Che Tempo che fa – ospiti del 9 dicembre

che-tempo-che-fa
che-tempo-che-fa

Nella nuova puntata di Che Tempo che fa di Fabio Fazio in onda Domenica 9 Dicembre alle 20.35 su Rai1 interverrà Federico Cafiero De Raho Procuratore nazionale Antimafia e Antiterrorismo.

Inoltre sarà ospite di Fabio Fazio in studio, Gino Strada medico, attivista e fondatore dell’ONG italiana Emergency.

E ancora Renzo Arbore, che sarà al timone di “Guarda… Stupisci” (sottotitolo: Modesta e combiccherata lezione sulla canzone umoristica napoletana) su Rai 2 il 12 e il 19 dicembre con Nino Frassica. Lo spettacolo illustrerà ai giovani il repertorio della canzone umoristica napoletana.
Ospite della trasmissione anche Lorenzo Jovanotti Cherubini, reduce dall’annuncio del “Jova Beach Party” 2019. La pop star in studio canterà “Chiaro di luna”, romantica ballad che ha anticipato il disco “Oh live!” uscito il 30 novembre scorso.

E ancora, lo scrittore Francesco Piccolo nelle librerie con “L’animale che mi porto dentro” che racconta la formazione di un maschio contemporaneo, specifico e qualsiasi.

Ospite del programma anche Calcutta che sarà al cinema il 10, 11 e 12 dicembre con “Calcutta tutti in piedi” film del concerto live all’Arena di Verona del 6 agosto 2018, diretto da Giorgio Testi. In studio Calcutta eseguirà un medley di “Pesto” e “Paracetamolo”.

Con Fabio Fazio ci saranno l’imprescindibile Luciana Littizzetto e l’elegante presenza di Filippa Lagerback.

A seguire Che Tempo Che Fa – Il Tavolo con Gigi Marzullo, Orietta Berti, Fabio Volo, Vincenzo Salemme nelle librerie con il suo primo romanzo “La bomba di Maradona” e il Direttore e contemporaneamente Vicedirettore di Novella Bella, Nino Frassica.
Al tavolo saranno presenti oltre a Renzo Arbore anche Marisa Laurito in teatro con la commedia “Così parlò Bellavista”, il comico Teo Teocoli, Marco Reviglio, capitano della Nazionale Italiana di Bowling che ha appena vinto i mondiali ad Hong Kong e Stash cantante dei The Kolors.

Marina Militare: Giuramento solenne in Accademia Navale

Giuramento-Marina-Militare-
Giuramento-Marina-Militare-

Ieri, 1 dicembre presso l’Accademia Navale di Livorno hanno giurato fedeltà alla Repubblica italiana 198 allievi Ufficiali della Marina Militare, tra i quali 10 provenienti dalla Regione Lombardia.

I 115 allievi della 1^ Classe del Corso Normale con i 78 del 18° del Corso a Ferma Prefissata e 5 del 18° Corso Piloti di Complemento, pronunciando la formula del giuramento, hanno consacrato il loro legame alla Patria, entrando così a far parte ufficialmente della grande famiglia della Marina Militare.

Giuramento pronunciato fieramente davanti alle autorità di vertice della Difesa – tra cui il sottosegretario alla Difesa, onorevole Raffaele Volpi, il Capo di Stato Maggiore della Difesa, generale Enzo Vecciarelli e il Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Valter Girardelli –

Al termine della cerimonia del Giuramento solenne, la Bandiera nazionale e gli allievi, partendo da Piazza San Jacopo in Acquaviva, hanno sfilato  lungo il Viale Italia accompagnati dalle note della fanfara dell’Accademia Navale, a testimonianza del rapporto di stretta interconnessione che da sempre lega la città labronica al prestigioso Istituto di formazione.

Come da tradizione la sera di venerdì 30 novembre, dalle 22:00 alle 22:45, la cittadinanza ha potuto assistere alla “ritirata degli allievi”, una sfilata dei giurandi che, accompagnati dalla Fanfara dell’Accademia Navale, hanno percorso Viale Italia, Terrazza Mascagni con rientro in Accademia Navale.

Teatro Biblioteca Quarticciolo: “Giornata contro la violenza sulle donne”

Isabella Ferrari
Isabella Ferrari

Oggi, 25 novembre all’interno della stagione Cosa può un teatro (?) del Teatro Biblioteca Quarticciolo con la direzione artistica di Veronica Cruciani ha luogo Giornata contro la violenza sulle donne, rassegna tra teatro, cinema e incontri con Michela Murgia, Saverio La Ruina, Ascanio Celestini e Isabella Ferrari.

“Reputo molto importante questa rassegna perché il femminicidio spesso è solo l’apice tragico di vite che sono mortificanti per la mancanza di diritti, per la dipendenza economica, per la violenza psicologica, per la limitazione della libertà personale. 
In Italia e nel mondo subisce violenza mediamente una donna su tre dai quindici anni in su. La violenza avviene tra le mura di casa e avviene nella società, dove gli stereotipi di genere impattano quotidianamente sulla vita delle donne fin dall’infanzia. Nel 38 per cento dei casi di omicidi di donne, il colpevole è il partner. Un dato spaventoso. Il dislivello di potere è un fatto culturale che va affrontato. Bisogna contrastare gli stereotipi di genere nella società e promuovere il diritto per le donne a una vita senza violenza.” Veronica Cruciani

Alle ore 21.00 chiude la rassegna un appuntamento cinematrografico: Un giorno perfetto di Ferzan Ozpetek. Precede la proiezione l’incontro con l’attrice Isabella Ferrari a cura di Ascanio Celestini.

Teatro Biblioteca Quarticciolo Via Ostuni 8 – Roma
Direzione artistica Veronica Cruciani

“Domenica Live” – 25 novembre

Barbara-durso
Barbara-durso

Torna l’appuntamento con “Domenica Live”, in onda domenica 25 novembre, dalle ore 14, su Canale 5.

Nel salotto di Barbara d’Urso, anche questa settimana, tanti ospiti e grandi interviste.
Si parte da un’esclusiva mondiale: Derek Deane, celebre ballerino e coreografo inglese nonché intimo confidente di Lady Diana, svelerà particolari inediti e clamorosi sulla vita della principessa.

A seguire, nella pagina dedicata al “Grande Fratello VIP”, la resa dei conti tra Ivan Cattaneo e gli altri inquilini della Casa.

Barbara d’Urso incontra Milton Morales: l’artista cubano – protagonista,negli scorsi anni, di molti programmi di grandissimo successo – racconterà la sua esperienza dopo essere stato arrestato, circa un anno fa, a Miami.

Inoltre, a “Domenica Live”la testimonianza di un uomo che sostiene di essere il figlio segreto di una famosa attrice; e ancora, spazio al musical, con ospiti in studio i protagonisti di “Men In Italy” Iva Zanicchi, Alex Belli, Bianca Atzei e Jonathan Kashanian.

“People in the Mirror”

mirror
mirror

Un’intera giornata da vivere sul palcoscenico, prima con uno spettacolo teatrale e poi con un evento di formazione, dedicato al concetto di leadership, che prenderà spunto dalla rappresentazione scenica: è quello che accadrà domenica 25 novembre allo Spazio Teatro 89 di Milano con Master Move Theatre e la Compagnia degli Zelattori, impegnata nella pièce “People in the Mirror” (ore 10.30; ingresso 25 euro).

Sei persone si trovano intrappolate sulla cabina di una funivia che, a causa del maltempo, si blocca pericolosamente accanto a un pilone di sostegno. Per venti ore immersi fra le nuvole, i sei resteranno a oscillare sospesi nel vuoto.

La situazione-limite farà emergere il peggio e il meglio di ognuno di loro. Inevitabilmente sotto stress, i sei compiranno un viaggio ai confini delle proprie capacità di adattamento: saranno messi alla prova la loro fiducia, la speranza, la capacità di condivisione e, perfino, l’amore. I sei protagonisti scopriranno che, come in un gioco di specchi, le loro vicende si riflettono le une nelle altre.

Nonostante la situazione appaia di totale impotenza, le persone intrappolate sulla funivia scopriranno doni inaspettati nel potere della resa e della vulnerabilità.
Lo spettacolo, in cui in un’altalena di emozioni si alternano momenti comici e situazioni drammatiche, è scritto e diretto da Monica Antonioli:

«È accaduto a tutti che per spingerci a uscire dalle nostre prigioni mentali la vita abbia usato situazioni casuali talmente assurde e senza scampo da metterci completamente a nudo davanti a noi stessi – afferma la regista – Se ciò non ci ha gettati nella disperazione, è possibile che ci abbia risvegliati. Non è forse vero che abbiamo riso e pianto insieme, come a volte fanno i matti, per la nostra incapacità di vedere che la salvezza è sempre stata lì, davanti al nostro naso? Lì, riflessa nello specchio?».

“People in the Mirror” è impreziosito dalla musica del chitarrista Michele Del Bianco Spasič, dalla voce della mezzosoprano Arianna Caputo e dalle proiezioni video di Luca Pesenti.

Dopo lo spettacolo, dalle ore 14 alle 18, spazio all’evento di formazione intitolato “Mirror, la leadership allo specchio” (costo: 27-40 euro), in cui le arti visivi, la musica dal vivo e il linguaggio teatrale avranno un ruolo fondamentale, coinvolgendo attivamente i partecipanti al corso. Spiega la regista Monica Antonioli: «Leadership significa, letteralmente, conduttore della barca. È la competenza umana di condurre se stessi e gli altri verso obiettivi condivisi di benessere, salvezza, successo. Essendo una competenza, si può educare, formare e testimoniare.

Sviluppare leadership serve a chi sceglie di essere felice e sceglie di dare il proprio meglio al mondo, a prescindere dalle condizioni di partenza, status e età. I sei personaggi dello spettacolo rappresentano altrettante qualità di ombra e leadership. Saranno loro ad accompagnare i partecipanti direttamente nel vivo della formazione».

Nel corso del prossimo anno lo spettacolo “People in the Mirror” sarà replicato, sempre allo Spazio Teatro 89, domenica 17 febbraio (ore 16.30) e giovedì 11 aprile (ore 20.30).