrea Anfossi. Maestro del coro è Andrea Secchi.
Mercoledì 21 novembre alle ore 20 l’’opera di Donizetti sarà trasmessa su Rai Radio 3 in diretta radiofonica, a cura di Susanna Franchi.

SCOPERTE COSMICHE • AL PICCOLO REGIO INCONTRO CON L’ASTROFISICA JOCELYN BELL BURNELL, SCOPRITRICE DELL PRIMA PULSAR
Venerdì 9 novembre alle ore 21, il Piccolo Regio Puccini ospita la conferenza Cosmic Breakthrough. 50 anni fa la prima pulsar. Il pubblico potrà incontrare e ascoltare l’astrofisica irlandese Jocelyn Bell Burnell, scopritrice della prima pulsar (stelle di neutroni che emettono segnali radio) e recentemente insignita del prestigioso “Special Breakthrough Prize”. L’ingresso è gratuito con registrazione obbligatoria sul sito https://www.eventbrite.it. Organizza Infini.to – Planetario di Torino, Museo dell’Astronomia e dello Spazio. Info: www.planetarioditorino.it.

IL REGIO IN LOMBARDIA • LE VOCI BIANCHE DEL REGIO E DEL CONSERVATORIO CON IL LUIGI MARTINALE TRIO IN CONCERTO A BUSTO ARSIZIO
Inserito nella rassegna “Eventi in Jazz 2018”, sabato 10 novembre alle ore 21, presso il Teatro Sociale “Delia Cajelli” di Busto Arsizio (Varese), si terrà il concerto che vede protagonista il Coro di voci bianche del Teatro Regio e del Conservatorio “G. Verdi” diretto da Claudio Fenoglio insieme al Luigi Martinale Trio (Luigi Martinale al pianoforte, Yuri Goloubev al contrabbasso e Paolo Franciscone alla batteria). Il programma prevede l’esecuzione di musiche di Luigi Martinale, Claudio Fenoglio e Leonard Bernstein. Testi originali di Mauro Ginestrone. Nel corso della serata, sarà presentato ufficialmente il cd Sundials Time (Abeat for jazz, 2018), vincitore del Bando Nuove Opere 2017. L’ingresso al concerto è libero. Info – Tel. 0331.390310 e www.comune.bustoarsizio.va.it.

AL REGIO DIETRO LE QUINTE • VISITE GUIDATE ATTRAVERSO ITINERARI SEGRETI E CURIOSI DI UN GRANDE TEATRO D’OPERA
Le visite guidate al Teatro Regio, nel periodo in oggetto, sono previste alle ore 15.30 di venerdì 9, martedì 13, mercoledì 14 e giovedì 15 novembre: l’ingresso costa € 6 per gli adulti; durata: 90 minuti. Sabato 3 novembre sono in programma 2 visite, alle ore 11 e alle ore 11.45; le visite del sabato durano 45 minuti e il prezzo di ingresso è di € 5. Le visite sono a ingresso gratuito per gli under 16 e per i possessori dell’Abbonamento Musei Torino e Piemonte. Sono anche previste – solo su prenotazione – visite in lingua francese, spagnola e tedesca. Info e prenotazioni: tel. 011.8815.209.

STAGIONE D’OPERA 2018-2019 • IN VENDITA GLI ABBONAMENTI GIOVANI: SCONTI DEL 40% PER GLI UNDER 30

è in corso la vendita degli abbonamenti GIOVANI UNDER 30 a 3 spettacoli (40% di sconto) e di quelli A SCELTA a 5 spettacoli

è in corso la vendita dei biglietti per tutte le recite de L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti (13-24 novembre), La traviata di Giuseppe Verdi (14-23 dicembre), Roberto Bolle and Friends (29-31 dicembre), Madama Butterfly di Giacomo Puccini (10-20 gennaio) e Pinocchio di Pierangelo Valtinoni (22-23 marzo)

da sabato 17 novembre: vendita dei biglietti per tutte le recite di Rigoletto di Giuseppe Verdi, Agnese di Ferdinando Paër, La sonnambula di Vincenzo Bellini, Romeo e Giulietta di Sergej Prokof’ev, L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini, La giara di Alfredo Casella | Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni, Porgy and Bess di George Gershwin

I CONCERTI 2018-2019 • IN VENDITA I BIGLIETTI PER I CONCERTI CON L’ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO E CON LA FILARMONICA TRT
Appuntamenti di grande prestigio con celebri interpreti per una stagione sinfonico-corale di respiro internazionale

è in corso la vendita dei biglietti per tutti i concerti. I biglietti per il concerto diretto da Ezio Bosso del 17 novembre sono esauriti.

AL REGIO IN FAMIGLIA 2018-2019 • SONO IN VENDITA I BIGLIETTI PER I SEI SPETTACOLI DEDICATI AI BAMBINI E RAGAZZI E AI LORO GENITORI
Un cartellone di spettacoli, opere, concerti e teatro d’animazione a condizioni di biglietteria eccezional-mente favorevoli

è in corso la vendita dei biglietti per tutti i 6 spettacoli per famiglie: L’elisir d’amore raccontato ai ragazzi (23 novembre), Valzer a tempo di guerra (28 novembre), Concerto Straordinario (5 dicembre), Pinocchio (22 e 23 marzo), Dolceamaro e la pozione magica (11 maggio) e Opera Biberon (18 maggio)

Mtm Teatro Litta: “Fake”– Prima Nazionale

fake-news
fake-news

FAKE news internazionali, si è affidata a MTM e alla cura di Valeria Cavalli e Filippo Renda per riprodurre un bizzarro caso mediatico realmente avvenuto in Germania tra il 2017 e il 2018.
Quello a cui assisterete è un esperimento socio-scientifico proposto dalla società tedesca al fine di analizzare il proprio operato riproducendo, grazie a due attori, un’intervista svolta a porte chiuse.

I fatti narrati sono accaduti in Germania tra luglio 2017 e giugno 2018, quando una donna su un famoso social media, ha dichiarato di aver vinto una cifra vicina ai 40 milioni di euro e di aver deliberatamente scelto di non ritirare il premio scatenando l’ira e lo sdegno di migliaia di utenti che hanno reso la notizia virale.

dal 15 al 25 novembre 2018 / Teatro Litta

ProduzioneMTM
Manifatture Teatrali Milanesi