Violoncellisti della Scala

Attivi dal 2003, nel tempo hanno costituito un proprio repertorio fatto di nuove commissioni ad autori contemporanei italiani e di interessanti riletture di autori classici in  trascrizioni dedicate all’ensemble di violoncelli. Un repertorio che mira a illuminare la tavolozza dei colori propri del violoncello e a esaltarne la resa armonica e timbrica.

Nasce così il desiderio di rivisitare un repertorio che risale alla nobile tradizione degli ensemble di viole da gamba del XVI secolo, per spostarsi di secolo in secolo alla scoperta di cosa è rimasto sedimentato da allora nella tradizione musicale.

Tra i compositori più “visitati” dai Violoncellisti della Scala: Henry Purcell, Giovanni Battista degli Antonii, Antonio Vivaldi, Georg Philipp Telemann, Johann Sebastian Bach, fino ad autori contemporanei come György Ligeti, Alfredo Piatti, Jimi Hendrix.

Una menzione particolare meritano autori come Carlo Galante, Carlo Boccadoro, Wolfgang Marschner, Nicola Campogrande, Giovanni Sollima, che hanno scritto e dedicato ai Violoncellisti nuove composizioni che sono state eseguite al Teatro alla Scala nelle scorse stagioni.