Sesso e Salute: consigli medico-scientifici

Professore Massimo Galli
Professore Massimo Galli

Sesso e Salute: le dieci buone pratiche per un comportamento corretto e responsabile in ambito sessuale

• I dieci consigli sono stati redatti dal gruppo di esperti medico-scientifici guidato nei contenuti scientifici dal Professor Massimo Galli, Direttore della terza divisione di Malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano, e composto da importanti medici italiani

• L’iniziativa è sviluppata all’interno di “Safe is the new normal”, la campagna educational di Durex per non tornare alle cattive abitudini della normalità prima del Covid-19

• Dalla ricerca Durex: prima del Covid-19 solo 1 italiano su 2 utilizzava il preservativo come contraccettivo

Nell’ambito della campagna educational di Durex “Safe is the New Normal”, realizzata in collaborazione con Anlaids, il gruppo di esperti medico-scientifici guidato dal Professore e infettivologo dell’Ospedale Sacco di Milano Massimo Galli ha presentato i 10 consigli per un comportamento corretto e responsabile in ambito sessuale. Attraverso questi suggerimenti gli esperti vogliono trasmettere un messaggio di rottura rispetto alla normalità in fatto di abitudini sessuali sensibilizzando la popolazione sul ruolo cruciale che gioca la prevenzione anche in questa sfera.

“Il lockdown non può non aver interferito con le abitudini sessuali e ha drasticamente ridotto le occasioni d’incontro, specie tra giovani, e più in generale i rapporti occasionali. Il coronavirus è un ‘nemico totale’ del sesso libero, che ha costretto molti a un lungo periodo di astinenza. La fine del lockdown, che coincide con i mesi estivi, fa facilmente prevedere una robusta ripresa dei contatti e dei rapporti. Una parte della ripresa, che merita le attenzioni dedicate a tutto il resto, ma con un’accortezza in più: essere ragionevolmente consapevoli sulle condizioni proprie e del proprio partner e ricordare che se il cento per cento della sicurezza per Covid-19 non lo si può avere, qualcosa di molto vicino al cento per cento della sicurezza contro le malattie sessualmente trasmissibili può essere raggiunto – sottolinea il Professor Massimo Galli, Direttore della terza divisione di Malattie infettive dell’Ospedale Sacco di Milano – Le infezioni sessualmente trasmesse sono un capitolo trascurato e da molti dimenticato, a partire dalla più temibile tra loro, l’infezione da HIV. Tentando di trasformare una crisi in un’opportunità, di tradurre un’attenzione destata da Covid per la propria salute in una maggior attenzione per la sicurezza propria e altrui, è questo il momento per tornare a parlare di prevenzione nell’attività sessuale e per dar spazio alla cultura della responsabilità”.

Dieci buone pratiche per guidare le persone verso una nuova normalità fatta di una maggiore consapevolezza e conoscenza su rischi e pericoli delle malattie sessualmente trasmissibili e su quali comportamenti adottare per la prevenzione. Dalla ricerca di Durex, condotta in Italia su 500 persone comprese tra i 16 e i 55 anni, più della metà degli intervistati ha dichiarato che prima del Covid-19 solo 1 italiano su 2 era solito utilizzare il preservativo come contraccettivo e che il lockdown non ha cambiato le abitudini e le attenzioni legate alla propria igiene sessuale.

“Anlaids, Associazione Nazionale per la lotta contro l’Aids, è da 35 anni impegnata nella prevenzione dell’Hiv e delle malattie sessualmente trasmissibili. In un momento così critico come quello che stiamo vivendo, dove è necessario mettere in campo molte più attenzioni nella vita di tutti i giorni per difendersi da Sars-Cov-2 forse ricordare che è necessario proteggersi anche da HIV e dalle infezioni sessualmente trasmissibili può risultare un messaggio non gradito, in quanto aumenta la paura e l’insicurezza già dominanti – osserva Bruno Marchini, Presidente di Anlaids Onlus – Proviamo però a cogliere anche l’opportunità generale di Safe is the New Normal, ovvero il tanto auspicato “ritorno alla normalità” diventa l’occasione per porre semplicemente una maggiore attenzione alla nostra ed all’altrui salute”.

Quanto emerso dalla ricerca conferma una scarsa informazione sui rischi per la salute in tema di malattie sessualmente trasmissibili e una noncuranza sul loro potente impatto nella vita di ognuno di noi. Da sempre Durex si fa promotore di progetti e campagne di sensibilizzazione per sostenere e contribuire a una maggiore consapevolezza nel vivere i rapporti sessuali. “Per Durex la priorità è sviluppare dei contenuti impeccabili dal punto di vista scientifico, che aiutino le persone, soprattutto le fasce d’età più giovani e quindi più fragili, a compiere scelte consapevoli e responsabili al fine di tutelare la propria salute e affrontare con serenità la propria vita affettiva. Durex è un brand iconico, di cui le persone si fidano e ha una potenza comunicativa di grandissimo rilievo. – sottolinea Laura Savarese, Regulatory Affairs Director Southern Europe, RB – Siamo pronti a metterla a disposizione del Ministero della Salute, del Ministero dell’Istruzione, delle comunità cliniche, delle scuole, delle associazioni pazienti come veicolo per aumentare l’efficacia degli interventi di educazione affettiva e sessuale: non torniamo alla vecchia normalità in cui la burocrazia e gli ostacoli alla promozione dei preservativi, considerata pubblicità sanitaria e sottoposta a rigido iter autorizzativo da parte delle autorità, depotenziavano enormemente l’efficacia comunicativa di Durex sui temi di prevenzione. Facciamo insieme un passo avanti verso una “nuova normalità”, in cui i giovani possano sentirsi supportati, siano resi edotti dei rischi e delle responsabilità delle loro scelte e, di conseguenza, adeguatamente protetti”. Il Gruppo medico scientifico che ha redatto i 10 consigli sulle buone pratiche sessuali è costituito dal Professore e infettivologo dell’Ospedale Sacco di Milano Massimo Galli, riconosciuto come uno dei principali punti di riferimento della comunità scientifica per il suo impegno nella ricerca sull’HIV e oggi anche sul Covid- 19, la Dott.ssa Sonia De Balzo, Sessuologa specialista in psicologia clinica e dello sviluppo dell’Ospedale D. Cotugno di Napoli, il Dott. Alberto Venturini, Psicologo psicoterapeuta cognitivo comportamentale presso la Struttura Complessa Malattie infettive Ospedale Galliera di Genova e la Dott.ssa Alessandra Scarabello, Dermatologa presso l’INMI L. Spallanzani di Roma.

Le dieci buone pratiche per una sessualità responsabile:

1. LA SICUREZZA NON HA IDENTITÀ DI GENERE NÉ ORIENTAMENTO SESSUALE.

2. LA SESSUALITÀ È UN BISOGNO FONDAMENTALE DEGLI INDIVIDUI.

3. ACQUISIAMO CONSAPEVOLEZZA SULLE PRATICHE SESSUALI CHE COMPORTANO UN RISCHIO DI INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMISSIBILI.

4. PROTEGGIAMOCI CON IL PRESERVATIVO.

5. UTILIZZIAMO IL PRESERVATIVO IN MODO CORRETTO.

6. MANTENIAMO UN’ACCURATA IGIENE INTIMA E PERSONALE PRIMA E DOPO IL RAPPORTO.

7. CONTRASTIAMO GLI STEREOTIPI NEGATIVI RELATIVI ALL’USO DEL PRESERVATIVO.

8. SENTIAMOCI PROTAGONISTI ATTIVI DELLA NOSTRA SESSUALITÀ E DELLA PREVENZIONE.

9. EVITIAMO LA SOVRAINFORMAZIONE E LE FAKE NEWS.

10. LA COMUNICAZIONE È FONDAMENTALE.

 

Il Teatro Arcimboldi di Milano riapre all’arte

mapping
mapping

Il Teatro degli Arcimboldi riapre i propri spazi e lo fa, eccezionalmente per questa estate, ospitando due mostre d’arte che saranno in programma da sabato 1 agosto al 13 dicembre 2020: sul palco “Claude Monet – The Immersive Experience” e nel foyer “UNKNOWN – Street Art Exhibition”.

Per il Teatro degli Arcimboldi sottoposto, come tutti i teatri italiani, alle restrizioni imposte dall’incertezza normativa sull’emergenza Covid, si rende impossibile l’apertura della consueta attività teatrale. Ma gli ampi spazi del teatro possono rendere comunque straordinaria l’esperienza di una mostra in un luogo da sempre dedicato all’eccellenza dell’arte.

Queste due esposizioni rappresentano un nuovo corso per un Teatro degli Arcimboldi inedito che, in futuro, si proporrà ai propri spettatori con un progetto articolato su differenti piani artistici e che fonderà teatro, arte, musica, intrattenimento e didattica.
Una grande scommessa, dopo il lockdown, quella del rilancio di una cultura trasversale che unisce due mondi, quello dell’arte e quello del teatro, per andare oltre e superare le difficoltà.

In quest’ottica Show Bees e Next Exhibition sono liete di presentare due mostre-evento che arrivano per la prima volta a Milano e che animeranno il Teatro degli Arcimboldi per tutto il periodo estivo e oltre:

“Claude Monet – The Immersive Experience”, la mostra multimediale che accompagnerà il visitatore nei colori e nei capolavori del maestro impressionista francese e “UNKNOWN –Street Art Exhibition”, che presenterà le opere dei più importanti artisti di strada fra i quali Banksy, Blu, Phase 2, Robert del Naja, Serena Maisto.

Aperte  le vendite su Ticketone

– Claude Monet – The Immersive Experience:
https://www.ticketone.it/biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=2789796

– Unknown – Street Art Exhibition:
https://www.ticketone.it/biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=2789607

– biglietti open per le due mostre:
https://www.ticketone.it/biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=2790071

Luca Bonaffini in concerto a Mantova

Luca Bonaffini
Luca Bonaffini

Luca Bonaffini in concerto a Mantova

Con sola voce e chitarra, il cantautore proporrà uno show musicale
per celebrare i trent’anni dell’album ORACOLI che,
scritto con Pierangelo Bertoli,
consacrò la sua carriera di autore di canzoni

https://youtu.be/Y_ZIWSfMPpY

Mercoledì 29 luglio alle 21:30 presso l’Arena Bike In di Mantova (zona Campo Canoa), in occasione di Mantova Estate, il gradito ritorno dal vivo del cantautore mantovano Luca Bonaffini.
Reduce dal tour 2019 “Il cavaliere degli asini volanti unplugged” e dal pentadisc “Non è mai troppo Natale” (uscito durante il lockdown), il musicista-scrittore riparte da sé, organizzato con “sola voce e chitarra”, per regalare alla sua città il mancato concerto del novembre scorso, nella consueta veste acustica.
La serata sarà anche l’occasione per celebrare i trent’anni dalla pubblicazione dell’album “Oracoli”, uscito nel 1990 e scritto da Bonaffini a quattro mani con Pierangelo Bertoli, il fortunato Long Playing che consacrò Luca come autore di canzoni.
Il 33 giri conquistò – nel giro di poche settimane – il Disco d’Oro, soprattutto grazie alla hit “Chiama piano” (che Bertoli cantò in coppia con Fabio Concato), poi ricantata da Nek e da molti altri artisti, tra cui il figlio di Pierangelo, Alberto Bertoli.

“Per la prima volta racconterò come nacque il progetto “Oracoli”, perché il collega sassolese mi propose di scriverlo tutto insieme a lui, come e quando realizzarlo. Dal set dell’allora residenza estiva di Pierangelo e famiglia, ovvero la casa di Cervia (quando ero un autore quasi disoccupato…), fino alla magica sei giorni in cui videro vita i 10 brani che firmammo insieme. Le ispirazioni, le suggestioni, le discussioni, le risate. E poi il grande studio Metropolis di Via Carroccio a Milano, l’incontro coi grandi musicisti (Lucio Fabbri, Flavio Premoli, Fabio Treves, Hengel Gualdi, Grazia di Michele, Massimo Luca ecc), il via vai dei miti durante i turni di sala da De André a Pagani, dalla Vanoni in studio alla telefonata di Mina. Infine, il successo inaspettato, non calcolato, casuale. Sì, quella sera, dedicherò – per festeggiare i 30 anni di Oracoli-Chiama Piano – un lungo momento al 1990”

Inoltre, promette Luca Bonaffini, “A fianco delle mie canzoni più amate, non mancheranno gli omaggi che amo fare ad alcuni illustri maestri come Claudio Lolli, Luigi Tenco e Victor Jara”, tributi che – da qualche anno – il cantautore ama fare durante i suoi show concept.
Conclude “Ci sarà spazio anche per le richieste, almeno per quelle che sarò in grado di offrire, che riguardino le mie canzoni. Voglio che tutti siano felici e soddisfatti, quella sera.”

Il concerto, organizzato dal Comune di Mantova in collaborazione con LS STUDIO ASSOCIAZIONE MUSICALE avrà inizio alle 21.30 e, per volontà di Bonaffini, sarà ad ingresso gratuito.
https://it.wikipedia.org/wiki/Luca_Bonaffini

 

“Matu-Random”, lo speciale Bonus Maturità

SZ Viaggi
SZ Viaggi

ScuolaZoo

Scuola: l’80% dei liceali dichiara di non voler rinunciare alle vacanze, da ScuolaZoo arriva “Matu-Random”, lo speciale Bonus Maturità per 1400 studenti
Un voucher per trascorrere il viaggio di maturità insieme ad altri maturandi,
dimenticando ansie e paura di un anno scolastico e un esame così particolari
Secondo l’osservatorio OneDay l’80% dei liceali non vuole
rinunciare alle vacanze, così ScuolaZoo, il media brand di riferimento della
Generazione Z e considerato il compagno di banco degli studenti italiani, ha
pensato a un “bonus maturità” alternativo per i maturandi che quest’anno
hanno dovuto affrontare la maturità più strana della storia.
Causa lockdown, gli studenti hanno frequentato l’ultimo anno di scuola a casa,
non hanno organizzato la festa dei “100 giorni alla maturità”, hanno vissuto una
iconsueta “Notte prima degli Esami”, si sono preparati agli esami con la didattica
a distanza. Hanno dovuto rinunciare ai momenti di condivisione e di socialità
che una delle tappe più importanti della vita di tutti – la fine delle scuole
superiori – porta con sé. Per questo ScuolaZoo, dopo aver sostenuto gli studenti
con attività online di edutainment, arriva in soccorso anche stavolta aiutando i
maturandi (maturati ormai!) a dimenticare ansie e paure di una anno così
particolare, partendo per il tanto sognato viaggio di maturità!
Da oggi fino al 15 luglio infatti ScuolaZoo mette a disposizione 100 gift card al
giorno del valore casuale compreso tra 60€ e 100€, ovvero il voto minimo e
massimo della maturità. Come? Collegandosi al sito www.scuolazooviaggi.com
tutti i giorni tra le 21 e le 22.
Top 3 viaggi maturità:
– Corfù – Kavos
– Jesolo
– Isola di Pag

LA5, format inedito “Una nuova vita”

Crisula Stafida e Claudio Guerrini 1
Crisula Stafida e Claudio Guerrini 1

Al via da mercoledì 3 luglio il format inedito “Una Nuova Vita”: 12 appuntamenti in seconda serata con Claudio Guerrini e Crisula Stafida

Tra gli ospiti, Paolo Genovese, Lillo, Arisa, Elisa D’Ospina, Jane Alexander.

Debutta mercoledì 3 luglio, in seconda serata su LA5, il format inedito “Una nuova vita”. Alla guida delle 12 puntate del programma prodotto dalla 11 Eleven di Bruno Frustaci e Alessandro Carpigo, la coppia Claudio Guerrini e Crisula Stafida.

Scritto da Luigi Miliucci e Tommaso Martinelli, con la regia di Luca Celia, il talk racconta speranze, ambizioni e gesti verso una nuova vita, di un personaggio noto e di una persona comune. Collegati dalla propria casa, i due parlano e mettono a confronto le proprie idee, per svelare stati d’animo, aspirazioni, fantasie.

Chiave di lettura di “Una nuova vita”, la straordinaria capacità di resilienza degli italiani, più che mai evidente con le necessità legate alla pandemia.
Traccia delle nuove abitudini del Paese e di quelle dei due guest, durante e dopo il lockdown, i frammenti di questa strana vita presi da web e social, adesso spunto per una riflessione e un commento su quanto vissuto negli scorsi mesi.
La serata si conclude con due cose da mettere in una scatola per i posteri: una rappresentativa della vita passata, l’altra un oggetto significativo della nuova.

25, in totale, gli ospiti di “Una nuova vita”.
Da Arisa a Paolo Genovese e Lillo (Pasquale Petrolo). Da Francesca Manzini a Giusy Versace e Maria Sole Pollio. Da Maurizio Mattioli a Elisa D’Ospina ed Enzo Salvi. Da Laura Freddi e Cristina Quaranta a Gianluca Mech. Da Benedetta Mazza a Carmen Di Pietro ed Emily Rinaldi. Da Jane Alexander a Gianmarco Amicarelli e Luca Ruggeri. Da Ivano Scolieri a Vincenzo Sorrentino e Romana Busani. Da Davide Desario a Vincenzo Freni. Da Maria Vittoria Rava a Lucia Gaeta.

Claudio Guerrini è un dj, conduttore radiofonico (RDS) e televisivo (inviato de La prova del cuoco). Firma del periodico Vero, ha scritto il libro C’era una (prima) volta.

Crisula Stafida, attrice cinematografica e televisiva, ha partecipato a Distretto di Polizia 6, RIS – Delitti imperfetti, Matrimoni e altre follie, I delitti del Barlume e Din Don – Il ritorno, Ricci e capricci.