Nuovo album di Coez

E' sempre bello - manifesti
Coez

È SEMPRE BELLO è il nuovo album di Coez in uscita il 29 marzo per Carosello Records. Lo ha appena annunciato il cantautore sui propri social, rivelandosi finalmente, dopo settimane di attesa, come autore delle frasi anonime che da febbraio hanno invaso i muri, le strade, le fermate e i mezzi pubblici di Roma e Milano.

Una vera guerrilla urbana, con frasi come “L’amore come va?”, “Non basta un elastico per tenerci insieme”, “Vorrei fosse domenica”, “Siamo in isolamento ma con un’isola dentro”, dei veri e propri slogan che Coez ha scelto tra i versi delle sue canzoni, per fare vivere il suo album ancora prima dell’uscita, portandolo nelle strade delle città.

Da sempre all’avanguardia nella sua musica e rivoluzionario nel modo in cui vuole raggiungere il pubblico, ancora una volta Coez ha stupito tutti scegliendo con questi poster una modalità analogica, per annunciare l’uscita del nuovo album È SEMPRE BELLO, che dal 29 marzo sarà disponibile in cd, vinile e su tutte le piattaforme digitali per download e streaming.

“Ho sempre pensato che l’album È SEMPRE BELLO fosse di tutti e che potesse iniziare a vivere da subito nelle strade, sui muri, sui mezzi pubblici. Volevo che un’idea diventasse reale, prendendo forma prima di tutto tra la gente” (Coez)

L’album arriva a un anno e mezzo di distanza dal disco dei record FACCIO UN CASINO (doppio platino), che ha segnato il suo ingresso a pieno titolo nella storia dello streaming e della discografia italiana, e la svolta nel percorso di un artista che, con i suoi claim e la sua scrittura ha dato il via in Italia a un genere crossover tra rap e pop, con cui ha dominato le classifiche, diventando portavoce della sua generazione e simbolo del nuovo cantautorato italiano.

Il 28 e il 29 maggio Coez torna sul palco con i due appuntamenti live prodotti da Vivo Concerti, “Roma, è sempre bello” al Palazzo dello Sport di Roma, che arrivano dopo il “Faccio un casino tour”, con cui Coez ha registrato ben 180 mila presenze e infranto il record per un artista italiano al Rock In Roma, con circa 33 mila biglietti venduti.

Le prevendite per i due appuntamenti del live “Roma, è sempre bello”, sono disponibili sul sito www.esemprebello.com e nei punti vendita autorizzati.

Nuovo singolo di Andrea Donzella

Andrea Donzella
Andrea Donzella

Da domani  22 marzo, in radio il secondo singolo estratto dall’album “MASCHERE”
“Se tornerai” è un grido d’amore che affronta la sofferenza causata da un abbandono improvviso.

Il singolo fa parte dell’album “Maschere”, una raccolta di otto brani che rappresentano il bisogno dell’artista di raccontare frammenti ed emozioni della propria vita, focalizzandosi in particolare sulle anomalie che si innescano nei rapporti. Questo disco è un fermo immagine che permette all’autore di mettere a fuoco tutti i particolari di quei momenti che lo hanno segnato, sia direttamente che indirettamente.

Måneskin: nuove tappe del tour

MÅNESKIN_ballovita_est
MÅNESKIN_ballovita_est

È partita giovedì 7 marzo 2019 la tranche primaverile de “IL BALLO DELLA VITA TOUR”, la tournée da record dei Måneskin che, dopo aver attraversato l’Europa, tornano nei più importanti club italiani con 18 nuove date dal vivo a Roma, Milano, Bologna, Firenze, Novara, Torino e Padova.

I ragazzi sono pronti a stupire il proprio pubblico tornando sui palchi che in autunno li hanno visti protagonisti di una tranche interamente sold out, totalizzando ben 7 live al Fabrique di Milano, 6 concerti all’Atlantico di Roma e altrettanti 6 all’Estragon di Bologna.

Di recente, i Måneskin hanno annunciato le tappe estive del tour che li vedrà esibirsi anche nei più importanti festival italiani. Già sold out la data di domenica 23 giugno al Roma Summer Fest presso la Cavea Auditorium Parco della Musica, la band raddoppia, aggiungendo anche l’appuntamento di lunedì 24 giungo. Si aggiunge, inoltre, un nuovo, inedito live allo Sferisterio di Macerata, domenica 25 agosto 2019.

Open Week alla Civica Scuola di Musica C. Abbado

MarinaAlessi-web
MarinaAlessi-web

A marzo torna l’Open Week della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado: da lunedì 11 a venerdì 15 marzo tutti possono entrare nella vita della Civica, che si apre alla città, e conoscerla da vicino. Bambini, ragazzi e adulti, secondo fasce prestabilite nelle sei giornate di orientamento, avranno l’occasione di partecipare a una settimana libera e gratuita di lezioni aperte nelle aule di Villa Simonetta e di via Decorati.

L’Open Week assume quest’anno un valore particolare, poiché la Scuola, lo scorso dicembre, ha ulteriormente consolidato la propria offerta didattica ampliando l’orizzonte formativo.

Il MIUR ha infatti autorizzato la Civica Scuola di Musica Claudio Abbado ad attivare corsi accademici di secondo livello AFAM (Alta Formazione Artistica e Musicale) equiparati a percorsi di laurea specialistica: un traguardo che consente agli studenti il completamento quinquennale degli studi.

L’Open Week apre quindi le porte a chi sogna un futuro musicale, e si prepara a una professione difficile ma entusiasmante, ma anche a chi è semplicemente curioso di visitare le strutture che ospitano i corsi della Civica, osservare da vicino gli strumenti musicali e ascoltare una lezione dello strumento preferito, scoprire le materie di studio e l’offerta didattica, parlare con docenti, studenti, coordinatori, avere informazioni, anche individuali, sui numerosi corsi di studio, le attività, sui laboratori e le attrezzature.

Per assistere alle lezioni aperte non si richiede prenotazione

Calendario

11/15 marzo Istituto di Musica Antica
Villa Simonetta, via Stilicone 36, MI
ore 10.30 – 12.30; 14.30 – 19.00

11/15 marzo Istituto di Musica Classica
Villa Simonetta, via Stilicone 36, MI
ore 10.30 – 12.30; 14.30 – 19.00
11 marzo
ore 20.30/21.30 I Civici Cori
12 e 13 marzo
dalle ore 18.00 Educazione musicale per bambini
14 marzo
ore 18.00/20.00 Orchestra dei Giovani

11/15 marzo IRMus Istituto di Ricerca Musicale
Villa Simonetta, via Stilicone 36, MI
ore 10.30 – 12.30; 14.30 – 17.00
13 marzo
ore 15.00/18.00 presentazione dei corsi con il coordinatore
15 marzo
ore 10.30 – 12.30; 14.30 – 19.00

11/15 marzo Civici Corsi di Jazz
via Decorati al Valor Civile 10, MI
ore 10.30 – 12.30; 14.30 – 19.00

13/15 marzo CEM – Centro di Educazione Musicale
via Decorati al Valor Civile 10, MI
ore 14.30/19.00
dalle ore 18.30 esibizioni libere di allievi e docenti

Cettina Donato in tour a Tokyo

flyer apollo
flyer apollo

Dopo i 5 sold out consecutivi del suo tour siciliano con il nuovo album “Piano 4Hands”, la pianista, compositrice e direttore d’orchestra Cettina Donato riprende il suo tour internazionale dedicato al disco “Persistency-The New York Project”, registrato a New York e edito da AlfaMusic.

Dal 13 al 16 marzo sarà in concerto a Tokyo, insieme a 2 band giapponesi: il 13 e 14 marzo alle ore 20 salirà sul palco del club APOLLO Shimokitazawa insieme al sassofonista Kei Matsumaru, il contrabbassista Daisuke Ijichi e il batterista Sota Kira, mentre il 16 marzo sarà impegnata in un doppio concerto al B FLAT di Akasaka (Tokyo), rispettivamente alle 19.30 e alle 21, con il bassista Rikiya Kanazawa e il batterista Masatsugu Hattori.

Durante i live, oltre ai brani di “Persistency” presenterà le sue nuove composizioni.
Artista internazionale, dalla carriera parallela tra Europa e Stati Uniti, tra mondo classico e tradizione jazzistica, Cettina Donato si è sempre distinta per la grande raffinatezza e versatilità nell’affrontare e fondere tra loro i diversi generi, ottenendo grande consenso dalla stampa di settore sia per i suoi lavori discografici che per la sua attività concertistica.

“Il mio percorso nell’ambito classico si fonde con i miei studi e con il mio amore per la tradizione jazzistica: questa unione è evidente sia nel mio modo di suonare sia nella musica che scrivo.
Nei miei brani vi è ampio spazio sia alla cantabilità, all’aspetto lirico, che ai tratti distintivi del jazz, come i riff della mano sinistra. Del jazz colgo anche la disciplina che, per alcuni versi, trovo anche più restrittiva di quella della musica classica. Un mio grande Maestro, Salvatore Bonafede, affermava: “Il jazz è libero, ma è una libertà vigilata.”