Comune di Milano: accordo Siae-Anci

Assessore Del Corno
Assessore Del Corno

Un nuovo strumento a disposizione dei Comuni e degli operatori del settore per promuovere lo spettacolo dal vivo nelle città italiane. È questo il tema dell’incontro che si è svolto oggi a Palazzo Reale, organizzato dal Comune di Milano, SIAE e ANCI per parlare del nuovo accordo sottoscritto tra l’Associazione dei Comuni e la Società degli Autori e Editori.

“Con lo Sportello Unico degli Eventi – ha spiegato l’assessore alla Cultura Filippo Del Corno – l’Amministrazione comunale ha dimostrato attenzione agli operatori, semplificando le procedure per organizzare eventi con l’obiettivo di moltiplicarli e di rendere la città sempre più attrattiva. Il nuovo accordo ANCI-SIAE va in questa direzione, favorendo l’incontro tra i Comuni e gli organizzatori in un quadro di semplificazione che sicuramente porterà benefici anche agli uffici amministrativi”.

“La nuova intesa siglata con ANCI introduce importanti novità in linea con il percorso di rinnovamento e semplificazione delle tariffe di SIAE con l’obiettivo di favorire la fruizione del repertorio tutelato e rendere più semplici norme e procedure – ha commentato Filippo Sugar, Presidente di SIAE –. Lo spettacolo dal vivo esprime una funzione culturale importante nella creazione del tessuto della comunità e attraverso il rinnovo di questo accordo SIAE riconosce l’importante ruolo e l’impegno dei Comuni come promotori e organizzatori di manifestazioni musicali e culturali”.

L’accordo tra SIAE, Società italiana degli Autori ed Editori, e ANCI, Associazione Nazionale Comuni Italiani, ha l’obiettivo di regolamentare e semplificare la disciplina delle utilizzazioni musicali durante gli eventi, gratuiti e non, organizzati dai Comuni.

La nuova intesa – che sostituisce integralmente la precedente siglata nel 2002 – introduce importanti novità in linea con il percorso di rinnovamento e semplificazione delle tariffe di SIAE con l’obiettivo di favorire la fruizione del repertorio tutelato e rendere più semplici norme e procedure.

Le principali novità riguardano l’estensione dell’accordo anche ad altri soggetti organizzatori, purché partecipati dai Comuni o che organizzano eventi per conto degli Enti Locali, oltre che ad organismi controllati dagli Enti Locali e ad Associazioni no profit che organizzano eventi per conto del Comune.

Grazie ai nuovi servizi digitali di SIAE anche i Comuni e gli altri soggetti contemplati nell’accordo, potranno richiedere il rilascio dei permessi attraverso il portale online e compilare i programmi musicali utilizzando la piattaforma web mioBorderò.

L’accordo introduce, inoltre, due importanti interventi per la determinazione del diritto d’autore sui contributi che prevedono la riduzione dal 50% al 35% della quota di contributi da prendere a riferimento per la base di calcolo, e la possibilità per l’organizzatore di optare per un sistema forfettario, attraverso il pagamento di un importo aggiuntivo commisurato alla capienza del luogo in cui si svolge l’evento.

È previsto anche un aumento, dal 10% al 15%, della riduzione concessa sui compensi fissi dovuti per le manifestazioni gratuite.