Teatro alla Scala: Gioele Dix presenta l’Ensemble Barocco, 24/11

Gioele Dix
Gioele Dix

Concerto per bambini Ensemble Barocco con la partecipazione di Gioele Dix. Un narratore d’eccezione, Gioele Dix, per un concerto-spettacolo che porterà i piccoli in viaggio nelle atmosfere del diciassettesimo secolo.

Domenica 24 novembre alle ore 16, il ciclo “Grandi concerti per i bambini” vede sul palco del Teatro alla Scala l’Ensemble Barocco, composta da archi, tromba e clavicembalo. Il programma si apre con il Concerto per archi in sol minore di Francesco Durante e prosegue con “Un pensiero nemico di pace”, aria tratta dall’oratorio di Haendel “Il trionfo del tempo e del disinganno”. E ancora, musiche di Torelli, Vivaldi (arie da Farnace e da Griselda) e di Baldassarre Galuppi.

Le arie saranno eseguite dal mezzosoprano Anna Doris Capitelli.

Prezzi: adulti, platea e palchi 18/12 euro. Gall. 12/6 euro. Under 18, euro 1

Mezzosoprano Anna-Doris Capitelli con la partecipazione di Gioele Dix.

Programma:

Musiche di Durante, Porpora, Händel, Torelli, Caldara, Vivaldi, Galuppi

Teatro alla Scala,  Via Filodrammatici 2

24/11/2019 alle ore 16:00

Per info: http://www.teatroallascala.org/it/stagione/2019-2020/giovani/concerti-per-bambini/ensemble-barocco.html

**** Ricordo che  dal 26 novembre al 1 dicembre Gioele Dix sarà in scena con il suo spettacolo “Vorrei essere figlio di un uomo felice” al Teatro Franco Parenti.

“Tosca” di Giacomo Puccini protagonista in città della “Prima diffusa” 2019

Tosca
Tosca

Dal 30 novembre al 12 dicembre, il Comune di Milano insieme a Edison porta ovunque l’energia di “Tosca” di Giacomo Puccini, opera inaugurale della stagione 2019/2020 del Teatro alla Scala. “Tosca”, giunta al suo 119° compleanno, sarà diretta da Riccardo Chailly con la regia di Davide Livermore, che ha già firmato con successo “Attila” per l’inaugurazione 2018/2019, e sarà trasmessa in diretta mondiale da Rai, grazie alla nona edizione di “Prima Diffusa”. La città sarà animata da oltre 50 iniziative tra proiezioni, concerti, performance, reading, incontri e conferenze dedicati all’opera, coinvolgendo più di 40 luoghi della cultura milanese e spazi cittadini simbolici presenti in tutti i 9 Municipi. Novità di questa edizione: il concerto “Art and love” di Patti Smith, influente e idealista come Tosca, vero e proprio mito del rock per tutte le generazioni e appassionata d’opera fin dall’infanzia.
“Siamo giunti alla nona edizione di Prima Diffusa, e ogni anno scopriamo sempre più quanto questa manifestazione sia attesa dalla città – ha dichiarato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno –. La condivisione di un appuntamento così importante e sentito, qual è la Prima della Scala, unita a un programma di approfondimento e partecipazione diffuso in tutta Milano, assicura a questo evento una condivisione amplissima che va al di là dell’ascolto in diretta dell’opera, resa possibile anche grazie all’impegno della RAI e alle trentotto dirette in diversi luoghi della città”.
“Il legame tra il Teatro alla Scala e Milano si è costruito in 241 anni di storia ed è simboleggiato dalla corrispondenza della serata inaugurale della stagione con il giorno di Sant’Ambrogio, patrono della città. Da nove anni questo legame è ancora più forte grazie a Prima Diffusa, l’iniziativa unica al mondo con cui il Comune di Milano insieme a Edison e alla Rai porta il titolo inaugurale in tutta la città attraverso un ciclo di proiezioni e un calendario di eventi che coinvolgono tutti i quartieri, in molti casi con la collaborazione della nostra Accademia. Tosca, che aprirà la prossima stagione, sarà dedicata a Paolo Grassi di cui ricorre il centenario della nascita. Prima Diffusa testimonia che l’impegno di Grassi a coinvolgere, educare ed entusiasmare i cittadini milanesi nella vita del loro teatro non è stato disatteso, come dimostra la volontà del Maestro Chailly di partecipare personalmente a due incontri con il pubblico”, dichiara il Sovrintendente del Teatro alla Scala Alexander Pereira.
“Siamo felici di alimentare nuovamente e per la nona edizione consecutiva il Palinsesto di Prima Diffusa. Questa manifestazione, unica al mondo, è ormai un’iniziativa consolidata per Edison e frutto della collaborazione con il Comune di Milano e con il Teatro alla Scala. Prima Diffusa rappresenta inoltre una occasione unica e prestigiosa per mettere la nostra energia, reale ed emotiva, a disposizione di tutti”, afferma Cristina Parenti, Senior Vice President Communication & External Relations di Edison.
Al centro della Prima Diffusa 2019 si confermano le proiezioni in diretta dell’opera inaugurale della stagione scaligera, in collaborazione con Teatro alla Scala e RAI, che ne cura le riprese e la diffusione in diretta su Rai 1 e via satellite. Trentotto luoghi di proiezione nei nove Municipi cittadini e fuori città. Numerosi i luoghi simbolici come gli Istituti penitenziari San Vittore e Cesare Beccaria, la Casa dell’Accoglienza ‘Enzo Jannacci’, ma anche sedi inconsuete come la Stazione ferroviaria del Passante di Porta Vittoria e l’Aeroporto di Malpensa – Terminal 1. Molte delle proiezioni sono precedute da guide all’ascolto a cura dell’Accademia Teatro alla Scala.
Il Teatro alla Scala accompagnerà il pubblico alla scoperta dell’opera di Giacomo Puccini attraverso diversi appuntamenti, dalla presentazione presso il Museo Teatrale alla Scala, il 15 novembre alle ore 18, del secondo volume dell’Epistolario di Giacomo Puccini a cura di Armando Torno (ingresso gratuito con prenotazione a museoscala@fondazionelascala.it), per arrivare agli appuntamenti dedicati dal Maestro Chailly agli studenti universitari della città: il 21 novembre alle ore 18 presso l’Aula Magna dell’Università Bocconi e il 26 novembre alle ore 18.30, con l’introduzione all’opera e la prova aperta per Fondazione Milano per la Scala e per gli studenti delle Università e Conservatori Milanesi. Quest’ultimo evento sarà ripreso dalle telecamere della Rai.
Aprono il palinsesto di Prima Diffusa “Tosca: vissi d’arte, d’amore e gelosia” al Castello Sforzesco il 30 novembre e “Art and love” con Patti Smith al Padiglione Visconti (via Tortona, 58) il 1° dicembre.
“Tosca: vissi d’arte, d’amore e gelosia”, evento curato dall’Accademia Teatro alla Scala, permetterà di conoscere l’opera pucciniana attraverso laboratori, interventi musicali e una coinvolgente guida all’ascolto teatralizzata. Nelle Sale Panoramiche (dalle 15 alle 16, iscrizione obbligatoria su accademialascala.it/newsprimadiffusa) gli allievi della Scuola scaligera faranno conoscere ad adulti e bambini arti e mestieri che si celano dietro le quinte attraverso dimostrazioni di trucco teatrale ed effetti speciali, guidando il pubblico alla realizzazione pratica di elementi scenografici. Nella Sala della Balla, preceduto dagli interventi musicali del Coro di Voci Bianche e del Quartetto d’Archi dell’Accademia (ore 15), il musicologo Fabio Sartorelli sarà il protagonista di un percorso narrativo attraverso le scene più significative di Tosca, avvalendosi della partecipazione di attori e dei solisti del Corso di perfezionamento per cantanti lirici (a partire dalle ore 16, ingresso libero fino a esaurimento posti).
“Art and love”, il 1° dicembre alle ore 18 (ingresso libero, previa registrazione a partire dal 18 novembre su yesmilano.it/primadiffusa), si terrà alle ex Officine Ansaldo, oggi sede dei prestigiosi Laboratori del Teatro alla Scala: Patti Smith, accompagnata dal bassista Tony Shanahan e dalla figlia Jesse Smith al piano, si esibirà in un concerto dove presenterà i suoi brani più famosi assieme a suggestioni inerenti all’opera lirica e alla vita dedicata all’arte e all’amore.
Il fabbisogno energetico della performance artistica alle ex Officine Ansaldo, per cui Edison ha realizzato un significativo intervento di efficientamento energetico, sarà interamente compensato con fonti rinnovabili.
Fra gli altri appuntamenti da non perdere, il 5 dicembre al Teatro Puntozero Beccaria, il recital dei giovani solisti dell’Accademia di canto scaligera introdotto da un presentatore d’eccezione come Elio (prenotazione obbligatoria su info@puntozeroteatro.org). E saranno ancora gli esperti della Scuola del Teatro a condurre le guide all’ascolto in ben 9 delle sale dove si terranno le proiezioni dell’opera.
Il 3 dicembre alla Scuola Musicale di Milano presso l’Istituto Zaccaria, via della Commenda 5, alle ore 18.00, una Lezione concerto su “Tosca” a cura di Giustina Gueli con video, esempi al pianoforte ed esecuzioni dal vivo di arie con i cantanti allievi di Bianca Maria Casoni. Il 5 dicembre alle ore 18.00 alla Biblioteca Sormani, Sala del Grechetto – Via Francesco Sforza 7, “Guida alla Prima della Scala – Tosca di Giacomo Puccini” – a cura di Antonio Polignano della Scuola Musicale di Milano, con video, ascolti ed esecuzioni dal vivo degli allievi della classe di canto di Bianca Maria Casoni.
Le esposizioni: “E te, beltade ignota…” dal 30 novembre al 20 dicembre 2019 presso il Conservatorio di Milano, dedicata al “giovane Puccini” per raccontare il clima che il compositore, allora allievo del Regio Istituto, respirò all’interno della “scuola” e nella Milano in cui scelse di trasferirsi; “E lucevan le stelle…”, dal 28 novembre al 7 gennaio 2020, in via Monte Napoleone, realizzata in collaborazione con MonteNapoleone District e Biagio Scuderi di Cose Belle d’Italia S.p.a., con 10 gigantografie delle più belle tavole illustrate dalla graphic novel Tosca di Sara Colaone; “Tre Matite Per Tosca”, dal 7 dicembre al 5 gennaio 2020 presso WOW Spazio Fumetto, con tre tavole originali realizzate per l’occasione da tre grandi protagonisti come Milo Manara, Simone Bianchi e Fabio Celoni.
Un incontro tra il Maestro Chailly e l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno, dal titolo “Tosca Melodramma estremo” al Cine Teatro Delfino, venerdì 6 dicembre alle ore 18 (prenotazione obbligatoria su info@cinemateatrodelfino.it), offrirà un approfondimento dell’opera attraverso inattesi e differenti punti di vista. Un altro momento di confronto fra il Maestro Chailly e gli studenti del Conservatorio avrà luogo al Conservatorio il 12 dicembre alle 18 con interventi degli studenti dei corsi di Direzione d’orchestra che dovranno “cimentarsi” con lo stesso capolavoro pucciniano (incontro aperto al pubblico fino a esaurimento dei posti, previa prenotazione a biglietteria@consmilano.it)
Ancora, il 6 dicembre alla Triennale andrà in scena “Sette ragazze imperdonabili”, talk e spettacolo con Maria Antonietta, Francesca Genti, Chiara Frugoni (prenotazione obbligatoria su yesmilano.it/primadiffusa), e il 7 dicembre alle 15, presso lo Spazio Theca in piazza Castello 5, si parlerà di tutte le donne del grande musicista, sul palco e nella vita, insieme alla scrittrice milanese Giovanna Ferrante, con “Aspettando la prima della Scala: le donne di Puccini”.
Prima Diffusa è un progetto del Comune di Milano|Assessorato alla Cultura in collaborazione con Edison e realizzato a cura di Direzione Cultura, Area Spettacolo e Ponderosa Music & Art con la collaborazione di: Teatro alla Scala, Accademia Teatro alla Scala, Rai, ATM, i 9 Municipi della Città di Milano, Castello Sforzesco, Cascina Casottello, Casa Chiaravalle, Centro Accoglienza Via Mambretti, Centro Asteria, Cine Teatro Delfino, Teatro Dal Verme, MUBA Museo dei Bambini, Casa Emergency, Casa degli Artisti, Casa Circondariale di Milano San Vittore, Conservatorio di Milano, Auditorium Gaber, Alma Rosé, Villa Pallavicini, Heracles Gymnasium, Spazio Tadini, Campo Teatrale, Liceo Virgilio, Cine Teatro Delfino, WOW Spazio Fumetto, Mercato Comunale Ferrara, Casa dell’Accoglienza “Enzo Jannacci”, MAMU Magazzino Musica, Barrio’s, MUDEC Museo delle Culture, Istituto penale minorile Cesare Beccaria, Comunità Oklaoma, Spazio Teatro 89, Spiazza Biblioteca Sociale – Borgo Sostenibile Figino, Amici del Trivulzio Onlus, Vidas, Teatro il Cielo Sotto Milano, Pacta dei Teatri, Nuovo Armenia, Teatro della Cooperativa, Triennale Milano, MIC Museo Interattivo del Cinema, Ospedale Niguarda Ca’ Granda, Triennale Milano, MUMAC – Museo Macchine Caffè e SEA – Aeroporto di Milano Malpensa.
La diretta in Ottagono – Galleria Vittorio Emanuele II è realizzata grazie al contributo del Teatro alla Scala e dei propri partner ufficiali.
ELENCO SEDI PROIEZIONI IN DIRETTA
Tutte le proiezioni sono a ingresso libero fino a esaurimento dei posti, salvo dove diversamente indicato

MUNICIPIO 1
Ottagono – Galleria Vittorio Emanuele II
a cura della Fondazione Teatro alla Scala
Teatro Dal Verme
Via San Giovanni sul Muro, 2
dalverme.org
ingresso gratuito previo ritiro dei biglietti in distribuzione presso la biglietteria del Teatro dal 2 dicembre
Conservatorio di Milano, sala Verdi
Via Conservatorio, 12
consmilano.it
Casa degli Artisti
Via Tommaso da Cazzaniga, 89/A
info@casadegliartisti.org

GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30
Casa Emergency
Via Santa Croce, 19
eventi.emergency.it
– prenotazione obbligatoria –
MUBA Museo dei Bambini
Rotonda della Besana – Via E. Besana, 12
info@muba.it – muba.it
– prenotazione obbligatoria –

Casa Circondariale di Milano San Vittore
ingresso riservato agli ospiti

MUNICIPIO 2
Villa Pallavicini
Via Privata A. Meucci, 3
info@villapallavicini.org – villapallavicini.org

Heracles Gymnasium
Via Padova, 21
heracles-symposium.it
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

Sala Alma Rosé – Artepassante
Piazza San Gioachimo
mezzanino del Passante Ferroviario Repubblica
info@almarose.it – almarose.it
– prenotazione obbligatoria –

MUNICIPIO 3
Auditorium Gaber
Palazzo Pirelli – Consiglio Regionale della Lombardia
Piazza Duca d’Aosta, 3
consiglio.regione.lombardia.it
– prenotazione obbligatoria –

Liceo Virgilio
Piazza Ascoli, 2
gis.ascoli@liceovirgiliomilano.it – liceovirgiliomilano.edu.it

Spazio Tadini
Via N. Jommelli, 24
museospaziotadini@gmail.com – spaziotadini.com

MUNICIPIO 4
Teatro Il Cielo Sotto Milano – Artepassante
Stazione Ferroviaria del Passante Porta Vittoria
Viale Molise
organizzazione@ladualband.com – ladualband.com

Cascina Casottello
Via Fabio Massimo, 19
sunugal.it
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

Cine Teatro Delfino
Piazza P. Carnelli
info@cinemateatrodelfino.it – cinemateatrodelfino.it
– prenotazione obbligatoria –

Mercato Comunale Ferrara – Made in Corvetto
Piazzale Ferrara, 2
madeincorvetto.it

WOW Spazio Fumetto
Viale Campania, 12
info@museowow.it – museowow.it

MUNICIPIO 5
Casa Chiaravalle
Via Sant’Arialdo, 69

Casa dell’Accoglienza ‘Enzo Jannacci’
Viale Ortles, 69
PSS.festacasajannacci@comune.milano.it – comune.milano.it
– prenotazione obbligatoria –

Centro Asteria
Viale Giovanni Da Cermenate, 2
cultura@centroasteria.it – centroasteria.it

Comunità Oklahoma
Via C. Baroni, 228
comunicazione@oklahoma.it – oklahoma.it
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

MAMU Magazzino Musica
Via F. Soave, 3
mamu@magazzinomusica.it – magazzinomusica.it

Pacta Dei Teatri – Salone Via Dini
Via U. Dini, 7
biglietteria@pacta.org – pacta.org
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
alle 16.30 alle 17.30

MUNICIPIO 6
Teatro Edi/Barrio’s
Piazza Donne Partigiane
info@barrios.it – barrios.it

MUDEC
Via Tortona, 56
mudec.it
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.00 alle 17.30

Teatro Puntozero Beccaria
c/o Istituto Penale per i minorenni Cesare Beccaria
Via Calchi Taeggi, 20
info@puntozeroteatro.org – puntozeroteatro.org
– prenotazione obbligatoria –

MUNICIPIO 7
Auditorium Luigi Porta – Pio Albergo Trivulzio
Via A.T. Trivulzio, 15
info@amicideltrivulzio.it – amicideltrivulzio.it

Spazio Teatro 89
Via Fratelli Zoia, 89
info@spazioteatro89.org – spazioteatro89.org

Spiazza – Biblioteca Sociale e Caffè
Via G. B. Rasario, 10/C
spiazza@arimo.org
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

MUNICIPIO 8
Casa Vidas
Auditorium Alberto Malliani
Via U. Ojetti, 66
segreteria.eventi@vidas.it
– prenotazione obbligatoria –
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

Centro Post Acute di via Mambretti
Fondazione Progetto Arca onlus
Via A. Mambretti, 33

MUNICIPIO 9
MIC Museo Interattivo del Cinema
Viale F. Testi, 121
spiazza@arimo.org – cinetecamilano.it

Nuovo Armenia
Via Livigno, 9
nuovoarmenia.it

Teatro della Cooperativa
Via Privata Hermada, 8
info@teatrodellacooperativa.it – teatrodellacooperativa.it
GUIDA ALL’ASCOLTO – ACCADEMIA TEATRO ALLA SCALA
Dalle 16.30 alle 17.30

Ospedale Niguarda
Sala Medicinema
Piazza dell’Ospedale Maggiore, 3
Pad. Nord A, piano – 1

FUORI CITTÀ
La porta di Milano
Aeroporto di Malpensa – Terminal 1
Ferno – Varese
milanomalpensa-airport.com

Mumac Museo della macchina per Caffè di Gruppo Cimbali
Via P. Neruda, 2 – Binasco
Navetta gratuita da Porta Genova alle 16.30
– prenotazione obbligatoria-
mumac.it/prenotazioni

26, 28, 29 settembre al Teatro alla Scala – apertura della Stagione Sinfonica e inaugurazione del Ciclo Beethoven – direttore Riccardo Chailly

Riccardo Chailly e Orchestra Scala
Riccardo Chailly e Orchestra Scala

La Stagione Sinfonica del Teatro alla Scala si inaugura giovedì 26, sabato 28 e domenica 29 con un programma dedicato alle Sinfonie n° 4 di Beethoven e Mahler (solista Christiane Karg, alla Scala già Sophie nel Rosenkavalier diretto da Zubin Mehta e Euridice nell’Orphée di Gluck diretto da Michele Mariotti). Se il progetto mahleriano di Riccardo Chailly prosegue negli anni, l’esecuzione della Quarta di Beethoven apre un nuovo ciclo sinfonico beethoveniano che accompagnerà gli ascoltatori milanesi fino a giugno 2020.

Nel 2020 infatti le istituzioni musicali di tutto il mondo celebrano il 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven (1770-1827) e il Direttore Musicale coinvolge Coro e Orchestra del Teatro alla Scala, Filarmonica della Scala e Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala in un’integrale in cui alle sinfonie saranno accostate altre opere dello stesso Beethoven, dall’Ouverture da Egmont al Concerto per violino con Leonidas Kavakos, e pagine di Mahler e Luciano Chailly (la Sonata tritematica n. 4 su testi di Lucrezio prima della Nona). Il rapporto di Chailly con Beethoven è la storia di una vita, ma solo nel 2011 il Maestro ha deciso di offrire al disco un’integrale sinfonica con il Gewandhaus di Lipsia, la più antica orchestra d’Europa di cui era Direttore Musicale e la cui tradizione beethoveniana si radicava nelle letture di Mendelssohn. La scelta di allora, maturata in anni di studio, esperienza e riflessione, era stata radicale: rispettare i metronomi d’autore, notevolmente più rapidi di quelli abituali, per scoprire un Beethoven autentico, anticonvenzionale e spavaldamente contemporaneo sebbene questa lettura non fosse priva di precursori: certamente Toscanini, ma anche Szell e Gardiner. Il risultato, tra entusiasmi e resistenze, era stato un nuovo, fortissimo impulso al dibattito musicologico ma anche estetico sull’opera del compositore di Bonn. Ora, a nove anni di distanza, Chailly torna alle nove Sinfonie con un’orchestra italiana e una prospettiva inevitabilmente trasformata, in una serie di concerti che si presenta come imperdibile occasione di interrogarsi ancora una volta su questi capolavori fondativi della coscienza europea.

La Stagione Sinfonica del Teatro alla Scala

Inaugurazione della Stagione Sinfonica 2019/2020 e anche del ciclo beethoveniano è il concerto del 26, 28 e 29 settembre 2019 in cui la Sinfonia n. 4 del compositore di Bonn è accostata alla Sinfonia n. 4 di Gustav Mahler, solista Christiane Karg.
La Stagione Sinfonica prosegue il 7, 9 e 10 gennaio con la Filarmonica della Scala impegnata sotto la guida di Gianandrea Noseda, già presente nella Stagione 18/19, in un programma che prevede la Suite Pelléas et Mélisande di Gabriel Fauré, il ‘divertimento’ dal balletto Le baiser de la fée di Igor Stravinskij e la Sinfonia n. 3 di Camille Saint-Saëns.

Il 16, 17 e 19 gennaio Riccardo Chailly riprende il fil rouge beethoveniano con l’ouverture Egmont e le Sinfonie n. 8 e n. 5.
Dopo alcuni anni di assenza torna sul podio della Filarmonica il 10, 11 e 14 febbraio il maestro israeliano Eliahu Inbal, attento studioso della musica di Bruckner, di cui ha diretto diverse integrali sinfoniche includendo diverse versioni. Sui leggii la Sinfonia n. 5.
Coro e Orchestra della Scala, insieme al Coro di Voci Bianche, sono protagonisti del concerto del 7, 10 e 12 marzo guidati da Zubin Mehta nella Sinfonia n. 3 di Gustav Mahler, solista Daniela Sindram. Iván Fischer era uno dei pochi grandi direttori viventi a non aver mai diretto la Filarmonica. Il debutto è previsto il 3, 5 e 8 aprile con un programma che comprende l’Ouverture da Die Zauberflöte e la Sinfonia n. 39 K543 di Mozart e il Concerto per orchestra di Bartók.
L’8, 11 e 12 giugno Riccardo Chailly conclude il ciclo beethoveniano con la Sinfonia n. 9 con il Coro scaligero diretto da Bruno Casoni, solisti il soprano Hanna-Elisabeth Müller, il mezzosoprano Claudia Huckle, il tenore Michael König e il basso Vitalij Kowaljow. Prima della Sinfonia sarà presentata in prima esecuzione assoluta la Sonata Tritematica n. 4 di Luciano Chailly, un lavoro per coro e orchestra sinfonica su testo di Lucrezio dal De rerum natura.
Il 27 e 29 giugno e il primo luglio i complessi scaligeri sotto la direzione di Myung-Whun Chung eseguiranno lo Stabat Mater di Gioachino Rossini con i solisti Rosa Feola, Veronica Simeoni, René Barbera e Roberto Tagliavini. Chung torna così su una delle pagine ricorrenti nel repertorio del suo maestro, Carlo Maria Giulini.

26, 28, 29 settembre 2019

Filarmonica della Scala

Direttore
Riccardo Chailly

Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 4 in si bem. magg. op 60

Gustav Mahler
Sinfonia n. 4 in sol magg.
“La vita celeste”

Christiane Karg, soprano

______

7, 9, 10 gennaio 2020

Filarmonica della Scala

Direttore
Gianandrea Noseda

Gabriel Fauré
Pelléas et Mélisande, suite op. 80

Igor’ Stravinskij
Le baiser de la fée
Divertimento dal balletto

Camille Saint-Saëns
Sinfonia n. 3 in do min. op. 78 “con organo”
16, 17, 19 gennaio 2020

Filarmonica della Scala

Direttore
Riccardo Chailly

Ludwig van Beethoven
Egmont, ouverture in fa min. op. 84
Sinfonia n. 8 in fa magg. op. 93
Sinfonia n. 5 in do min. op. 67

———

10, 11, 14 febbraio 2020

Filarmonica della Scala

Direttore
Eliahu Inbal

Anton Bruckner
Sinfonia n. 5 in si bem. magg.

______

7, 10, 12 marzo 2020

Coro e Orchestra del Teatro alla Scala

Direttore
Zubin Mehta

Gustav Mahler
Sinfonia n. 3 in re min.

Daniela Sindram, contralto

Maestro del Coro
Bruno Casoni

Coro di Voci Bianche dell’Accademia Teatro alla Scala
______

3, 5, 8 aprile 2020

Filarmonica della Scala

Direttore
Iván Fischer

Wolfgang Amadeus Mozart
Ouverture da Die Zauberflöte
Sinfonia n. 39 in mi bem. magg. K 543

Béla Bartόk
Concerto per orchestra
8, 11 e 12 giugno 2020

Coro e Orchestra del Teatro alla Scala

Direttore
Riccardo Chailly

Luciano Chailly
Sonata tritematica n. 4 op. 206
per coro e orchestra sinfonica
(Prima esecuzione assoluta)

Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 9 in re min. op. 125

Hanna-Elisabeth Müller, soprano
Claudia Huckle, contralto
Michael König, tenore
Vitalij Kowaljow, basso

Maestro del Coro
Bruno Casoni

______

27, 29 giugno, 1 luglio 2020

Coro e Orchestra del Teatro alla Scala

Direttore
Myung-Whun Chung

Franz Joseph Haydn
Sinfonia n. 44 in mi min.
“Trauer-Symphonie” Hob. I/44

Gioachino Rossini
Stabat Mater

Rosa Feola, soprano
Veronica Simeoni, mezzosoprano
René Barbera, tenore
Roberto Tagliavini, basso

Maestro del Coro
Bruno Casoni

Il ciclo integrale delle Sinfonie di Ludwig van Beethoven nel 250° anniversario della nascita
Direttore Riccardo Chailly

26, 28, 29 settembre 2019
Filarmonica della Scala

Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 4 in si bem. magg. op. 60

Gustav Mahler
Sinfonia n. 4 in sol magg. “La vita celeste”
Christiane Karg, soprano

Stagione Sinfonica del Teatro alla Scala

4 novembre 2019
Filarmonica della Scala

Ludwig van Beethoven
Sinfonia n° 2 in re magg, op. 36
Sinfonia n° 3 in mi bem. magg. op. 55 “Eroica”

Stagione della Filarmonica della Scala

16, 17, 19 gennaio 2020
Filarmonica della Scala

Ludwig van Beethoven
Egmont, ouverture in fa min. op. 84
Sinfonia n. 8 in fa magg. op. 93
Sinfonia n. 5 in do min. op. 67

Stagione Sinfonica del Teatro alla Scala

30 marzo 2020
Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala

Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 1 in do magg. op. 21
Sinfonia n. 7 in la magg. op. 92

Concerto straordinario a favore della Croce Rossa Italiana – Comitato di Milano
11 maggio 2020
Filarmonica della Scala

Ludwig van Beethoven
Concerto per violino e orchestra in re magg. op.61
Leonidas Kavakos, violino
Sinfonia n. 6 in fa magg. op. 68 “Pastorale”

Stagione della Filarmonica della Scala
8, 11, e 12 giugno 2020
Coro e Orchestra del Teatro alla Scala

Luciano Chailly
Sonata tritematica n. 4 op. 206 per coro e orchestra sinfonica
ovvero De morte Iphianassai
Testo di Lucrezio
(Prima esecuzione assoluta)

Ludwig van Beethoven
Sinfonia n. 9 in re min. op. 125
Testo di Friedrich Schiller

Hanna-Elisabeth Müller, soprano
Claudia Huckle, contralto
Michael König, tenore
Vitalij Kowaljow, basso

Maestro del Coro Bruno Casoni

Milano premia la Moda Etica e Sostenibile

Green-Carpet-Conferenza-Stampa
Green-Carpet-Conferenza-Stampa

Milano e la moda sempre più attente al futuro del pianeta. Presentata questa mattina nella Sala dell’Orologio di Palazzo Marino la terza edizione dei Green Carpet Fashion Awards, i riconoscimenti che dal 2017 premiano i protagonisti della moda etica e sostenibile.

Ad illustrare i contenuti della serata di domenica 22 settembre al Teatro alla Scala, in occasione della chiusura della fashion week meneghina, l’assessora alle Politiche per il Lavoro, Attività produttive, Moda e Design Cristina Tajani con Carlo Capasa, Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana e Livia Firth, direttore creativo e co-fondatore di Eco-Age.

“Le squadre abituate a chiedere molto a sé stesse hanno il dovere, in alcuni momenti, di riconoscere quando le proprie scelte si sono rivelate giuste e magari anticipatrici: avere scommesso tre anni fa sui Green Carpet Fashion Awards è una di queste scelte”.

Così l’assessora Cristina Tajani, che prosegue: “Se le ragazze e i ragazzi della generazione Greta si rispecchieranno in una filiera globale del fashion che possa dirsi fino in fondo sostenibile e rispettosa dei lavoratori sarà anche perché in tanti, da Milano, hanno acceso per tempo i riflettori sulle ombre, premiando invece le luci e indicando così una strada possibile. La nostra città è orgogliosa di aver dato supporto a chi, protagonista del sistema moda, ha agito con lungimiranza e si propone di farlo con sempre maggiore convinzione”.

Annunciata anche la consegna del prestigioso Legacy Award a un maestro indiscusso della stile italiano nel mondo, Valentino Garavani.
“Grazie al suo lavoro iconico che dura da oltre cinque decenni e per il sostegno al talento, al design e alla moda italiana, Valentino è un creativo visionario meritevole del Legacy Award dei Green Carpet Fashion Award”. Cosi hanno commentato Carlo Capasa, Presidente della Camera Nazionale della Moda Italiana e Livia Firth, direttore creativo e co-fondatore di Eco-Age.

A condurre la serata al Teatro alla Scala saranno Adut Akech e Jon Kortajarena mentre Hamish Bowles, international editor at large di Vogue US, è stato confermato Direttore Creativo dei Green Carpet Fashion Awards 2019.

Il tema di quest’edizione sarà ispirato a Leonardo da Vinci nel cinquecentesimo anniversario della sua morte. Secondo Bowles: “Lo stile attento e la visione ispirata di Leonardo Da Vinci sono stati celebrati continuamente per oltre mezzo millennio. Nel 2019 il mondo ha celebrato l’impatto di Da Vinci su arte, moda e storia ed è giusto che ciò si rifletta nei Green Carpet Fashion Awards come celebrazione della cultura e del talento italiano”.

Teatro alla Scala: ripresa autunnale del progetto “Grandi opere per piccoli”

I progetti del Teatro alla Scala per i più piccoli
I progetti del Teatro alla Scala per i più piccoli

In corrispondenza con la ripresa dell’attività scolastica, anche il Teatro alla Scala e il Museo Teatrale alla Scala riprendono le loro attività per i giovani spettatori. Il progetto “Grandi opere per piccoli”, che compie 5 anni, è una delle grandi novità e senza dubbio uno dei maggiori successi delle ultime stagioni scaligere: l’idea di presentare i grandi titoli del repertorio ridotti a dimensioni temporali e adattati a strutture drammaturgiche a misura di bambino, affidandoli alle fresche forze musicali dell’Accademia, ha suscitato un entusiasmo travolgente. In cinque anni, il progetto ha superato le 150 rappresentazioni e coinvolto oltre 250.000 fra ragazzi, familiari e insegnanti. Per festeggiare questo straordinario successo, dal 21 settembre torna in scena il titolo con cui il progetto è nato: La Cenerentola per i bambini diretta da Pietro Mianiti con la regia di Ulrich Peter: 25 rappresentazioni aperte a scuole e famiglie fino al 5 aprile 2020. Protagonisti ancora una volta i giovani allievi dell’Accademia di perfezionamento per cantanti lirici della Scala, tra i quali nella parte di Angelina si alternano Anna-Doris Capitelli (diplomata nel 2019, già ascoltata in diverse produzioni scaligere tra cui il concerto di Natale 2018 diretto da Diego Fasolis) e Valeria Girardello (che frequenta il 2° anno del Biennio 2018-2020). Con loro, la voce recitante di Michele Nani nella parte di Rossini.
Come negli ultimi anni, i ragazzi entrano al prezzo simbolico di un euro. Dopo La Cenerentola presentata nel 2014 il progetto è proseguito con Il flauto magico e Il ratto dal serraglio per i bambini, nel 2018 è tornato Rossini nell’anno del centocinquantenario con Il barbiere di Siviglia per i bambini e nel 2018/19 è stata la volta di Donizetti con L’elisir d’amore per i bambini.
“Grandi opere per piccoli” è stato in questi anni anche una palestra per giovani direttori, tra i quali Michele Gamba e Maxime Pascal che sono impegnati proprio in queste settimane sul podio di due opere “per i grandi”: rispettivamente L’elisir d’amore e Quartett.
L’offerta scaligera per i giovanissimi include anche i Concerti per bambini – un ciclo seguitissimo di pomeriggi domenicali dal 24 novembre 2019 all’11 ottobre 2020 – animati ogni volta dall’intervento di un attore.
Anche il Museo Teatrale riprende l’attività per i più piccoli con i laboratori a cura di Augusta Gori.
Dal 5 ottobre riprende il classico Museo mia Musa!, una serie di incontri per bambini dal 6 ai 10 anni in cui scoprire il magico mondo del teatro. Dalla recitazione al canto, dal trucco alla scenografia, dalla danza ai costumi: un viaggio affascinante in compagnia di artisti ed esperti. Ci sono ancora posti disponibili.
Dal 20 ottobre torna Torneo al Museo, un laboratorio per bambini dai 6 ai 10 anni che nasce dalla fascinazione creata dagli inconsueti avvenimenti che accadevano dentro le sale magiche del Teatro alla Scala. Pranzi in platea e sul palcoscenico, feste da ballo, feste in maschera, veglioni, lotterie, evoluzioni, quadriglie, tornei di scherma, gioco dei fiori, fiere di beneficenza … e persino tornei equestri dentro il Teatro alla Scala! I bambini costruiranno parte della decorazione dell’uniforme delle dame, dei cavalieri e dei trombettieri a cavallo.
Il 26 ottobre è la volta di Buongiorno Museo, un laboratorio interattivo per famiglie (bambini da 6 a 11 anni) in cui si esplora (letteralmente) il vasto mare del teatro e della musica. Fra isole di canto e note trasportate dalla corrente, i più piccoli navigheranno alla scoperta delle opere liriche più famose, che potranno persino interpretare.
Infine, il 27 ottobre riprende anche Brilla, Museo! il laboratorio aperto ai bambini più piccoli (4-5 anni). Nella fase di gioco, i bambini scopriranno e interpreteranno le note musicali. Si può vedere come un prequel di Buongiorno Museo: prima si imparano le note, poi si mette in pratica quanto appreso attraverso brani tratti dalle opere.
www.museoscala.org
Info e prenotazioni sui laboratori: info@ventizero8.com – 338 3569291

GRANDI OPERE PER PICCOLI
21 settembre; 6 ottobre; 15, 22, 28 (2 rappr.) dicembre 2019;
19 gennaio (2 rappr.); 22 marzo; 4, 5 aprile 2020

Recite per le scuole
11 (2 rappr.) novembre; 16 (2 rappr.), 18, 19 dicembre 2019;
20 (2 rappr.), 27 (2 rappr.) gennaio 2020;
5 (2 rappr.) febbraio; 4 (2 rappr.) marzo 2020

Gioachino Rossini
LA CENERENTOLA PER I BAMBINI

(Elaborazione musicale e arrangiamento di Alexander Krampe e Ulrich Peter;
Universal Edition, Vienna; rappr. per l’Italia Casa Ricordi, Milano)

Direttore Pietro Mianiti
Regia Ulrich Peter
Scene Luigi Perego
Costumi Dorothea Nicolai
Solisti e Orchestra dell’Accademia Teatro alla Scala
Produzione Teatro alla Scala

Ufficio Stampa Teatro alla Scala
Via Filodrammatici 2 – 20121 Milano
Tel. +39 02 88 792 412
stampa@fondazionelascala.it
press@teatroallascala.org
www.teatroallascala.org