Fedez alla Mondadori Megastore

cast_fedez
cast_fedez

Le sorprese di Fedez per tutti i suoi fan non sono ancora terminate! Domani, lunedì 3 dicembre, alle ore 15 l’artista sarà presente in via del tutto eccezionale alla Mondadori Megastore di via Marghera, 28 a Milano per presentare in anteprima assoluta tutti i contenuti esclusivi dedicati ai fan inclusi nel nuovo album “Paranoia Airlines”.

Tutti coloro che saranno presenti all’evento potranno acquistare il pre-order del disco, in uscita il 25 gennaio, e avere accesso ad un fantastico regalo.

L’album “Paranoia Airlines” è stato anticipato dal singolo “Prima di ogni cosa”, disco d’oro in una sola settimana, in, che ad oggi conta oltre 8 mln di stream su Spotify e 17 mln di visualizzazioni su YouTube. Fedez ha inoltre annunciato il tour, organizzato da Vivo Concerti e Newtopia, che lo vedrà esibirsi nelle principali città italiane a partire da marzo 2019.

Vincent Van Gogh- L’odore assordante del bianco

Alessandro Preziosi
Alessandro Preziosi

Le austere e slavate pareti di una stanza del manicomio di Saint Paul. Come può vivere un grande pittore in un luogo dove non c’è altro colore che il bianco?

È il 1889 e l’unico desiderio di Vincent è uscire da quelle mura, la sua prima speranza è riposta nell’inaspettata visita del fratello Theo che ha dovuto prendere quattro treni e persino un carretto per andarlo a trovare.

Attraverso l’imprevedibile metafora del temporaneo isolamento di Vincent Van Gogh in manicomio, interpretato da Alessandro Preziosi, lo spettacolo di Khora.teatro in coproduzione con il Teatro Stabile d’Abruzzo, che si avvale della messa in scena di Alessandro Maggi, è una sorta di thriller psicologico attorno al tema della creatività artistica che lascia lo spettatore con il fiato sospeso dall’inizio alla fine.

Il testo vincitore del Premio Tondelli a Riccione Teatro 2005 per la “…scrittura limpida, tesa, di rara immediatezza drammatica, capace di restituire il tormento dei personaggi con feroce immediatezza espressiva” (dalla motivazione della Giuria n.d.r.) firmato da Stefano Massini con la sua drammaturgia asciutta, ma ricca di spunti poetici, offre considerevoli opportunità di riflessione sul rapporto tra le arti e sul ruolo dell’artista nella società contemporanea.

Al Teatro Manzoni di Milano
dal 15 novembre al 2 dicembre 2018
Khora.Teatro e TSA Teatro Stabile d’Abruzzo
presentano
ALESSANDRO PREZIOSI
VINCENT VAN GOGH
L’odore assordante del bianco
di Stefano Massini

“Patty Pravo Live”

Patty Pravo Teatro Romano Verona - Classico
Patty Pravo Teatro Romano Verona – Classico

Un’Artista dal carisma unico, una vera icona della musica italiana che con la sua voce inconfondibile ha fatto sognare intere generazioni. Patty Pravo, al secolo Nicoletta Strambelli, torna ancora una volta ad incantare il pubblico con un disco live registrato durante due concerti unici, tra cui il tanto atteso live al Teatro La Fenice di Venezia, sua città natale dove quest’anno è tornata a suonare dopo alcuni anni di assenza.

Il 26 ottobre esce “PATTY PRAVO LIVE” e l’artista  incontrerà i fan e firmerà le copie del disco in due speciali appuntamenti a Milano e Roma: venerdì 26 ottobre alle ore 17.00 presso l’Hosteria della Musica alla Ferrovia di Milano (Via Giovanni Battista Pirelli, 1) e il 5 novembre alle ore 17.00 presso la galleria d’arte Musia (living & arts) di Roma (Via dei Chiavari 7/9). Gli incontri saranno introdotti e moderati da PINO STRABIOLI.

Il CD 1 racchiuderà i brani in versione classica accompagnati dalla Grand Orchestra diretta dal Maestro Mauro Ottolini mentre il CD 2 conterrà i brani più rock del suo repertorio.
Questa la tracklist di “PATTY PRAVO LIVE”:
CD 1 – “Concerto per Patty” (G. Meccia – B. Zambrini), “Tutt’al più” (P. Pintucci – F. Migliacci), “Piccino” (Petite) (L. Ferrè), “La canzone dei vecchi amanti” (Chanson des vieux amants) (J. Brel – G. Jouannest – S. Bardotti – D. Delprete), “Non andare via” (Ne Me Quitte Pas) (J.Brel – G. Paoli), “A modo mio” (My way) (C. Francois – J. Revaux – G. Thibaut), “Col tempo” (L. Ferrè – E. Medail – G. Simontacchi), “Motherless child”, “Dove andranno i nostri fiori” (D. Pace).
C2 – “La bambola” (F. Migliacci – B. Zambrini – R. Cini), “Se perdo te” (P. Korda – S. Bardotti), “Orient Express” (D. Gionfriddo – C. Clementi – E. Massimi – N. Strambelli), “E dimmi che non vuoi morire” (G. Curreri – R. Ferri – V. Rossi), “La viaggiatrice Bisanzio” (T. Carnevale – P. Dossena – N. Strambelli), “Cieli immensi” (F. Zampaglione), “Nuvole” (Giangi Skip), “Piramidi di vetro” (I. Spathas – A. Tourkogiorgis – G. Trantalidis – L. Albertelli), “Pensiero stupendo” (O. Prudente – I. Fossati), “Pazza idea” (G. Ullu – P. Dossena – C. Gigli – M. Monti).

Zucchero al British Summer Time di Londra

 

 

 

Zucchero_Hyde Park_foto di Eleonora Rubini
Zucchero_Hyde Park_foto di Eleonora Rubini

Oltre 65.000 persone presenti ieri, domenica 8 luglio, ad HYDE PARK in occasione del British Summer Time di Londra, uno dei festival più importanti di tutto il Regno Unito.

A calcare quel palco anche ZUCCHERO “Sugar” FORNACIARI, unico artista italiano ad essersi esibito in chiusura del primo weekend di musica del festival, accanto ad artisti internazionali del calibro di Eric Clapton, Santana, Steve Winwood… solo per citarne alcuni. Un’occasione unica e irripetibile resa speciale dalla grande carica ed energia del pubblico inglese.

Reduce, inoltre, da due indimenticabili live in una delle location più belle del mondo, Piazza San Marco a Venezia, e dallo spettacolare concerto al Castello di Sigulda in Lettonia, Zucchero questa settimana porterà il suo Summer Events & Festivals 2018 tour in Scozia, ad Edimburgo e Glasgow, per poi esibirsi al prestigioso Cornbury Music Festival di Oxfordshire ed essere headliner della grande manifestazione olandese, il Bospop Festival. Il Summer Events & Festivals 2018 Tour non si fermerà qui… proseguirà per tutto il mese di luglio portando Zucchero e i suoi musicisti internazionali ad esibirsi nei più importanti festival europei, dalla Croazia alla Francia, dalla Bulgaria alla Macedonia, in cui si esibirà per la prima volta, passando poi per la Germania, la Svizzera, l’Austria… e l’Europa intera!

Con Zucchero sul palco una super band internazionale composta da 12 elementi: POLO JONES (Musical director, bass & backing vocals), KAT DYSON (guitars, dobro, mandolin, bvs & backing vocals), BRIAN AUGER (hammond organ C3), DOUG PETTIBONE (Pedal Steel Guitar, dobro, lap steel, banjo, guitar & backing vocals), QUEEN CORA COLEMAN (drums & backing vocals), NICOLA PERUCH (keyboards), ADRIANO MOLINARI (drums), MARIO SCHILIRÒ (guitars), ANDREA WHITT (violin, mandolin, pedal steel guitar), JAMES THOMPSON (sax tenor, sax baritone, flute, harmonica & backing vocals), LAZARO AMAURI OVIEDO DILOUT (trumpet, flugelhorn, french horn) e CARLOS MINOSO (trombone, tuba).

Christian Tipaldi: “Soundtracks” – nuovo album

BookNYC - 09_Christian Tipaldi - Crediti Dima Bazak NYC (2
BookNYC – 09_Christian Tipaldi – Crediti Dima Bazak NYC (2

Martedì 26 giugno alle ore 18.00 il compositore e pianista romano CHRISTIAN TIPALDI presenterà il suo nuovo album, “SOUNDTRACKS”, con un esclusivo showcase presso il Mondadori Megastore Duomo di Milano, accompagnato da alcuni dei musicisti che hanno realizzato insieme a lui questo nuovo progetto discografico: Maurizio Solieri, Ricky Portera, Cicci Bagnoli, Claudio “Gallo” Golinelli, Daniele Tedeschi, Luca Martelli, Sergio Ascheris, Fabrizio Foschini e Davide Vicari.

Pubblicato lo scorso 15 giugno nella versione fisica con uno speciale cofanetto con cd+dvd+booklet 40 facciate e in vinile a tiratura limitata in Italia e in uscita il 29 giugno anche in digital download e su tutte le piattaforme streaming mondiali, “SOUNDTRACKS” (All Areas Production/Believe) contiene 11 brani incredibili registrati tra New York, Los Angeles e Pieve di Cento a Ferrara e vanta una serie di musicisti che sono stati scelti dall’artista proprio per raggiungere una perfezione e qualità di sound incredibile.

«SOUNDTRACKS è un concept album, ispirato alla città di New York, protagonista con le sue vedute notturne e dettagli che la rendono costantemente un turbinio di sensazioni ed emozioni difficili da dimenticare – racconta Christian Tipaldi – nel disco hanno suonato per la prima volta insieme, grandissimi musicisti di caratura mondiale italiani e americani, rendendolo un prodotto discografico incredibilmente potente e libero da ogni regola commerciale».