Ti racconto la politica

Ti racconto la politica
Ti racconto la politica

Un libro di Giannantonio Spotorno, edito da Gruppo Albratros Il Filo

Questo libro è un atto di onestà. Si tratta di una sorta d’incursione nel mondo della politica, per svelarne trucchi e segreti. Racconta molti intrighi inediti che si consumano nei palazzi del potere politico e che vengono mascherati dietro le belle parole di una democrazia che, almeno qui da noi, si rivela ingannevole e squallida.

Spiega e dimostra come la politica sia nel piatto in cui si mangia e nel letto in cui si dorme e, piaccia o no, anzi ti piaccia o no, modella ogni aspetto della nostra vita. Essa, purtroppo, fa di tutto perché non ci s’interessi a lei e, se riesce a creare dei cosiddetti “apolitici”, allora è contenta. La politica s’infila ovunque, per esempio, stabilisce il prezzo dei carburanti, il prezzo di ciò che mangi e di ciò che indossi, sceglie i libri di testo che adottano le scuole in cui mandi i tuoi figli e non si fa scrupoli a rubare non solo i soldi dei cittadini, ma perfino il loro tempo libero.

Angoscia in molti modi e, tra una preoccupazione e l’altra, riesce anche a procurare insonnia e a portare via la serenità. Istiga l’emotività per togliere spazio alla capacità di riflettere; una società emotiva non le crea preoccupazioni, dunque fa di tutto per renderla tale. La politica che oggi ci accerchia è ben lontana dall’essere una democrazia. Ormai, anche con una certa supponenza, tanti si disinteressano e si dichiarano apolitici perché delusi dall’impreparazione, dalla presunzione e dall’ingordigia di chi è ai vertici del potere; ma girare lo sguardo dall’altra parte non è una soluzione.

L’autore cerca di aprire uno spiraglio nella nebbia da cui siamo avvolti e dobbiamo dirgli grazie se, leggendo il libro, non possiamo evitare di farci delle domande, nonché di fare appello alla nostra intelligenza per capire che siamo “liberi” di muoverci solo come il potere predispone. La democrazia vuole la partecipazione del popolo e un popolo che non sa partecipare non merita la democrazia… l’apolitico è intelligente come chi, aggredito in mare dagli squali, si definisce “asqualico”. Non si deve fare di tutte le erbe un fascio ma, fin qui, certa ingenuità popolare ha dato troppo credito a certa politica dello starnazzo. L’augurio è che la lettura di quanto descritto nelle pagine del libro possa aiutare il cittadino a capire come ritornare giustamente a essere il protagonista principale della sua esistenza.

Pavarotti al cinema

Pavarotti
Pavarotti

di RON HOWARD  AL CINEMA SOLO IL 28, 29 E 30 OTTOBRE  – Durata: 114 minuti

Il documentario sarà nei cinema italiani distribuito da Nexo Digital  in collaborazione con i media partner RTL 102.5, Classica HD, MYmovies.it, Rockol.it, Onstage.

In occasione dell’uscita del film, saranno pubblicati per Decca il nuovo Greatest Hits di Big Luciano che raccoglie i grandi successi dell’artista, 3 CD con 67 brani per oltre 3 ore e mezzo di musica, e la colonna sonora originale del film che, oltre a raccogliere i grandi successi di Pavarotti, contiene due inediti: Miserere con Zucchero e Andrea Bocelli e l’Ave Maria di Schubert con Bono.

Il pluripremiato team di film-maker che ha realizzato The Beatles: Eight Days a Week – The Touring Years passa ad occuparsi di un altro fenomeno musicale con PAVAROTTI, un racconto approfondito che non tralascia nulla della vita, della carriera e del lascito ininterrotto di questa icona musicale. Soprannominato “il tenore del popolo”, Pavarotti rappresentava una rara combinazione di personalità, genio e celebrità e utilizzava le sue doti prodigiose per diffondere l’opera come spettacolo capace di essere apprezzato da tutti gli amanti della musica. Grazie alla forza del suo talento, Pavarotti ha dominato i più importanti palchi del mondo, conquistando il cuore del pubblico. Questo spaccato di vita di un uomo eccezionale e di un gigante della musica, diretto dal vincitore di Academy Awardâ Ron Howard, contiene rare interviste a familiari e colleghi, materiale video inedito e un avanzatissimo audio Dolby Atmos.

Polygram Entertainment e Brian Grazer presentano una produzione Imagine Entertainment e White Horse Pictures di un film diretto da Ron Howard, PAVAROTTI. Con la regia di Ron Howard, il film è prodotto da Nigel Sinclair, Brian Grazer, Ron Howard, Michael Rosenberg e Jeanne Elfant Festa. Il montaggio è di Paul Crowder A.C.E. La sceneggiatura è di Mark Monroe. I produttori esecutivi sono David Blackman, Dickon Stainer, Guy East, Nicholas Ferrall, Paul Crowder e Mark Monroe. Il co-produttore esecutivo è Cassidy Hartmann. Il produttore di supervisione è Mark McCune. Missaggio del suono ri-registrato a cura di Chris Jenkins e Sal Ojeda.

Senza Filtro – Uno spettacolo per Alda Merini

Senza Filtro
Senza Filtro

di Fabrizio Visconti, Rossella Rapisarda – regia Fabrizio Visconti – con Rossella Rapisarda – musiche originali dal vivo Marco Pagani – scene Marco Muzzolon – costumi Mirella Salvischiani – disegno luci Fabrizio Visconti un progetto La Gare – coproduzione Arterie CIRT – Ass. Cult. Ca’ Rossa – con il sostegno di Regione Lombardia Progetto NEXT 2012 – Vincitore Premio della Critica Città di Vigevano 2014 – Premio SaltinAria Migliore Attrice 2015 – produzione Eccentrici Dadarò

 

A DIECI ANNI DALLA SUA SCOMPARSA

Sono nata il ventuno a primavera
ma non sapevo che nascere folle,
aprire le zolle
potesse scatenar tempesta.
Così Proserpina lieve
vede piovere sulle erbe,
sui grossi frumenti gentili
e piange sempre la sera.
Forse è la sua preghiera. Alda Merini

Senza filtro è un invito a conoscere il “dietro le pagine” di una donna che fu un inno alla Vita e all’Amore, quell’Alda Merini condannata e salvata dalla sua poesia.

1 novembre. È “la notte dopo”.

L’ultimo appuntamento per chiudere una storia, per mettere un finale a un libro di appunti scritti giorno per giorno, attimo per attimo, battito per battito. Pagine che in un istante volano via. Il luogo dell’appuntamento: il Bar Charlie, sui Navigli di Milano, dove l’Alda passa giornate a scrivere, parlare, ridere, incontrare, fumare, consumare la sua voglia di stringere in mano una vita troppo spesso lontana dal mondo. I protagonisti: un angelo custode e“l’Alda”. Ma oggi è “dopo”.

È tutto vuoto al bar. Nemmeno un caffè. Dove sono finiti il Pier, la Ginetta, il Renato, il Giancarlo, dov’è l’Alda?

Eppure sembra ancora di sentirle quelle voci e di rivederle quelle facce, facce in bilico, facce incompiute, facce di anime amanti di un amore senza filtro, che non si protegge dalla vita, di un amore vietato, perché troppo amore ti cambia, ti rende diverso, ti rende pericoloso… e allora meglio rinchiuderli quelli così, meglio rinchiuderli dentro una casa, dentro un ruolo, dentro una corsia di manicomio, dentro un bar. Due sedie, una macchina da scrivere, un finale da trovare. Ora.

L’epilogo del libro di una vita e l’Alda non c’è… o forse aspetta che il suo custode, quello strano clown che non capisce bene come funziona la vita, impari a fumare…

Fantasmi, angeli, uomini… oggi la terra sembra non essere mai stata tanto vicina al cielo.

E quella musica del Charlie… sembra quasi di sentirla ancora

A fine spettacolo, alcuni dei suoi amici più intimi ci regaleranno aneddoti fuori dagli schemi.

Info e prezzi;

La Cavallerizza – da venerdì a domenica ore 19:30
Biglietti: intero 15€ – ridotto scuole MTM, Paolo Grassi, Piccolo Teatro 10€ – ridotto DVA 7,50€

spettacolo in abbonamento: Arcobaleno, Arcobaleno tandem, Arcobaleno over 65, Carta regalo x2, Carta regalo x4, Abbonamento le ragazze raccontano

INFORMAZIONI

BIGLIETTERIA MT

02.86 45 45 45 – biglietteria@mtmteatro.it

Prenotazioni e prevendita da lunedì a sabato dalle 15:00 alle 20:00

Biglietti e abbonamenti sono acquistabili sul sito www.mtmteatro.it e sul sito e punti vendita

vivaticket.it. I biglietti prenotati vanno ritirati nei giorni precedenti negli orari di prevendita e la domenica a partire da un’ora prima dell’inizio dello spettacolo.

Al cinema con i maestri

pubblico Anteo Palazzo del Cinema
pubblico Anteo Palazzo del Cinema

Grande successo per il primo appuntamento del progetto
Al cinema con i maestri:
Claudio Giovannesi e Gianni Canova incontrano oltre 4500 studenti in collegamento da tutta Italia

Al cinema con i maestri è un progetto ideato e prodotto da Anteo e Lumière & Co. Rivolto agli studenti, prevede la proiezione di una selezione di alcuni tra i film italiani più significativi dell’ultima stagione alla presenza dei registi che raccontano al giovane pubblico la propria opera, nel formato di una Lezione di Cinema, guidati dal critico cinematografico e rettore dell’Università IULM di Milano Gianni Canova.

Il progetto si è aggiudicato il bando Cinema per la Scuola – Buone Pratiche, Rassegne e Festival, iniziativa realizzata nell’ambito del Piano Nazionale Cinema per la Scuola promosso da Miur e Mibac.

Il primo appuntamento si è svolto venerdì 18 ottobre presso la Sala Excelsior di Anteo Palazzo del Cinema, che ha trasmesso l’incontro con Claudio Giovannesi e Gianni Canova – a introduzione del film La paranza dei bambini – in diretta satellitare, raggiungendo 30 sale cinematografiche ubicate in tutta Italia. Gli studenti, oltre ad assistere all’incontro, hanno potuto condividere le proprie foto e porre le proprie domande a Claudio Giovannesi tramite la pagina Instagram dell’iniziativa (@AlCinemaConIMaestri), utilizzando il proprio smartphone.  Il primo appuntamento ha registrato un grande successo: a confermare il grande coinvolgimento e interesse degli studenti sono state le oltre 500 interazioni sui social, a dimostrazione di quanto l’educazione al cinema e la promozione di intrattenimento possano consentire l’interazione con un pubblico giovane.

I successivi incontri di Al Cinema con i Maestri vedranno protagonisti Marco Bellocchio con il suo Il Traditore (venerdì 22 novembre) e Gabriele Salvatores con il suo Tutto il mio folle amore (giovedì 12 dicembre), sempre accompagnati da Gianni Canova.

I NUMERI DEL PRIMO APPUNTAMENTO:

  • 30 cinema aderenti all’iniziativa
  • oltre 4500 studenti coinvolti
  • oltre 500 interazioni sulla pagina Instagram dedicata all’iniziativa

 

 

 

Amelia

Amelia
Amelia

AMELIA  ESCE VENERDÌ 18 OTTOBRE IL NUOVO SINGOLO

“LUNGOMARE”  che anticipa l’uscita dell’album d’esordio

Da venerdì 18 ottobre è in rotazione radiofonica e sulle piattaforme digitali “LUNGOMARE” (LaPop), il nuovo singolo del cantautore abruzzese AMELIA. Il brano anticipa l’uscita dell’album d’esordio prevista per il prossimo 22 novembre.

Rincontrare qualcuno che si è amato quasi più di se stessi dopo tanto tempo che non lo si vede può scatenare un caleidoscopio di emozioni, un arcobaleno di colori e sensazioni agrodolci. “Lungomare” è il desiderio inespresso di rivedere qualcuno molto importante. Un autolesionismo emozionale che diventa verità solo nella testa dell’autore, che scivola da frasi di tipo quotidiano e banale a frasi molto più intime che alludono alla sfera più privata dei due protagonisti. Il finale è una riflessione che riguarda l’ormai avvenuta maturazione dei due che, crescendo, hanno perso la genuinità tipica del loro amore adolescenziale.

«”Lungomare” è la voglia ostinata di continuare a immergersi in sensazioni e ricordi che fanno quasi male ma che proprio per questo ci rendono esseri umani – racconta AMELIA a proposito del nuovo singolo – questa è la canzone del mio primo disco a cui sono più legato perché, a mio parere, credo di essere riuscito a tirar fuori tutti i colori che vedevo durante la fase creativa del pezzo. È una musica che fa leva sulle tinte del tramonto, che vanno dal giallo all’arancio, ed è un volo pindarico nel quale ho incastonato il mio primo amore. Nonché l’unico».

In merito al videoclip ha raccontato: «Dal momento che forse il primo singolo dove mi metto veramente a nudo desideravo qualcosa che parlasse di me. Nel video faccio finta di suonare e cantare la canzone nei contesti più impensabili, dal caffè al bar con gli amici, alla fermata del tram, al corso di una città affollata. E l’idea era proprio quella di enfatizzare il distacco tra quello che spesso ho in testa, che può essere un jingle di una canzone d’amore, e la vita che mi circonda, che comunque va avanti senza curarsene. Della regia e del montaggio mi sono occupato principalmente io, supportato dal mio amico e fratello Davide Cervella che nelle riprese ha condiviso con me l’immensa vergogna provata nel cantare la canzone in playback lungo il corso di Pescara».

Biografia

AMELIA è, in arte, Lorenzo Di Pasquale, cantautore abruzzese classe 1990. Archiviati i suoi precedenti progetti musicali, nel 2017 pubblica il suo Ep d’esordio “Usa e getta”, autoprodotto presso La Maison Electrique di Davide Grotta. A giugno 2018 esce Chili”, il suo primo singolo nato dalla collaborazione con lo studio di produzione ALTI Records. A settembre esce il featuring con F. Vittorini: “Ci vediamo là”, brano che parla della città de L’Aquila e che diventa subito virale, finendo su diversi giornali e webzine abruzzesi. Nell’arco del 2018 si dedica ad una intensa attività live (in solo e con la band) che copre tutto il centro Italia e che lo vede condividere il palco con diversi artisti importanti come Mirkoeilcane, Lorenzo Kruger, Marco Morandi, Filippo Graziani, Giorgio Ciccarelli. Nonostante il progetto sia giovane, vanta già ottimi piazzamenti e diverse vittorie in contest locali e nazionali, nonché́ diversi passaggi radiofonici e interviste. Melodie e ritornelli da urlare al cielo sono i cavalli di battaglia di una musica a tinte agrodolci che trae ispirazione da scene di vita quotidiana, oscillando tra il dolce e l’amaro, passando per brevi tratti di ironia. A giugno 2019 esce il singolo “Atomica”, seguito dal singolo “Lungomare” (LaPop), in radio dal 18 ottobre.

https://www.facebook.com/amelia.cantautore/

https://www.instagram.com/ameliacanta