Giorgio Serafini Prosperi: “Una perfetta geometria”

libro
libro

Giorgio Serafini Prosperi unisce in un giallo originale ed elegante una storia di relazioni, di vite incompiute, di segreti e iniquità e la arricchisce di personaggi umanissimi, ironici e saggi.

Il libro.
Adriano Panatta (sì, come il tennista) ha avuto una vita intensa: ex commissario capo (ora confinato a un noioso incarico al Ministero dell’Interno) ed ex obeso (ha perso sessanta chili seguendo un programma per mangiatori compulsivi simile a quello frequentato dagli Alcolisti Anonimi), non si sente ancora pronto a tornare sul campo.

Ha rovinato la sua carriera a causa della passione per le donne complicate e spesso squilibrate, ha rischiato di rovinare il proprio corpo con il cibo: vive nascosto e come in convalescenza.

Ma Olivia, antico e doloroso amore, torna improvvisamente per chiedergli aiuto: sua figlia Vera (di cui Adriano non sapeva nulla) è ossessionata dalla morte della sua migliore amica, Alice, di famiglia ricchissima e completamente plagiata da una setta religiosa i cui contatti arrivano fino alle più alte cariche dello Stato.

La bellezza e la forza della personalità di Vera finiscono per travolgere Adriano, che si getta nelle indagini, e poco alla volta porta alla luce l’inquietante contesto di pressioni e ricatti che circonda l’omicidio di Alice.

Giorgio Serafini Prosperi è nato a Roma nel 1968 e vive in Sabina.
Drammaturgo, regista teatrale, autore televisivo e documentarista, ha vinto il Premio Flaiano nel 1991 e nel 2001. Diplomato Mindfulness Counselor, ha perso 60 chili con la meditazione e da qualche anno insegna  questo metodo di dimagrimento in corsi e seminari.