31.2 C
Milano
venerdì, Luglio 23, 2021
COVID
193,601,602
CASI TOTALI CONFERMATI
Updated on 23 July 2021 14:49

Bollate: gestione Centro sportivo comunale

Piscina-estiva-Bollate-36
Piscina-estiva-Bollate

Bollate. Gestione del Centro sportivo comunale, situazione attuale e scenari futuri

Si è svolta  la conferenza stampa sul Centro sportivo comunale di via Dante con la quale l’Amministrazione comunale ha spiegato e chiarito le cause che hanno portato alla chiusura della collaborazione con la società In Sport Srl, gestore della struttura da un paio di decenni. Presenti, il Sindaco Francesco Vassallo, l’Assessore allo Sport Salvatore Conca, il Presidente della Commissione Sport Franco Gravina.

Ecco la ricostruzione dei fatti presentata dal Sindaco:

I primi contatti del Comune con la società In Sport sono iniziati nel mese di maggio con l’obiettivo di valutare e affrontare congiuntamente l’emergenza economica della società dovuta alla chiusura delle attività in presenza. Gli incontri sono proseguiti nei mesi successivi e le questioni messe sul tavolo possono, ad oggi, essere differenziate per fase.

Fase 1: le perdite successive alla chiusura per il lockdown dal 25 febbraio al 31 maggio 2020:
Fase 2: la gestione della riapertura dal 1 giugno ai mesi successivi condizionata dalle limitazioni determinate dalle norme di contenimento del Covid contenute nei vari DPCM.

L’azione del Comune è stata di estrema collaborazione: come previsto dalla normativa il Comune ha subito concesso un prolungamento di tre anni del contratto in essere con In Sport, portando la scadenza dal 2033 al 2036. inoltre l’Ente, fatte le opportune considerazioni e valutate le richieste della società, ha previsto un ristoro immediato per le perdite della Fase 1, quantificato in 110mila euro di cui 26 mila per i costi vivi necessari ad affrontare i problemi provocati dal Covid e i rimanenti 84mila a copertura delle maggiori spese e delle minori entrate verificatesi (tale ristoro è stato previsto in forma di pagamento delle bollette per le utenze relative all’impianto di Bollate).

Contestualmente a questi aiuti, il Comune ha richiesto l’apertura di un tavolo di confronto per la verifica della situazione nella Fase 2, chiedendo a In Sport di fornire i Bilanci e la situazione contabile dell’impianto di Bollate così da valutare l’effettiva situazione della struttura sportiva. Tale documentazione non è mai stata fornita da In Sport e il tavolo di confronto non è mai stato aperto.

Pur non fornendo la documentazione, però, la società ha proposto un nuovo Piano Economico Finanziario che prevedeva un contributo annuo da parte del Comune di 70mila euro indicizzati, necessari, secondo la società, ad aiutare la gestione fino alla scadenza contrattuale. Un totale di oltre 1 milione di euro in 15 anni che il Comune avrebbe dovuto investire a copertura di perdite presunte. Una cifra e una richiesta che il Comune non ha potuto accettare, supportato anche da impedimenti normativi. In risposta il Comune ha ribadito l’aiuto di 110mila euro per la prima fase e l’apertura di un tavolo sulla base della documentazione puntuale da consegnare all’ente.

Siamo al 18 dicembre quando il Comune ha ricevuto da In Sport il rifiuto dell’accordo di riequilibrio concordato e la formalizzazione del recesso dal contratto, con la richiesta di un ulteriore confronto per definirne consensualmente le condizioni. Nella successiva risposta del 31 dicembre il Comune ha spiegato che la disciplina vigente non consente rimborsi economici delle perdite né proposte unilaterali di modifica del contratto. Rifiutando, quindi, sia la pretesa di un immediato e completo ristoro che l’anticipazione di contributi pubblici che lo avrebbero posto in violazione della normativa stessa.

Il Comune ha chiesto, inoltre, la restituzione delle chiavi dell’impianto per l’11 gennaio, data poi prorogata al 25 gennaio per andare incontro alle esigenze dei dipendenti di In Sport in cassa integrazione.

Con la recessione contrattuale resterà a carico del Comune, fino all’ingresso di un nuovo gestore, la rata del mutuo di circa 125mila euro anno per i prossimi 5 anni, fino al 2025 o comunque fino a quando un nuovo gestore se ne farà carico.

“Siamo molto dispiaciuti per la conclusione della collaborazione con In Sport – ha detto il Sindaco Francesco Vassallo – che ha gestito bene la nostra struttura in questi anni. Pur comprendendo le difficoltà, che tutti stiamo vivendo in questo momento difficile, come Amministrazione riteniamo di aver fatto tutto quanto ci fosse consentito dalle vigenti normative per salvare la situazione e andare incontro alle necessità del soggetto gestore. Certo, il Comune non può intervenire per coprire perdite di privati che si sono assunti in proprio il rischio imprenditoriale né tanto meno può dare risorse senza le adeguate documentazioni. Il nostro impegno ora sarà per la rapida soluzione della gestione dell’impianto, così da restituirlo, quando le norme di prevenzione da Coronavirus lo consentiranno, alla città e ai suoi cittadini”.

Cosa succede ora
Le soluzioni prospettate dall’Amministrazione sono di due tipologie che verranno discusse nei prossimi giorni al fine di intraprendere la soluzione più adeguata.

1. la gestione diretta da parte del Comune;
2. la predisposizione di un nuovo bando per la gestione attraverso un nuovo operatore privato.

Nelle intenzioni dell’Amministrazione anche la salvaguardia del maggior numero dei contratti di lavoro in essere e la garanzia del mantenimento e del potenziamento della qualità dell’offerta dei servizi fino ad oggi erogati.

2 Condivisioni

Articoli

Approvate le misure di sostegno ai commercianti in Darsena

Prevista l’esenzione Cosap come nelle altre parti della città, anche per le occupazioni inferiori ai 10 giorni Il Consiglio Comunale ha approvato la delibera che...

Posticipo FootballRock Live

Posticipo concerto evento FootballRock Live Con grande dispiacere, Helga Leoni Presidente e Founder FootballRock, le Onlus Insuperabili, Frida Friend's, Condivivere, Cuamm- Medici per l'Africa, Radio...

Si aggiunge una nuova data estiva al tour di Michela Giraud

"La verità, nient'altro che la verità. Lo giuro!", il nuovo esilarante show della stand up comedian Si aggiunge una nuova data a "La verità, nient'altro...

Resta Connesso

1,438FansLike
396FollowersFollow
125FollowersFollow
- Advertisement -

Ultimi Articoli

Approvate le misure di sostegno ai commercianti in Darsena

Prevista l’esenzione Cosap come nelle altre parti della città, anche per le occupazioni inferiori ai 10 giorni Il Consiglio Comunale ha approvato la delibera che...

Posticipo FootballRock Live

Posticipo concerto evento FootballRock Live Con grande dispiacere, Helga Leoni Presidente e Founder FootballRock, le Onlus Insuperabili, Frida Friend's, Condivivere, Cuamm- Medici per l'Africa, Radio...

Si aggiunge una nuova data estiva al tour di Michela Giraud

"La verità, nient'altro che la verità. Lo giuro!", il nuovo esilarante show della stand up comedian Si aggiunge una nuova data a "La verità, nient'altro...

Fondazione Palazzo Magnani presenta “Caleidoscopica”

Figure bidimensionali, immagini sinuose, illusioni ottiche, accostamenti a contrasto e tanti colori: un vero e proprio caleidoscopio. Il mondo illustrato di Olimpia Zagnoli a cura...

Veronafiere, Green pass obbligatorio per accedervi

Green pass obbligatorio per accedere al quartiere durante lo svolgimento di manifestazioni, eventi e convegni All’indomani della decisione del Governo, Veronafiere si fa trovare pronta,...