Museo Omero di Ancona: “La politica insegnata a mio nipote”

IMG_9335
IMG_9335

Mercoledì 13 luglio sarà di scena per la prima volta ad Ancona al Museo Tattile Statale Omero – Mole Vanvitelliana, lo spettacolo itinerante LA POLITICA INSEGNATA A MIO NIPOTE Capitolo I – Il mattino ha l’oro in bocca.

Lo spettacolo, scritto e diretto da Sonia Antinori, nasce dal progetto europeo W.I.S.E. che in 2 anni ha raccolto oltre 60 testimonianze delle generazioni centrali del Novecento in Italia, Germania, Gran Bretagna, Polonia con l’obiettivo di raccontare il percorso della Democrazia in scala europea.

Il mattino ha l’oro in bocca, il primo dei dodici capitoli, è dedicato all’Italia. Il racconto dal dopoguerra ad oggi è affidato ad un gruppo di giovani – Desirée Domenici, Giacomo Lilliù, Giulia Salvarani –  in crisi di fronte alla disgregazione odierna che a loro modo, scherzando e arrabattandosi tra i “sentito dire”, tentano una difficile ricostruzione politica sotto lo sguardo muto dei veri protagonisti di quel periodo di speranze,  Loredana Barbanera e Franco Frezzotti.

La politica insegnata a mio nipote, dopo decine di repliche in Italia e all’estero, approda al Museo Omero, sua sede “naturale”: il racconto prende avvio infatti proprio dalla testimonianza di Aldo Grassini e dalla sua vicenda personale di perdita – è diventato cieco a causa di una mina inesplosa della seconda guerra mondiale – e di riscatto civile: professore, pacifista, consigliere comunale, fondatore di un museo unico al mondo.

LA POLITICA INSEGNATA A MIO NIPOTE

CAPITOLO I – IL MATTINO HA L’ORO IN BOCCA
Testo, regia, scene e costumi di Sonia Antinori
con Desirée Domenici, Giacomo Lilliù, Giulia Salvarani
e con Loredana Barbanera e Franco Frezzotti
Light Design Angelo Cioci
Sound Design Slate
Progettazione Grafica Francesca Pavoni
Organizzazione Michela Cavaterra
Assistente alla Regia Bianca Ottaviani