Programmazione Teatro Regio 23-29 Novembre 2018

Regio torino
Regio torino

AL REGIO IN FAMIGLIA • “L’ELISIR D’AMORE RACCONTATO AI RAGAZZI” E “VALZER A TEMPO DI GUERRA” PER IL PUBBLICO DEI GIOVANI
Venerdì 23 novembre ore 20 al Teatro Regio debutta L’ELISIR D’AMORE RACCONTATO AI RAGAZZI, un adattamento dell’opera L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti curato da Vittorio Sabadin. Sergey Galaktionov dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio, sotto la regia di Riccardo Fracchia. Gli interpreti di questa frizzante nuova produzione sono Carolina Lippo nel ruolo di Adina, Andrea Schifaudo (Nemorino), Gabriele Ribis (Dulcamara), Andrea Vincenzo Bonsignore (Belcore), Ashley Milanese (Giannetta) e l’attrice Chiara Buratti nei panni della narratrice. I costumi sono di Laura Viglione, le luci di Andrea Anfossi. Andrea Secchi istruisce il Coro del Regio. Lo spettacolo è indirizzato alle famiglie con ragazzi tra gli 11 e i 14 anni. Questa versione di Sabadin è ambientata in una scuola, dove Nemorino, studente imbranato ma simpatico, e Adina, la prima della classe che si dà arie da primadonna (ma che nasconde un cuore d’oro), vivono situazioni quotidiane fra tenerezze e litigi. Posti a € 15, under 16 € 10 in vendita alla Biglietteria del Regio, a Infopiemonte e on line su Vivaticket). Recite per le scuole il 22 e 23 novembre ore 10.30 (info: Ufficio Scuola – Tel. 011.8815.209).

Mercoledì 28 novembre ore 20 al Piccolo Regio Puccini va in scena VALZER A TEMPO DI GUERRA, uno spettacolo sulla Prima Guerra Mondiale scritto e diretto da Monica Luccisano. Gli interpreti sono il mezzosoprano Manuela Custer, l’attore Sax Nicosia e il pianista Diego Mingolla. Racconti verbali si intrecciano a quelli musicali, su tutti La Valse di Maurice Ravel (una pagina in cui il tempo di valzer si sgretola al suono sordo del trauma di un capitolo funesto della storia), disegnando il drammatico scenario la Grande Guerra. Nello spettacolo si dispiegano le narrazioni di persone di varie nazionalità ed estrazioni sociali: soldati, prigionieri, una maestra, scolari, un medico, un’infermiera, un cecchino, un disertore: piccole storie di uomini e donne coinvolte nella tragedia della grande Storia. Fascia d’età consigliata: 14-18 anni. Posti a € 10, under 16 € 8, in vendita alla Biglietteria del Regio. Per il pubblico delle scuole è prevista una recita lo stesso giorno alle ore 10.30.

STAGIONE D’OPERA E DI BALLETTO • VENERDÌ 23 NOVEMBRE NON PERDETE L’OPERA BLACK FRIDAY
Venerdì 23 novembre, e per un giorno solo, il Teatro Regio – con OPERA BLACK FRIDAY –, indice una straordinaria promozione: dalle ore 00:01, e solo per acquisti on line, si potranno cogliere le migliori occasioni, con eccezionali offerte fino a esaurimento dei posti disponibili. Tutte le info su: www.teatroregio.torino.it.

STAGIONE D’OPERA • FINO AL 24 NOVEMBRE “L’ELISIR D’AMORE” DI GAETANO DONIZETTI
Sabato 24 novembre alle ore 15 si concludono le recite de L’ELISIR D’AMORE di Donizetti. Michele Gamba dirige l’Orchestra e il Coro del Teatro Regio, la regia è di Fabio Sparvoli. Adina è interpretata da Lavinia Bini (in alternanza con Lucrezia Drei), Nemorino è affidato a Giorgio Berrugi (in alternanza con Santiago Ballerini e Álvaro Zambrano), Belcore è Julian Kim (cui si alterna Enrico Marrucci), mentre Dulcamara è Roberto de Candia (cui si alterna Simón Orfila), Ashley Milanese interpreta Giannetta e Mario Brancaccio è l’assistente di Dulcamara. Maestro del coro è Andrea Secchi.

D’AMORE NON SI MUORE • I SYNDONE PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE PER L’ELIMINAZIONE DELLA VIOLENZA CONTRO LE DONNE
In occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne”, domenica 25 novembre alle ore 18 al Piccolo Regio Puccini è in programma D’amore non si muore. Il gruppo torinese Syndone presenta Mysoginia, un concerto-spettacolo improntato sulla figura della donna nella storia e nella contemporaneità, con interventi di attrici, coreografie e videoarte. La serata, preceduta dagli interventi di Sergio Chiamparino Presidente della Regione Piemonte e Monica Cerutti Assessora regionale alle Pari opportunità, prevede anche alcune testimonianze dirette di donne, rappresentanti delle associazioni e dei centri antiviolenza. Eventuali biglietti di ingresso ancora disponibili saranno distribuiti dalle ore 17.45 al Piccolo Regio. Organizza l’Assessorato alle Pari opportunità della Regione Piemonte; info – Tel. 011.432.5689 e settore.comunicazione@regione.piemonte.it.

AL REGIO DIETRO LE QUINTE • VISITE GUIDATE ATTRAVERSO ITINERARI SEGRETI E CURIOSI DI UN GRANDE TEATRO D’OPERA
Le visite guidate al Teatro Regio, nel periodo in oggetto, sono previste alle ore 15.30 di venerdì 23, martedì 27, mercoledì 28 e giovedì 29 novembre: l’ingresso costa € 6 per gli adulti; durata: 90 minuti. Sabato 24 novembre sono in programma 2 visite, alle ore 11 e alle ore 11.45; le visite del sabato durano 45 minuti e il prezzo di ingresso è di € 5. Le visite sono a ingresso gratuito per gli under 16 e per i possessori dell’Abbonamento Musei Torino e Piemonte. Sono anche previste – solo su prenotazione – visite in lingua francese, spagnola e tedesca. Info e prenotazioni: tel. 011.8815.209.

STAGIONE D’OPERA 2018-2019 • SONO IN VENDITA I BIGLIETTI PER TUTTI GLI SPETTACOLI DELLA STAGIONE
I biglietti per tutte le recite della Stagione sono in vendita alla Biglietteria del Regio. Gli spettacoli e i periodi di rappresentazione sono i seguenti: L’elisir d’amore di Gaetano Donizetti (recite fino al 24 novembre), La traviata di Giuseppe Verdi (14-23 dicembre), Roberto Bolle and Friends (31 dicembre), Madama Butterfly di Giacomo Puccini (10-20 gennaio), Rigoletto di Giuseppe Verdi (6-17 febbraio), Agnese di Ferdinando Paër (12-24 marzo), Pinocchio di Pierangelo Valtinoni (22-23 marzo), La sonnambula di Vincenzo Bellini (10-20 aprile), Romeo e Giulietta di Sergej Prokof’ev (3-8 maggio), L’italiana in Algeri di Gioachino Rossini (22-28 maggio), La giara di Alfredo Casella | Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni (12-22 giugno) e Porgy and Bess di George Gershwin (2-7 luglio). Le recite di “Roberto Bolle and Friends” del 29 e 30 dicembre sono esaurite.

I CONCERTI 2018-2019 • IN VENDITA I BIGLIETTI PER I CONCERTI CON L’ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO REGIO E CON LA FILARMONICA TRT
È in corso la vendita dei biglietti per tutti gli appuntamenti, concerti di grande prestigio con celebri interpreti per una stagione sinfonico-corale di respiro internazionale.

AL REGIO IN FAMIGLIA 2018-2019 • IN VENDITA I BIGLIETTI PER GLI SPETTACOLI DEDICATI A BAMBINI E RAGAZZI E AI LORO GENITORI
Al Regio in famiglia è un cartellone di spettacoli a condizioni di biglietteria eccezional-mente favorevoli. È in corso la vendita dei biglietti per tutti gli spettacoli: L’elisir d’amore raccontato ai ragazzi (Teatro Regio, 23 novembre), Valzer a tempo di guerra (Piccolo Regio Puccini, 28 novembre), Pinocchio (Teatro Regio, 22 e 23 marzo), Dolceamaro e la pozione magica (Piccolo Regio Puccini, 11 maggio) e Opera Biberon (Foyer del Toro, 18 maggio).
I biglietti per lo spettacolo di marionette “Concerto Straordinario” del 5 dicembre al Piccolo Regio sono esauriti.

Terra Madre Salone del Gusto

Terra-Madre-Salone-del-Gusto
Terra-Madre-Salone-del-Gusto

Varietà e qualità: sono queste le parole d’ordine che emergono dagli appuntamenti dedicati al tema Allevamento di qualità nei giorni di Terra Madre Salone del Gusto 2018, quattro incontri ospitati nelle aree #foodforchange Slow Meat e Slow Fish.
Varietà di specie e di razze.

Differenze nelle tecniche di allevamento e di lavorazione delle carni. Ricchezza culturale e ambientale. Questi sono gli aspetti da tutelare per ottenere cibi di qualità e avere carne e pesce che siano buoni, puliti, giusti e sani.

Pescatori, allevatori, delegati ed esperti da ogni parte del mondo sono intervenuti per raccontare la loro esperienza, dare il loro contributo e trovare insieme soluzioni alternative allo sfruttamento intensivo praticato negli allevamenti animali. “Meno carne, ma di migliore qualità” è il monito che gridano all’unisono.

Terra Madre Salone del Gusto si tiene dal 20 al 24 settembre 2018
con eventi a Torino e in tutto il Piemonte

Programmazione Teatro Regio, 6 -10 Luglio 2018

provide-by-teatro-regio
provide-by-teatro-regio

Venerdì 6 Luglio
Teatro Regio – Ore 20
Opera Posti a € 95 – 80 – 75 – 70 – 60 – 29
STAGIONE D’OPERA 2017-2018
LE NOZZE DI FIGARO

Sabato 7 Luglio
Teatro Regio – Ore 20
Opera Posti a € 95 – 80 – 75 – 70 – 60 – 29
STAGIONE D’OPERA 2017-2018
DON GIOVANNI

Domenica 8 Luglio
Teatro Regio – Ore 15
Opera Posti a € 95 – 80 – 75 – 70 – 60 – 29
STAGIONE D’OPERA 2017-2018
COSÌ FAN TUTTE

Lunedì 9 Luglio
Teatro Regio Foyer del Toro
Ore 9 / 13.15 e ore 14.30 / 18
Ingresso su registrazione
Incontro e laboratori
Stati Generali del Turismo per il Piemonte
verso la stesura di un Piano Strategico
Area Metropolitana di Torino

Martedì 10 Luglio
Teatro Regio Foyer del Toro – Ore 8.30 / 13.30
Incontro Ingresso su registrazione
Stati Generali del Turismo per il Piemonte
verso la stesura di un Piano Strategico
Area Metropolitana di Torino

BIGLIETTERIE
Vendita diretta

BIGLIETTERIA DEL TEATRO REGIO
Piazza Castello 215 – Torino
Tel. 011.8815.241/242
biglietteria@teatroregio.torino.it
Fax 011.8815.601

 

A Torino, guida autonoma e strade intelligenti

Danilo-Toninelli
Danilo-Toninelli

“Sulla smart mobility, e in particolare la guida autonoma, stiamo sperimentando a Torino con il mio ministero quello che poi metteremo in atto su scala nazionale. La nostra capitale dell’auto è la perfetta sintesi tra storia e futuro, con la tradizione che si fa innovazione. Una città laboratorio all’avanguardia in un settore che creerà tanta ricchezza e posti di lavoro su un piano di sostenibilità, di migliore gestione del traffico e di maggiore sicurezza della mobilità”.

Lo dice in una nota il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, in relazione al progetto ‘Smart Road’ che vede una partnership tra il Mit e la Città di Torino.

Proprio oggi si è svolto all’ombra della Mole un incontro cui hanno preso parte i tecnici del Mit. A seguito dell’entrata in vigore del decreto ministeriale 70/2018, che stabilisce i requisiti funzionali per le strade candidate a trasformarsi in “Smart road” e le condizioni per la sperimentazione dei veicoli a guida autonoma, il Comune di Torino, insieme ad un gruppo di partner industriali e tecnologici, ha progettato l’avvio di un percorso di sperimentazione in alcune aree della città, prevedendo un approccio progressivo che partirà da un’area chiusa al traffico per arrivare, dopo una prima positiva fase di sperimentazione, ai test su strade aperte, con gli opportuni accorgimenti per assicurare la necessaria sicurezza.

Concretamente, a Torino il Comune intende effettuare sperimentazioni sulla notifica di eventi pericolosi (come un allagamento improvviso di un tratto di strada), avvertimento del passaggio di un utente vulnerabile sulle strisce pedonali, suggerimenti ai veicoli per la velocità consigliata in modo da ottenere il verde semaforico, servizi di parcheggio autonomo, applicazioni per la logistica urbana e per il carico/scarico merci.

“Siamo soddisfatti della collaborazione con il ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. La Città di Torino – ha dichiarato la Sindaca Chiara Appendino – intende promuovere le sperimentazioni sulle smart road e sui veicoli a guida autonoma, in modo tale che diventino una leva importante di sviluppo per un territorio che può vantare un know how unico, un’industria automobilistica leader a livello mondiale e un contesto di ricerca di assoluta eccellenza”.

Il Ministero, attraverso l’Osservatorio tecnico di supporto per le Smart Road e per il veicolo connesso e a guida autonoma, garantirà il coordinamento nazionale tra le diverse iniziative locali presenti e future in ambito smart road e sperimentazione su strada di veicoli a guida automatica, e contestualmente darà il necessario supporto alle stesse iniziative per risolvere le eventuali criticità che potrebbero sorgere.

Mtm Teatro Litta: ” La grande rivolta”

la grande rivolta
la grande rivolta

MTM Manifatture Teatrali Milanesi chiuderà la stagione teatrale con la ‘La grande rivolta’ spettacolo performance che attraverso la musica, il linguaggio coreografico e la parola dei romanzi di Nanni Balestrini racconta un’epoca che ha segnato in modo chiaro e iconografico il corpo, soggetto distintivo di un periodo storico relativamente recente, che attraverso le contraddizioni sociali e politiche ha trovato il modo di esprimersi e farsi linguaggio di una grande rivolta e del quotidiano.

Protagonisti assoluti della scena sono otto danzatori/attori under 35 che, diretti da Antonio Syxty, con il disegno del movimento e le coreografie di Susanna Baccari, debutteranno a giugno 2018 in prima nazionale.

‘La grande rivolta’ è un progetto di Antonio Syxty che tira una linea concettuale narrativa tra due punti: il 1968 e il 2018, iniziato la scorsa stagione con lo spettacolo ‘Blackout’ e che si concluderà in quella attuale con la nuova produzione ‘La grande rivolta’. Come dichiarato più volte dal regista “questo è un lavoro che amo definire teatro del mondo”.

Un progetto che vede coinvolti Syxty e Balestrini in una complicità creativa fra live performance e linguaggio scritto, per raccontare il 1968, e i successivi anni, da un’angolazione inedita.

La grande rivolta è un titolo editoriale che raggruppa tre romanzi di Nanni Balestrini fra cui “Vogliamo tutto” e “Gli invisibili”.

Nel primo è l’operaio massa con le sue speranze e i sogni a essere protagonista in una Torino dominata dalla fabbrica per eccellenza: la FIAT. Come è stato scritto “Vogliamo tutto è un ordigno di calcolata potenza e di trattenuta passionalità che diventa come un gesto di simpatia del linguaggio per la vita”.

Nel romanzo Gli invisibili protagonista è la nuova generazione di proletari che inaugura la rivoluzione del quotidiano, per questo Balestrini ricostruisce l’epica di un’insurrezione gioiosa e dirompente sulla quale si abbatterà la profonda violenza del carcere e della criminalizzazione.