Mostra: “Orientarsi con le stelle”

Dacia Manto Humus siderale 2020
Dacia Manto Humus siderale 2020

Nove autori, sei italiani e tre stranieri, per trenta opere fra fotografie, video e installazioni che svelano differenti modi di riflettere sulle figurazioni magiche e poetiche attraverso cui l’uomo, lui stesso prodotto dell’universo, si rivolge e interpreta le stelle.

Il Comune di Milano accoglie e sostiene con entusiasmo dal 18 settembre al 31 ottobre 2020 alla Casa Museo Boschi Di Stefano di via Giorgio Jan 15 il progetto espositivo “Orientarsi con le stelle”, nato da un’idea di Red Lab Gallery e Alessia Locatelli e curato daGigliola Foschi e Lucia Pezzulla.

La mostra, che vuole essere un segnale forte da parte del Comune di Milano della volontà di far ripartire la cultura in città dopo l’emergenza Covid-19, presenta i lavori dinove fotografi:Alessandra Baldoni, Marianne Bjørnmyr,Joan Fontcuberta, Dacia Manto, Paola Mattioli, Occhiomagico(Giancarlo Maiocchi), Edoardo Romagnoli,Pio Tarantini eYorgos Yatromanolakis

L’esposizione è anche l’occasione per presentare il primo catalogo d’autore di Red Lab Editore, arricchito da una copertina illustrata con un’opera inedita di Dacia Manto eda alcunitesti diAntonio Prete, narratore e poeta, autore della recente raccolta di poesie “Tutto è sempre ora” (Einaudi, Torino 2019).

LA MOSTRA
“Orientarsi con le stelle” è il naturale proseguimento dell’omonima rubrica online di fotografia, arte e cultura ideata da Red Lab Gallery e condotta da Alessia Locatelli,direttore artistico dell’Archivio Cattaneo e della Biennale di Fotografia Femminile di Mantova, chedurante tutto il periodo di lockdownha dialogatocon fotografi e figure significative del mondo della cultura per scoprire il loro rapporto con lo spazio stellare e la natura.

La mostra “Orientarsi con le stelle” – organizzata al terzo piano di Casa Museo Boschi di Stefano, in uno spazio che il Municipio 3 gestisce in accordo con la direzione del museo – integra una delle più belle collezioni d’arte moderna di Milano con le opere di nove fotografi  contemporanei.

Premi Rock Targato Italia 2020

mauro pagani
mauro pagani

Siamo alle finali Nazionali di Rock Targato Italia 2020, dal 28 settembre al 10 ottobre a Milano. Questa edizione sarà una edizione speciale: nasce dall’esigenza di trasformare un periodo di crisi in un momento di riflessione e ricerca per provare a riprogettare il futuro della musica e delle arti in maniera innovativa, fluida con sensibilità diverse rispetto al mercato. Non solo festival dunque ma un laboratorio con incontri, e musica. Tutto organizzato nell’arco di un paio di settimane, per approfondire territori, nuovi spazi ed orizzonti possibili.

È con immenso piacere che comunichiamo le prime tre categorie e i rispettivi artisti selezionati dal team di ROCK TARGATO ITALIA unitamente a una delle grandi novità di quest’anno: sarai tu a stabilire il vincitore di ogni categoria! Vai sul sito della rassegna (https://www.rocktargatoitalia.eu/concorso.html) e vota gli artisti che preferisci! Aiutali a trasmettere al mondo tutto quello che hanno da dire!

Unitamente ai premi per cui voterete, verrà conferito il Premio Speciale Rock Targato Italia a Mauro Pagani, musicista, produttore, compositore e sperimentatore. Un artista unico e originale, punto di riferimento del panorama artistico-musicale italiano e internazionale

I premi saranno consegnati nell’occasione delle Finali Nazionali di Rock Targato Italia a Milano dal 28 settembre al 10 ottobre al LegendCLub e Rock’n’roll. Leggi qui sotto le nomination ai premi e ricorda: hai tempo fino al 15 settembre per votare!

MIGLIOR ARTISTA EMERGENTE
Lorenzo Del Pero
Olden
Pieralberto Valli
Ubba + Bond
Unoauno

MIGLIOR ALBUM
Giovanni Succi
Max Zanotti
Murubutu + Claver Gold
Non voglio che Clara
Paolo Benvegnù

MIGLIOR LIVE
Deproducers
Ettore Giuradei
La rappresentante di lista
Omar Pedrini
Ritmo Tribale

La vedova Socrate con Lella Costa

lellacosta-ph-lorenzopiano
lellacosta-ph-lorenzopiano

Venerdì 31 luglio 2020, Franca Valeri compirà cento anni. In questa estate così particolare, il Piccolo Teatro vuole renderle omaggio e lo fa grazie alla preziosa presenza di Lella Costa che, per l’occasione, interpreterà uno dei suoi più celebri testi, La vedova Socrate. Lo spettacolo sarà in scena, al Chiostro Nina Vinchi, fino a domenica 2 agosto (prima rappresentazione del 31 luglio, in diretta sul grande schermo di mare culturale urbano). In caso di maltempo, le recite si sposteranno nella sala del Teatro Grassi.

Un passaggio di testimone tra due signore della scena e della comicità: Lella Costa raccoglie l’invito di Franca Valeri a interpretare uno dei suoi più celebri testi, La vedova Socrate. Liberamente ispirato a La morte di Socrate di Dürrenmatt, il monologo è ambientato nella bottega di antiquariato di Santippe, la moglie del filosofo, descritta dagli storici come una delle donne più insopportabili dell’antichità.

«Mi incuriosiva l’idea di sfatare questa leggenda che Santippe fosse solo una specie di bisbetica – racconta l’autrice –. Io ne faccio una moglie come tante, con una vita quotidiana piena di alti e bassi, una donna forte e intelligente che del marito vede anche i tanti difetti».

Santippe può finalmente esprimersi su ciò che è stato il suo matrimonio e su quello che le hanno fatto passare gli amici di Socrate, da Aristofane ad Alcibiade: dei buoni a nulla, tra i quali primeggia Platone. L’allievo prediletto che si è appropriato di tutte le idee di Socrate trascrivendole, seppur fedelmente, nei suoi Dialoghi. Santippe non riesce a darsi pace e così lo riduce a uno sfruttatore di parole altrui e si mette in testa di chiedergli pure i diritti d’autore…

Ne nasce un racconto ironico e acuminato, tanto che Santippe deciderà di scrivere lei stessa un dialogo: ne saranno protagoniste le donne. Non occorre indagare la vera natura del proprio uomo: bisogna accettarlo così com’è, da vivo e da morto; d’altronde, «la morte di un marito è un così grande dolore che nessuna donna ci rinuncerebbe».

“ELECTROCLASSIC SUMMER NIGHT”

Floraleda_PhotoGalapono
Floraleda_PhotoGalapono

Il 6 agosto al Castello Sforzesco di Milano si terrà “ELECTROCLASSIC SUMMER NIGHT” (Cortile delle Armi – inizio concerto ore 20.45), anteprima di “Electroclassic Festival”, rassegna musicale in cui l’elettronica incontra le sonorità degli strumenti tradizionali, in programma a Milano dal 22 al 28 novembre 2020.

Protagonista della serata l’arpista pluripremiata e vincitrice di un Latin Grammy FLORALEDA, che per l’occasione si esibirà con la sua arpa espansa in chiave elettronica proponendo un repertorio di sue composizioni e brani di Olafur Arnalds, Ludovico Einaudi e Jim Perkins.

L’evento, organizzato con la collaborazione di Ottavanota, fa parte della rassegna Estate Sforzesca 2020, palinsesto di iniziative che accompagna la ripresa dello spettacolo dal vivo e delle attività culturali, promosso e coordinato dal Comune di Milano|Cultura e da “Aria di Cultura”.

I biglietti del concerto sono disponibili in prevendita al link www.mailticket.it/manifestazione/2L30/ELECTROCLASSIC_NIGHT o acquistabili presso la biglietteria del Castello Sforzesco il giorno del concerto.

AriAnteo il cinema all’aperto di Milano

arianteo
arianteo

La programmazione estiva di Anteo ha preso il via lunedì 15 giugno in tre meravigliose location milanesi, dando vita alle arene estive di AriAnteo Chiostro dell’Incoronata, AriAnteo Palazzo Reale e AriAnteo Triennale, grazie alla collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano e a Triennale Milano.

Dopo una prima parte di programmazione ricca di film della recente stagione cinematografica e alcune imperdibili prime visioni, il palinsesto di AriAnteo continua con tantissimi titoli inediti e appuntamenti “extra-cinema”.

I titoli in anteprima caratterizzanti il palinsesto di AriAnteo sono UN DIVANO A TUNISI di Manele Labidi Labbé, IL MEGLIO DEVE ANCORA VENIRE di Alexandre de La Patellière e Matthieu Delaporte, UN’INTIMA CONVINZIONE di Antoine Raimbault, HIGH LIFE di Claire Denis, DEUX di Filippo Meneghetti (versione in lingua originale con sottotitoli in italiano), CRESCENDO – #MAKEMUSICNOTWAR di Dror Zahavi, GALVESTON di Mélanie Laurent, COSA RESTA DELLA RIVOLUZIONE di Judith Davis, LITTLE JOE di Jessica Hausner, ENDLESS di Scott Speer, CORPUS CHRISTI di Jan Komasa.

Inoltre torna sul grande schermo VOLEVO NASCONDERMI, il film di Giorgio Diritti con Elio Germano nei panni del pittore Ligabue.

Prosegue LA MILANESIANA con i due ultimi appuntamenti a Palazzo Reale: il 25 luglio con I colori di Fabrizio de Andrè e il 27 luglio con I Colori della nostra vita.
Altri due appuntamenti con l’ETHNO MUSIC FESTIVAL nel mese di luglio: il 23 luglio con Dudù Kuatè e il 30 luglio con Maria Mazotta.

Proseguono inoltre gli spettacoli con gli artisti di Zelig: Daniele Raco, Marco Della Noce, Max Angioni, Davide Calgaro, Ippolita Baldini. E ancora, Giovanni D’Angella, Vincenzo Albano, Andrea Di Marco. Sempre il martedì a Palazzo Reale, il mercoledì al Chiostro dell’Incoronata e il giovedì a Triennale Milano prima del film in programmazione.