Apre la nuova Arena Milano Est!

RENDER-ArenaMiEST (1)
RENDER-ArenaMiEST (1)

Apre la nuova Arena Milano Est!
Il 3 luglio battesimo con anniversario.

Semaforo verde per il nuovo polo funzionale multiculturale che il Teatro Cinema Martinitt regala alla città. Sullo sfondo del Murale delle Arti -ultimo, immenso lavoro pittorico degli Orticanoodles, ancora fresco di bombolette- parte una stagione estiva all’insegna della cultura a tutto tondo. Si comincia venerdì 3 luglio con il cinema e un omaggio a Federico Fellini e Alberto Sordi nel centenario della nascita di entrambi: la proiezione della versione restaurata de “I Vitelloni”, apre la rassegna cinematografica a più temi curata da Franco Dassisti, giornalista, critico e conduttore de “La Rosa Purpurea” su Radio24. Sabato 4 luglio tocca poi al cabaret con i riflettori puntati su Max Giusti e il suo “Va tutto bene 2020”, riflessioni dolci e amare sul nostro quotidiano, anche ai tempi del Coronavirus.

Venerdì 3 luglio omaggio al centenario di Fellini e Sordi

Il Cinema Teatro Martinitt, sempre più “cantiere delle arti” inaugura contemporaneamente la nuovissima ARENA MILANO EST e la rassegna cinematografica estiva curata da Franco Dassisti, giornalista, critico e conduttore de “La Rosa Purpurea” su Radio 24. La programmazione porterà sullo schermo titoli di ogni genere e sul palco esperti e protagonisti del mondo di celluloide, in un rincorrersi di serate a tema: Lunedì d’autore, Notte Italiana, Anteprima, Notte da Oscar, I Blockbuster, In Famiglia. Per l’inaugurazione del 3 luglio (ore 21.30), nella filosofia del Martinitt –guardare avanti, senza dimenticare- è stato selezionato il film “I Vitelloni”, in occasione del centenario della nascita di Federico Fellini e Alberto Sordi (rispettivamente gennaio e giugno 1920).

Sabato 4 luglio Max Giusti in “Va tutto bene 2020”

Al cinema si alternerà da subito il cabaret, con una serie di spettacoli del genere stand-up (commedia di nicchia che privilegia l’artista, che si esibisce da solo, in piedi, in quello che più che un monologo appare come un dialogo con se stesso). A inaugurare il ciclo della stand-up comedy, sabato 4 luglio, niente meno che Max Giusti, che con il suo “Va tutto bene 2020” aggiorna le proprie riflessioni sul nostro quotidiano ai tempi del Coronavirus.

I Vitelloni in pillole

Film del 1953, in bianco e nero
Edizione da poco restaurata da CSC-Cineteca Nazionale e Istituto Luce-Cinecittà
Durata 104 minuti
Ambientazione: un cittadina di mare che potrebbe essere Rimini
Riprese a Firenze, Viterbo, Ostia e Roma
Regia e sceneggiatura Federico Fellini (nato a Rimini il 20/1/1920)
Protagonista Alberto Sordi (nato a Roma il 15/6/1920)
Curiosità: è una delle sole due pellicole che vedono collaborare Fellini e Sordi ed è stato selezionato tra i 100 film italiani da salvare (iniziativa interna alla Mostra del Cinema di Venezia)

Va tutto bene 2020 in pillole

One man show
Durata circa 2 ore
Spettacolo di Max Giusti e Giuliano Rinaldi
Produzione Ab Management
Monologhi e aneddoti in un ping-pong tra ieri e oggi

L’arena in pillole (e in sicurezza)

2500 metri quadrati a disposizione
1 palco esterno da 110 metri quadrati
1 palco interno da 85 metri quadrati
800 posti a sedere (ridotti a 400 per norme anti-Covid)
1 schermo esterno 14x6m
1 sala interna da 430 posti (ridotti a 180 per norme anti-Covid), in caso di pioggia
6 toilette a uso esclusivo

Tutte le attività nella nuova Arena saranno svolte nel rispetto delle norme sanitarie e di sicurezza previste dai disciplinari anti-Covid. Il ritiro dei biglietti è consentito rigorosamente entro le ore 21, per evitare assembramenti.

TEATRO/CINEMA MARTINITT
Via Pitteri 58, Milano.
Telefono 02/36580010, info@teatromartinitt.it, www.teatromartinitt.it e www.arenamilanoest.it.
Orari biglietteria: dal lunedì al sabato 15-20.
Costi: cinema 7 euro intero e 5 euro ridotto (over 65 e under 26); cabaret 20 euro intero e 16 euro ridotto (over 65 e under 26). I biglietti vanno ritirati rigorosamente entro le ore 21, per evitare assembramenti.

I bookie prevedono un altro figlio per i Ferragnez

I Ferragnez
I Ferragnez

Fedez e Chiara Ferragni, l’amore social continua: i bookie prevedono un altro figlio per tutta la community

ROMA – Dal 2018, anno delle loro nozze, sono una delle coppie più cliccate e amate. I Ferragnez – come vengono definiti ormai da tutti Fedez e Chiara Ferragni – sono saliti alla luce della ribalta ormai da tempo, anche grazie all’utilizzo dei social network. Un mondo nel quale hanno proiettato anche il piccolo Leone, il loro primogenito nato a Los Angeles il 19 marzo 2018. Ma se la famiglia Ferragnez si allargasse? I betting analyst di Stanleybet.it, infatti, hanno iniziato a quotare l’arrivo di un possibile fratellino per il piccolo Leo. La nascita del secondo figlio per Fedez e Chiara Ferragni, riporta Agipronews, si gioca a 1,70. Maschio o femmina, non importa: la quota è in parità a 1,85. La dolce notizia, qualora arrivasse in tempi brevi (la scommessa prevede come limite massimo il 31 dicembre 2021), sarà sicuramente pubblicata a mezzo social. Un classico per i componenti di casa Ferragnez. E chissà che anche il futuro nascituro non diventerà una stella di internet.

Googa: “Lupo Mannaro” nuovo singolo

Googa
Googa

Dopo il debutto a Novembre 2019 con l’Ep “Oblò” e numerosi live che li hanno imposti all’attenzione della nuova scena indie romana,

Googa presentano il nuovo singolo autoprodotto

Lupo Mannaro

Ascolta in streaming

Guarda e condividi il video

Googa, la giovane band che arriva dritta dalla nuova scena indie romana, presenta il nuovo singolo “Lupo Mannaro”. Nonostante il sound semplice e diretto, si tratta di “una canzone scomoda,” spiega il cantante Francesco Siraco, “che si allontana dall’idea di un cantautorato accondiscendente e che vuole provocare molteplici reazioni, raccontandoci cosa non vorremmo diventare, ma che in parte siamo tutti: animali feroci e al tempo stesso esseri umani smarriti alla ricerca della nostra luna, nel bene o nel male, sempre e solo in branco.” “Lupo Mannaro” è autoprodotto, ed è stato registrato, mixato e masterizzato al VDSS recording studio, nei giorni immediatamente precedenti all’esplosione della pandemia da Covid-19.

Ad accompagnare l’uscita del brano, il video realizzato in maniera interamente grafica da Bubi Visual Art, durante questi giorni di quarantena. L’ambientazione è inevitabilmente post-apocalittica, anche se in realtà l’idea era stata elaborata già precedentemente. “D’altronde, il distanziamento sociale prodotto da questa fase di emergenza non è solo l’accelerazione di un fenomeno già in atto da tempo?”.

Googa nascono nel 2017 nella provincia romana, tra le città di Anzio e Nettuno, dalla collaborazione fra cinque amici. Francesco Siraco, il cantante, tira fuori dal cassetto qualche dozzina di testi di canzoni scritte nel corso degli anni. Lo stesso fa Eugenio Di Corinto, il tastierista. Con Luca Brignone al basso, e i fratelli Alessandro e Francesco Marroni, rispettivamente alla chitarra e alla batteria, sotto la luna estiva romana Googa cominciano ad arrangiare i nuovi pezzi scritti a quattro mani dai primi due. Completate le prime due canzoni, cominciano a esibirsi sulla scena romana: il debutto arriva durante Spaghetti Unplugged, e in quell’occasione nasce anche, per gioco, il nome della band, che poi verrà mantenuto.

Googa compongono brani in lingua italiana: i testi sono il frutto di un lavoro costante di rielaborazione e definizione, nella consapevolezza dell’importanza di utilizzare la musica come strumento di interpretazione e diffusione di battaglie per loro importanti, e scelte culturali consapevoli, senza per questo dover sacrificare entusiasmo e immedesimazione nell’ ascolto.

A dicembre 2018, dopo un anno di scrittura e composizione, selezionano alcune tracce per il primo EP, “Oblò”, un primo parziale sguardo sul mondo, prodotto da Gianmarco Ricasoli e registrato presso lo studio Impronte Records. L’EP, composto da 4 tracce, viene pubblicato a novembre del 2019 insieme al videoclip di “Occhi di cane” e anticipato dal singolo “Una faccia come la mia”. Contestualmente comincia una fitta attività live nei contesti più interessanti di Roma: Spaghetti Unplugged a ‘Na Cosetta, ItPop Night a Le Mura, Largo Venue etc. Googa si impongono in diversi contest, e si rafforza nella band la consapevolezza di voler portare la propria musica in giro per tutta Italia, aspettando ovviamente il momento per poter ricominciare a farlo.

Googs: Facebook – Instagram – Youtube

Fujifilm: promozione Instant rebate

PROMO IR_X-T4+X-T3
PROMO IR_X-T4+X-T3

Per dare un forte segnale al settore, in questo delicato momento di transizione, FUJIFILM mette in campo la promozione Instant rebate sino a 600 euro iva inclusa sull’acquisto di X-T4 o X-T3 e ottiche XF.

Dal 28 aprile al 30 giugno 2020, lo sconto immediato sarà riservato solo acquistando contestualmente e in un’unica transazione la fotocamera X-T4 (versione Body o in kit con XF18-55mm o kit con XF16-80mm) o X-T3 (versione Body o in kit con XF18-55mm o kit con XF16-80mm o kit XF18-55mm + XF55-200mm) in abbinata con XF200mmF2 R LM OIS WR, o XF8-16mmF2.8 R LM WR, o XF100-400mmF4.5-5.6 R LM OIS WR, o XF50-140mmF2. 8 R LM OIS WR oppure XF16-55mm F2.8 R LM WR.

Pertanto, per ogni tipologia di “super kit scelto”, si potrà beneficiare di un differente risparmio, ossia:
• €600 i.i. per X-T4/X-T3 (body o kit) con XF200mmF2 R LM OIS WR
• €400 i.i. per X-T4/X-T3 (body o kit) con XF8-16mmF2.8 R LM WR
• €400 i.i. per X-T4/X-T3 (body o kit) con XF100-400mmF4.5-5.6 R LM OIS WR
• €200 i.i. per X-T4/X-T3 (body o kit) con XF50-140mmF2. 8 R LM OIS WR
• €200 i.i. per X-T4/X-T3 (body o kit) con XF16-55mm F2.8 R LM WR

Per usufruire della promozione, gli acquisti devono essere effettuati presso un Rivenditore Autorizzato e lo sconto è immediato alla transazione che può avvenire in un negozio sia fisico sia on line.
La promozione è valida solo per i prodotti nuovi, distribuiti da FUJIFILM ITALIA S.p.A. Prodotti di seconda mano, o ricondizionati, sono esclusi da questa promozione.

La lista completa dei rivenditori autorizzati e i dettagli sulla promozione sono consultabili al seguente link: https://fujifilm-connect.com/promotions/promotions.php/?country=it

FUJIFILM si riserva il diritto di annullare questa promozione in qualsiasi momento e di modificare i termini e le condizioni o i prodotti in questione senza incorrere in alcuna responsabilità.

Informazioni su Fujifilm Corporation

FUJIFILM Corporation è una delle maggiori aziende di FUJIFILM Holdings. Sin dalla fondazione nel 1934, l’azienda ha costruito un patrimonio di tecnologie avanzate nel campo dell’incisione fotografica e, con l’obiettivo di assumere una posizione leader nel campo medico, applica oggi il suo know-how alla prevenzione, alla diagnosi e alla cura di malattie, nei campi della medicina e delle scienze naturali. FUJIFILM sta inoltre espandendo il raggio d’azione all’area dei materiali ad alta funzionalità, quali i materiali per i display a schermo piatto, e al settore dei sistemi grafici e dei dispositivi ottici.

Informazioni su Fujifilm in Italia

FUJIFILM Italia S.p.A. è una filiale di FUJIFILM Europe GmbH con sede a Cernusco sul Naviglio (Mi) e opera sul mercato italiano con soluzioni integrate e prodotti destinati ai settori Imaging, Electronic Imaging, Graphic arts e Medical Systems. Con oltre 100 dipendenti impegnati nelle funzioni marketing, commerciale, assistenza tecnica e amministrativa, FUJIFILM Italia si pone sul mercato come partner solido e competente, in grado di rispondere alle esigenze dei clienti con soluzioni efficaci e personalizzate.

A Song a day keeps the virus away

Everly Brothers_b
Everly Brothers_b

Ezio Guaitamacchi & JAM TV

presentano

A Song a day keeps the virus away

Pensieri, parole e riflessioni per attenuare l’ansia

e (ri)scoprire le canzoni che ci hanno cambiato la vita

Una settimana di video pieni di cultura e rimedi musicali

La musica, oltre a emozionarci, farci sognare o semplicemente a svagarci e divertirci, ci fa meditare, riflettere, pensare. E, da questo punto di vista, può essere un prezioso sostegno psicologico per superare momenti di disorientamento e sconforto come quelli che stiamo vivendo oggi.

Oggi il video “All I Have To Do Is Dream… perché sognare non costa nulla” (Capitolo XXXVI) dopo una settimana ricca di piccole storie intorno alla musica preziose per il nostro animo e le nostre energie in questi tempi bui.

Felice e Boudleaux Bryant sono una coppia nell’arte e nella vita. Loro scrivono canzoni e hanno composto tantissime hit soprattutto per gli Everly Brothers, infatti sono loro gli autori di “Bye Bye Love”, “Wake Up Little Susie”…Ora hanno scritto un nuovo pezzo, una ballata romantica. Quando l’ha ascoltata Phil Everly ricorda: “Mi è piaciuta immediatamente al primo ascolto e speravo che i Bryant ce la regalassero, perché ero sicuro che sarebbe stata un grande successo”. E così è stato. La canzone si chiama “All I Have To Do Is Dream”, “Tutto ciò che devo fare è sognare”. Un testo molto semplice, molto romantico, che invita tutti noi, anche in questi giorni, a sognare… perché sognare non costa nulla…

“A song a day keeps the virus away” prosegue e questa settimana sono stati pubblicati su jamtv.it in partnership con meiweb.it, mescalina.it, musicalmind.altervista.org, spettakolo.it, radiocittà.net, cpm.it e le pagine Facebook Cultura Virale e Musica senza aggettivi i seguenti video: “Under Pressure – Il fortunato incontro tra i Queen e David Bowie”; “Sam Cooke – Un cambiamento sta per arrivare”; “Peter Gabriel e la sua Solsbury Hill”; “Don’t Stop – ‘Non fermiamoci e pensiamo al futuro’ (come cantano anche i Fleetwood Mac)”; “Bruce Springsteen e il brano dedicato alla sua città” e “John Mellencamp – L’orgoglio di essere nato e cresciuto in provincia”.

Under pressure – Il fortunato incontro tra i Queen e David Bowie (Capitolo XXX)

Sam Cooke – Un cambiamento sta per arrivare (Capitolo XXXI)

Peter Gabriel e la sua Solsbury Hill (Capitolo XXXII)

Don’t stop –  “Non fermiamoci e pensiamo al futuro” (Come cantano anche i Fleetwood Mac) (Capitolo XXXIII)

Bruce Springsteen e il brano dedicato alla sua città (Capitolo XXXVI)

John Mellencamp – L’orgoglio di essere nato e cresciuto in provincia (Capitolo XXXV)