Bottega Baltazar in concerto

Cover_Sulla testa dell'elefante
Cover_Sulla testa dell’elefante

È partito il tour con cui la band BOTTEGA BALTAZAR presenta il nuovo album “Sulla testa dell’elefante” (Azzurra Music), disco nato durante i mesi trascorsi in ritiro sul Monte Summano (Prealpi Vicentine), le cui cime ricordano proprio la testa di un pachiderma.

Queste le prime date annunciate: venerdì 10 giugno alle ore 21.00 all’Auditorium San Michele di Selvazzano (Padova) insieme al Coro del Pontile, sabato 11 giugno alle ore 21.30 in Piazza Silva a Marano Vicentino (Vicenza) in occasione del Festival del Pane e domenica 12 giugno alle ore 18.00 in Piazza Primo Maggio a Montegrotto Terme (Padova).

Inoltre, il 30 giugno alle ore 18.00 la band presenterà a La Feltrinelli di Padova (via Quattro Spade, 2) il nuovo album, modera il giornalista Enrico De Angelis, direttore artistico del Premio Tenco.

Bottega Baltazar (ex Piccola Bottega Baltazar) è composta da Giorgio Gobbo (voce e chitarra), Sergio Marchesini (pianoforte e fisarmonica), Antonio De Zanche (contrabbasso e basso elettrico), Graziano Colella (batteria, percussioni) e Riccardo Marogna (clarinetto, clarinetto basso, sax tenore ed elettronica).

“Sulla testa dell’elefante” è disponibile nei negozi tradizionali, sulle principali piattaforme streaming e in digital download su Azzurra Music e su iTunes. È online il video del primo brano estratto “Rugby di periferia”, diretto da Marco Zuin, a cui hanno partecipato due squadre di rugby: Leoni di Camposampiero (Padova) e Variegati di Castelfranco Veneto (Treviso).

Il disco Sulla testa dell’elefante” si avvale della produzione artistica di Carlo Carcano, compositore, arrangiatore e produttore che ha collaborato, tra gli altri, con Bluvertigo, Cristina Donà, Morgan, Northpole, Moltheni, Petrina e Baustelle.

Questa la tracklist: “A colloquio con i nembi”, “Sora del mont”, “Drago bianco”, “Rugby di periferia”, “Il sogno del gatto Melville”, “Osteria all’antico termine”, “La smortina innamorata”, “Bussarti alla finestra con la neve”, “Venite adoremus” e “Foresto casa mia”.