Festival “Immortale amato – Beethoven, il Titano che innamora”

Elia-Cecino.
Elia-Cecino.

La rassegna di classica dello Spazio Teatro 89 di Milano inaugura il 2020 nel segno di Ludwig van Beethoven, di cui quest’anno si celebra il 250° compleanno, con il festival “Immortale amato – Beethoven, il Titano che innamora”, che dal 26 gennaio al 25 febbraio si articolerà in cinque appuntamenti: due monografici (il 28 gennaio e il 23 febbraio), due in cui la musica beethoveniana verrà affiancata da brani di altre epoche, per sottolinearne ascendenze e derivazioni (il 26 gennaio e il 25 febbraio), e uno (il 20 febbraio) in cui il Titano di Bonn sarà evocato dagli omaggi che altri compositori gli tributarono nel decennio successivo alla sua scomparsa.

Il primo concerto di questo festival, in programma domenica 26 gennaio (ore 17; ingresso 7-10 euro) nell’auditorium di via Fratelli Zoia 89, avrà per protagonista Elia Cecino, giovanissimo pianista che sta mietendo importanti successi in numerosi concorsi internazionali.

Cecino sarà impegnato in un programma dedicato alla Sonata, forma prediletta da Beethoven, che la ereditò ancora legata a equilibri e simmetrie illuministiche, trasformandola in un processo organico la cui irresistibile forza espansiva pone il materiale musicale costantemente in sviluppo, scardinando qualunque logica aprioristica nel costante anelito verso mondi sonori inesplorati.