Altri ospiti a Che Tempo che fa del 20 maggio

'Che Tempo che Fa'
‘Che Tempo che Fa’

Direttamente da Cannes dove si è aggiudicato il premio come miglior attore per il film “Dogman” di Matteo Garrone, Marcello Fonte.

Si aggiunge alla lista degli ospiti già comunicati anche l’on. Giorgia Meloni, in collegamento da Romacannes,

Anteo Palazzo del Cinema: “Mektoub,my love”

Mektoub-My-Love-Canto-Uno
Mektoub-My-Love-Canto-Uno

Martedì 22 maggio alle ore 20.30
MEKTOUB, MY LOVE: CANTO UNO di Abdellatif Kechiche
Presentato allo scorso Festival di Venezia
in versione originale con sottotitoli in italianofestival venezia,

Amin, un aspirante sceneggiatore che vive a Parigi, ritorna per l’estate nella sua città natale, una comunità di pescatori del sud della Francia.

Occasione per ritrovare la famiglia e gli amici d’infanzia. Accompagnato da suo cugino Tony e dalla sua migliore amica Ophelie, Amin passa il suo tempo tra il ristorante di specialità tunisine dei suoi genitori, e i bar del quartiere e la spiaggia frequentata dalle ragazze in vacanza.

Incantato dalle numerose figure femminili che lo circondano, Amin resta soggiogato da queste sirene estive, all’opposto del suo cugino dionisiaco che si getta nell’euforia dei corpi.

Munito della sua macchina fotografica e guidato dalla luce eclatante della costa Mediterranea, Amin porta avanti la sua ricerca filosofica lanciandosi nella scrittura delle sue sceneggiature.

Ma quando arriva il tempo dell’amore, solo il destino, solo il mektoub può decidere.

Sposami, stupido

Sposami Stupido - Poster Ufficiale Italiano
Sposami Stupido – Poster Ufficiale Italiano

Sposami, stupido! è una commedia degli equivoci diretta da Tarek Boudali, che con questo film debutta alla regia dopo aver partecipato come attore ad alcune commedie di successo come Babysitting e Alibi.com. I momenti comici, che si susseguono costantemente come nella migliore tradizione comica americana, tengono alto il ritmo del film dall’inizio alla fine.

Protagonista del film è Yassine, interpretato dallo stesso Boudali, un giovane studente del Marocco, da poco trasferitosi a Parigi per studiare architettura. A causa di una sveglia che non suona, il giovane non si presenta a un esame e perde il visto per studenti e si ritrova a essere un immigrato illegale.

Dopo aver tentato l’impossibile, gli resta un’unica soluzione: sposare Fred, il suo migliore amico. Ma proprio quando il giovane crede di aver risolto tutti i suoi guai, un ispettore tenace decide di indagare su di loro per verificare che non si tratti di un matrimonio truffa.

Fred è interpreto dall’attore regista Philippe Lacheau mentre Charlotte Gabris, Philippe Duquesne, David Marsais e Julien Arruti completano il cast del film composto da un gruppo di attori molto affiatato, alcuni di loro, infatti, hanno lavorato insieme in numerosi film.

Cineforum: “Uomini di Dio”

Cineforum Uomini di Dio
Cineforum Uomini di Dio

Con la proiezione di «Des hommes et des dieux – Uomini di Dio» di Xavier Beauvois (2010), dopo tre mesi, giunge al termine il Cineforum «Il coraggio e la sfida di educare» proposto dall’Ente Morale San Vittore Olona.

L’appuntamento è per venerdì 27 aprile, all’Auditorium Comunale di Cerro Maggiore (via Boccaccio, 2) alle ore 21, con ingresso libero e gratuito. Gran premio della Giuria al Festival di Cannes del 2010, nel film storico, che rievoca il martirio di sette monaci francesi in Algeria nel 1996 e dove si intrecciano i temi della fede, dell’Islam, del martirio e delle religioni, prevale l’amore.

Per l’occasione il dibattito sarà condotto dal professor Giovanni Mocchetti, già preside di una scuola media di Busto Arsizio e autore di tre volumi intitolati “Educare con il cinema” editi da Itaca.

«È stata una esperienza bella e profondamente formativa – ha dichiarato Alessandro Rizzo, il giornalista di Cerro Maggiore che ha ideato il Cineforum insieme ad Antonio Autieri, direttore del portale sentieridelcinema.it – Voglio ringraziare con tutto il cuore chi mi ha dato questa opportunità, docenti e dirigenti delle scuole Comensoli, Bernocchi e Giovanni Paolo II di Cerro Maggiore, in particolare Giusi Marchini, Silva Mezzenzena, Liliana Panci, Germana Re e Antonio Re Fraschini dell’associazione genitori. Mi auguro ci possano essere nuove occasioni per lavorare a progetti culturali di questo tipo, per il bene comune di tutti.»

Il Cineforum, dedicato a famiglie e docenti, è stato incentrato sul tema, oggi più che mai fondamentale, dell’educazione e del rapporto con i figli e gli alunni: dai bambini ai ragazzi più grandi, e più in generale tra gli adulti e i giovani sempre alla ricerca di un “maestro” da seguire e da cui imparare: il vero, il giusto e il bello della vita.

I film visti a Cerro Maggiore sono stati: Monsieur Lazhar di Philippe Falardeau, Il sapore della vittoria di Boaz Yakin; Tutto quello che vuoi di Francesco Bruni e The blind side di John Lee Hancock.

L’iniziativa, che ha goduto del patrocinio del Comune di Cerro Maggiore e del Comune di San Vittore Olona, è stata molto apprezzata dal pubblico, alle proiezioni infatti hanno partecipato mediamente oltre 200 persone. Volti non solo locali, molte persone sono arrivate da paesi limitrofi proprio per approfondire il tema proposto sull’educazione. Ed il successo è evidente dal fatto che alcuni cittadini di Parabiago, dopo aver partecipato al Cineforum cerrese, hanno già proposto al proprio Comune e alle scuole locali di “copiare” l’iniziativa, che dovrebbe essere messa in calendario già per il prossimo anno scolastico.

Infine, anche per l’ultima serata, al termine del film non mancherà una dolce e piacevole sorpresa offerta dalla storica Pasticceria Asperti attiva a Cerro Maggiore e Legnano.

Ex Libris – The New York Public Library

ex libris
ex libris

Arriva nelle sale italiane il 23, 24 e 25 Aprile in occasione della Giornata del libro e del diritto d’autore patrocinata dall’UNESCO (23 aprile) EX LIBRIS – THE NEW YORK PUBLIC LIBRARY, il nuovo capolavoro di Frederick Wiseman che ci porta a scoprire una delle istituzioni culturali più importanti del mondo, la Biblioteca Pubblica di New York. Per l’occasione il maestro del documentario ha rilasciato una dichiarazione su quanto la lettura e l’uso delle parole siano state importanti per lui nella realizzazione dei suoi film.

«Credo che ciò che mi aiuta di più quando giro un film sia riflettere attentamente sul significato profondo del linguaggio, espresso sia nello scritto che nel parlato» ha dichiarato il maestro.

«E il modo in cui ho imparato a farlo è stato prestando attenzione ai miei professori universitari, che hanno incoraggiato il mio interesse, che conservo tuttora, a leggere molto e cercare di comprendere la relazione tra i romanzi e le poesie che ho letto e gli spettacoli teatrali che ho visto e l’uso delle parole nella nostra esperienza quotidiana. Credo che la mia abitudine alla lettura attenta sia molto importante nel mio lavoro da regista.»

EX LIBRIS – THE NEW YORK PUBLIC LIBRARY, presentato in anteprima mondiale in Concorso alla 74° Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia dove ha vinto il premio FIPRESCI e successivamente designato come Film della Critica del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani – SNCCI, sarà distribuito da I Wonder Pictures e Unipol Biografilm Collection nell’ambito delle I Wonder Stories, appuntamento mensile per poter vedere su grande schermo i documentari più straordinari e le storie più rivelatrici.

EX LIBRIS – THE NEW YORK PUBLIC LIBRARY è un inedito sguardo dietro le quinte della New York Public Library, una delle più grandi istituzioni culturali del mondo, luogo di accoglienza, scambio culturale e apprendimento.

Con 92 divisioni sparse per Manhattan, il Bronx e Staten Island, la Biblioteca pubblica di New York ambisce a essere una risorsa per tutti gli abitanti di questa città sfaccettata e cosmopolita e semplifica il credo profondamente americano del diritto individuale di sapere e di essere informato.

Con le sue attività, la Biblioteca giorno dopo giorno stimola l’apprendimento, promuove la conoscenza e rafforza il senso di inclusione e di comunità.

Nell’America di Trump, è probabilmente non solo l’istituzione più democratica, ma anche quella ideologicamente più importante. Il suo messaggio, oggi quanto mai attuale, è chiaro e potente: qui dentro, chiunque è il benvenuto.

Le proiezioni saranno precedute da una video-introduzione di Antonello Dose e Marco Presta, voci di Radio2, conduttori de Il ruggito del coniglio. Il progetto I Wonder Stories è realizzato in collaborazione con Biografilm Festival – International Celebration of Lives, Regione Emilia-Romagna, Unipol Gruppo Finanziario, Sky Arte HD, Radio2, FICO Eataly World, Archilovers e MYmovies.it.