Teatro alla Scala: “Fin de partie”

Teatro-alla-Scala
Teatro-alla-Scala

Il Teatro alla Scala è entrato nella shortlist dei premi FEDORA Generali Prize for Opera con Fin de partie, l’opera di György Kurtág tratta dal capolavoro di Samuel Beckett che debutterà in prima assoluta il 15 novembre 2018 con la regia di Pierre Audi e la direzione di Markus Stenz, in coproduzione con l’Opera di Amsterdam. I premi FEDORA promuovono la creatività e l’innovazione sostenendo i migliori progetti europei di opera e balletto in via di realizzazione.

I candidati al premio di € 150.000 devono proporre nuovi allestimenti di opere in prima assoluta o riscoperte, coprodotti da almeno due istituzioni e il cui team creativo comprenda artisti di diverse nazioni.

La giuria è composta da Aviel Cahn, Sovrintendente dell’Opera delle Fiandre, Silvia Hronkova, Direttrice dell’Opera al Teatro Nazionale Céco, Eva Kleinitz, Direttore Generale dell’Opéra du Rhin, Nicholas Payne, Direttore di Opera Europa, Paolo Pinamonti, Direttore Artistico del Teatro di San Carlo di Napoli, David Pountney, Direttore Artistico della Welsh National Opera, Christina Scheppelmann, Direttore Artistico del Teatro del Liceu di Barcellona e Birgitta Svendén, Direttore Artistico e Generale dell’Opera di Svezia.

I vincitori saranno annunciati il prossimo giugno. Fino al 22 febbraio sarà possibile votare il progetto sul sito: https://www.fedora-platform.com/competition/project/fin-de-partie/18

Il Teatro alla Scala ha vinto il Premio FEDORA per la danza nel 2015 con La bella addormentata di Alexei Ratmanski.

A proposito di FEDORA

FEDORA – Il Circolo europeo dei Filantropi dell’Opera e del Balletto è stato fondato nel gennaio 2014 a Parigi come organizzazione non-profit presieduta da Jérôme-François Zieseniss, che è anche Presidente del “Comité français pour la sauvegarde de Venise”. La duchessa Clotilde Corsini, che vive a Firenze, è Vicepresidente dell’organizzazione. Jean-Yves Kaced, il Direttore dell’AROP –

L’Associazione degli amici e maggiori donatori dell’Opera Nazionale di Parigi, ricopre il ruolo di Segretario Generale, e Peter Espenhahn, che vive a Londra, è il Tesoriere di FEDORA.

Edilia Gänz è il Direttore di FEDORA. L’associazione europea riunisce cinquanta teatri d’opera, festival, compagnie di ballo e associazioni affiliate oltre ad aziende e singoli donatori da 14 nazioni.

L’obiettivo di FEDORA è sostenere il rinnovamento e il ringiovanimento nell’opera e nel balletto raccogliendo fondi per nuove opere e balletti che vengono realizzati attraverso co-produzioni fra teatri d’opera, festival e artisti emergenti. Grazie al sostegno di due donatori principali e alla stretta collaborazione con Opera Europa, i Premi FEDORA sono stati creati per incoraggiare l’innovazione e la creatività nei campi dell’opera e del balletto.