CityLife Anteo: due appuntamenti per la MovieWeek

CityLife Anteo
CityLife Anteo

Mercoledì 16 settembre Citylife Anteo è felice di ospitare, nel contesto dell’iniziativa diffusa MovieWeek la settimana dedicata al cinema e all’audiovisivo promossa e coordinata dal Comune di Milano, una proiezione speciale in anteprima documentario di Christian Frei e Maxim Arbugaev GENESIS 2.0 presentato nella sezione World Cinema Documentary al Sundance Film Festival.

Sinossi: Christian Frei e Maxim Arbugaev raccontano ciò che avviene ogni estate nella Siberia Settentrionale, dove decine di uomini lasciano i propri villaggi per incamminarsi verso le remote e disabitate Isole della Nuova Siberia, un inospitale arcipelago situato nell’Oceano Artico, dove si mettono in cerca del famoso “oro bianco”, ovvero antiche zanne di mammut. Ad attirare gli scienziati però è il ritrovamento di una carcassa eccezionalmente conservata che li stimola a cercare il modo di clonare questi animali preistorici, fino a manipolare la creazione della vita. Così la genetica, il riscaldamento globale e le grandi domande della vita si scontrano in Genesis 2.0.

Il documentario Napoli Eden sarà invece proiettato giovedì 17 settembre alle ore 21 alla presenza del regista Bruno Colella e dell’artista protagonista Annalaura Di Luggo.

Sinossi: L’artista Annalaura di Luggo, si trova alle prese con la sua ultima avventura che consiste nel realizzare quattro opere d’arte in alluminio riciclato, da installare nei luoghi più significativi della città di Napoli. Difficoltà e ostacoli non mancheranno, ma tutto si risolverà anche con l’aiuto dei ragazzi dei “Quartieri Spagnoli”, i quali attraverso questa avventura avranno l’occasione di prendere una maggiore coscienza della bellezza che li circonda attraverso il contatto diretto con una esperienza artistica, che rimarrà nei loro cuori.

Fabbrica Del vapore, “Vapore d’Estate”

Fabbrica del Vapore
Fabbrica del Vapore

Fabbrica Del vapore. Fino al 30 settembre la rassegna “Vapore d’Estate”

Due mesi di musica, danza, teatro, cinema e arti visive con il sostegno del Comune di Milano nell’ambito del progetto ‘Spazi al Talento’

Calendario

Fino al 30 settembre la Fabbrica del Vapore ospita la rassegna ‘Vapore d’estate’ con tantissimi appuntamenti organizzati dai laboratori attualmente residenti, sostenuti nella realizzazione dal Comune di Milano nell’ambito del progetto ‘Spazi al Talento’.

La rassegna si snoda in diversi spazi della Fabbrica, al chiuso e all’aperto, e propone eventi di musica, danza, teatro e arti visive capaci di esprimere le peculiarità di tutti e dieci i laboratori promotori che operano in diverse discipline delle arti visive e performative e che, nel 2019, hanno unito le proprie progettualità per costruire la rete ATS Vapore, che ha come capofila Fattoria Vittadini.

Cinque i percorsi tematici della rassegna ‘Vapore d’estate’: musica classica contemporanea, musica jazz/swing/pop, danza, teatro e cinema. Tutti gli eventi sono fruibili gratuitamente ma con prenotazione obbligatoria.

 

Il futuro della scuola servito in tavola

TableSet 1 (1)
TableSet 1 (1)

Il futuro della scuola si è servito in tavola

Grandi artisti, chef e istituzioni hanno contribuito al meritato successo della prima cena di gala in streaming organizzata da ICS International School in collaborazione con l’agenzia creativa Robert Cutty, con lo scopo primario di favorire la ripartenza delle scuole pubbliche di Milano. La raccolta dei fondi continuerà grazie all’associazione no profit “Terre des Hommes” fino al prossimo settembre.

Un esperimento ambizioso condotto da Angelo Baiguini, direttore di produzione RTL, capace di ricreare una serata ricca e stimolante nel rispetto delle attuali norme di sicurezza.

Con il patrocinio della Regione Lombardia, del Comune di Milano e della Città Metropolitana di Milano, la maratona di solidarietà del 2 Luglio si è aperta con l’intervento di Stefano Paschina, managing director di ICS International School Milan, dando il via ad una scaletta ricca di esclusivi ospiti.

Gli chef Carlo Cracco, Iginio e Debora Massari hanno presentato in diretta le loro creazioni ispirate alle Città del Futuro, indirizzate alle tavole milanesi grazie al servizio di “Quality Delivery” cosaporto.it e servite ai commensali dai ragazzi della scuola professionale Galdus, accompagnando i partecipanti durante l’intero svolgimento del palinsesto.

Grandi voci come quella di Elisa, NYV, Gianna Nannini e Chiara Galiazzo e performance emozionanti come quelle della violinista Elsa Martignoni, della sand artist Simona Gandola o, ancora, dei ballerini della Dance As Fire School con un medley dal fuoco latino, hanno reso l’evento indimenticabile, intervallando gli interventi e le riflessioni di numerosi personaggi di spicco della regione Lombardia: Silvia Piani, assessore Regionale alle Politiche della Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità, Stefano Bruno Galli, assessore regionale all’autonomia e Cultura, Laura Galimberti, assessore all’educazione e all’istruzione del Comune di Milano e Arianna Censi, Vice Sindaca della città metropolitana di Milano.

Gianna Nannini, Edward Rozzo e Viviana Mazza, insieme a NYV, Michele Bavassano e Sespo, in quanto giuria della Challenge Le città del futuro, hanno inoltre premiato i progetti vincitori, coinvolgendo grandi e piccoli per riportare l’attenzione sui giovani e sulla buona scuola, due tematiche senza dubbio essenziali nel progettare un futuro più sostenibile e virtuoso.

Un’iniziativa di raccolta fondi virtuosa che ha visto nella cena stellata un ottimo punto di partenza ma che, grazie al supporto di uno dei più grandi movimenti al mondo per la difesa dei diritti dei bambini, Terres de Homes, proseguirà fino al prossimo settembre, dando a ciascuno l’opportunità di partecipare, con un piccolo gesto, all’Iban IT37E0103001633000063232384, utilizzando come causale “Le Città del Futuro”.

Un ringraziamento speciale a tutti gli sponsor e ai partecipanti che hanno reso possibile la bellissima serata, a partire dallo studio Barreca&Lavarra, al Fuorisalone.it, a Berlucchi, Tenuta Rapitalà, Tessitura Randi, Tableset Luxury Rentals, Armani/Fiori, Lorena Antoniazzi, Parosh, BE Barman eventi, Fabulous Families e Pastiglie Leone, che hanno trasformato le case di Milano in vere e proprie location per un evento a tutto tondo.

Milano, Estate Sforzesca 2020

Estate Sforzesca 2020
Estate Sforzesca 2020

Estate Sforzesca 2020

VIII edizione

21 giugno – 3 settembre

manifestazione estiva realizzata dal Comune di Milano, Assessorato alla Cultura

21 giugno 2020

Milano, Castello Sforzesco, Cortile delle Armi

ore 16.30 (prima parte )

ore 18,00 (seconda parte)

ingresso libero su prenotazione fino a esaurimento posti

(link sul sito yesmilano.it)

L’età d’oro dello swing

nell’ambito di

Festa Europea della Musica

Civica Orchestra di Fiati di Milano

in collaborazione con

Civica Jazz Band

direttore Enrico Intra

Civici Corsi di Jazz – Civica Scuola di Musica Claudio Abbado

e

Paolo Tomelleri and friends

Anche quest’anno torna a Milano Estate Sforzesca, manifestazione organizzata dall’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano.

Il programma del 21 giugno, in occasione della Festa Europea della Musica, vede protagonisti la Civica Orchestra di Fiati di Milano,

i Civici Corsi di Jazz della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado, e Paolo Tomelleri and Friends.

Il concerto, L’età d’oro dello swing, ha due anime.

La prima, attraverso i brani di Franco D’Andrea, Enrico Pieranunzi, Enrico Intra, Enrico Rava e Gianluigi Trovesi è un inno

al suono italiano: incisivo, melodioso e allo stesso tempo pieno di ritmo e di “black swing”.

Nella seconda, dalle note del clarinetto di Paolo Tomelleri, riaffioreranno i successi della “golden age” dello swing e del bebop:

da Benny Goodman a Ella Fitzgerald, da Cole Porter a Charles Trenet.

https://musica.fondazionemilano.eu/news/civica-jazz-band-estate-sforzesca-2020-e
https://www.comune.milano.it/-/-estate-sforzesca-il-cuore-di-aria-di-cultura-apre-con-80-appuntamenti-di-musica-teatro-e-danza-ogni-sera-dal-21-giugno-al-3-settembre

_______________

Civica Scuola di Musica Claudio Abbado – Fondazione Milano®, Villa Simonetta – via Stilicone 36 – 20154 – Milano

info_musica@scmmi.it – www.fondazionemilano.eu/musica

 

Milano: 2,5 milioni per scuole d’infanzia 0-6

Comune Milano, Laura Galimberti
Comune Milano, Laura Galimberti

Educazione. Dal Comune 2,5 milioni per sostenere il sistema educativo privato 0-6

Milano, 31 maggio 2020 – Il Comune di Milano mette a disposizione risorse fino a 2,5 milioni di euro, provenienti dal Fondo di Mutuo Soccorso, per sostenere il sistema educativo integrato che ha subìto importanti perdite economiche a causa dell’emergenza sanitaria dovuta al diffondersi del Coronavirus. Le linee di indirizzo per l’erogazione di questi fondi sono state approvate dalla Giunta.

I contributi saranno dedicati ai gestori privati di Centri Prima Infanzia, Micronidi, Nidi d’Infanzia, Nidi Famiglia, in possesso di regolare CPE (comunicazione preventiva di esercizio) o autorizzazione al funzionamento e alle Scuole dell’Infanzia paritarie private in possesso del relativo riconoscimento ministeriale.

“Siamo consapevoli – dichiara l’assessora all’Educazione Laura Galimberti – delle difficoltà in cui si stanno muovendo i gestori privati dei servizi alla prima infanzia, anche perché il sostegno alle opportunità per i più piccoli è spesso mancato in questa fase da parte delle istituzioni nazionali e regionali. Di fronte a questa situazione, abbiamo scelto di non rimanere inerti e siamo i primi a intervenire allocando risorse perché le realtà di questa rete, patrimonio inestimabile della città, possano continuare a operare garantendo un’offerta complementare rispetto a quella pubblica. Si tratta di un contributo che arriva, nel momento del bisogno, dalla generosità dei milanesi che, anche se in sofferenza, continuano a essere solidali. A loro va il nostro grazie”.

Le risorse, erogate attraverso la partecipazione a un avviso che verrà pubblicato a breve, andranno a sostenere le spese di mantenimento delle sedi destinate a questo tipo di servizi e a parziale copertura dei danni economici subiti da chi, in seguito alla sospensione dell’attività durante la fase del lockdown, ha concesso alle famiglie una riduzione o un esonero dalle rette dei bambini frequentanti per i mesi in cui non è stato possibile usufruire del servizio.

Sulla base della disponibilità finanziaria, verrà riconosciuto un contributo massimo di 300 euro a bambino a tutti i gestori di servizi e attività dedicate ai bambini di età compresa tra 0 e 3 anni, in possesso di una CPE. Ad esempio, un nido con 30 utenti potrà ricevere un contributo di 9mila euro; mentre per le scuole dell’Infanzia paritarie il contributo massimo sarà di 50 euro per ogni bambino frequentante alla data del lockdown.