ENOGASTRONOMIA: storie di uomini, vini e cibi

E’ stato recentemente pubblicato un elegante libro (prezzo 45 euro) dal titolo “Friuli Venezia Via dei Sapori – I Solisti del gusto”  di Walter Filiputti in occasione della manifestazione “Il futuro fatto a mano”organizzata alla Triennale di Milano  dalla Camera di Commercio di Udine.

Il volume di 576 pagine a colori, è un affascinante racconto su persone, gastronomia, prodotti, vini e illustrato dalle immagini di Stefano Scatà, Ulderica Da Pozzo, Francesco Busso, Laura Tessaro, oltre che di Christian Sappà, Luca Plett, Massimiliano Leopardi. Nelle pagine si raccontano i 20 ristoratori che, 10 anni fa, hanno dato inizio a Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori, e  hanno saputo con caparbietà, passione, impegno, catalizzare attorno a sé quanto di meglio offre in tema di vini e cibi la Regione costituendo un gruppo coeso dove gli attuali  63 “Solisti del Gusto”,  da tempo hanno capito che era necessario superare personalismi e fare sistema, valorizzando il proprio territorio diventato un “modello” nazionale da seguire.

 I loro cibi e vini si armonizzano in una melodiosa sinfonia e mettono in scena quanto di più raffinato propone in tavola il Friuli Venezia Giulia.

La pubblicazione di facile lettura può essere l’occasione per un regalo ad amici e conoscenti appassionati di enogastronomia: sono elencati non solo i 63 fra ristoratori, vignaioli del Consorzio di Friuli Venezia Giulia ma descrive i lunghi e appassionati vagabondaggi dai monti della Carnia alle lagune adriatiche le vere storie di 168 artigiani del gusto dove dietro a ciascun uomo o donna ci sono dei prodotti realizzati per anni con passione e fatica convinti che è ancora l’uomo al centro del produrre e che per realizzare i propri sogni bisogna continuare a sognare.per creare prodotti di nicchia con il rischio di estinzione .

Ci sono poi le storie di prodotti e produttori, ad iniziare da quella emblematica, che ha fatto da traino a tutto il Friuli Venezia Giulia  di Giannola e Benito Nonino, e anche le “Ricette della memoria”, piatti della tradizione  che ancor oggi sono alla base della cultura gastronomica locale.

Gli echi ancestrali, le radici,che gli chef di Friuli Via dei Sapori hanno conservato, riletto, interpretato nel dar vita alla loro cucina attuale, vincendo l’impegnativa scommessa di conservare la tradizione senza rinunciare all’innovazione.

Ulteriori informazioni a:: Friuli Venezia Giulia Via dei Sapori – tel. 0432. 538.752 – info@friuliviadeisapori.itwww.friuliviadeisapori.it

 

Carlo Torriani