Machine Gun Kelly, “Downfalls High”

Machine Gun Kelly "Downfalls High"
Machine Gun Kelly “Downfalls High”

MACHINE GUN KELLY

Debutta dietro la cinepresa con

“DOWNFALLS HIGH”

Il film racconta la storia di Machine Gun Kelly e Travis Barker

e tra i protagonisti troviamo Sydney Sweeney e la nuova stella nascente del rap americano Lil Huddy

oltre alla partecipazione di blackbear, Iann Dior e Trippie Redd

Colson Baker aka Machine Gun Kelly fa il suo debutto dietro la macchina da presa con Downfalls High, un film musicale ora disponibile anche su YouTube (https://youtu.be/U07VKXydCUw) dopo essere stato lanciato prima su Facebook (http://www.downfallshigh.com/).

Il film racconta la storia di Machine Gun Kelly e Travis Barker (batterista dei blink-182 ormai diventato collaboratore e sopratutto amico dell’artista texano) e tra i protagonisti troviamo l’attrice americana Sydney Sweeney e la nuova stella nascente del rap americano Lil Huddy (vero nome Chase Hudso) oltre alla partecipazione di blackbear, Iann Dior e Trippie Redd.

A proposito del film “Downfalls High”, MGK ha detto che è stato quasi come girare un unico, grande videoclip musicale: “E’ stato quasi come girare 14 video musicali l’uno dopo l’altro, ma con un filo narrativo che è al di fuori delle mie storie personali – ha detto Machine Gun Kelly presentando il film – si concentra su altri personaggi e poi io e Travis facciamo solo da narratori. Credo sia un concetto interessante perché non è mai stato fatto nulla del genere per altri album ad eccezione, forse, di The Wall dei Pink Floyd”.

Il film, nato come un Progetto scritto da Colson Baker (questo il vero nome di Machien Gun Kelly) e Mod Sun (rapper, cantautore, musicista e poeta statunitense), è stato girato a Los Angeles nel 2020 e presentato in anteprima su Facebook per I fan di Machine Gun Kelly.

Machine Gun Kelly arriva a questo film dopo il successo ottenuto nel 2020 con l’album Tickets to My Downfall, n.1 della classifica americana che ha segnato la svolta definitive per MGK verso il pop punk. L’album conteneva i successi “bloody valentine” e “my ex’s best friend.”

MGK ha chiuso il 2020 con una strepitosa esibizione a Time’s Square durante la note di Capodanno, una performance in una piazza deserta che però ha conquistato tutti gli spettatori da casa.

Recentemente MGK ha partecipato “acting like that”, brano contenuto nell’album dell’amico Yungblud “Weird!” uscito lo scorso ottobre. Nel brano anche Travis Barker dei blink-182 che per i due è diventato una vera guida, oltre che un amico.

“Free-Liberi” commedia italiana in streaming

Free - Liberi
Free – Liberi

Un film di Fabrizio Maria Cortese

con

Sandra Milo, Ivano Marescotti, Corinne Clery, Babak Karimi, Enzo Salvi, Antonio Catania, Marco Marzocca, Sergio Friscia e con Tullio Solenghi, Shalana Santana, Michele Venitucci, Paolo de Vita, Martina Palmitesta e Erika Blanc

FREE – Liberi

DISPONIBILE ON DEMAND SU CHILI

E PROSSIMAMENTE SU ALTRE PIATTAFORME

Le prime clip in esclusiva

http://www.publishweb.it/download/FREE_LIBERI_clip.zip

Con l’inizio del nuovo anno, arriva finalmente in streaming la commedia italiana FREE – Liberi, diretta da Fabrizio Maria Cortese e presentata nella cornice dell’ultimo Festival Internazionale del Cinema di Venezia, disponibile on demand su CHILI e prossimamente presente nella library di molte altre piattaforme per lo streaming on demand.

Il cast stellare della commedia, tra cui spiccano Sandra Milo, Tullio Solenghi, Ivano Marescotti e Corinne Clery assieme a Enzo Salvi, Antonio Catania, Marco Marzocca e Sergio Friscia, è protagonista di un viaggio on-the-road sui generis, dal Lazio fino al Puglia, che fa della vita e del desiderio di libertà il fil rouge della pellicola.

FREE – Liberi vuole portare una ventata di ottimismo e speranza attraverso la celebrazione della così detta ‘terza età’, momento della vita ricco ancora di aspirazioni e di sogni. “Quello che ho voluto raccontare nel film è la bellezza di essere anziani. Anziani non come fine o meglio non come principio di una fine, ma come categoria di persone consapevoli di vivere uno dei tanti momenti della vita, forse il più bello.” Così Cortese descrive FREE – Liberi, la storia di cinque anziani che scappano da una casa di riposo con un entusiasmo dilagante, che colora la storia come se fosse un po’ fumetto e un po’ favola.

Cinque anziani ospiti della casa di riposo dell’Opera Don Guanella di Roma, annoiati dalla vita quotidiana e delusi per il distacco dei loro affetti più cari, decidono di fuggire verso la Puglia per realizzare il sogno della loro vita: si tratta di Rocco (Ivano Marescotti), trader fallito, suo fratello Luchino (Enzo Salvi), cuoco ossessivo compulsivo, Antonio (Babak Karimi), ex-capitano di lungo corso, Erica (Corinne Clery), ex-cantante cardiopatica e Mirna (Sandra Milo), arrivata in Italia dalla Serbia allo scoppio delle guerre jugoslave. Innamorati dell’avventura che Mirna sta per intraprendere per ritrovare il pluriricercato Dragomir (Antonio Catania), suo vecchio amore creduto morto ma in realtà nascosto da decine d’anni nel Salento, i quattro si uniscono al viaggio. Sono certi che la loro vita cambierà per il meglio una volta incontrato il potente criminale. Le storie personali si alterneranno in un susseguirsi di vicende tra passione e avventura, in un Salento che farà da cornice alle loro emozioni. Riusciranno i nostri amici a realizzare i loro sogni?

Prodotto da Golden Hours Films con Rai Cinema in associazione con Ismaele Film, FREE – Liberi è stato girato grazie al sostegno della Apulia Film Commission.

 

Ied in concorso al Fashion Film Festival

IED_Out.Create
IED_Out.Create

IED IN CONCORSO AL FASHION FILM FESTIVAL MILANO DIGITAL EDITION
CON I SEI FASHION FILM DEL PROGETTO AMPHIBIA.

In corsa anche il corto Use me again and again. Per la sezione speciale #FFFMilanoForGreen in piattaforma lo short film girato durante il lockdown, THE TIME IS NOW! New Citizen 1.5

L’Istituto Europeo di Design partecipa al Fashion Film Festival di Milano – Digital Edition con i 6 fashion film Amphibia ideati e presentati in anteprima ad Altaroma lo scorso gennaio 2020 da team multidisciplinari di studenti IED. Amphibia è una raccolta di suggestioni sull’acqua vista come una risorsa primaria dell’ecosistema, che genera e influenza la vita dell’uomo rappresentandone un motore primario. L’acqua interpretata come nascita, trasformazione, evoluzione, adattamento all’ambiente.

Il filo conduttore dei 6 fashion film Crawled Ashore, Gola, Out.Create, Petricore, The Abstract Problem e Venus è proprio la bellezza narrata della risorsa naturale per eccellenza del nostro Pianeta, che nel suo continuo movimento non è mai uguale a sé stessa. Crawled Ashore è un’esortazione a prendere coscienza del cambiamento climatico ma anche ad imparare nuovamente l’alfabeto perduto della natura; Gola riaccende la questione di come le cattive abitudini alimentari dell’uomo hanno trasformato l’idrosfera in un oceano di plastica; Out.Create invita ad adottare un atteggiamento di speranza e ottimismo come fonte di un cambiamento reale; in Petricore si rivive la sensazione della terra bagnata dalla pioggia che emana il suo inconfondibile odore; The Abstract Problem affronta la realtà della costante decrescita o improvviso innalzamento del livello delle acque del Pianeta e ancora la Venere contemporanea di Venus ci parla di rinascita, di adattamento e di speranza: la vita che si ridefinisce in corpi nuovi, inaspettati e meravigliosi.

In concorso anche l’opera Use me again and again, progetto realizzato in didattica nell’ambito del corso Triennale di Fashion Stylist: una video-performance che riflette – nell’atto di indossare abiti abbandonati in un sacco dell’immondizia – sulle identità rifiutate e ri-legittimate nella società post-consumo.

Approda invece nella sezione fuori concorso del progetto speciale #FFFMilanoForGreen lo short film girato durante i mesi di lockdown The time is now! New Citizen 1.5, che racconta l’evoluzione del progetto di IED, Consorzio Italiano Implementazione Detox – CID e Greenpeace Italia sulla moda sostenibile. Gli studenti delle Scuole di Moda, Design e Comunicazione di tutte le sedi italiane IED sono stati chiamati a ragionare sull’identità del “New Citizen 1.5” (dove 1.5 indica l’aumento massimo della temperatura media globale, secondo l’Accordo di Parigi, per limitare i cambiamenti climatici) e disegnare nuove collezioni moda uomo etiche e sostenibili, progettare degli oggetti di design e ideare una campagna di comunicazione per raccontare il progetto nel suo insieme.
I team multidisciplinari hanno avviato la collaborazione con le aziende impegnate in Detox, selezionate per i processi privi di sostanze chimiche pericolose, che hanno fornito i tessuti con cui realizzare le collezioni e accolto il nuovo stimolo ricevuto da Greenpeace Italia di voler ridisegnare l’identità del proprio Green Market. Inevitabile il cambio in corsa delle attività a causa dei mesi di lockdown: un mondo 1.5 prima soltanto immaginato è divenuto reale e il lavoro da sempre svolto a scuola e nei laboratori è stato necessariamente adattato alle nuove esigenze e riorganizzato a distanza. Gli studenti di Comunicazione sono riusciti a trasformare una difficoltà in un’opportunità e l’idea iniziale di una campagna di comunicazione si è evoluta diventando il racconto del lavoro di resilienza portato avanti a distanza. Il racconto si è quindi trasformato in uno short film corale diretto da Daniel Fazio, Fondatore e Direttore creativo di Loft Films Ltd. I designer hanno quindi lavorato in team multidisciplinari alla creazione di personas rappresentative di linguaggi e stili di mondi diversi e contemporanei da cui poi sono state realizzate sei capsule collection complete dei concept degli oggetti di product design per il Green Market di Greenpeace, pensati per orientare comportamenti sostenibili.

Dal 13 al 18 gennaio sarà possibile vedere i fashion film Amphibia e lo short film The time is now! New Citizen 1.5 sulle tre piattaforme del Festival: la piattaforma digitale di CNMI fashionfilmfestivalmilano.cameramoda.it, il sito ufficiale del FFFM fffmilano.com e la piattaforma di streaming cinematografico mymovies.it.

The Inglorious Serf: musiche di Dario Vero

The Inglorious Serf_Dario Vero Conf
The Inglorious Serf_Dario Vero Conf

Il compositore italiano
Dario Vero
firma la colonna sonora del nuovo Sushi Spaghetti Western
The Inglorious Serf
di Roman Perfilyev
prodotto da Star Media e Kristi Film

Est Europa, Giappone, Medio Oriente, Stati Uniti, Italia:
ai tempi del covid, un melting pot cinematografico sulle note di un italiano e un’orchestra internazionale di 88 musicisti

Ospite speciale Tina Guo, violoncellista di Sherlock Holmes, Wonder Woman, Inception

Esce l’11 gennaio 2021 la colonna sonora di The Inglorious Serf, film di Roman Perfilyev prodotto da Star Media e Krist Film per oltre un milione di euro di budget, esempio del nuovo Sushi Spaghetti Western: un melting pot cinematografico e musicale, ispirato alla grande tradizione italiana, realizzato tra Est Europa, Giappone, Medio Oriente e Stati Uniti, e firmato dalle musiche dell’italiano Dario Vero.

Un’impresa unica nel suo genere che ha visto coinvolti, in tempo di covid, 88 musicisti sparsi in tutto il mondo e diretti a distanza dal compositore italiano.

Nel 1971 Sergio Leone regalava agli amanti del grande cinema, e non solo, il capolavoro di Giù la Testa, con le musiche di Ennio Morricone. Cinquant’anni dopo, il genere che ha contribuito a far conoscere al mondo il cinema italiano trova nuove forme nell’estremo oriente con il Sushi Spaghetti Western: un salto spazio temporale che segue, mezzo secolo dopo, la scia di grandi italiani con protagonisti ninja e samurai alle prese con scazzottate e fischiabotti.

Ultimo esempio delle nuove visioni del genere italo-western declinato in sushi, è The Ingloriuos Serf, che ha visto la produzione impegnata tra Giappone, Est Europa e Stati Uniti. A firmare le musiche è un italiano, il compositore Dario Vero, che per l’occasione ha diretto in presenza e a distanza un’orchestra internazionale di 88 elementi, con un’ospite d’eccezione: Tina Guo, violoncellista di Sherlock Holmes, Wonder Woman, Inception e altri grandi kolossal d’oltreoceano degli ultimi 20 anni.

Teaser The Ingloriuos Serf: https://www.youtube.com/watch?v=pE2xecukTmk

The Ingloriuos Serf è una colonna sonora inusuale e originale di 42 tracce orchestrali e sinfoniche, in cui il mandolino incontra il koto, una sorta di arpa giapponese, le chitarra slide tipicamente western, i tamburi Taiko giapponesi, l’Erhu e lo scacciapensieri, di Morriconiana memoria, in combinazione della americanissima chitarra elettrica col wah wah nelle scene action.

A realizzarla, diretti a distanza da Dario Vero, una squadra di musicisti internazionali unica: 18 violini primi, 16 secondi, 14 viole, 12 celli, 10 contrabbassi, 3 flauti, 2 oboe, 2 clarinetti, 2 fagotti, 1 controfagotto, 6 corni, 3 trombe, 3 tromboni, 1 basso tuba, 1 cimbasso, 2 arpe e 5 percussionisti. In aggiunta il team giapponese, con Koto, Shakuhachi, Taiko, Erhu, temple block, Tsuzumi e altre percussioni + un Hurdy Gurdy Ukraino: un’impresa titanica, per un totale di 88 musicisti sparsi in ogni angolo del globo.

Est Europa, Giappone, Medio Oriente, Stati Uniti, Italia: The Ingloriuos Serf è una fantasiosa rivisitazione della storia di Taras Schevchenko, il piu influente poeta Ukraino. In questa vicenda, Taras per riprendersi la sua amata e ritrovare la fiducia in se stesso imparerà l’arte della katana da un samurai giapponese, fuggito dall’oriente in cerca di vendetta. Nel viaggio incontreranno un venditore di armi ebreo. La combriccola affronterà ogni difficolta e si cimenterà tra di loro una solida e sincera l’amicizia. The Ingloriuos Serf è forse il più significativo esempio di Sushi Spaghetti Western. Ha tutte le dinamiche e i paradigmi, anche visivi, del western ma al suo interno non troviamo volti messicani o nativi americani, bensì ninja e samurai, tra stunt man ed effetti speciali, con molto action e riprese mozzafiato.

 

Cinema italiano su IWonderfull

IWonderfull
IWonderfull

Settimana dal 14 gennaio all’insegna del cinema italiano su IWONDERFULL con tre autori celebrati nei maggiori festival internazionali.

STOP THE POUNDING HEART, IL FILM CHE HA RIVELATO ROBERTO MINERVINI, AFFIANCATO DA LIBERAMI DI FEDERICA DI GIACOMO E HANNAH DI ANDREA PALLAORO, ENTRAMBI PREMIATI ALLA MOSTRA DEL CINEMA DI VENEZIA.

Un inedito in digitale con un racconto precursore dell’America contemporanea, una tradizione antica che si radica nel presente e la storia di una donna misteriosa. Sono questi i racconti della “Triplette” tutta italiana di IWONDERFULL di questa settimana.

IWONDERFULL, la piattaforma streaming Video On Demand di I Wonder Pictures, realizzata in partnership con MYmovies.it, fa questa settimana un Viaggio in Italia, con tre film di altrettanti cineasti dal respiro internazionale. Roberto Minervini e Andrea Pallaoro vivono ormai da molti anni negli Stati Uniti, fanno un cinema molto diverso tra loro ma entrambi hanno mantenuto intatta la sensibilità cinematografica europea, unendola a un pragmatismo americano. Federica Di Giacomo ha vinto con Liberami il premio per il miglior film nella sezione Orizzonti al Festival di Venezia del 2016. Tre storie diversissime tra loro che in qualche modo si intrecciano, raccontando l’oggi con uno sguardo attento al passato.

La Prima Visione di questa settimana è una novità in digitale, il film che ha fatto conoscere lo straordinario talento di Roberto Minervini. Stop The Pounding Heart è la storia di Sara e Colby, due giovani alla scoperta dell’amore. Un racconto di grande potenza, delicatezza e poesia. Minervini vive in Texas e voleva raccontare la dimensione fuori dal tempo in cui vivono molte comunità rurali del grande stato, profondamente religiose e travolte da tradizioni agghiaccianti. Mentre documentava questo mondo altro, Sara e Colby si sono incontrati e innamorati, sotto l’occhio della camera che ha scrutato la nascita e la crescita di un sentimento. Stop the Pounding Heart è uno dei film più sorprendenti degli ultimi anni, fiore all’occhiello della Unipol Biografilm Collection, premio speciale della giuria al Torino Film Festival del 2013, David di Donatello per il miglior documentario nel 2014.

Il film della settimana è Liberami. La regista spezzina Federica Di Giacomo va in Sicilia per indagare sul fortissimo legame che lega Padre Cataldo con i suoi fedeli. Possessione oggi vuol dire molte cose e gli uomini cercano conforto nella spiritualità, chiedendo di essere liberati dal male, qualunque esso sia. Per questo ogni anno cresce il numero di preti esorcisti, proprio come Padre Cataldo, veterano e instancabile. Ogni martedì Gloria, Enrico, Anna e Giulia seguono, insieme a tantissimi altri, la messa di liberazione di padre Cataldo e cercano la cura a un disagio che non trova altrove risposte. Liberami pone ancora più domande e in un mondo pieno di incertezze non può che essere un bene farsene.

Per I Wonder Story arriva sulla piattaforma Hannah, altro titolo di punta della Unipol Biografilm Collection. Il film di Andrea Pallaoro che ha dato a Charlotte Rampling la sua prima, meritatissima, Coppa Volpi alla Mostra del cinema di Venezia del 2017. La vita di una donna, Hannah, viene sconvolta dall’improvviso arresto del marito. La donna si nasconde dai vicini, suo figlio non vuole avere alcun rapporto con lei. Misteri che possono essere svelati solo scoprendo quello che Hannah custodisce gelosamente e con dolore dentro di sé.

Per i tre film della Triplette, inoltre, IWONDERFULL ha realizzato 3 contenuti speciali in esclusiva: 3 extended Q&A con i registi, disponibili gratuitamente dal 14 gennaio per chi acquista i film oppure acquistabili singolarmente a 2,99€.

VIAGGIO IN ITALIA è la Triplette IWONDERFULL del 14 gennaio 2021

Prima Visione: Stop the Pounding Heart a € 7.99

Il film della settimana: Liberami a € 2.99

I Wonder Story: Hannah a € 4.99

LOGO E GRAFICA IWONDERFULL SCARICABILI AL LINK: http://biografilmfestival.com/guest/iwonder/IWP_iwonderfull_logo.zip

IMMAGINI SCARICABILI AL LINK:
http://www.biografilmfestival.com/guest/IWF_foto_210111.zip