Billboard Latin Music Awards 2020

premio-billboard
premio-billboard

Universal Music Latin supera tutte le altre etichette all’edizione 2020 dei dei Billboard Latin Music Awards. Tra i vincitori artisti multiplatino come Luis Fonsi, Daddy Yankee, KAROL G, Christian Nodal e Calibre 50

Universal Music Latin Entertainment, la principale casa discografica latin del mondo, ha spazzato via tutte le altre etichette portandosi a casa I premi delle principali categorie con un totale di 12 premi.
Tra gli artisti più premiati DADDY YANKEE con 7 premi mentre LUIS FONSI è stato premiato per la LATIN SONG del Decennio per la sua “Despacito”.

Fonsi ha vinto inoltre per la categoria Latin Pop Artist of the Year e Latin Pop Album of the Year per “VIDA”.
KAROL G ha spazzato via la concorrenza portandosi a casa il premio per la Hot Latin Songs Artist of the Year, Female e Top Latin Albums Artist of the Year, Female .

A questi si aggiungono Christian Nodal e Calibre 50 che hanno vinto altri premi.

Voce Spettacolo Film Festival 2020

Brunella Lamacchia
Brunella Lamacchia

VOCE SPETTACOLO FILM FESTIVAL 2020: Tutti i Vincitori

Si è conclusa ieri sera la 3a edizione del Voce Spettacolo Film Festival con la cerimonia di premiazione trasmessa in Prima Visione da Matera sulla pagina facebook di Voce Spettacolo.

A presentare la Cerimonia di Premiazione gli attori materani Walter Nicoletti e Brunella Lamacchia. Regia di David Cinnella. Assistente alla regia Fabian Alejandro Romero. Segretari di Produzione Vito Nicoletti e Michele Valente.

La rassegna cinematografica, fondata e prodotta dall’Associazione Culturale “Voce Spettacolo” di Matera, è ideata e diretta dall’attore materano Walter Nicoletti e nasce con l’obiettivo di focalizzare l’attenzione sulla scoperta di giovani talenti nonchè promuovere il lavoro di autori di cinema provenienti dall’Italia e dal resto del Mondo.

“Il Covid non ha fermato i nostri sogni – dichiara Nicoletti – perchè la nostra rassegna, giunta alla 3a edizione, intende ogni anno accendere i riflettori sulla settima arte a Matera. Sono suddivisi in sei sezioni i film, documentari, cortometraggi, serie web, videoclip e drone video pervenuti da Italia, Stati Uniti, Germania, Russia, Spagna, Svizzera e Francia. La nostra kermesse di carattere internazionale si pone l’obiettivo di creare una contaminazione tra differenti linguaggi espressivi e creativi per raccontare la settima arte”.

In concorso alla 3a edizione presenti celebrità di fama nazionale ed internazionale tra cui i registi Christian Marazziti, Carla Riccio Cobucci, gli attori Francesco Paolantoni, Antonella Ponziani, Tony Sperandeo, Igor Petrenko, premiato da Vladimir Putin, Elena Sever, star della musica russa, Tony Buba, regista americano di origini lucane nonchè fratello del celebre Pat Buba, storico montatore di Al Pacino (Heat-La Sfida, Wilde Salomè) e tanti altri.

Ma veniamo ai vincitori. Nella prestigiosa categoria BEST FILM vince PILGRIM opera del regista Barshak Aleksandr. Nel cast le star russe Igor Petrenko ed Elena Sever. Nella categoria BEST SHORT a spuntarla è PUSH OUT di Marco D’Andragora. Un corto che sottolinea la drammaticità della vita di chi soffre di anoressia e bulimia. Con BEST DOCUMENTARY ci spostiamo in Svizzera con la vittoria di STROMBOLI, opera del regista Hanspeter Aliesch. Nella categoria VIDEOCLIP vince NEET di Alessandro Freschi. BEST WEBSERIE è assegnato a IN FAMIGLIA ALL’IMPROVVISO di Christian Marazziti. Il BEST DRONE VIDEO va a 2 YEARS ALONE di Bashir Abu Shakra. Il Premio GIURIA WEB viene assegnato al corto L’ATTESA di Angela Bevilacqua, grazie anche ad un’interpretazione magistrale dell’attrice Lucianna De Falco. Nella categoria BEST EDITING vince HAMBACHERS di Claudio Marziali e Leonora Pigliucci. Il premio BEST ACTOR viene conferito a Francesco Paolantoni per QUI PRO QUO. Antonella Ponziani riceve il premio come BEST ACTRESS per il corto PUSH OUT. Il premio come BEST DIRECTOR è conferito a Carla Riccio Cobucci per il documentario UN BATTITO DI CIGLIA, prodotto da Rai Parlamento. BEST CINEMATOGRAPHY è assegnato al documentario NESSUN NOME NEI TITOLI DI CODA di Simone Amendola, con protagonista Antonio Spoletini. HONORABLE MENTION per il regista TONY BUBA, americano di origini lucane nonchè fratello del celebre Pat Buba, storico montatore di Al Pacino (Heat-La Sfida, Wilde Salomè) e tanti altri.

Numerose le celebrità che hanno fanno parte della Giuria Web della kermesse: Valeria Altobelli, Antonella Salvucci, Nicola Timpone (Patron Marateale), Tommaso Martinelli (Gironalista e Autore Tv), Luca Liguori (Direttore Editoriale Moviplayer.it), Marika Frassino (Attrice), Lorella Ridenti (Direttore Settimanale ORA), Francesco Fiumarella (Autore e Direttore del Premio Internazionale Vincenzo Crocitti), Lavinia Bruno (La7), Caterina Milicchio (Attrice), Federica Bertoni (Conduttrice televisiva), Enrico Sanchi (Direttore Life&People Magazine), Lorena Baricalla (Etoile, Attrice e Cantante internazionale), Berta Corvi, Francesca Piggianelli (RomArtEventi-Cinecittà Studios), Cinzia Diddi (Stilista), Elena Parmegiani (Direttrice Coffè House Palazzo Colonna Roma), Silvia Kal (Attrice-Los Angeles), Argelia Curiel (Attrice-Los Angeles), Tiziana De Giacomo (Attrice), Joanna Longawa (Giornalista), Michelle Morell (Attrice), Carlotta Galmarini (Attrice), Mor Cohen (Produttrice, Attrice, Direttrice Associata New York Film Awards), Licia Gargiulo (Giornalista), Jeannine Marie Guiylard (Giornalista Fra Noi Magazine – New York), Pamela Quinzi (Stilista), Emanuela Del Zompo (Giornalista), Armando Lostaglio (Critico Cinematografico), Francesco Di Silvio (Produttore), Gaetano Russo (Artista e Scenografo), Danilo Leo Lazzarini (Consulente Storico e Attore), Valentina Sorice (Attrice), Valentina Gemelli (Attrice), Vicky Maria Catalano (Attrice), Giada Dovico (Attrice), Allison Soro (Influencer), Sofia Valleri (Modella), Juan Pablo Arroyo (Regista), Alissa Huzar (Attrice), Francesca Vitaliani (Conduttrice televisiva), Valentina Stredini (Attrice e doppiatrice) e Silvia Silvestri (Giornalista – Basilicata Notizie).

La bellezza della settima arte il filo rosso che ha attraversato l’intera cerimonia di premiazione, modulando le emozioni attraverso la visione di racconti divenuti aggregatori tematici, a cui si è affiancata l’attenzione verso il cinema nazionale ed internazionale, unitamente al connubio con la doverosa opera di sensibilizzazione su temi così delicati e complessi. E così l’obiettivo è stato raggiunto anche in questa 3a edizione, quello di regalare alla Città dei Sassi una serata unica.

Sito Ufficiale VSFF

www.vocespettacolo.com/vs-film-festival/

Media Partners: Life&People Magazine, DiTutto.it, LF Magazine, JL Interviews, Al di là del Cinema, AT News, LifeStyle Made In Italy, TrendyArt for Living, Zerkalo Spettacolo, Ultima Voce, Il Giornale del Sud, L’Eco del Litorale, Sassilive, BasilicataNotizie, SassiLand, Wavesandrunways, Celebrity-America.

FOLLOW VOCE SPETTACOLO

www.vocespettacolo.com

facebook.com/VoceSpettacolo

twitter.com/VoceSpettacolo

youtube.com/VoceSpettacolo

instagram.com/VoceSpettacolo

 

Finali Nazionali di Rock Targato Italia

rock-targato-italia
rock-targato-italia

Si sono concluse il 28 e 29 settembre, al Legend Club di Milano, le Finali Nazionali di Rock Targato Italia, “rassegna di scouting e premi musicali” organizzatadall’Associazione Culturale Milano in Musica con il Patrocinio della Regione Lombardia Assessorato Autonomia e Cultura

Nell’ambito del contest sono state consegnate le TARGHE e PREMI ad artisti riconosciuti meritevoli con produzioni originali e a diversi operatori del settore musicale, i quali da sempre svolgono la funzione di organizzazione e di tramite tra la comunicazione mediatica e i concerti live.
A questiva aggiunto il premio speciale consegnato alla personalità universalmente riconosciuta per professionalità e espressione artistica di grande valore.

Mai, però, come quest’anno il comparto musicale discografico (ma tutto il settore cultura) ha vissuto e vive tuttora una stagione straordinariamente difficile.

I riconoscimenti, le TARGHE di Rock Targato Italia, hanno assunto, malgrado tutto, una valenza particolare, un segnale positivo, una risorsa importante in un momento di riflessione per provare a riprogettare il futuro della musica e delle arti in maniera innovativa, fluida, con sensibilità diverse rispetto al mercato.
Non solo TARGHE e PREMIdunque ma un laboratorio con incontri e musica per chi ha orecchie per ascoltare e occhi per vedere positivamente nuovi orizzonti.

PREMIO SPECIALE ROCK TARGATO ITALIA 2020
MAURO PAGANI
Artistaunico e originale, grande ricercatore musicale

TARGA MIGLIOR TOUR
LA RAPPRESENTANTE DI LISTA
Musica d’autore con una fortissima verve teatrale

TARGA MIGLIOR ALBUM (a parimerito)
MAX ZANOTTI “Ad un Passo”
Album doloroso, poetico e solitario, intriso di fantasmi, ruggine,
malinconie e senso di sconfitta

NON VOGLIO CHE CLARA “Superspleen n1”
Atmosfere malinconiche in cui ogni brano è un piccolo capolavoro

PREMIO MIGLIOR SINGOLO
LORENZO DEL PERO “Verrà la pioggia”
Per la capacità di unire un linguaggio rock raffinato, poetico ed evocative con uno sguardo lucido e tagliente sul mondo

MIGLIOR ARTISTA EMERGENTE
OLDEN
Cantautore estrema mente elegante, amante del pianoforte, dei chiaroscuri e delle atmosfere crepuscalari

PREMIO SPECIALE COMUNICAZIONE MUSICALE
MARIO LUZZATTO FEGIZ
Inventore del “lavoro di critica musicale” mainstream

PROMOTER LOCALI ROCK
DAVIDE MOZZANICA
Dal Rock Planet al Rock’r’Roll, tanta buona musica

PREMIO STEFANO RONZANI
CNST – cieli neri sopra torino
Per la ricerca, impegno e cultura musicale

Cremona Musica Special Edition

PREMIAZIONE PIANOLINK3
PREMIAZIONE PIANOLINK3

Cremona Musica Special Edition

Ecco i vincitori del PianoLink International Amateurs Competition

Proclamati i vincitori del concorso PIANOLINK INTERNATIONAL AMATEURS COMPETITION. Ecco i nomi: Michael Cheung (Canada), Carl Di Casoli (Florida USA), Joowon Kim (South Korea), Irene Longacre Whiteside (Texas USA), Zachary Weiner (California USA). Il primo premio assoluto PianoLink Grand Prize è andato a Zachary Weiner.

I vincitori sono stati selezionati ieri tra i 10 finalisti in gara, dei quali 4 hanno sostenuto la prova da remoto, da 4 nazioni diverse (California, Texas, Florida, Grecia) e con altrettanti fusi orari diversi. Gli altri 6 hanno sostenuto la prova a Cremona presso Palazzo Affaitati. Tutti i momenti della giornata sono stati trasmessi in diretta in live-streaming, contemporaneamente sulle pagine Facebook di PianoLink, Yamaha Pianos, Bösendorfer Italia, Cremona Fiere e Cremona Musica e sul canale YouTube PianoLink International Amateurs Competition. Hanno preso parte alla competizione tutti i pianisti amatori di ogni nazionalità suddivisi in due categorie, diplomati e non diplomati. La giura era presieduta dal pianista americano Jeffrey Swann e composta inoltre da Bruno Monsaingeon (FRA), Eric Schoones (NLD), Alberto Nosè (ITA) e Alexander Romanovsky (UKR).

I cinque Vincitori del Concorso si aggiudicano: Recital dei Vincitori a Milano all’interno del MiAmOr Music Festival 2021, Recital dei Vincitori a San Pietroburgo, Recensione scritta e autografata dalla giuria, Intervista su Pianist Magazine. Il Primo Premio Assoluto vinto da Zachary Weiner consiste in un’iscrizione al Workshop di Pianoforte e Orchestra PianoLink edizione 2020/2021 con la frequenza delle lezioni e prove con orchestra a Milano, e Concerto Finale con Orchestra Sinfonica, dal valore €4.000, messo a disposizione da Yamaha Music Europe Branch Italy. Il Premio CremonaMusica, del valore di 1.000 euro, andrà al video che avrà registrato il maggior numero di like e voti espressi dal pubblico presente in sala durante il MiAmOr Music Festival, si potrà votare fino a Maggio 2021.

CREMONA MUSICA SPECIAL EDITION nasce dalla necessità di dare continuità alla principale fiera al mondo per gli strumenti musicali d’alto artigianato che si tiene ogni anno a Cremona, città natale di Stradivari e polo internazionale dello strumento musicale. Oltre agli strumenti creati dai maestri cremonesi, italiani, e internazionali, Cremona Musica ospita un calendario di eventi ricco e variegato, con concerti, mostre, masterclass, concorsi, conferenze, con artisti di livello mondiale. Nell’edizione 2019 Cremona Musica ha accolto oltre 18.000 visitatori, 309 espositori (di cui oltre la metà dall’estero) e 178 eventi. Combinando il lato business e quello artistico della musica, Cremona Musica diventa un evento irrinunciabile, un punto di incontro dove nascono nuove idee, progetti e collaborazioni, e dove la musica vive e si rinnova.

 

Prima Edizione del “PREMIO MIMMO CÀNDITO”

premio-mimmo-candìto
premio-mimmo-candìto

SIMONA CARNINO e MARCO BENEDETTELLI sono i vincitori della Prima Edizione del “PREMIO MIMMO CÀNDITO – PER UN GIORNALISMO A TESTA ALTA”, dedicato al giornalismo internazionale e d’inchiesta, di cui è presidente la giornalista de “La Stampa” Marinella Venegoni.

I primi frutti del “PREMIO MIMMO CÀNDITO – PER UN GIORNALISMO A TESTA ALTA”, dedicato alla memoria del reporter e inviato di guerra davvero speciale Mimmo Càndito, scomparso il 3 marzo 2018, sono due lavori: uno già svolto, uno ancora da effettuare. Oltre alla sezione “Opere”, infatti, il Premio ha voluto aiutare concretamente – anche nella consapevolezza della crisi del settore – la realizzazione ex novo di un reportage giornalistico, con la sezione “Progetti”.

Dei 30 candidati (metà donne, metà uomini dai 26 ai 56 anni) al Premio, sono stati selezionati dieci finalisti, alcuni dei quali sono giornalisti affermati della carta stampata, tv e web e giovani freelance, scelti da una Giuria composta dalle giornaliste Marina Verna ed Emmanuela Banfo e dallo storico e docente Alessandro Triulzi.

L’Associazione, nata nove mesi dopo la scomparsa del giornalista e inviato di guerra Mimmo Càndito, ha istituito un premio annuale caratterizzato da due riconoscimenti: uno è per le “Opere” (già pubblicate su giornali, tv e web), il secondo e più innovativo è per un “Progetto di inchiesta”, pensato per collaboratori, pubblicisti, freelance, blogger o allievi di Master in giornalismo, che il Premio Mimmo Càndito finanzierà.

“Abbiamo cercato di fare le cose per bene come avrebbe fatto Mimmo, chiesto a professionisti di valutare i 30 lavori arrivati, opere e progetti d’inchiesta sempre in campo internazionale – dichiara Marinella Venegoni – Abbiamo consegnato a una giuria i migliori e stilato schede di valutazione, un po’ come è nella tradizione dei premi letterari più che giornalistici. Tutto è avvenuto con il crowdfunding”.

La Prima Edizione ha premiato “L’epopea dei migranti centroamericani al tempo di Trump” di SIMONA CARNINO nella sezione “Opere” per rigore, completezza, carica emotiva. Pubblicata su “Missioni Consolata”, l’indagine affronta le sfaccettature del fenomeno migratorio nel Centro America con rigore di analisi, esaustività nella raccolta dei dati e diversificazione delle fonti.

Per quanto riguarda la sezione “Progetti”, il Premio è stato assegnato a “Da braccianti a operai per il mercato globale. Il nuovo proletariato etiope del polo industriale di Mekelle” di MARCO BENEDETTELLI per originalità, coinvolgimento diretto e conoscenza dell’area. L’inchiesta verte su un tema per lo più ignoto al grande pubblico ma di grande portata per il continente africano, la crescita di una nuova classe operaia in un Paese che esce da un ventennio di guerra con la confinante Eritrea e che mantiene affollati campi profughi, e una popolazione in fuga dall’economia contadina.

Il “PREMIO MIMMO CÀNDITO” sostiene un “giornalismo a testa alta”, un giornalismo d’inchiesta libero e indipendente mediante dei contributi, intellegibili a chi legge, ai vari media di lingua italiana (giornali, riviste, radio, televisione) realizzati sia con il lavoro sul campo che attraverso la cronaca e l’analisi di ciò che accade, rimanendo fedele alle linee guida di Mimmo Càndito: l’indipendenza nella ricostruzione e nella rappresentazione dei fatti al fine di interpretarli e collocarli in un contesto storico, geografico e culturale corretto.

La data della premiazione, per la nota situazione legata all’emergenza sanitaria, non è ancora stata fissata.