“God is a woman”: Ariana Grande

ariana-grande-god-is-a-woman
ariana-grande-god-is-a-woman

A pochi giorni dall’uscita, il video ufficiale di “God is a woman”, ultimo singolo di Ariana Grande, ha già superato 20 milioni di views, conquistando un posto fisso nella Top Ten tendenze di YouTube Italia.

Il brano anticipa “Sweetener”, il nuovo, attesissimo album della magnetica reginetta del pop, in uscita il 17 agosto.

Dalla prima visione, è chiaro che il videoclip di “God is a woman” è ricco di riferimenti e simbologie, abilmente reinterpretati da Ariana Grande, protagonista assoluta, sotto l’attenta guida del regista David Meyers, quasi come una sfida allo spettatore, spronato ad individuare uno spunto dopo l’altro.

Citazioni artistiche, religiose, letterarie e cinematografiche, tutte rigorosamente declinate al femminile, si fondono tra loro alla perfezione. Molti i riferimenti alla cultura italiana: dalla rappresentazione de “La Creazione di Adamo” di Michelangelo, al Pantheon romano, fino ad una splendida Ariana Grande in versione Lupa Capitolina.

Special guest del video l’icona pop Madonna, che doppia Ariana Grande in un monologo tratto da “Pulp Fiction” di Quentin Tarantino, a sua volta citazione di un passo biblico.

Ad arricchire il videoclip anche l’inconfondibile look di Ariana, che in una scena indossa lo stesso corpetto che ha reso famosa Madonna negli anni 90, durante il suo Blonde Ambition Tour.

TrentinoInJazz 2018 : Vescovo e Grimaz

Grimaz Vescovo
Grimaz Vescovo

Un duo tra canzone d’autore e torna al TrentinoInJazz domenica 8 luglio, con il secondo appuntamento di Panorama Music, la sezione del festival che si svolge nel palcoscenico naturale delle Dolomiti della Val di Fassa, organizzata dalle società di impianti a fune della Val di Fassa, con la direzione artistica Enrico Tommasini.

Sul palcoscenico naturale della Marmolada arrivano Loris Vescovo e Claudia ‘Caja’ Grimaz. Vescovo canta storie in Friulano, è vincitore della Targa Tenco come miglior disco in dialetto del 2014 con Penisolâti. Ha debuttato con Doi oms e une puarte (1998), al quale hanno fatto seguito Stemane Ulive (2002) e Borderline (2008), finalisti al Tenco. Tra i suoi numerosi progetti sono da segnalare la band multietnica OrcheXtra Terrestre, il trio Straulino-Fedele-Vescovo, la collaborazione col poeta Raff BB Lazzara, lo spettacolo “Cjanta Vilotis” sulle villotte friulane a fianco di Claudia Grimaz e Antonella Ruggiero. Al TrentinoInJazz i due propongono una rivisitazione per voce e chitarra di brani friulani, trentini ed italiani che parlano della Grande Guerra, non di battaglie e generali, ma di vita di trincea, dei soldati e della gente comune.

I concerti Panorama Music sono gratuiti. Il biglietto di andata/ritorno degli impianti di risalita è a carico dei partecipanti. In caso di maltempo il concerto si terrà all’interno del Rifugio Pian dei Fiacconi.

Prossimo appuntamento con il TrentinoInJazz 2018 sabato 14 luglio: Greta Marcolongo in ‘Paris’ a Malé (TN).

Mike Sponza: “Made in the Sixties”

MIKE SPONZA_Foto di Matteo Prodan 6 b
MIKE SPONZA_Foto di Matteo Prodan 6 b

Lunedì 16 luglio MIKE SPONZA presenterà live al MONDADORI MEGASTORE di Piazza Duomo a Milano (alle ore 18.30) il suo nuovo album di inediti, “MADE IN THE SIXTIES”, da oggi disponibile nei punti vendita tradizionali, in digital download e sulle principali piattaforme streaming (distribuito da Self).

Il disco, che esce anche in vinile, è un personale omaggio del bluesman italiano agli anni Sessanta. In queste dieci tracce, una per ogni anno del decennio, Mike Sponza racconta sia la parte scintillante che la parte più buia di questo periodo storico, parlando, tra gli altri argomenti, della guerra fredda e della crisi cubana, dell’assassinio di John Fitzgerald Kennedy, della svolta artistica di Bob Dyan e del movimento studentesco del ‘68.

“MADE IN THE SIXTIES” è stato anticipato in radio dal singolo “BLUES FOR THE SIXTIES”, il cui video è online al seguente link: https://youtu.be/izuUYc2gL3M.

«Un album dedicato agli anni ’60 – dice Mike Sponza – una decade per me molto affascinante sotto molti profili e su cui c’è molto da dire… è anche il periodo in cui sono nato e da un po’ di tempo pensavo di realizzare un disco su quel decennio. Dieci canzoni. Una per ogni anno. Dieci storie ispirate da eventi, fatti, persone, culture, idee, che si intrecciano per guardare gli anni Sessanta in una duplice prospettiva: il lato glamour e swinging da un lato, il lato buio e problematico dall’altro. Dieci anni controversi che hanno cambiato la cultura giovanile per sempre, il tutto filtrato con linguaggi musicali diversi: dal rock al latin, dal pop all’acustico, dal soul al rock’n’roll».

Questa la tracklist dell’album: “1960 – Made In The Sixties”, “1961 – Cold, Cold, Cold”, “1962 – A Young Londoner’s Point Of View On Cuban Crisis”, “1963 – Day Of The Assassin”, “1964 – Glamour Puss”, “1965 – Even Dylan Was Turning Electric”, “1966 – Spanish Child”, “1967 – Good Lovin’”, “1968 – Just The Beginning”, “1969 – Blues For The Sixties”.

“Napoli Evolution” primo album di Sara Tramma

Sara Tramma
Sara Tramma

Sara Tramma, carismatica cantautrice partenopea, debutta con il suo album da solista intitolato “NapoliEvolution” prodotto ed edito da Suono Libero Music di Nando Misuraca e distribuito sul circuito nazionale da Halidon (che curerà anche la versione digitale per il mercato internazionale).

Il singolo di lancio, “Popolo Anarchico”, è un brano dedicato ai migranti: “La popolazione di Napoli non è più quella di venti anni fa, – racconta Sara Tramma – camminando per le strade si scopre una mescolanza di colori, tradizioni e sapori. Gli scugnizzi napoletani si mischiano ad altre etnie e questa situazione è una realtà non un fenomeno circoscritto. – Poi, con gli occhi velati di tristezza, continua – Il pensare ai barconi di migranti che giungono sulle nostre coste in cerca di una vita migliore è stata fonte di ispirazione per questa canzone che ho voluto raccontare anche attraverso le contaminazioni musicali di questi popoli. Abbiamo utilizzato i ritmi e i cori tipici africani alla ricerca di sonorità che fossero mediterranee e rappresentative del sud del mondo. – La cantautrice poi conclude – Tutti noi, almeno una volta nella vita, abbiamo desiderato di essere altrove, di viaggiare e di volare con la fantasia verso mete sconosciute. Loro in più sono costretti a fuggire dalla fame e dalla guerra. Tutti per indole abbiamo in realtà un cuore migrante”.

Il brano, dal sound meticcio vede la direzione artistica di Nando Misuraca e la partecipazione di due straordinari musicisti, Corrado Calignano al basso e Vincenzo Palumbo alle chitarre.

Il singolo “Popolo Anarchico” segue altri due brani che hanno ottenuto un ottimo riscontro di pubblico e critica e che precedevano l’album, “Sacra e Profana” e “Canzone d’ammore”, quest’ultimo, un omaggio alla musica folk di cui Sara Tramma è stata esponente, nei Musicanova al fianco di Eugenio Bennato e di Carlo D’Angiò (a cui il brano è dedicato), fino a quando non ha deciso di intraprendere la carriera da solista.

“NapoliEvolution” è una raccolta di dieci brani tra passato e presente, che parte da Napoli per raccontare i “Sud” di tutto il mondo, mescolando il sacro e profano insiti nell’anima più profonda della cantautrice partenopea Sara Tramma: “Nasco come cantante folk, il mio percorso musicale mi ha portato a mescolare il mio stile con quello di tanti altri bravissimi artisti con cui ho collaborato. Questo album e le sue canzoni è figlio di questo percorso d’evoluzione che da interprete mi ha portato ad essere autrice di me stessa”.

La Tramma in carriera può vantare numerose collaborazioni eccellenti. Tra queste, oltre ai già citati Eugenio Bennato e D’Angiò, si annoverano Massimo Ranieri ed il Maestro Roberto De Simone.
Tanti i musicisti professionisti che hanno preso parte al progetto tra questi Edo Puccini, Peppe Fiscale, Roberto Giangrande, Vincenzo Palumbo, Corrado Calignano, Francesco Corato.

L’Album, nato dalla collaborazione con Nando Misuraca, produttore e fondatore dell’etichetta indipendente Suono Libero Music, è disponibile in tutti i negozi italiani con distribuzione Halidon e in oltre 240 digital store.

La nuova rivista: “Diva e Donna Cucina”

COVER DIVA E DONNA CUCINA
COVER DIVA E DONNA CUCINA

DIVA E DONNA CUCINA è il nuovo magazine in edicola domani in abbinamento gratuito con DIVA E DONNA, il settimanale di Cairo Editore.
Una novità che rappresenta, ancora una volta, una scelta a favore della qualità.

“In un momento di mercato difficile noi continuiamo a credere che ci sia spazio per i giornali ben fatti, curati nei testi e nelle immagini e, soprattutto, rispondenti ai bisogni dei lettori – dichiara il Presidente Urbano Cairo – E così, mentre altri editori chiudono o vendono le loro testate, noi lanciamo un quindicinale tutto nuovo: Diva e Donna Cucina”.

“Diva e Donna Cucina è una rivista che naturalmente si occupa di cucina e ricette, per tutti i tipi e per tutti i gusti, ma con un taglio diverso, dando spazio anche ai personaggi, con le ricette delle dive e i menù firmati dagli chef più famosi, e con un’attenzione alla salute e al benessere in tavola, con la dieta della nutrizionista, e un occhio alla famiglia, con le ricette per i bambini” afferma il direttore Angelo Ascoli.

Per tutti gli affezionati lettori il nuovo magazine è un’occasione in più per scoprire tanti aspetti del mondo culinario, grazie ai contributi di volti noti del mondo dello spettacolo e professionisti del settore che si alterneranno nelle diverse rubriche. Nel primo numero di DIVA E DONNA CUCINA tra le altre:
– Ricette Stellate “Se vogliamo bene a qualcuno, preparare una buona cena è il modo migliore per dirglielo”, con questo spirito lo chef ANTONIO CANNAVACCIUOLO condivide tre proposte d’autore.
– Vip In Cucina con le dive del cinema e della televisione JENNIFER LOPEZ, MARTINA COLOMBARI, ANTONELLA CLERICI ed ELISA ISOARDI che, passo dopo passo, svelano i loro segreti per avere successo anche a tavola;
– Gusto e Risparmio grazie alla lista della spesa settimanale per una famiglia di quattro persone per realizzare 11 gustose ricette con meno di 50€.
– Le Ricette della Nutrizionista volto TV e massima esperta in Europa, CHIARA MANZI propone la carbonara con meno calorie di un piatto di riso e tanti altri piatti per tutta la settimana.
– Baby Ricette per trasformare in uno spasso tutti i momenti a tavola dei più piccoli grazie agli spunti della showgirl VERONICA MAYA, mamma di tre bambini.

All’interno, inoltre: Ricette Green per preparare gustosissimi piatti anche in 20 minuti, Sapore e Benessere con tante proposte a prova di allergie e intolleranze e per una tavola impeccabile i consigli di Moda.