Eugenio in Via di Gioia a Sanremo con “Tsunami”

foto_eugenio in via di gioia_C Fabrizio Iozzo
foto_eugenio in via di gioia_C Fabrizio Iozzo

Gli Eugenio in Via di Gioa entrano ufficialmente nella Categoria GIOVANI della prossima edizione del Festival della Canzone Italiana. La band torinese ieri sera ha superato le ultime selezioni aggiudicandosi un posto sul Palco del Teatro Ariston di Sanremo il prossimo febbraio con “Tsunami” (già disponibile in tutti i digital store https://eivdg.lnk.to/tsunami/).

“Tsunami” nasce dalla penna di Eugenio Cesaro e Lorenzo Federici, musica di Emanuele Via, Paolo Di Gioia e Dario Faini, ed è prodotto dallo stesso Dardust (Dario Faini) insieme agli Eugenio in Via Di Gioia.

“Tsunami sono le notizie che tutti i giorni ci inondano la testa e ci fanno sentire impotenti e inermi.
Tsunami siamo noi costantemente in onda come se esistessimo solo quando sappiamo di essere visti.
Tsunami possono essere tutte le persone che se si mettono in ballo cambiano la direzione del vento”.
(Eugenio in Via di Goia)

Ma gli Eugenio in Via di Gioia non sanno di certo stare fermi e hanno già annunciato le prime date previste per il 2020 che in prevendita hanno già fatto registrare un sold out a Bologna e stanno vedendo sparire rapidamente i biglietti per gli altri appuntamenti.
Queste le date:
10 marzo VENARIA REALE, Torino Teatro della Concordia
12 marzo Milano Alcatraz
15 marzo Bologna Estragon SOLD OUT
16 marzo Roma Atlantico

Accademia Navale: gli allievi giurano fedeltà alla Patria

Marina Militare
Marina Militare

Sabato 7 dicembre 212 allievi frequentatori dell’Accademia Navale di Livorno hanno giurato fedeltà alla Repubblica alla presenza del Capo di Stato Maggiore della Marina, ammiraglio di squadra Giuseppe  Cavo Dragone, nonché di autorità militari e civili.

I 108 allievi della 1^ Classe del Corso Normale pronunciando la formula del giuramento, hanno consacrato il loro legame alla Patria, entrando così a far parte ufficialmente della grande famiglia della Marina Militare.

Tra loro 6 allievi provengono dalla Regione Lombardia.

Al termine della cerimonia del Giuramento solenne, la Bandiera nazionale e gli allievi, partendo da Piazza San Jacopo in Acquaviva, hanno defilato lungo il Viale Italia accompagnati dalle note della fanfara dell’Accademia Navale, a testimonianza del rapporto di stretta interconnessione che da sempre lega la città labronica al prestigioso Istituto di formazione.

Approfondimenti:

Accademia Navale di Livorno

L’Accademia Navale di Livorno forma dal 1881 i futuri dirigenti della Marina Militare. Attraverso un programma didattico-formativo, all’insegna delle tradizioni marinare, i giovani frequentatori acquisiscono le competenze e la professionalità per affrontare i futuri incarichi al servizio della Nazione, interiorizzando al contempo, l’importanza del lavoro di squadra, lo spirito di equipaggio e il senso di responsabilità individuale e collettiva. I percorsi di selezione e di formazione sono impegnativi ed estremamente selettivi. Sono necessarie qualità come motivazione, dedizione, spirito di sacrificio, capacità di applicazione, resistenza fisica e mentale. All’istituto di formazione è assegnato quindi il compito di selezionare, istruire ed educare i giovani allievi affinché assimilino i più alti valori morali e principi etici della Marina Militare per diventare dei leader capaci di guidare i propri uomini con l’esempio e la professionalità, secondo le più alte tradizioni della Forza Armata.

Irene Grandi, dom 1/12 Teatro Verdi Firenze

Irene Grandi
Irene Grandi

Irene Grandi chiude i festeggiamenti dei primi 25 anni di carriera con una grande festa in musica nella “sua” Firenze, domenica primo dicembre al Teatro Verdi (ore 20,45). Un concerto durante il quale Irene celebrerà questo “compleanno” condividendo il palco con ospiti speciali, le persone che hanno incrociato il suo entusiasmante percorso artistico.

I biglietti (posti numerati da 28,75 a 46 euro, compresi diritti di prevendita) sono disponibili nei punti vendita Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita) e online su www.ticketone.it.

Spiega Irene Grandi: “Sono emozionata al pensiero di condividere il palco con artisti e musicisti che mi hanno supportata e ispirata in questi anni. Un concerto di ampio respiro, nel quale potrò esprimere tutta me stessa insieme ai miei amici e colleghi. Non potrà che essere un evento unico, imperdibile”.

Il lungo tour, che l’ha portata in giro per tutta l’Italia, è stato l’occasione per incontrare il pubblico e raccontare questi venticinque anni con la classe e la grinta che l’hanno resa amata dalla gente e stimata dagli addetti ai lavori.

L’album “Grandissimo” – uscito lo scorso maggio a suggello di questi primi 25 anni di carriera –  è un racconto musicale che si compone di brani inediti, duetti con importanti artisti italiani e internazionali e grandi successi interamente rivisitati; un mosaico composto da tasselli tutti diversi e tutti indispensabili, a formare quell’unità così piena di sfumature che ha distinto il suo percorso artistico.

Un progetto ricco e di ampio respiro, come il titolo giocosamente suggerisce, teso a soddisfare una continua necessità di esplorazione e un impellente desiderio di condividere le esperienze. Il nuovo lavoro si compone di tre parti (tre capitoli) e prende le mosse dai numerosi brani inediti che illuminano il progetto, per poi volgere lo sguardo verso le canzoni più rappresentative della carriera dell’artista fiorentina, che vengono reinterpretate e riarrangiate in una chiave completamente rinnovata.

“Grandissimo”, uscito per Cose da Grandi / Artist First, è stato anticipato dal singolo “I passi dell’amore” (https://www.youtube.com/watch?v=YFQDezRvoos)

Radio 2 è media partner dell’evento.

Irene Grandi – Biografia – Dopo un lungo periodo di crescita musicale nell’ambiente fiorentino e toscano, debutta all’età di 24 anni a Sanremo giovani del ’93 ed esce con il suo primo album nel ’94 seguito da un secondo nel ’95 e un terzo nel ’97, collaborando strettamente con l’autore Telonio e il produttore artistico Dado Parisini e riscuotendo un grande successo di pubblico e critica.

Il suo quarto disco, prodotto da Gigi De Rienzo, contiene il brano “La tua ragazza sempre”, firmato da Rossi/Curreri con il quale partecipa a Sanremo, classificandosi seconda. La sua prima raccolta è del 2001 “Irek”, contenente gli inediti “Per fare l’amore” e “Sconvolto così”.

Lo stesso anno incanta centomila persone all’Heineken Jammin’ Festival di Imola, aprendo per l’amico Vasco. La collaborazione con Vasco porta alla pubblicazione di “Prima di partire per un lungo viaggio”, title track dell’album successivo (2003).

Il 2005 è l’anno di “Indelebile” che contiene la hit “Lasciala andare” e il 2007 della seconda raccolta di successi, “Irenegrandi.hits”, contenente “Bruci la città”, che diventerà presto uno dei brani di Irene più amati dal pubblico.

Nel 2008 esce l’album “Canzoni per Natale” col quale Irene porta in Italia la tradizione internazionale dei dischi natalizi. Nello stesso anno, la Mondadori pubblica la prima autobiografia ufficiale, “Diario di una cattiva ragazza”.

Nel 2010 Irene torna a Sanremo dopo 10 anni con “La cometa di Halley”, brano che anticipa il nuovo album di inediti “Alle porte del sogno”.

Nel 2011 Irene scrive un pezzo per Tiziano Ferro, “Paura non ho”.

Nel 2012 esce “Irene Grandi & Stefano Bollani”, disco nato dalla collaborazione e dall’amicizia ventennale con il celebre pianista: un progetto di solo piano e voce in cui i due artisti interpretano celebri brani e standard di mondi diversi, dal Brasile all’Europa.

Oltre che con Vasco Rossi, Irene ha collaborato con moltissimi artisti italiani (tra gli altri Pino Daniele, Jovanotti, Edoardo Bennato, Luciano Pavarotti, Francesco Bianconi , Elio e le storie tese, Eros Ramazzotti e, in molte occasioni, con Stefano Bollani) e internazionali (Youssou N’Dour, Patti Smith, Hector Zazou, James Reid).

Nel 2015 ha partecipato al 65° Festival della Canzone Italiana di Sanremo con il brano “Un vento senza nome”, di cui è anche autrice, title track dell’omonimo album.

Nel 2018 esce il disco “Lungoviaggio”, coronamento di un progetto che nasce dall’incontro del duo Pastis dei fratelli Marco e Saverio Lanza (rispettivamente fotografo e musicista attivi da lungo tempo nell’ambito della videoarte) con Irene Grandi. Un visual album che si avvale anche degli speciali contributi dell’astronauta Samantha Cristoforetti, dello scrittore Tiziano Terzani (postumo), di Vasco Rossi e della cantautrice Cristina Donà.

Il 31 maggio 2019 esce “Grandissimo” disco che celebra I suoi 25 anni di carriera.

La sua lunga carriera discografica è sempre stata accompagnata da una importante attività live, partecipazioni televisive o a grandi eventi e tour teatrali, in cui l’artista ha coinvolto ampie platee grazie a un carisma naturale e una voce dal timbro caratteristico e potente. Sempre curiosa e con uno spirito intrepido è un’artista pop trasversale, che si è avvalsa di autori emergenti e musicisti di livello internazionale che hanno contribuito ad arricchire la sua personalità eclettica e spontanea al tempo stesso.

Info Irene Grandi

www.irenegrandi.it

www.facebook.com/IreneGrandiOfficial/

www.instagram.com/irenegrandiofficial/

Info concerto

Teatro Verdi – via Ghibellina, 99 – Firenze

Info tel. 055.667566 – 055.212320

www.bitconcerti.it – www.teatroverdionline.it

Biglietti (compreso diritto di prevendita)

1° settore 46 euro

2° settore 40,25 euro

3° settore 34,50 euro

4° settore 28,75 euro

Prevendite

Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it (tel 055 210804)

Ticket One www.ticketone.it (tel. 892 101)

Portatori di Handicap

Possono acquistare un biglietto specifico al prezzo più basso previsto per l’evento ed entrare con un accompagnatore gratuito. I biglietti sono reperibili esclusivamente su prenotazione telefonica al numero 055/667566. Si sconsiglia fortemente l’acquisto di un biglietto generico.

Sconti e riduzioni

I bambini sotto 5 anni entrano gratuitamente accompagnati da un adulto, in numero di un bambino/a per ogni adulto, ma non hanno diritto a occupare un posto a sedere.

Booking e management

OTR LIVE booking@otrlive.it

“Thanks for the Dance”, album postumo di Leonard Cohen

Leonard Cohen
Leonard Cohen

Oggi, venerdì 22 novembre, esce “Thanks for the Dance”, album di inediti postumo di LEONARD COHEN, realizzato grazie all’impegno e alla passione del figlio Adam, con la collaborazione di illustri amici e colleghi che hanno lavorato con Leonard negli anni.

“Thanks for the Dance” non è una raccolta commemorativa di B sides e di tracce scartate, ma un vero e proprio disco che esce a sorpresa, composto da nuove canzoni, eccitanti e vitali, la reale continuazione del lavoro del Maestro.

Sette mesi dopo la morte di suo padre, Adam Cohen si era ritirato nel garage in cortile, vicino alla casa di Leonard, per lavorare di nuovo con il padre e per stare in compagnia della sua voce.

Della loro precedente collaborazione in “You Want It Darker” erano rimasti dei bozzetti musicali, a volte poco più delle semplici tracce vocali. Leonard al tempo aveva chiesto a suo figlio di portare a termine questo lavoro e così è stato.

Grazie a  questo, è nato “Thanks For The Dance”, il nuovo album di Leonard Cohen che riesce misteriosamente a ricreare davvero l’essenza del suono dell’artista.

«Nel comporre e arrangiare la musica affinché si adattasse alle sue parole, abbiamo seguito la sua impronta musicale, tenendolo così con noi» racconta Adam Cohen «Ciò che mi ha davvero commosso è stata la sorpresa di coloro che hanno ascoltato questo album, “Leonard è vivo!” hanno esclamato uno dopo l’altro»

L’album sarà disponibile in digitale, in versione CD e vinile.

Tracklist:
1. Happens to the Heart (video: https://youtu.be/2AMMb9CiScI)
2. Moving On
3. The Night of Santiago
4. Thanks for the Dance
5. It’s Torn
6. The Goal (video: https://youtu.be/mszJwXsZwKM)
7. Puppets
8. The Hills
9. Listen to the Hummingbird

 

Creberg Teatro Bergamo: “L’attimo fuggente”

L'Attimo-Fuggente-1-(Foto-di-Giovanna-Marino)
L’Attimo-Fuggente-1-(Foto-di-Giovanna-Marino)

L’Attimo fuggente di Marco Iacomelli – venerdì 29 novembre allo Creberg Teatro Bergamo.

Note di Regia
“L’Attimo Fuggente è una storia d’Amore. Amore per la poesia, per il libero pensiero, per la vita. Quell’Amore che ci fa aiutare il prossimo a eccellere, non secondo i dettami sociali strutturati e imposti ma seguendo le proprie passioni, pulsioni, slanci magnifici e talvolta irrazionali. Seguendo quegli Yawpche spingono un uomo a lottare per conquistare la donna amata, a compiere imprese per raggiungere i tetti del mondo, a combattere per la giustizia con la non violenza.
Tom Schulman ha scritto una straordinaria storia di legami, di relazioni e di incontri che cambiano gli uomini nel profondo.
Portare sulla scena la storia dei giovani studenti della Welton Academy e del loro incontro col il professor Keating significa dare nuova vita a questi legami, rinnovando quella esperienza in chi ha forte la memoria della pellicola cinematografica e facendola scoprire a quelle nuove generazioni che, forse, non hanno ancora visto questa storia raccontata sul grande schermo e ancora non sanno “che il potente spettacolo continua, e che tu puoi contribuire con un verso”
Marco Iacomelli

Il tour
Da ottobre 2019 in tour nazionale nelle principali città:
Roma, Udine, Bologna, Taranto, Brindisi, Nichelino, Saronno, Bergamo, Novara, Lucca, Grosseto, ecc.