Previsti disagi Trenord e Malpensa Express per sciopero sindaco Orsa

Malpensa Express
Malpensa Express

Da Orsa ennesimo sciopero pretestuoso che mira a procurare disagio sociale.  Nessuna violazione degli accordi su turni di lavoro e formazione del personale

Nonostante il periodo di difficoltà che coinvolge tutto il territorio nazionale a causa dell’emergenza pandemica e il richiamo al senso di responsabilità giunto dalla Commissione di Garanzia, il sindacato Or.S.A ha proclamato uno sciopero dalle ore 3 di domenica 24 gennaio alle ore 2 di lunedì 25.

A causa dell’agitazione, i treni regionali, suburbani e a lunga percorrenza di Trenord e il servizio Malpensa Express potranno subire limitazioni e cancellazioni. Trattandosi di una giornata festiva, non sono previste fasce di garanzia. Per quanto riguarda i collegamenti aeroportuali, circoleranno autobus sostitutivi senza fermate intermedie per le eventuali corse non effettuate tra Milano Cadorna (in partenza da via Paleocapa 1) e Malpensa Aeroporto. Informazioni sull’andamento della circolazione saranno comunicate su sito e App Trenord e nelle stazioni, tramite i monitor e gli annunci sonori.

Nel promuovere un’agitazione per l’intera giornata in questo periodo di emergenza sanitaria, ancora una volta il sindacato Or.S.A utilizza lo strumento dello sciopero in modo pretestuoso, senza mostrare alcuna sensibilità per la situazione straordinaria che la Regione e il Paese stanno vivendo. Contrariamente da quanto affermato, non si è verificata alcuna violazione degli accordi sui turni di lavoro, così come non vi sono stati ritardi nella formazione del personale che, solo nel 2020, ha registrato 20mila ore erogate.

Un atteggiamento ulteriormente aggravato dal rifiuto opposto dal sindacato alla Commissione nazionale di Garanzia che, dopo un confronto con l’azienda, ha richiamato la stessa OrSA al senso di responsabilità, chiedendo di limitare l’orario dell’astensione fino alle ore 18 di domenica 24.

“Or.S.A persegue infondati pretesti conflittuali – ha scritto Trenord dando notizia dello sciopero al Prefetto di Milano – tesi a minare le relazioni industriali, a procurare disagio sociale e a screditare l’azienda dinanzi alle pubbliche Autorità con campagne denigratorie a diversi livelli”.

Le disposizioni per il viaggio

Si ricorda che a bordo dei convogli è in vigore il limite del 50% di posti occupabili definito dalle Autorità. Per questo, è richiesto ai viaggiatori di occupare tutti i posti a sedere, evitando di sostare in piedi nei corridoi o negli spazi di discesa e salita dalle carrozze. Inoltre, a bordo è necessario indossare la mascherina correttamente – su naso e bocca – per tutta la durata del viaggio, come ricordato da una campagna di comunicazione installata sui treni e nelle stazioni, che segnala le regole da rispettare per viaggiare in modo responsabile.

 

Covid-19 e prestiti alle famiglie italiane: previsioni per il 2021

Famiglia
Famiglia

L’emergenza sanitaria cominciata a fine febbraio dello scorso anno con la diffusione del Coronavirus ha radicalmente influito sull’andamento di tutti i settori dell’economia nazionale e, di conseguenza, ha inciso anche sulla stabilità patrimoniale delle famiglie italiane.

Infatti, molte di esse si sono ritrovate in maniera del tutto imprevedibile ed inaspettata a fronteggiare una situazione di profonda crisi, da imputarsi non solo alla chiusura delle attività commerciali per brevi o lunghi periodi dell’anno ma anche alla perdita del posto di lavoro o alla riduzione delle spettanze retributive.

Pertanto, non v’è dubbio che questa situazione finisca per riflettersi in misura decisa sulle scelte finanziarie degli italiani, che cominciano a viaggiare su binari decisamente differenti rispetto agli anni passati.

Durante il primo lockdown sia i finanziamenti inferiori a 5mila euro che i prestiti personali hanno subito una sensibile riduzione. Ma, da recenti studi di settore emerge che il primo trimestre 2021 sarà invece protagonista della crescita dei finanziamenti over 5mila euro rispetto agli ultimi sei mesi del 2020, oltre che dell’aumento -sebbene contenuto- di quelli inferiori alla suddetta cifra e dei prestiti personali.

Ed effettivamente,  per chiunque dovesse trovarsi in una situazione di sofferenza economica tale da non riuscire a pagare spese superiori alla sua materiale disponibilità, una soluzione pratica ed efficace è rappresentata dai prestiti veloci.

Si tratta di una categoria eterogenea di prodotti finanziari che si distinguono dai normali prestiti erogati dagli istituti di credito per la rapida erogabilità e, in alcuni casi, anche per la possibilità di accedervi a mezzo dei canali online.

Rientrano nei prestiti veloci sia quelli personali che quelli finalizzati (generalmente diretti all’acquisto di un determinato bene): indipendentemente dalla tipologia di prestito alla quale si fa riferimento, l’accesso è subordinato alla richiesta di importi non superiori a 3 o 5 mila euro ed il numero delle rate da versare è di solito inferiore a 36/48.

Dunque, non essendo prevista una fase istruttoria complessa, la concessione del prestito richiede la presentazione immediata dei documenti identificativi del richiedente e di idonea documentazione attestante il reddito, come ad esempio la busta paga del richiedente (per ulteriori approfondimenti su caratteristiche e vantaggi dei prestiti veloci: Calcoloprestito.org).

Cristina Chiabotto a Verissimo

Cristina Chiabotto
Cristina Chiabotto

“Aspetto una femminuccia”

DOMANI, SABATO 23 GENNAIO 2021, ORE 16.00, SU CANALE 5

Aspetto una femminuccia”.

A Verissimo Cristina Chiabotto svela il sesso del bebè che aspetta da Marco Roscio, imprenditore sposato nel 2018.

A Silvia Toffanin la conduttrice confida: “Ho chiuso questo 2020 con una cosa positiva. Sono al sesto mese, ma ho aspettato a dirlo perché nel primo periodo della gravidanza ho avuto il Covid, anche se fortunatamente in forma leggera. Ho fatto – aggiunge – un mese di quarantena, per cui per scaramanzia ho dovuto proteggermi un po’ prima di annunciarlo”.

Coronamento di una favola d’amore, Cristina dice: “Sono sicura che dietro questo dono ci sia la mia nonna, venuta a mancare per colpa proprio del Covid a maggio. Il ciclo della vita continua. Per un’anima che va via, un’anima arriva”.

Manifestano le categorie colpite dalle chiusure Covid

Manifestazione Palazzo Regione
Manifestazione Palazzo Regione

Il #comitatoterritorialeesercenti  ha manifestato per riaprire le attività produttive.

Si è svolta ieri davanti al nuovo palazzo della Regione di via Melchiorre Gioia a Milano, la manifestazione per aprire in sicurezza #fatecilavorare

Ristoranti, bar, discoteche, palestre, bowling, fiere sono state le apripista, a cui si sono unite altre categorie tra cui Turismo e Cultura.

I partecipanti, muniti di autocertificazione, hanno partecipato alla manifestazione organizzata, per i propri diritti di lavoratori, chiedendo la riapertura in sicurezza delle categoria che sono state penalizzate dalle decisioni prese su come gestire l’emergenza Covid-19.

Ora le categorie attendono una pronta e decisiva risposta dalla Regione Lombardia

Manifestazione Palazzo Regione
Manifestazione Palazzo Regione
Manifestazione Palazzo Regione
Manifestazione Palazzo Regione

Elisa Isoardi a Striscia la Notizia

Elisa Isoardi
Elisa Isoardi

Elisa Isoardi a Striscia la notizia? Secondo fonti vicine al Gabibbo, la presentatrice tv è stata avvistata mentre si muoveva tra il museo del tg satirico di Antonio Ricci e i camerini delle Veline e dei conduttori.

Ancora sconosciuti i motivi che avrebbero spinto la Isoardi ad avventurarsi nei misteriosi corridoi di Striscia. Qualcuno mormora che siano scelte d’amore. Forse la sua nota passione per Enzino Iacchetti?

Per scoprirlo, questa sera a Striscia la notizia, ore 20.35, Canale 5.

 

TWITTER @Striscia – INSTAGRAM @striscialanotizia – FACEBOOK @Striscia