Primo singolo di Christian Vieri

BoboLucaLara
BoboLucaLara

Da venerdì 12 luglio, è in rotazione radiofonica e su tutte le piattaforme digitali “THE CHANCE” (CastingCouch/Molto Recordings), il primo singolo di CHRISTIAN VIERI, in arte ‘BOBO VIERI DJ’, realizzato con il dj e produttore LUCA CASSANI e la cantante e vocalist LARA CAPROTTI.

Bobo Vieri, superstar del calcio mondiale e business-man di successo, ama da sempre la musica, in particolare la house music, tanto da arrivare a creare con un team di eccezione, il progetto “BOBO VIERI DJ SHOW”, un format nel quale house music, voce e musicisti live si uniscono per dare al pubblico un’esperienza unica, portando il “bomber” dietro alla consolle dei più prestigiosi locali italiani, in un Tour che segna il tutto esaurito ad ogni data.

Il percorso dalla consolle allo studio di registrazione è stato inevitabile: l’amore per il sound di qualità e il desiderio di lasciare qualcosa di unico che restasse oltre alle fantastiche notti del tour, ha dato vita a “THE CHANCE”, il primo singolo di BOBO VIERI with LUCA CASSANI featuring LARA CAPROTTI. Le sonorità eleganti e il groove house si fondono con la melodia raffinata della voce profonda e al contempo penetrante di Lara.

Accompagna l’uscita un fantastico videoclip girato tra albe e tramonti della suggestiva riserva naturale del delta del Po e dalla fotografia perfetta, nell’obiettivo di lasciare spazio a profonde emozioni, dando estremo risalto alla canzone nella sua versione “original”, acustica, pulita e coinvolgente. Le versioni più “club” portano l’impronta del sound “alla Cassani”, che è tanto riconoscibile quanto devastante in pista! “THE CHANCE” ha tutte le carte in regola per diventare uno dei maggiori successi della stagione…e Bobo, Luca e Lara¬¬¬ non vedono l’ora di ascoltarlo in radio, magari proprio durante una delle loro trasferte per raggiungere i club estivi che ospitano le date del tour.

Inoltre nei pochi stralci di tempo che riescono a “rubare” al tour estivo del BOBO VIERI DJ SHOW, stanno già preparando un follow up, sul quale però vige ancora il più stretto riserbo!

Avicii: “Heaven”

AVICII_cover album_TIM
AVICII_cover album_TIM

È disponibile per la programmazione radiofonica “HEAVEN”, il brano inedito di AVICII contenuto in “TIM” (https://lnk.to/TIMAlbum), l’album che raccoglie gli inediti dell’acclamato producer, musicista, autore e performer Tim Bergling, in arte AVICII.

“Heaven” è uno dei brani che AVICII aveva completato prima della sua scomparsa. Il brano, scritto e realizzato con Chris Martin, ha un forte legame con l’Italia.

Per registrare le sue nuove produzioni Tim si era trasferito nel 2016 in un castello a sud di Siena e da lì era partito alla scoperta della Toscana e di Firenze. A colpirlo gli scritti di Dante e la sua Divina Commedia tanto che ad ispirare “HEAVEN” sono stati i canti dedicati al Paradiso e all’ Inferno.

A ricordare la nascita di “HEAVEN” l’amico e referente della sua casa discografica Per Sundin (CEO di Universal Music Sweden), tra le ultime persone che TIM ha sentito mentre era in Oman per parlare della produzione delle sue nuove canzoni.
Sundin ha raccontato: “Tim mi ha parlato molto di Dante, di Firenze e del suo Inferno. Poi ha suonato una nuova canzone, che ha realizzato con Chris Martin. È stato ispirato da tutti questi pensieri sul Paradiso e l’Inferno. Era così bello… la parte al piano mi aveva completamente rapito. Sarà sempre speciale per me”.

Forse non molti sanno che Avici in sanscrito vuol dire letteralmente senza onde e rappresenta nel buddhismo l’ultimo livello dell’inferno.

Prima della sua prematura scomparsa, AVICII aveva completato molti dei 12 brani che compongono “TIM”, compresa “Heaven”. Tim e Chris Martin hanno inciso “Heaven” nel 2014, Tim l’ha poi conclusa nel 2016 – e, da allora, non è più stata toccata. Con l’eccezione dell’ultimo verso, che è stato aggiunto dopo la morte di AVICII, anche “Heart Upon My Sleeve (feat. IMAGINE DRAGONS)” era conclusa.

Il singolo è accompagnato da un commovente video che ritrae Avicii durante una vacanza in Madagascar con l’amico d’infanzia Awat e il regista proprio dopo l’ultimo show nel 2016 ed è visibile su https://youtu.be/fqzhtvLWefA.

Le altre canzoni erano pronte al 90%. Le rifiniture sono poi state fatte dai tre producer con cui Tim ha collaborato nel corso della sua carriera. I tre hanno seguito attentamente le istruzioni dettagliate che Tim aveva lasciato.
Il primo singolo estratto dall’album è stato “SOS (Feat Aloe Blacc)”, brano che ha raccolto oltre 260 milioni di stream raggiungendo la terza posizione della Spotify Global Top 200, oltre ad aver raggiunto la top 10 dell’airplay italiano.

Tim ha rivoluzionato lo standard della performance nella musica elettronica, definendo il suono e la struttura dell’EDM nel mondo. Nell’annunciare il suo ritiro dai palchi scrisse “Non lascerò mai la musica. Continuerò a parlare ai miei fan attraverso di essa”. Ed è quello che sta accadendo con “TIM” anche a distanza di un anno dalla sua scomparsa.

Questo disco di AVICII è, come ci ha sempre abituati, fresco e originale, e aggiunge un tassello all’eredità artistica di uno dei più amati e rispettati protagonisti della musica contemporanea.

SPIN Magazine, nella cover story che gli ha dedicato, scriveva: “TIM sottolinea la maestria di AVICII nel creare melodie indimenticabili ed effervescenti, che riflettono le idee e la struttura delle canzoni. È la quintessenza di AVICII e un’evoluzione intelligente della musica pop e dance”.

Midnight Jazz Festival: Patrizio Fariselli

midnight jazz festival
midnight jazz festival

MARTEDÌ 16 LUGLIO 2019,

• ORE 18.30
A 40 ANNI DALLA SCOMPARSA DI Demetrio Stratos

Nell’anniversario della morte, con l’aiuto di Giordano Casiraghi, giornalista musicale e saggista, verranno raccontati il profilo artistico e umano di DEMETRIO STRATOS e quello straordinario momento in cui il mondo artistico e l’universo giovanile, si incontrarono nell’ultimo, grande evento musicale di massa di quell’epoca rock: il CONCERTO PER DEMETRIO, all’Arena di Milano il 14 Giugno 1979.
Un’escursione tra immagini estratte da video ufficiali del concerto, documentari su Demetrio Stratos e racconti di amici e testimoni di quella indimenticabile esperienza.

• ORE 21.00
PATRIZIO FARISELLI e “AREA OPEN PROJECT”, in:
“100 Ghosts”_ Live

Tra i fondatori degli Area, Patrizio Fariselli, pianista tastierista e compositore, ritorna con una nuova formazione live di altissimo livello, reduce dalla pubblicazione del suo ultimo album “100 GHOSTS” (Warner Music).

Nel disco, Fariselli si muove tra mondi apparentemente distanti nello spazio e nel tempo, arrivando addirittura ad arrangiare il brano “Song From Ugarit”, la più antica melodiapervenuta a noi in caratteri cuneiformi, su tavoletta d’argilla, 3.500 anni fa e cantata in lingua originale dalla versatile voce, dal background jazz, di Claudia Tellini.

Nonostante l’energia rock sotto-traccia, che a volte riemerge, il jazz mantiene comunque un ruolo centrale, come dimostrano i riferimenti a John Coltrane e a Joe Zawinul.
Nel repertorio si alterneranno anche brani classici degli Area ed un originale omaggio all’amico Demetrio Stratos, che scomparve 40 anni fa. Fariselliè coadiuvato dal batterista Giovanni Giorgi e dalla talentuosa bassista Caterina Crucitti.

Patrizio Fariselli (pianoforte, tastiere);
Claudia Tellini (voce);
Caterina Crucitti (basso);
Giovanni Giorgi (batteria).

INGRESSO LIBERO FINO AD ESAURIMENTO POSTI

Dee Dee Bridgewater a Villa Arconati

 

Dee Dee Bridgewater
Dee Dee Bridgewater

Mercoledì 17 LUGLIO, ORE 21
DEE DEE BRIDGEWATERIN
“J’AI DEUX AMOURS”

Nominata nel 1999 ambasciatrice della FAO, è considerata una delle poche eredi delle grandi voci femminili del jazz. Sposata al trombettista C. Bridgewater, ebbe la completa maturazione artistica e i primi grandi riconoscimenti a livello di critica e di pubblico dopo essersi trasferita in Francia negli anni Ottanta, imponendosi come raffinata interprete di un vasto repertorio che spazia dagli standard alle tendenze più recenti, con un particolare apprezzamento per il suo modo di reinterpretare il repertorio di Billie Holiday e di altre grandi cantanti del passato. Una delle sue canzoni più famose è “Till The Next Somewhere” (1989), cantata assieme a Ray Charles e presentata al Festival di Sanremo.

Vanessa Jay Mulder : Essensuality

Vanessa Jay Mulder
Vanessa Jay Mulder

Basta osservarla per capire la sua musica, per capirne l’urgenza creativa, per percepirne la profonda vibrazione. Originaria del Suriname e una giovinezza spesa ad Amsterdam, Vanessa Jay Mulder vive da sempre respirando e divorando musica.

Dalla collaborazione con The Time Bandits in Olanda fino a quella con Zucchero e Raf in Italia e un primo disco che vede la collaborazione di Henry Padovani dei Police, la strada è una, imprescindibile. Questa venere iconica riporta in auge la black music più viscerale con l’ EP Essensuality –  disponibile dal 12 luglio per M.B.C.Musica/Pirames International –