Elodie: “Mal di testa”

ELODIE
ELODIE

Esce oggi su tutte le piattaforme digitali “Mal di testa” feat. Fabri Fibra e prodotto da Neffa, l’inedito di Elodie che, dopo “Non è la fine” feat. Gemitaiz, anticipa l’album “THIS IS ELODIE”, disponibile in streaming e digital download dal 31 gennaio e nei negozi, con il disco fisico, dal 7 febbraio.

La linea melodica data da Elodie si alterna al flow inconfondibile di Fabri Fibra, leggenda del rap italiano, arricchendosi grazie a un cameo di Neffa, che chiosa il brano in perfetto stile anni 90.

È ora disponibile su YouTube anche il vertical video di “Mal di testa” (Hangover video), una chat tra amici che commentano le pazzie della notte precedente. Gli amici in questione sono: Fabri Fibra, Neffa, Mahmood, Marracash, Lazza, Carl Brave, Stash, Myss Keta, Margherita Vicario, Beba, Belen Rodriguez, Stefano De Martino, Diletta Leotta, Annie Mazzola, Marta Losito, Emi’s life e Elisa Maino.

Il brano è la seconda anticipazione di “THIS IS ELODIE”, il nuovo progetto discografico di Elodie che, tra qualche giorno, calcherà il palcoscenico del Teatro Ariston, per partecipare alla 70esima edizione del Festival di Sanremo, con il brano “Andromeda”. In primavera poi, la cantante si esibirà live in due concerti interamente dedicati al suo percorso musicale, il 16 aprile a Milano e il 18 aprile a Roma.

Segui Elodie su:

https://www.instagram.com/elodie/

https://twitter.com/Elodiedipa

 

 

 

 

Roberto Benigni a Sanremo: richieste “folli”

Benigni-Sanremo
Benigni-Sanremo

Ancora non si spegne la polemica sull’infelice presenza di Junior Cally al 70esimo Festival di Sanremo- che in maniera inequivocabile ha rimediato dagli utenti un sonoro NO- e già segue unanime un moto di indignazione che si è levato nel Paese e che non ha riguardato soltanto i telespettatori cattolici ma la più generale opinione pubblica che trova semplicemente assurda la richiesta che Roberto Benigni- sfruttando la sua popolarità- ha chiesto al servizio pubblico.
L’Aiart chiede trasparenza sui compensi di conduttori e ospiti. “I cittadini- precisa l’associazione spettatori cattolici- che dovrebbero essere l’unico editore della Rai- hanno diritto a precise e pubbliche spiegazioni sui presunti e spropositati cachet”.

“Ci auguriamo che l’ad Fabrizio Salini deciderà con responsabilità e consapevolezza dimostrando, sotto i riflettori dell’Ariston, di avere ascoltato le segnalazioni dei telespettatori”. Giovanni Baggio, presidente nazionale Aiart, commenta così la notizia- tutta da confermare- sui compensi di conduttori e ospiti dell’imminente edizione del Festival di Sanremo.

“Sarebbe un pugno in faccia- prosegue Baggio- alle molte famiglie che non arrivano a fine mese e ai molti anziani pensionati che percepiscono 700 euro al mese”
“Cifre assurde-conclude il presidente- che indicano una vergognosa distanza dalla realtà e il segno di decenza di ‘personaggi’ che di spettacolare hanno solo le richieste”

Truffe agli anziani

Comune-di-Milano-Vicesindaco Scavuzzo
Comune-di-Milano-Vicesindaco Scavuzzo

Ripartono martedì 28 gennaio gli incontri in tutti i Municipi per aiutare le persone più anziane a prevenire e contrastare le truffe ai loro danni. Condotti da agenti della Polizia locale, della Polizia di Stato, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza, gli appuntamenti sono nati nell’ambito del progetto “Contrasto alle truffe agli anziani” coordinato dalla Prefettura e dal Comune.

“Gli incontri dedicati alle persone più anziane nascono con l’idea che sia fondamentale partire dalla prevenzione per ridurre sempre più il numero delle vittime di truffe e raggiri – commenta la Vicesindaco e assessore alla Sicurezza Anna Scavuzzo –. Appuntamenti come questi, uniti ad operazioni come ‘Municipal Fakes’, fanno capire alle persone che non sono sole e che possono fare affidamento sulle Istituzioni: il primo passo per contrastare questi odiosi reati”.

Nove gli appuntamenti tra gennaio e febbraio per imparare a riconoscere i truffatori che si presentano a casa o che si possono incontrare per strada, per conoscere i casi più ricorrenti e le migliori precauzioni da adottare, ma anche i numeri utili da contattare se si è stati vittima dei reati di truffa e raggiro.

I vademecum e i volantini che vengono distribuiti durante gli incontri sono stati resi disponibili anche per i Comuni della Città metropolitana

Valeria Marini a Verissimo

MARINI CON FIDANZATO
MARINI CON FIDANZATO

Valeria Marini, ospite domani a Verissimo, presenta per la prima volta il suo nuovo fidanzato, l’imprenditore Gianluigi Martino, che ha tenuto lontano dai riflettori per un anno: “Sono innamorata! L’incontro con Gianluigi è avvenuto in momento non facile della mia vita. È nata la passione ma in amore, dato che sono stata ferita, ho paura di parlarne. Avere vicino lui mi ha aiutato tanto. Con lui stiamo insieme da circa un anno. Ho voluto tenere questo amore nascosto perché i rapporti vanno tutelati”.

A Silvia Toffanin che le chiede un commento sullo scandalo che ha coinvolto l’amica storica Pamela Prati, la showgirl confida: “Pamela ha sbagliato! È caduta in una cosa più grande di lei ma è una persona buona con le sue fragilità. Quando è venuta ospite a Verissimo, avrebbe dovuto cogliere l’occasione per scusarsi e confessare di aver sbagliato. Questa storia l’ha travolta e, secondo me, ha danneggiato la sua carriera. Spero che riesca a superare questa situazione”.

Storia di Zhang

Storia di Zhang
Storia di Zhang

Dall’11 al 16 febbraio al Teatro Out Off  “Storia di Zhang” terza opera ( prima di questa “ L’ultima commedia.” e “ Il cielo è sempre più blu”) di Tullio Moreschi , un medico con la passione per la parola scritta e il teatro, che lo ha visto prima attore e poi autore . Storia di Zhang , testo premiato al concorso Vallecorsi di qualche anno fa , prende spunto da un fatto di cronaca e ispirazione dalle opere che l’artista cinese Zhang

Huan produce usando la cenere degli incensi bruciati nei monasteri tibetani per affrontare il tema della indifferenza con la quale assistiamo quotidianamente alla perdita di ogni valore a vantaggio del profitto.

Dal 11 al 16 febbraio

Prima Nazionale

STORIA DI ZHANG  di Tullio Moreschi

Premio Vallecorsi. Menzione speciale.

Regia, scene e costumi  Mattia Sebastian

con Ginevra Masini, Sara Fiandaca, Giovanni Moreddu, Maya Castellini, Alessandro Conversano , Nicola Soldani, Stefano D’Ippolito

Teatro Out Off in collaborazione con Centro Teatro Attivo. Creating Bridges 2020

Siamo a Pechino, distretto 789. A causa del rincaro degli affitti, più di quattromila artisti sono costretti ad abbandonare il quartiere dove vivono e lavorano. Uno di loro, Zhang, comincerà una silenziosa protesta: adagiato di fronte a casa sua inizia uno sciopero della fame.  Ispirato alla figura reale del poliedrico artista cinese Zhang Huan,, il protagonista di questa storia è un artista che realizza i suoi quadri con la cenere degli incensi. Insieme a lui sua moglie Lin, assidua lavoratrice, e l’amico Huan, anche lui pittore, e i suoi vecchi genitori, le due figure tragicomiche della vicenda.  Zhang è costretto a sottomettere la sua identità di artista ad un mercato avido ed omologatore. ma nonostante questo continua a sognare e alla fine sacrifica la sua vita non solo per chi ama ma per tutti.

Il 30° anniversario della caduta del muro di Berlino, celebrato nel 2019, il 25° anniversario della protesta di Piazza Tienanmen dove un Ribelle Sconosciuto fronteggiò una schiera di carri armati, sono stati l’occasione per una riflessione sul ruolo attivo che tutti noi dovremmo avere all’interno di società per affermare la propria volontà di esistenza.  Le Madri di Plaza de Mayo a Buenos Aires ricoperta di fazzoletti Bianchi,  la rivoluzione delle Rose, quella Arancione (Ucraina), dei Jeans (Bielorussia), dei Gelsomini (Tunisia) sonosolo alcune famose azioni di resistenza nonviolenta, una pratica per raggiungere degli obiettivi per mezzo di proteste simboliche, disobbedienza civile, non-cooperazione economica o politica.

Cosa accomuna questi frammenti di storia? Il “fuoco” del cambiamento. Stesso fuoco interiore che muoverà il giovane protagonista di questa storia, un racconto che prende vita da un fatto reale.