Camminando lungo il mare. A Milano

camminando-lungo-il-mare
camminando-lungo-il-mare

La Città metropolitana di Milano e l’Ufficio del turismo diocesano hanno programmato un appuntamento che prevede tre itinerari di pellegrinaggio, un’esperienza a piedi, per farsi avvolgere dai profumi di mare a Milano, per domenica 5 luglio 2020.

Verranno percorsi tratti dei rispettivi tracciati – sul Cammino di Sant’Agostino, il Cammino dei Monaci e la Strada delle Abbazie (https://www.cittametropolitana.mi.it/strada_abbazie/index.html).

I viandanti raggiungeranno il centro costeggiando i Navigli, celebreranno la S. Messa in Duomo e usciranno dalla città diretti verso Porto di Mare. È prevista anche una tappa gustosa con un rinfresco solidale a base di ricette marine.

Di seguito, il dettaglio della giornata.
Domenica 5 luglio 2020
IL CAMMINO DI S. AGOSTINO
www.camminodiagostino.it

Tre le possibili camminate, tutte della lunghezza di circa 5 km (1.30 ore di cammino), con partenza a scelta da un Naviglio milanese.

Ore 9.45: consegna della Credenziale del pellegrino che sarà vidimata in Duomo. Ritrovo libero a scelta in uno di questi tre punti di partenza:
. sul Naviglio Grande alla chiesa di San Cristoforo, in Via S. Cristoforo, 3,
. sul Naviglio della Martesana, alla Cassina di Pomm, presso la chiesa di Santa Maria Goretti, in Via Melchiorre Gioia, 193,
. sul Naviglio Pavese, presso la chiesa di Santa Maria alla Fonte (c.d. “Chiesa Rossa”), Strada Provinciale 35 dei Giovi.

Ore 10.00: partenza e camminata guidata.

Ore 11.30: arrivo presso i giardini della chiesa di S. Pietro in Gessate – Milano. Lettura di un brano della Laudato si’. Partenza per il Duomo.

Ore 12.30: Duomo di Milano, S. Messa (indossare abiti adatti, ad esempio no pantaloncini e canottiera) e vidimazione della Credenziale del pellegrino.
Partecipazione gratuita. Prenotazione obbligatoria: info@camminodiagostino.it

IL CAMMINO DEI MONACI | LA STRADA DELLE ABBAZIE
www.valledeimonaci.org – www.cittametropolitana.mi.it/strada_abbazie

Ore 11.30: ritrovo (insieme ai pellegrini degli altri Cammini) presso i giardini della chiesa di S. Pietro in Gessate (Strada delle Abbazie) – Milano. Lettura di un brano della Laudato si’. Partenza per il Duomo.

Ore 12.30: Duomo, S. Messa (indossare abiti adatti, es.: no pantaloncini e canottiera). A seguire, partenza sul Cammino dei Monaci (compatibilmente con le condizioni meteo) altrimenti MM3 e ultimo tratto a piedi.

Ore 14.30: Nocetum, lettura di un brano della Laudato si’ e descrizione dell’impegno della Comunità. Rinfresco «Porto di mare» (servito secondo le norme vigenti): Pane dei marinai, Focaccia al rosmarino, Crostini saporiti, Uova tonnate, Polpette di merluzzo, Insalata di polpa di granchio, Conchiglie gratinate, Vino bianco di San Colombano. Costo: 15,00 €/persona.
Prenotazione obbligatoria, fino a esaurimento posti, all’indirizzo agroalimentare@nocetum.it

Ore 15.30: Visita all’area riqualificata di Porto di Mare.

Caro Covid…

Spiaggia
Spiaggia

Ci hanno fermato… hanno detto no agli abbracci, ai baci, alle carezze, al contatto.

Hanno detto no alle cene romantiche, alle notti di passione, agli incontri con amici.

Alle passeggiate al mare, anzi no, quelle possiamo farle, ma distanti, senza tenerci per mano.

Hanno interrotto le nostre vite, il nostro lavoro, le partite a calcio, i concerti, le gite fuori porta.

Ma non ci hanno impedito di sognare, quello no, possiamo ancora farlo. Siamo liberi di chiudere gli occhi, di abbracciare, baciare, toccare, stringere, sentire… si, perché i sogni nessuno ce li può violare. Sono solo nostri, tutti possono entrare. L’anima e il cuore sono senza censure…

Nei sogni possiamo osare…

               **********

Ma adesso la nostra vita sta tornando ad essere normale.

Vi racconto una cosa che mi è accaduta l’altro giorno: sono andata al mare, i lettini erano a debita distanza. Ho visto, per la prima volta, i visi interi di persone che sorridevano e scherzavano. Ho fatto il bagno a mare, l’acqua era fredda ma piacevole. Ho preso il sole, mi sono rilassata tanto. Ad un certo punto, mentre guardavo il cielo mi è venuto un pensiero…ho riflettuto sul fatto che per tutto il tempo non ho mai pensato al Covid. Quel paio d’ore trascorse al mare mi hanno fatto totalmente dimenticare questo tragico evento che abbiamo passato, quei mesi passati dentro casa, la morte che ogni giorno devastava vite, la sofferenza, il disagio, la paura. Per assurdo, in quei mesi dentro casa, mi sono sentita protetta e al sicuro, e adesso fuori dalle quattro mura, mi sento libera, finalmente libera di riprendere in mano la mia vita. Ho pensato tanto in quelle ore trascorse al mare, ho apprezzato tutto ciò che mi circondava, mi sono goduta ogni istante, ho respirato la vita. Sì, perché non ho mai dimenticato una cosa importante: il Covid ci ha devastato, psicologicamente, ci ha fatto tremare, ma ci ha reso più forti e consapevoli. Io personalmente sono cambiata, e’ cambiato il mio modo di vedere le cose e di approcciarmi alla vita.

La sensazione è stata quella di aver trascorso in casa due mesi, ma uscita da quella porta, mi sono sembrati solo due minuti.

Perché come succede spesso, quando qualcosa ci segna profondamente, il tempo guarisce le ferite, ma non fa mai dimenticare, perché le cicatrici sono il segno tangibile di ciò che rimarrà eternamente dentro di noi.

Silvana Pinto

La Settima Onda

locandina
locandina

Su un mirabile sfondo di mare cristallino, sole, terre brulle e profumi mediterranei, due uomini, due vite profondamente diverse tra loro sono destinate ad incontrarsi. Le loro storie si intrecciano in uno strano ma intenso legame, che semplicemente nasce e cresce, pur contaminato da sofferenze passate e presenti, sopite e mai lenite.

È la storia di Tanino, un giovane pescatore di un paese del Sud, appassionato e sognatore, provato quotidianamente da vicende famigliari e personali un po’ sfortunate, che un giorno ha un incontro con qualcuno con cui, a poco a poco, scopre di avere in comune un insospettabile e quanto mai profondo amore per qualcosa che finisce per renderli molto simili nelle loro diversità.

LA SETTIMA ONDA
DAL 24 MAGGIO AL CINEMA

Scheveningen: inaugurata ruota panoramica sul mare

Olanda ruota sul mare
Olanda ruota sul mare

E’ stata recentemente inaugurata sulla famosa spiaggia di Scheveningen (Olanda) la prima ruota panoramica costruita sul mare in Europa. Alta circa cinquanta metri dispone di 36 gondole chiuse tra le quali una vip il cui fondo in vetro regala forti emozioni. Le lussuose gondole, dotate di aria condizionata, possono ospitare fino a 6 persone.

Un giro sulla ruota panoramica della durata di  circa 15 minuti si gode una splendida vista panoramica sul mare: 11 chilometri della spiaggia di Scheveningen e sullo skyline di Den Haag. Il biglietto costa 9 euro per gli adulti e 7 euro per i bambini fino a 12 anni.

In programma la possibilità di pranzare, cenare e di consumare un high tea direttamente nelle gondole, con una stupenda vista dall’alto sul mare. Questo nuovo concept, unico in Olanda, si chiama “DinnerWheel” e si potrà avere a propria disposizione tutta la gondola anche se si prenota per solo due persone nonchè di prolungare la durata del giro.

Il molo che ospita la nuova ruota,  aperto tutti i giorni dalle ore 10 in poi con accesso libero,      è stato completamente  rinnovato nel 2015 e rappresenta la principale attrazione della costa olandese e ospita una grande varietà di streetfood, ristoranti, bar, terrazze e negozi. Inoltre si tengono  tutto l’anno festival, eventi culturali, mercatini, concerti e attività per bambini.   (Carlo Torriani)

InMare Festival – Camogli

Piergiorgio Odifreddi
Piergiorgio Odifreddi

Il mare, entità antichissima e vivifica, spazio di incontro tra civiltà diverse, luogo di misteri, di storie e di pericoli – ma oggi in pericolo a sua volta –, sarà al centro di una giornata di festa con cui Camogli celebra il suo elemento più rappresentativo.

InMare Festival, in programma sabato 18 giugno, è un appuntamento dedicato al mare, con conferenze, musica ed esibizioni. L’evento – organizzato da Frame in collaborazione con Comune di Camogli, Assessorato alla Cultura e Area Marina Protetta di Portofino, con la direzione scientifica del geologo Mario Tozzi – apre la stagione estiva degli appuntamenti culturali del Comune di Camogli, che si chiuderà in settembre con il Festival della Comunicazione.

La giornata, che si svolgerà tutta in Piazza Colombo, prende il via alle 10.30, con l’inaugurazione e i saluti del vicesindaco di Camogli, Elisabetta Caviglia, di Giorgio Fanciulli, direttore dell’Area Marina Protetta di Portofino, degli organizzatori di InMare Festival Rosangela Bonsignorio e Danco Singer e del responsabile scientifico Mario Tozzi.

Alle 11 si prosegue con la lectio del matematico Piergiorgio Odifreddi “Autobiografia di un’onda”: a partire dalle onde che conosciamo meglio, quelle marine, si allargherà il discorso alle onde di altro genere, come quelle elettromagnetiche e quelle “di probabilità” usate nella meccanica quantistica.

Nel tardo pomeriggio, il comico Dario Vergassola si esibisce in un monologo dal titolo “La ballata delle acciughe”, che racconta le avventure di Gino, impiegato di La Spezia, nel suo viaggio per l’America.

A seguire, l’intervento dell’attore Giobbe Covatta che affronta i temi del cambiamento climatico e dell’esaurimento delle risorse, mettendo in luce alcuni paradossi dell’uomo moderno, determinati anche dagli squilibri sociali.

La giornata si conclude alle 21.30, con “Mediterraneo: il mito all’origine della storia”, il concerto-spettacolo che vede insieme il geologo Mario Tozzi e il sassofonista jazz Enzo Favata. In un inedito dialogo, i due ospiti ripercorrono dal punto di vista della geologia, scienza tanto affascinante quanto trascurata, e della musica, la storia del mare nostrum, evocando miti e geografie antiche, raccontate attraverso le stratificazioni delle ere geologiche e preistoriche.

Gli eventi sono tutti a ingresso libero e gratuito.