Al Museo Vincenzo Vela, rassegna di cinema muto e performance

foto furlati
foto furlati

Doppio appuntamento al Museo Vincenzo Vela domenica 13 novembre dalle ore 16:00. Attraverso scritti e riflessioni, Pascal Schwaighofer proporrà una rilettura del proprio progetto artistico “La classe sterile”; seguirà il programma di film muti curati della storica del cinema Mariann Lewinsky incentrati sul tema del lavoro d’inizio Novecento accompagnati da musiche dal vivo composte ed eseguite da Daniele Furlati.

Nell’anno dell’inaugurazione di AlpTransit il Museo ha posto le sue attenzioni ed energie alla ricerca scientifica del capolavoro di Vincenzo Vela Le Vittime del lavoro, con il quale l’artista Pascal Schwaighofer  si è confrontato creando l’installazione La classe sterile, tuttora presente nelle sale espositive della mostra permanente.

Che cosa accomuna un alveare d’api e il Leviatano di Thomas Hobbes, i feromoni e i Big Data, l’ozio e la pubblicità? È con queste domande che Pascal Schwaighofer aprirà l’incontro di domenica pomeriggio.

Tramite una serie d’intrecci concettuali, l’artista cercherà di collegare fatti e storie apparentemente lontane tra di loro per immaginare quella sorta di paradigma del lavorare e vivere d’oggi che alcuni economisti hanno battezzato “società polline”.

Portando avanti le riflessioni sul mondo del lavoro, alle ore 17:30 la rassegna S-velati e ritrovati organizzata dal Museo, in collaborazione con l’Associazione Musica nel Mendrisiotto e Cineclub del Mendrisiotto, propone una pomeridiana dedicata al cinema degli esordi che si rivela ancora di grande attualità, permettendoci di meglio comprendere tramite uno sguardo al passato il nostro complesso presente.

La storica del cinema Mariann Lewinsky ha selezionato un programma di film rari e preziosi sul tema del lavoro provenienti da prestigiose cineteche europee, quali gli EYE – Archivi di Amsterdam, la Cineteca Comunale di Bologna e la Cineteca svizzera.

Come oramai nostra felice tradizione, e rispettando la prassi originaria dell’epoca del muto in cui i film venivano sonorizzati dal vivo (a volte anche da grandi orchestre), la proiezione sarà accompagnata con musiche composte ed eseguite dal pianista Daniele Furlati.

MUSEO VINCENZO VELA
Largo Vela 5, 6853 Ligornetto, Svizzera