Inoki: “MEDIOEGO”, tracklist e la cover dell’album

Inoki
Inoki

Cresce l’attesa per il nuovo album di INOKI: è in arrivo il 15 gennaio, a 6 anni dall’ultimo lavoro in studio, MEDIOEGO (Asian Fake/Sony Music Italy)!
Il disco – da oggi in pre-order nella versione cd e vinile al link https://linktr.ee/inokimedioego – segna il grande ritorno di uno dei pesi massimi dell’hip-hop italiano, con un nuovo lavoro che vede la collaborazione di grandi artisti e produttori, mettendo diverse generazioni a confronto.

Per fare un regalo ai fan, Inoki ha svelato oggi la tracklist e la cover dell’album con un post sui suoi social!
Questa la tracklist ufficiale di “MEDIOEGO”:

1. UNDERGROUND – prod. Salmo
2. WILDPIRATA (feat. Tedua) – prod. Garelli & Chryverde
3. DUOMO – prod. STABBER
4. MUTI – prod. Chryverde
5. ISPIRAZIONE (feat. Noemi) – prod. Chryverde
6. HYPE – prod. Salmo
7. VETERANO (feat. DJ Shocca) – prod. Chryverde
8. MEDIOEGO – prod. Chryverde
9. FUCKOFF – prod. Chryverde
10. SCHIAVI – prod. Chris Nolan
11. MANI (feat. BigMama) – prod. Crookers
12. SILENZIO – prod. Sine
13. ONESTO – prod. Chryverde
14. STANCO – prod. Big Joe
15. IMMORTALI – prod. Chryverde
16. TREMA – prod. STABBER
17. BANDIERA – prod. Chryverde
18. NOMADE – prod. Chryverde

“Siamo tornati indietro mentre cercavamo di andare avanti – racconta Inoki, spiegando la paradossale condizione storica da cui ha tratto l’ispirazione per l’album – MEDIOEGO non è solo un periodo storico, ma uno stato d’animo, il nostro. È il modo in cui esistiamo oggi. Questo disco non presenta la soluzione, come potrebbe? Cerca però di indicare il problema e invitare tutti a lavorare insieme, verso un miglioramento che spero sia ancora possibile.”

L’album è stato anticipato dai due singoli “NOMADE”, prodotto da Chryverde, e “TREMA”, prodotto da Stabber. Nell’artista, che ha segnato la storia dell’hip-hop italiano, resta identica l’attitudine ribelle verso un sistema da combattere, tradotto oggi in una distopia che estremizza elementi già presenti nella contemporaneità.

Quante volte puoi tornare prima che smettano di crederti? Quante volte puoi dire di aver cominciato un nuovo viaggio mentre la strada resta la stessa? Qualcuno, nel caso di Inoki, potrebbe rispondere: una di troppo. Ecco perché Fabiano Ballarin, classe 1979, non è ripartito dalle parole se non da quelle che si incastrano sul beat. Da qui ha ricominciato, per un risultato inatteso che – per una volta, forse la prima – apre a uno scenario diverso da quanto visto finora, a una strada mai intrapresa.