Il mito del jazz Dee Dee Bridgewater apre l’8 luglio il Festival Acquedotte

DEE DEE BRIDGEWATER concerti
E’ pronto il cartellone della seconda edizione di AcqueDotte, il festival che si sviluppa sull’asse Cremona-Salò, città gemellate nel nome del violino e della liuteria.

Inaugurazione l’8 luglio con Dee Dee Bridgewater, uno dei grandi miti della musica, che con il suo quintetto e il trombettista Theo Croker come special guest presenterà i brani del suo ultimo disco dedicato alla cultura musicale di New Orleans, concepito nel decennale dell’uragano Katrina, perché l’acqua può essere madre ma anche matrigna. Poi altri dieci prestigiosi spettacoli, con l’acqua quale filo conduttore.

Partendo dal tema dell’acqua, il festival sviluppa altre tematiche, come l’incontro e il confronto tra i popoli e le culture, attraverso la musica. Musica anche quest’anno declinata in tutti i suoi generi, dal jazz al folk, dalla canzone ai linguaggi della tradizione.

E poi gli “omaggi a…”, come quello alla grande Mina, che con i suoi numerosi successi ispirati all’acqua (da Le mille bolle blu a Fiume azzurro ad Acqua e sale in duetto con Celentano) risuonerà prima e dopo gli spettacoli, a mo’ di jingle. Pioggia di marzo, altra canzone portata al successo dalla Tigre di Cremona (si tratta della versione italiana di Águas de março di Jobim), è non a caso il titolo di uno dei più stimolanti concerti della sezione salodiana del festival e vedrà esibirsi in duo Greta Panettieri, una delle più interessanti e versatili voci italiane, e Fabrizio Bosso, personalità di spicco del panorama jazzistico.