Dolcenera: “Wannabe”

Dolcenera
Dolcenera

La drammaticità del periodo che tutti stiamo vivendo mi ha fatto passare dalla preoccupazione, che a volte diventava improvvisa disperazione e mi rendeva inerte, al dolore per le persone più deboli scomparse. Ora che abbiamo percepito tutta la fragilità di un sistema governato da troppe apparenze e stiamo reagendo volendoci sentire tutti uniti e realmente connessi, io sento che questo dramma debba essere guidato dalla voglia perenne di combattere qualsiasi ombra di depressione per il futuro di tutti noi, di non avere paura della paura.
È stata questa la causa che ha generato il bisogno di far conoscere “Wannabe”, proprio perché nasce contro il regime “dell’apparire” ma in realtà affronta e inneggia a quella sana paura che spinge a vivere con rispetto e consapevolezza perché è essenziale alla stessa sopravvivenza.
Credo che Wannabe, in uscita venerdì 27 marzo, sia rispettosa del periodo che viviamo e lanci messaggi di positività, come l’invito a rialzarsi da terra dopo una battaglia combattuta, come la sensazione di poter dare il meglio di sé nei momenti peggiori (“per fare del bene ci vuole il male”).
Questa canzone ha generato un incontro di vite e tante, strane coincidenze con Laioung, personaggio enigmatico, ma ragazzo gentile e, forse, fin troppo idealista (e se lo dico io…), tanto da “apparire” misterioso nel suo essere un grande artista.
Bisognerebbe sempre pensare alle cose belle della vita e in questa fase, post esplosione di contenuti editoriali, spero che il mio pensiero di cosa bella per questa canzone possa allietare anche altre anime e, come sempre, far riflettere, ballare, emozionare.

Manu Dolcenera

Dolcenera: Diversamente Pop, lun 11/11, Teatro Puccini Firenze

Dolcenera
Dolcenera

Alle spalle il singolo “Amaremare” (Polydor / Universal Music – un inno alla tutela del mare dall’inquinamento da plastica), e una serie di date nelle principali rassegne estive. All’orizzonte il nuovo tour teatrale “Diversamente Pop”: Manu Dolcenera, ovviamente.
Il nuovo tour fermerà lunedì 11 novembre al Teatro Puccini di Firenze (ore 21), e per certi versi sarà un ritorno a casa, nella città dove Dolcenera ha scelto di vivere.
I biglietti, posti numerati 34,50/19,55 euro, sono in prevendita nei punti Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita tel. 055.210804) e online su www.ticketone.it (tel. 892.101). Info tel. 055.362067 – 055.667566 – www.teatropuccini.it – www.bitconcerti.it.
«Il teatro, il posto che per antonomasia mette in scena una finzione è il luogo che invece riesce a rendermi più vera che mai – spiega Dolcenera – riesce ad abbattere qualsiasi forma di pudore o, all’opposto, di finta comunicazione che l’epoca della spettacolarizzazione di una falsa umanità impone su social e media.
Dalla ragazzina che, circa 17 anni fa, si faceva conoscere dal grande pubblico vincendo Sanremo e suonando un pianoforte in modo intenso e viscerale, alla donna di oggi definita da tanti “artista eclettica e diversamente pop” (definizione che ho sempre voluto prendere come un complimento!), il mio percorso musicale è fatto di verità e di pura e semplice voglia di creare ed esplorare mondi sonori incentrati sulla contaminazione musicale per accompagnare una parte letteraria che invece trae le sue fondamenta dal cantautorato italiano.
Ho esplorato talmente tanto che, oltre ad aver messo insieme synth electro nordici e moderni con ritmiche e tamburi ancestrali del sud del mondo, ed aver raccontato di temi importanti per me come la difesa dei diritti civili in “Ci vediamo a casa”, “Com’è straordinaria la vita” e della difesa dell’ambiente in “Amaremare”, alla fine sono anche riuscita a mettere insieme la musica classica con quella trap suonando Bach nella “folle” reinterpretazione pubblicata su YouTube di pezzi significativi del genere. Ecco, sono un’aliena diversamente pop che in teatro porterà in scena tutto questo condito da un’intimità, una umanità e un’energia personale difficilmente descrivibili a parole».
Dolcenera sui social:
www.facebook.com/dolcenera
www.instagram.com/manudolcenera/?hl=it
twitter.com/manudolcenera
Info spettacolo:
Teatro Puccini – via delle Cascine, 41 – Firenze
Info tel. 055.362067 – 055.667566
www.bitconcerti.it – www.teatropuccini.it
Organizzazione: Prg Firenze www.prgfirenze.it
Biglietti (compresi diritti di prevendita):
1° settore 34,50 euro
2° settore 23 euro
Prevendite:
Box Office Toscana www.boxofficetoscana.it (tel. 055 210804)
Ticket One www.ticketone.it (tel. 892 101)
Sconti e riduzioni:
I bambini fino a quattro anni entrano gratuitamente accompagnati da un adulto, in numero di un bambino/a per ogni adulto, ma non hanno diritto a occupare un posto a sedere.
Portatori di handicap:
Possono acquistare un biglietto specifico al prezzo più basso previsto per l’evento ed entrare con un accompagnatore (a cui viene concesso un ingresso gratuito). I biglietti sono reperibili esclusivamente attraverso i punti vendita del Circuito Box Office Toscana (www.boxofficetoscana.it/punti-vendita) o telefonicamente allo 055210804 (pagando con carta di credito). Per accedere a una sistemazione consona, si sconsiglia l’acquisto di un biglietto generico.
Booking:
Joe & Joe – Serena Stamilla (serena@joeejoe.com – 0578766008)

Tour teatrali di Dolcenera

Dolcenera_foto di Emanuela Cali
Dolcenera_foto di Emanuela Cali

Reduce dal successo del singolo “Amaremare” (Polydor / Universal Music) che l’ha vista sui palchi delle principali rassegne estive, Manu DOLCENERA, calcherà nuovamente i palchi di alcuni importanti teatri italiani con il suo nuovo tour, “DIVERSAMENTE POP”, a partire dal 2 novembre.

Ecco le prime date annunciate, prodotte e organizzate da Joe & Joe.
I biglietti sono già disponibili in prevendita sul sito Ticketone www.ticketone.it

– 2 novembre al Teatro Caio Melisso di Spoleto (PG) – data zero
– 5 novembre al Teatro Brancaccio di Roma
– 11 novembre al Teatro Puccini di Firenze
– 18 novembre al Teatro della Luna di Assago (MI)
– 14 dicembre al Teatro Openjobmetis di Varese

«Il teatro, il posto che per antonomasia mette in scena una finzione, è il luogo che invece riesce a rendermi più vera che mai, riesce ad abbattere qualsiasi forma di pudore o, all’opposto, di finta comunicazione che l’epoca della spettacolarizzazione di una falsa umanità impone su social e media – dichiara DOLCENERA – Dalla ragazzina che, circa 17 anni fa, si faceva conoscere dal grande pubblico vincendo Sanremo suonando un pianoforte in modo intenso e viscerale, alla donna di oggi definita da tanti “artista eclettica e diversamente pop” (definizione che ho sempre voluto prendere come un complimento!), il mio percorso musicale è stato fatto di verità e di pura e semplice voglia di creare ed esplorare mondi sonori incentrati sulla contaminazione musicale per accompagnare una parte letteraria che invece trae le sue fondamenta dal cantautorato italiano. Ho esplorato talmente tanto che, oltre ad aver messo insieme synth electro nordici e moderni con ritmiche e tamburi ancestrali del sud del mondo, ed aver raccontato di temi importanti per me come la difesa dei diritti civili in “Ci vediamo a casa”, “Com’è straordinaria la vita” e della difesa dell’ambiente in “Amaremare”, alla fine sono anche riuscita a mettere insieme la musica classica con quella trap suonando Bach nella “folle” reinterpretazione pubblicata su YouTube di pezzi significativi del genere. Ecco, sono un’aliena diversamente pop che in teatro porterà in scena tutto questo condito da un’intimità, una umanità e un’energia personale difficilmente descrivibili a parole».

Dolcenera: “Un altro giorno sulla Terra”

Dolcenera - Cop - Un Altro Giorno Sulla Terra resize
Dolcenera – Cop – Un Altro Giorno Sulla Terra resize

A due anni dalla sua ultima partecipazione al Festival di Sanremo con il brano “Ora o mai più (le cose cambiano)” e l’avventura, da protagonista, in veste di coach, a The Voice 2016, DOLCENERA torna con il singolo inedito, “UN ALTRO GIORNO SULLA TERRA”, brano scritto e arrangiato da lei stessa e poi prodotto con NEXT3, che anticipa il suo nuovo progetto discografico. “UN ALTRO GIORNO SULLA TERRA” sarà in radio e disponibile sulle piattaforme digitali da venerdì 25 maggio.

Nello stesso giorno sarà in rotazione anche il music video del nuovo singolo, girato interamente in Brasile, a Rio de Janeiro, che rappresenta fedelmente l’arrangiamento e il sound ritmico brasiliano del nuovo brano, le cui percussioni sono state registrate a Salvador de Bahia.

Il video, per la regia di Giorgio Testi (Gorillaz, The Rolling Stones, The Killers), girato in un momento delicato per l’ordine pubblico di Rio de Janeiro, dopo la morte della politica, sociologa e attivista brasiliana per la difesa delle donne afroamericane nelle favelas e per i diritti civili dei giovani neri emarginati, Marielle Franco, traccia uno spaccato di questo periodo che risponde, alla paura e alla repressione, con la voglia irrefrenabile di sorridere alla vita al ritmo delle percussioni, con quello slancio primordiale, che pur avendo gli occhi della “saudade” rivolge, sempre, la sua danza alla solarità del futuro.

Dal 1° giugno, per i fan collezionisti, sarà disponibile su Amazon un 45giri in edizione limitata numerata e autografata dall’artista. Il prodotto è già in preordine da oggi.

“È bastato un lungo viaggio attraverso la California, la Florida, Cuba e il Brasile per farmi appassionare, in modo spasmodico e avvolgente, alle percussioni tribali del sud del mondo. Ho ritrovato la mia anima black, quella primordiale, nuda, selvaggia e senza filtri, che ha voglia di sentirsi in armonia con tutte le anime del mondo condividendone il ritmo perpetuo e la pulsazione eterna della Terra. Che trippone!” (Dolcenera)

“l’identità” – Nuovo singolo di Stephanie Riondino, artista pugliese

small
small

Arriva in tutte le radio italiane Stephanie Riondino con il singolo “l’identità”.
“E’ un brano che, ascoltato per la prima volta, mi ha rubato il cuore” – racconta l’artista. L’apparenza inganna, ma la mia vera identità nessuno può conoscerla. Spesso la gente spara sentenze per il semplice vedere, ma mai nessuno se non con tanta fatica vede mai la parte migliore.”

L’eclettica artista pugliese è stata protagonista della scorsa edizione di ”The Voice” su Rai due nel team di Dolcenera. Studia danza per 12 anni, poi un giorno la scelgono per ballare in un musical e le chiedono di cantare, da allora scopre di voler dedicare più tempo alla sua voce e di voler fare della musica la sua carriera

http://www.riservasonora.com

https://www.facebook.com/stephanie.riondino.voice/