A “Quarto Grado” , il Caso David Rossi

Viero_Nuzzi_Quarto_Grado
Viero_Nuzzi_Quarto_Grado

“Quarto Grado” è tornato a occuparsi – nella puntata in onda il 9 marzo, su Retequattro – del caso di David Rossi, il capo della Comunicazione di Monte dei Paschi di Siena precipitato dalla finestra del suo ufficio il 6 marzo 2013.

Il programma condotto da Gianluigi Nuzzi, con Alessandra Viero, ha mandato in onda le dichiarazioni di due testimoni – non legati tra loro – riguardo i presunti festini che si sarebbero svolti in ville nell’Aretino e sul mare, coinvolgendo personaggi noti di Siena e non solo, e che potrebbero avere a che fare con la vicenda di Rossi.

L’inviato di “Quarto Grado” Pierangelo Maurizio ha raccontato di aver incontrato il testimone, che in apparenza non parrebbe avere alcun motivo di risentimento nei confronti delle persone coinvolte in questa vicenda.

Al giornalista, la fonte ha fornito i nomi di tre persone riconosciute nei video e ha quindi spiegato di aver visto i tre spezzoni dei filmati nel 2016, tre anni dopo la morte di David Rossi.
“Quarto Grado” non è dunque in grado di affermare con certezza se il contenuto dei filmati sia autentico o se sia frutto di un montaggio.

Durante la puntata, erano presenti nello studio di Cologno Monzese gli avvocati Paolo Pirani (che assiste la famiglia Rossi) ed Emiliano Ciufegni (che ha difeso Antonella Tognazzi, moglie di David Rossi, nel processo in cui la donna doveva rispondere – insieme al giornalista Davide Vecchi – di violazione della privacy per la diffusione e pubblicazione dello scambio di email tra l’ex capo della Comunicazione MPS e l’amministratore della banca Fabrizio Viola. In una di queste mail, con mittente Rossi, c’era scritto “Stasera mi suicido, sul serio. Aiutatemi!!!!”. Nel processo, Tognazzi e Vecchi sono stati assolti “perché il fatto non sussiste”).