Seminario ‘Emerlab’

bordonali-
bordonali

L’impegno della Regione Lombardia e’ di realizzare un sistema sempre piu’ efficiente di Protezione civile, in linea con quanto previsto dalla normativa nazionale, con un occhio di riguardo verso le misure che possono supportare il livello locale a prevenire e gestire le situazioni di emergenza”.

Con queste parole l’assessore regionale alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione, Simona Bordonali, ha inaugurato il convegno Emerlab all’interno degli spazi dell’autodromo di Monza spiegando che in questo percorso bisogna anche creare consapevolezza nei cittadini e nelle comunita’

locali “affinche’ siano sempre piu’ resilienti, in grado cioe’ di salvaguardarsi e proteggere il proprio territorio dagli eventi naturali prevedibili, quali piene, alluvioni, frane, temporali, valanghe”.

SISTEMA DI ALLERTAMENTO MOLTO EFFICACE – Il raggiungimento di questo obiettivo e’ senza dubbio facilitato anche dalla nuova direttiva regionale sull’allertamento, in vigore dal 27 aprile scorso. Sono state infatti introdotte una serie di novita’ sul sistema di previsione e allerta e viene posta l’accento sull’importanza della previsione e prevenzione a livello comunale.

“Gli allertamenti che diffondiamo tramite sms, mail, app e sito istituzionale – ha spiegato Bordonali – si sono rivelati efficaci al 94 per cento nell’ultimo anno. Siamo ancora una volta, e di gran lunga, i primi in Italia, ma il nostro obiettivo e’ raggiungere la soglia del 100 per cento”.

IL RISCHIO ALLUVIONI – Accanto a questa importante novita’ normativa, la Regione Lombardia e’ da tempo impegnata ad adempiere le disposizioni previste dall’Unione Europea in tema di alluvioni. In questo quadro si inserisce la realizzazione del Piano di Gestione del Rischio Alluvioni, che ha proprio lo scopo di ridurre al massimo le conseguenze negative.

1,5 MILIONI ABITANTI ESPOSTI AL RISCHIO – “Si tratta di un tema particolarmente importante per la nostra regione, che ha il maggior numero di abitanti esposti potenzialmente a questo tipo di rischio (1,5 milioni abitanti). Siamo al fianco degli Enti locali – ha concluso Bordonali – in tutte le attivita’ di previsione e monitoraggio dei rischi naturali e per la gestione delle emergenze e mettiamo a disposizione il supporto di esperti, del Centro Funzionale Monitoraggio Rischi, della Sala Operativa (che e’ attiva h24, 365 giorni l’anno) e delle strutture”.