Dolcenera: “Un altro giorno sulla Terra”

Dolcenera - Cop - Un Altro Giorno Sulla Terra resize
Dolcenera – Cop – Un Altro Giorno Sulla Terra resize

A due anni dalla sua ultima partecipazione al Festival di Sanremo con il brano “Ora o mai più (le cose cambiano)” e l’avventura, da protagonista, in veste di coach, a The Voice 2016, DOLCENERA torna con il singolo inedito, “UN ALTRO GIORNO SULLA TERRA”, brano scritto e arrangiato da lei stessa e poi prodotto con NEXT3, che anticipa il suo nuovo progetto discografico. “UN ALTRO GIORNO SULLA TERRA” sarà in radio e disponibile sulle piattaforme digitali da venerdì 25 maggio.

Nello stesso giorno sarà in rotazione anche il music video del nuovo singolo, girato interamente in Brasile, a Rio de Janeiro, che rappresenta fedelmente l’arrangiamento e il sound ritmico brasiliano del nuovo brano, le cui percussioni sono state registrate a Salvador de Bahia.

Il video, per la regia di Giorgio Testi (Gorillaz, The Rolling Stones, The Killers), girato in un momento delicato per l’ordine pubblico di Rio de Janeiro, dopo la morte della politica, sociologa e attivista brasiliana per la difesa delle donne afroamericane nelle favelas e per i diritti civili dei giovani neri emarginati, Marielle Franco, traccia uno spaccato di questo periodo che risponde, alla paura e alla repressione, con la voglia irrefrenabile di sorridere alla vita al ritmo delle percussioni, con quello slancio primordiale, che pur avendo gli occhi della “saudade” rivolge, sempre, la sua danza alla solarità del futuro.

Dal 1° giugno, per i fan collezionisti, sarà disponibile su Amazon un 45giri in edizione limitata numerata e autografata dall’artista. Il prodotto è già in preordine da oggi.

“È bastato un lungo viaggio attraverso la California, la Florida, Cuba e il Brasile per farmi appassionare, in modo spasmodico e avvolgente, alle percussioni tribali del sud del mondo. Ho ritrovato la mia anima black, quella primordiale, nuda, selvaggia e senza filtri, che ha voglia di sentirsi in armonia con tutte le anime del mondo condividendone il ritmo perpetuo e la pulsazione eterna della Terra. Che trippone!” (Dolcenera)