Medaglia d’Onore a un cittadino bollatese

shoah-
shoah-

Si terrà lunedì 27 gennaio, in occasione del “Giorno della Memoria” la consegna delle medaglie concesse, con decreto del Presidente della Repubblica, ai cittadini italiani, deportati ed internati nei lager nazisti e ai familiari dei deceduti. Tra gli altri, il prestigioso riconoscimento sarà consegnato anche a Emanuele Plati, cittadino del Comune di Bollate, familiare di Giancarlo Plati, deportato e internato in campo di concentramento.

L’iniziativa, alla presenza del Prefetto di Milano Renato Saccone, vedrà anche la partecipazione del Sindaco di Bollate Francesco Vassallo e si terrà alle ore 10,30 del 27 gennaio all’Istituto d’Istruzione Superiore Carlo Cattaneo di Milano, in piazza Vetra n. 9. Durante la cerimonia, gli studenti dell’istituto leggeranno brani dal saggio “I sommersi e i salvati” di Primo Levi.

Giocotanto: tornano gli appuntamenti per famiglie

ludobus-maggio-2018-giochi
ludobus-maggio-2018-giochi

A Bollate tornano gli appuntamenti dedicati alle famiglie con bambini da 0 a 36 mesi nello spazio Giocotanto di via Nenni 37, grazie al progetto Passi Piccoli finanziato dall’impresa sociale Con i bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto alla povertà educativa. Ecco le opportunità:

SPAZIO PAPA’ – sabato 25 gennaio e 22 febbraio alle 10.30 – 12.00, con le educatrici di Consorzio Sir. Come racconta un papà che ha frequentato le attività “Ci sono tanti bambini, le educatrici sono più che cortesi, c’è tutta la disponibilità da tutti i punti di vista, per farci stare a nostro agio. Perciò dal mio punto di vista, qua, in questa zona, è la cosa più bella che è capitata per i genitori e per i bambini”.

FAMIGLIE INSIEME – venerdì 17 gennaio e 31 gennaio dalle 16.30 alle 18.30 per giocare tutti insieme.

SOCIALIZZIAMO – lunedì dalle 16.30 alle 18.30 e il giovedì dalle 15.30 alle 17.30, gestiti dalle educatrici di Koinè cooperativa sociale. Carla è la mamma di una bambina e così racconta la sua esperienza ”Ho scelto questo spazio in alternativa al nido, l’ho scoperto su facebook e mi trovo molto bene. Trovo tante persone, altre mamme con cui confrontarmi e mia figlia trova bambini con cui socializzare. Io consiglierei di venire qua, è un’occasione di trovare altre persone, fare amicizia, far socializzare i bambini, farli giocare e per noi mamme confrontarci su qualsiasi argomento che ci preoccupa”.

IL PROGETTO PASSI PICCOLI
Spazi e occasioni di incontro e socializzazione per bambini piccoli e genitori, esperienze educative di qualità, ostetriche che aiutano le neo mamme a casa, spettacoli teatrali e letture ad alta voce, educatrici a supporto delle famiglie che necessitano di un aiuto per gestire figli e bilancio in un momento di difficoltà, un ludobus itinerante che porterà giochi, letture e animazioni in giro per il territorio, la riqualificazione di alcuni giardini di asili nido con materiali naturali, la mappatura delle risorse presenti nel territorio sono tra le azioni previste dal Progetto Passi Piccoli. Il progetto è stato selezionato dall’impresa sociale ‘Con i Bambini’ nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile.

PASSI PICCOLI, COMUNITÀ CHE CRESCE offre pari opportunità educative di qualità, ad accesso gratuito, a tutte le bambine e i bambini dalla nascita fino ai tre anni di età che abitano a Baranzate, Bollate, Cesate, Garbagnate Milanese, Novate Milanese, Paderno Dugnano, Senago, Solaro.

Bollate: Cambio di guardia nel Cda di gaia Servizi

Gaia Servizi
Gaia Servizi

Cambio al vertice di Gaia Servizi concordato con l’Amministrazione comunale: Felice Caccavale lascia la presidenza della partecipata per nuovi impegni personali ma resta componente dell’attuale Consiglio di amministrazione. Al suo posto, l’attuale Vice presidente Luigi Quinterio, che assume la presidenza.

“Ho lavorato a tempo pieno per due anni alla guida di Gaia Servizi – dice Felice Caccavale, presidente uscente – ed è stato molto impegnativo ma stimolante. Resto nel Cda per proseguire questa esperienza e portare a termine gli impegni presi e oggi in fase di realizzazione”.

L’Amministrazione comunale ha colto l’occasione per ringraziare Felice Caccavale per l’importante lavoro fin qui svolto, avvalorato anche dai risultati economici ottenuti dalla società e per la sua disponibilità a rimanere nel Consiglio di amministrazione come Consigliere.

Cooperative Sociali “Il Grappolo” e Serena”

cooperative
cooperative

Professionalità, competenza, passione. Ascolto, libertà e autodeterminazione. E, ancora, percorso, giustizia sociale, ma anche bellezza.
Sono state queste le parole chiave di una mattinata intensa, quella di apertura di tre giorni di eventi per celebrare i 18 anni delle Cooperative sociali Il Grappolo e Serena.

Parole ricorrenti e molto sentite pronunciate negli interventi dell’Assessore ai Servizi alla Persona Maria Cecilia Scaldalai e del Sindaco Andrea Tagliaferro, dei relatori d’alto profilo Roberto Franchini, Umberto Zandrini e Andrea Leverano. Ma anche in quelli di *Guido Ciceri, Paola Pessina e don Mario Antonelli.

Il convegno che porta il titolo ‘Da Grande. Persone e cooperative’, ospitato venerdì mattina all’interno dell’Ariston Urban Center di Lainate, è stato volutamente suddiviso in tre momenti cardine – lo spazio del racconto, la lectio magistralis e la tavola rotonda – per offrire tre modalità diverse di confronto.

Partiamo innanzitutto dallo spiegare il numero scelto: il 18 – dicono i presidenti de Il Grappolo e Serena – E’ il numero che ci dice che siamo diventati maggiorenni! Il 18° anniversario dalla fondazione delle due Cooperative sociali rappresenta per tutti noi un traguardo di grande valore, un momento da condividere con chi ci ha visto nascere, chi ci ha accompagnato in questa crescita, o chi semplicemente ci ha conosciuto strada facendo nelle maniere più disparate. Noi abbiamo voluto optare per un numero dal valore simbolico maggiore: i 18 anni, quelli che segnano la maturità, il passaggio alla vita adulta, i 18 anni dell’ingresso “in società”, ma anche quelli delle maggiori responsabilità. 18 anni in cui abbiamo sperimentato, imparato, corretto il tiro, in cui ci siamo rafforzati arrivando fino a qui. Pronti ad intraprendere nuovi percorsi…“da grandi!””

In quest’occasione sp

eciale, le due cooperative hanno voluto farsi un regalo speciale: una lectio magistralis chiamando ad intervenire alcune persone che li hanno accompagnati in questi anni e hanno permesso loro di ‘alzare lo sguardo’. Un momento, nella frenesia della quotidianità, per fermarsi a riflettere e ripensare i motivi alla base del loro operare.
Sono intervenuti: Roberto Franchini: filosofo e pedagogista – Umberto Zandrini: arriva da Anffas, dalla radice comune di vicinanza alle persone fragili ed alle loro famiglie.  –  Andrea Leverano: managing director di DriveNow Italia. E ancora: Felice Romeo, Coordinatore del Dipartimento Welfare di LegaCoop.

Filo conduttore della tavola rotonda è stato, inoltre, il ruolo delle cooperative nelle esperienza di costruzione di welfare nel Rhodense, a livello regionale e… ricordando comunque e sempre che al centro c’è LA PERSONA.

Bollate: il Car pooling cresce sempre più

salvatore-leone
salvatore-leone

Al via la nuova campagna di iscrizioni al servizio di car pooling voluto dall’Amministrazione e attivato nelle scuole Rosmini e Montessori con l’obiettivo di facilitare e migliorare la gestione dei viaggi casa – scuola, e viceversa, di studenti e famiglie. E’ di questi giorno l’avvio della nuova ricerca di volontari e la formazione degli equipaggi vecchi e nuovi del progetto partito ufficialmente lo scorso anno e cresciuto notevolmente in questi 12 mesi.

Il progetto si chiama Scuol@BISed è gestito da Agenda 21 Consulting. Utilizza il sistema di condivisione delle auto dei genitori, che spesso viaggiano con posti vuoti, per trasportare più bambine e bambini, in “equipaggi” costituiti tra vicini di casa e formati in base alle esigenze e alle disponibilità delle famiglie stesse. Il servizio è gratuito e volontario, e prevede più genitori-autisti che si alternano alla guida.

Ma vediamo i numeri:
Ad oggi sono stati organizzati 20 equipaggi per un totale di 56 alunni e si prevede un incremento nelle prossime settimane grazie all’avvio della campagna di inizio anno scolastico. Ricordiamo che lo scorso anno il progetto era partito con 8 equipaggi confermati e altri 7 in attesa di conferma che si sono aggiunti nel corso dell’anno, per un totale di 35/40 bambini accompagnati nelle due scuole Montessori e Rosmini.

“Si tratta – spiegal’Assessore Salvatore Leone, ideatore del progetto – di una bella iniziativa che ha pochi pari in Italia e che richiede un grande impegno civico. Ringraziamo le famiglie per l’adesione a un progetto innovativo che rappresenta un grande passo avanti per Bollate”.

Al fine di incentivare la disponibilità di alcuni genitori a svolgere il compito di autisti degli equipaggi e per premiare e ricompensare la loro disponibilità, l’Amministrazione comunale concede alcuni benefici i cui costi saranno a totale carico del Comune:
1. parcheggio gratuito, in tutti giorni della settimana, nei parcheggi pubblici cittadini;
2. pass parking di accesso diretto nelle isole pedonali delle due scuole coinvolte e nei parcheggi adiacenti dato che i genitori autisti devono anche accompagnare a piedi il gruppo di alunni loro affidato fino all’ingresso a scuola. Lo stesso avviene a fine lezione, per il recupero dei piccoli.
3. seggioloni o alzatine a norma per i genitori conduttori degli equipaggi che ne faranno richiesta.

Che cos’è il CAR POOLING scolastico?
Il “Car pooling” consiste nella creazione di “equipaggi” con bambini dello stesso quartiere accompagnati a scuola da genitori autisti che, anche a rotazione, mettono la propria auto a disposizione di più bambini per il tragitto da casa a scuola e viceversa. I gruppi vengono organizzati in modo autonomo attraverso una mappa interattiva e una piattaforma digitale che saranno messe a disposizione dall’Amministrazione comunale in caso di attivazione del progetto.

Quali i VANTAGGI?
• riduzione delle spese familiari per il trasporto scolastico;
• contenimento degli sprechi e del numero di auto circolanti nelle ore di punta;
• diminuzione dei pericoli stradali e dell’inquinamento acustico e atmosferico;
• incremento della sensibilità ecologica tra i cittadini e maggiore cura dell’ambiente soprattutto da parte dei più giovani;
• sviluppo di una rete di mutuo aiuto e di solidarietà tra i cittadini.

“Ma soprattutto, conclude l’Assessore Leone– un’apertura mentale alla disponibilità e condivisione e un’attenzione alla sostenibilità ambientale. Oltre a una non trascurabile ottimizzazione, per le famiglie, dei tempi quotidiani”.