“Sapori su tela”, la personale di Licia Fusai

Licia Fusai
Licia Fusai

“Sapori su tela”, la personale di Licia Fusai, sarà in mostra alla Galleria Immaginaria di Via Molino delle Armi, 47 a Milano dal 16 al 30 giugno 2016.

Una collezione esclusiva di opere realizzate dall’artista milanese con elementi… “speziati”, dal pepe al peperoncino, al sale marino e himalayano, ai semi di soia e di girasole.

L’inaugurazione della mostra giovedì 16 dalle 18.30 alle 21.30 sarà occasione per degustare le nuove proposte al sale piccante che la storica Pasticceria Cucchi ha creato per l’occasione con la linea di sali speziati “DeChillico”, al suo esordio. Un affresco di Vecchia Milano, icona di un’eccellenza pasticcera stellata… Il nome di Cucchi rimanda al fascino e all’eleganza di una bottega storica, un luogo di culto che e stato per decenni capace di ingolosire, con le sue favolose creazioni e genuine prelibatezze, generazioni di intenditori. Quale migliore “occasione” dunque, per accompagnare la personale “Sapori su tela” di un’artista, Licia Fusai, che richiama gli ingredienti naturali delle nostre eccellenze?

La mostra di Licia Fusai consacra il successo di due modi di esprimere arte, di cui uno gourmand fonte di ispirazione dell’altro.. Le tele astratte o figurative dell’artista milanese sono opere uniche e mirabili, emozionanti pennellate di colore con elementi vivi, prodotti della terra ricchi di cromatismo e di fascino. “Un inno gioioso e un mio doveroso omaggio alla natura capace di ispirarmi in continuazione con le sue molteplici varietà di forme e colori”, sottolinea Licia Fusai che continua: “Il pepe in tutte le sue tinte, la cannella e il suo profumo, il sale dell’Himalaya nelle sue rosee sfumature, il peperoncino, i semi di girasole, i cereali… E insieme il piacere di esporre le mie opere in un luoghi incantati, all’avanguardia come nel caso di Immaginaria o dove si respira un secolo di storia come alla Pasticceria Cucchi dove grandissimi artisti del passato e del presente si sono ritagliati uno spazio e dove ho esordito con la mia personale…”.

Un binomio d’autore quello tra Cucchi e Fusai, un legame stretto nato un anno fa che sottolinea l’intreccio creativo sotto il segno degli ingredienti, forme di espressioni “artistiche” diverse, ma unite da un’unica passione.

Da Cucchi e ora da Immaginaria fino al 30 giugno: il nuovo incontro è con il linguaggio dei sali, all’insegna di “DeChillico”.