“Bye Bye” – Anna Capasso

anna capasso
anna capasso

Da oggi, venerdì 10 luglio, è disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download “Bye Bye” (AnnaCapasso.lnk.to/BYEBYE), il nuovo singolo della cantautrice ANNA CAPASSO. Online al seguente link anche il video del singolo: youtu.be/BMZD-qGpbIs

Il brano “Bye Bye”, scritto dalla stessa Anna Capasso insieme a Massimo D’Ambra e Vincenzo Sperlongano e prodotto da Massimo D’Ambra, affronta il tema delle relazioni tossiche, in cui uno dei partner è succube dell’atteggiamento narcisistico dell’altro. L’artista invita gli ascoltatori a slegarsi da tali situazioni e ad allontanare le persone negative dalla loro vita.

«Per questa canzone ho cercato un testo e delle sonorità universali, in modo da poter raggiungere più persone possibili – racconta Anna Capasso – Penso che in tantissimi possano immedesimarsi in “Bye Bye”, per questo motivo ci tengo a far comprendere che in qualsiasi rapporto sentimentale deve esserci il rispetto reciproco. Ho deciso di utilizzare toni spensierati e ritmi estivi per trasmettere energia positiva».

Nel videoclip, girato nella splendida cornice di Positano, la cantautrice realizza quanto il proprio partner (interpretato dall’attore Ivan Castiglione) sia deleterio, riuscendo finalmente a lasciarlo e riprendendo in mano la propria spensieratezza e felicità.

Lang Lang e le Variazioni Goldberg

Lang Lang_C_Olaf Heine
Lang Lang_C_Olaf Heine

Lang Lang ha realizzato un sogno che lo ha accompagnato per tutta la vita registrando il monumentale lavoro di Johann Sebastian Bach, le Variazioni Goldberg, spesso descritto come “un Everest musicale”. Sarà pubblicato su Deutsche Grammophon il 4 settembre è sarà l’abbinamento di due esecuzioni del pianista: la prima registrata dal vivo durante il concerto presso la Thomaskirche di Lipsia, dove Bach lavorò per quasi 30 anni e che ora ospita la sua tomba; la seconda è stato realizzata poco dopo in studio. Le due registrazioni possono essere acquistate insieme come parte di un’edizione super deluxe; è la prima volta che il capolavoro bachiano è pubblicato simultaneamente in due versioni, dal vivo e in studio.

“Ora ho 38 anni e, sebbene non sia vecchio, ho pensato che fosse il momento giusto per una nuova tappa del mio percorso artistico”, commenta Lang Lang. “Mi sono spostato su un nuovo terreno con le Variazioni Goldberg e mi sono davvero immerso completamente in questo progetto. Il mio obiettivo come artista è quello di continuare a diventare più autocosciente e più informato, oltre a continuare a offrire ispirazione agli altri. È un processo in divenire, ma questo progetto mi ha portato un po’ più avanti lungo il percorso “.

Il lungo viaggio del pianista nell’anima di uno dei più grandi punti di riferimento della cultura mondiale è iniziato con le prime lezioni sulla musica di Bach impartite durante la sua gioventù in Cina. Aveva solo 17 anni quando ha suonato a memoria le Variazioni Goldberg per il direttore e pianista Christoph Eschenbach, un’esperienza indimenticabile per entrambi i musicisti. Lang Lang si è successivamente confrontato con grandi interpreti esperti nell’esecuzione della musica del compositore come il direttore d’orchestra Nikolaus Harnoncourt e il clavicembalista Andreas Staier.

Grazie alla sua filosofia di lavoro che gli ha sempre permesso di evolversi nel corso degli anni, Lang Lang si è sentito pronto per registrare la celebre Aria e le 30 variazioni. All’inizio del marzo 2020, poco prima di iniziare le sue sessioni in studio, ha tenuto una commovente performance pubblica a Lipsia. “Suonare nella Thomaskirche, dove Bach è sepolto, è stato incredibilmente emozionante per me”, ricorda. “Non mi sono mai sentito così vicino a un compositore come durante quel recital. La versione dal vivo è molto spontanea, mentre nella versione in studio il mio modo di suonare è diverso – molto ponderato e riflessivo. In concerto si concentrano i 100 minuti di lavoro nel loro complesso. In studio puoi focalizzare su singoli dettagli e sfumature e, naturalmente, ciò può influire in modo sostanziale sull’esperienza musicale. “

 

Love Me Land” – nuovo singolo di Zara Larsson

Zara Larsson
Zara Larsson

Oggi, venerdì 10 luglio, è uscito in digitale “LOVE ME LAND” (TEN / Epic Records/Sony Music), il nuovo singolo dell’artista multiplatino ZARA LARSSON, che anticipa il suo secondo album di prossima uscita.
Il videoclip ufficiale del singolo sarà disponibile dalle ore 16:00.

Scritto insieme a Justin Tranter e Julia Michaels (Justin Bieber, Selena Gomez, Dua Lipa), “LOVE ME LAND” inizia con la voce cristallina di Zara Larsson, per poi dare spazio a una sensuale linea di bassi che risuona e crea la base perfetta per gli archi e l’ammaliante falsetto dell’artista.

Il brano integra elementi tipici della pop-dance svedese con le sonorità del moderno R&B. La canzone anticipa il nuovo e attesissimo album, che promette già di essere uno dei più grandi successi pop dell’anno.

Riguardo al nuovo singolo, Zara Larsson afferma: «Ho scritto “Love Me Land” con i miei amici Justin e Julia dopo un lungo periodo di scrittura per il mio secondo album internazionale. Mi è sembrato una specie di momento “eureka” mentre comprendevo il percorso che ho fatto per scoprire cosa significa essere una donna e un’artista. La canzone parla di quando ci si innamora accidentalmente e del saper gestire questo amore; penso che combini due cose che amo e che facciano bene: l’empowerment femminile e i brani pop! Al momento, stiamo tutti vivendo questo spaventoso mondo sconosciuto e dobbiamo affrontare alcune realtà difficili, spero che questa canzone possa regalare un po’ di evasione a tutti, perché a volte ballare può distrarre da tutto, anche solo per un momento».

m.

Raffaella Caruso: “Na Sirata I Primavera”

Raffaella Caruso_ph Chiara Pace
Raffaella Caruso_ph Chiara Pace

Da oggi, 10 luglio, è disponibile sulle piattaforme streaming e in digital download il brano “NA SIRATA I PRIMAVERA” (distribuito da WMusic) dell’artista calabrese RAFFAELLA CARUSO, che anticipa il suo omonimo album in uscita in ottobre.
Il videoclip del brano è online su YouTube, visibile al seguente link: youtube.com/watch?v=BrNrseSISLg

Scritto dal poeta crotonese Filippo Scalzi, il brano è stato composto e prodotto dal chitarrista Renato Caruso, che ha curato anche l’arrangiamento insieme a Domenico Scordamaglia, per Carren Production.

“NA SIRATA I PRIMAVERA” descrive, attraverso l’uso di tipiche espressioni dialettali, la bellezza di un tramonto che caratterizza una suggestiva giornata di primavera, quel momento in cui le persone rientrano nelle loro case dopo un faticoso giorno di lavoro e possono finalmente riposare.

Il videoclip del brano, diretto da Gennaro Porro, è girato a Petilia Policastro, antico borgo nel Crotonese così intriso di storia da sembrare sospeso nel tempo.

«Quando ho letto la poesia del mio caro amico poeta Filippo Scalzi, me ne sono subito innamorata! – dichiara Raffaella Caruso – Un turbinio di emozioni mi ha attraversato l’anima, mi sono tornati in mente tanti ricordi della mia infanzia narrati da mio nonno. “Na Sirata I Primavera” è un brano che credo possa trasmettere un senso di pace, gioia e amore, misto a una sana nostalgia per le piccole cose della vita quotidiana che un tempo era sufficienti per essere felici!»

Phonix: “Miracle”

PHONIX
PHONIX

Dal 10 luglio sarà disponibile in rotazione radiofonica “MIRACLE”, ultimo singolo di Enzo Foniciello, in arte PHONIX, già disponibile su tutte le piattaforme di streaming.

Soggetto e complemento oggetto di questo brano è lei: la Musica, il vero Miracolo, l’unica scommessa in cui vale la pena credere. Nel suo ultimo inedito, “MIRACLE”, l’autore e songwriter PHONIX celebra la musica e lo fa attraverso una commistione di sonorità, un trionfo di elettronica e groove masterizzato da Franco Cleopatra, sound engineer che ha conquistato stima e fiducia di artisti del calibro di Bob Sinclair.

«”Miracle” è una canzone nata un po’ di tempo fa – racconta l’autore a proposito del suo ultimo brano – La scelta di condividerla adesso dipende forse dal fatto di aver vissuto, e di vivere ancora, un momento in cui sembra di aver perduto, o almeno cambiato, orientamenti e prospettive. E dunque voglio scommettere nel Miracolo che la musica è sempre stata capace di determinare, nella sua capacità di suggerire bellezza. E confido nel miracolo la nostra società gli riconosca ruolo e valore. Ma non ho intenzione di dare messaggi. La musica è l’unico linguaggio in cui so esprimermi e dunque succede tutto senza un intento o una ragione precisa: il vero miracolo sarebbe se diventasse il tormentone dell’estate!».

Il videoclip di “Miracle”, diretto da Giorgio Siravo, include una sequenza di immagini dal fine metaforico che puntano a rappresentare un viaggio privo di direzione, tra macerie detriti e polvere. Ostacoli imprevisti, il miracolo della musica e la sua capacità di essere ponte e rinascita, la certezza che il sole non smetterà di sorgere e che la musica continuerà a farsi sentire.