La Città dei Gatti

gatti - immagine free diritti assolti
gatti – immagine free diritti assolti

Torna per il secondo anno consecutivo La Città dei Gatti, la rassegna dedicata alla cultura felina con mostre, concerti, rassegne e incontri letterari a tema organizzata a Milano, Roma e Fiesole da UrbanPet in collaborazione con la Fondazione Franco Fossati, Feliway®, MediCinema Italia Onlus e la rivista Gatto Magazine.

La Città dei Gatti inaugura sabato 16 febbraio con un’anteprima dedicata al rapporto tra cinema e gatti presso la sala Medicinema dell’Ospedale Niguarda con una minirassegna organizzata in collaborazione con la Fondazione Cineteca Italiana di Milano anticipata da un incontro con esperti catofili ed etologi.

Si prosegue poi con il grande evento d’apertura domenica 17 febbraio, ore 17.00, presso WOW Spazio Fumetto con l’inaugurazione della mostra “100 di questi Felix” dedicata ai 100 anni di Felix The Cat e con la consegna del premio UrbanCat a Edoardo Stoppa, l’amico degli animali inviato di Striscia la Notizia, per il suo impegno in difesa degli animali e il premio UrbanCat Anna Magnani all’Associazione Dimensione Animale.

Il programma prosegue per quattro settimane fino al 17 marzo, con tanti appuntamenti a partire dal fantastico Concerto in Miao del 24 febbraio presso WOW Spazio Fumetto che propone un insolito programma formato da duetti e brani musicali ispirati ai gatti e composti da grandi compositori come Mozart, Rossini e Ravel, fino alle proiezioni presso il Crazy Cat Cafè ai laboratori di disegno, i contest fotografici, gli incontri con veterinari ed etologi: tanti eventi da non perdere all’insegna della felinità. Tutti gli appuntamenti sono a ingresso libero.

Terza giornata del Global Forum sulla Democrazia Diretta

global-forum-2018-
global-forum-2018-

“Come generare più deliberazione e governance nella democrazia diretta?” È la domanda a cui cercheranno di rispondere Davide Casaleggio, il politologo Andreas Gross, Manju Lyn Bazzell di Healthy Democracy, Helga Bjorg Ragnarsdottir della città di Reykjavik, e Chaewon Lim della Global Academy for Future Civilization nel panel previsto venerdì 28 settembre nella terza giornata di lavori del Global Forum sulla Democrazia Diretta, l’evento dedicato a partecipazione e democrazia attiva, in programma presso il Palazzo Senatorio del Campidoglio fino a sabato 29 settembre.

Tra gli appuntamenti previsti anche un dibattito per analizzare gli effetti economici della democrazia diretta, a cui prenderanno parte, tra gli altri, Bruno S. Frey dell’Università di Basilea, Imanol Lasa Cerberio, Ministro del governo e della comunicazione con la società di Gipuzkoa (Paesi Baschi) e Paula Cristina Marques, assessore allo sviluppo locale alle politiche abitative della città di Lisbona.

Il rapporto tra democrazia diretta e piattaforme tecnologiche è invece il tema di cui discuteranno insieme Enrica Sabatini (Rousseau), Sean Evins (Facebook), Antonio Bosio (Samsung Italia) in un altro dei dibattiti della mattinata.

Nel pomeriggio inizieranno i workshop paralleli per parlare di lobby di cittadini, competenze digitali, partecipazione e polarizzazione, economia sociale ed ecologica a cui parteciperanno esperti, docenti universitari, ricercatori e personalità politiche e istituzionali provenienti da ogni parte del Mondo.

Quel singolo che non ho scritto io: Mattia De Simone

Mattia
Mattia De Simone

È da oggi, venerdì 13 luglio, in rotazione radiofonica e disponibile su tutte le piattaforme digitali il brano d’esordio del cantautore napoletano Mattia De Simone “Quel singolo che non ho scritto io”

Il singolo, prodotto artisticamente da Davide Tagliapietra, sarà incluso nell’album di esordio dell’artista previsto per il 2019 su etichetta Borsi Records (distribuzione Artist First)

Continua, inoltre, con grande successo la nuova avventura live di Mattia De Simone, opening act delle date italiane di James Blunt! Dopo aver conquistato il pubblico con i concerti che si sono tenuti il 10 luglio a Genova (Porto Antico) e l’11 luglio a Padova (Area Live), Mattia si esibirà anche nel corso degli ultimi due appuntamenti dal vivo dell’artista inglese: il 16 luglio a Carpi (Piazza Martini) e il 17 luglio a Roma (Cavea Auditorium Parco della Musica).

“È un pezzo che racconta la quotidianità di un ragazzo dopo la fine di una relazione – racconta Mattia De Simone – varia tra alti e bassi in termini emozionali, dal voler rivivere quella storia provando a premere un semplice tasto del “Replay” al passare che “tutto quanto gira senza te”. Uno sbalzo d’umore continuo. È un brano sia d’amore sia di vita allo stesso tempo, diverso dalla solita concezione romantica”.

Festival Gaber 2018

Festival Gaber 2018
Festival Gaber 2018

Partirà il 1 luglio, da Camaiore, il tanto atteso Festival Gaber, la kermesse itinerante tra i comuni della Toscana, giunta ormai alla sua quindicesima edizione, con lo scopo di diffondere e mantenere vivo il grande messaggio di Giorgio Gaber, soprattutto fra il pubblico più giovane. Il festival è ricco di appuntamenti: incontri, teatro, comicità, musica, tutti a ingresso gratuito fino a esaurimento posti.

La Fondazione Gaber, con il sostegno della Regione Toscana e soprattutto in collaborazione con le Amministrazioni Comunali, propone il Festival Gaber 2018 nei Comuni di Follonica, Marciana Marina, Marina di Vecchiano, Montecatini Terme, Pistoia e Prato, oltre all’esclusiva sezione con 13 rappresentazioni in programma a Camaiore, dove Gaber aveva scelto di vivere fin dagli anni 80, e che nelle ultime edizioni ha conquistato la centralità del Festival.

In occasione della quindicesima edizione il Festival vedrà un programma unico: alla tradizionale kermesse in Piazza San Bernardino e all’immancabile appuntamento con Le strade di notte, l’apertura del Festival è quest’anno affidata a tre eventi speciali. Nell’ottica di proseguire nel progetto di valorizzazione estiva del centro storico di Camaiore, e di contribuire ulteriormente a rafforzare l’indotto economico delle attività commerciali cittadine, d’accordo con l’amministrazione comunale quest’anno il Festival Gaber approderà anche al Teatro dell’Olivo e al nuovissimo Cinema Borsalino.

Ivano Fossati, produttore dell’album Giorgio Gaber – Le donne di ora, intervistato da Massimo Bernardini, sarà protagonista dell’apertura del Festival il 1 luglio al Teatro dell’Olivo.

A seguire ci sarà l’incontro con Giuseppe Fiorello (2 luglio, Cinema Borsalino), e il 5 luglio sarà la volta di Lo Stallo (Teatro dell’Olivo), lo spettacolo su testo inedito di Sandro Luporini con David e Chiara Riondino. Il Comune di Camaiore ha previsto la presenza di un maxischermo in piazza A. Diaz per seguire in diretta gli eventi del 1 e 2 luglio.

Il 3 luglio, negli spazi della mostra Sandro Luporini Pittore Scrittore allestita fino a settembre alla Pinacoteca Civica di Follonica, si terrà l’incontro con Sandro Luporini condotto da Massimo Bernardini dal titolo Vi racconto Giorgio Gaber.

Il 6 luglio ci sarà la sesta edizione di Le strade di notte, l’evento popolare ideato e diretto dal drammaturgo-cantautore Gian Piero Alloisio, che come da tradizione animerà il centro storico di Camaiore a partire dalla storica Piazza San Bernardino da Siena.

Durante tutto il mese di luglio nella splendida piazza di Camaiore si alterneranno grandi artisti della musica e dello spettacolo, tra i quali Lorenzo Fragola (16 luglio), Giacomo Poretti (18 luglio), Lo Stato Sociale (19 luglio), Enrico Nigiotti (20 luglio), Diodato (21 luglio), Brunori Sas (23 luglio), Morgan (27 luglio), Le Vibrazioni (30 luglio) e Giorgio Panariello (31 luglio)

La rassegna continua con tre speciali appuntamenti che per il terzo anno animeranno la splendida Piazza della Chiesa di Marciana Marina: l’11 luglio e 12 luglio spazio alla grande comicità con Debora Villa e Paolo Hendel, mentre il 13 luglio sarà la volta della Banda Gaber, con i musicisti storici che hanno accompagnato il grande Gaber durante la sua carriera.

Il 16 luglio torna l’appuntamento a Marina di Vecchiano, nella suggestiva location di Piazzale Montioni Silvano Ambrogi. Quest’anno il protagonista sarà Giobbe Covatta, che racconterà la sua carriera e il suo Signor G, intervistato da Paolo Dal Bon, presidente della Fondazione Gaber.

Il Festival sarà presente per il terzo anno anche a Montecatini Terme, dove alle Terme Tamerici sono previsti tre appuntamenti legati al ’68: il 17 luglio ci sarà Montecatini e il ’68 con Ombretta Colli e Bruno Ialuna, il 24 luglio Noi tutti. 1968 – 2018 con Mario Capanna mentre il 1° agosto sarà la volta di Il ’68 e la canzone con Giulio Casale.

Il 19 luglio nella Corte delle Sculture di Prato andrà in scena Polli di allevamento, lo spettacolo scritto da Gaber e Luporini interpretato da Giulio Casale, che ha riscosso un grande successo anche la scorsa primavera al Piccolo Teatro di Milano nell’ambito della rassegna Milano per Gaber.

Il Festival sarà presente anche a Pistoia (Fortezza Santa Barbara), dove il 26 luglio vi sarà Per fortuna c’è Giorgio Gaber, l’evento itinerante ideato e diretto dal drammaturgo-cantautore Gian Piero Alloisio. All’interno della suggestiva fortezza, cantanti, musicisti e attori omaggeranno Giorgio Gaber rivisitando i brani più importanti della sua produzione.

Radio Italia Solomusicaitaliana è la radio ufficiale del Festival Gaber.

MEI 2018

MEI_PitLife__95
MEI_PitLife__95

Al MEI 2018 – Fatti di Musica Indipendente, che quest’anno si svolge il 28, 29 e 30 settembre a FAENZA (Ravenna), torna la sesta edizione della TARGA MEI MUSICLETTER, premio nazionale ideato da Luca D’Ambrosio (blogger e responsabile del sito web “Musicletter.it”) dedicato al giornalismo musicale sul Web. Saranno premiati il “Miglior sito collettivo” e il “Miglior blog personale”, mentre il premio speciale quest’anno sarà conferito al “Miglior Festival musicale italiano”.

Per il terzo anno consecutivo, al Mei2018 si terrà anche il Forum del Giornalismo Musicale diretto da Enrico Deregibus. Fra i vari appuntamenti in via di definizione, domenica 30 settembre si terrà un corso di formazione professionale, aperto anche ai non iscritti all’ordine, che vedrà tra i relatori Riccardo Vitanza (fondatore e amministratore unico dell’agenzia di comunicazione Parole & Dintorni), Michele Monina (critico musicale), Fabrizio Galassi (coordinatore del Premio Italiano Videoclip Indipendente del MEI) e Paolo Prato (musicologo e saggista).

Il 28 settembre si svolgerà al Museo Internazionale delle Ceramiche l’anteprima della manifestazione e si terrà il Festival “Anatomia Femminile” curato da Michele Monina che rende omaggio al cantautorato femminile a partire dalla sua campagna di crowdfunding su Musicraiser nella quale ha coinvolto oltre settanta artiste con due diverse tipologie di premi in palio: un cofanetto dal nome “Anatomia Femminile”, che vede coinvolte 63 artiste con canzoni proprie e una serie di house concert singoli o multipli in tutta Italia con 51 artiste.

Il 29 settembre si terranno gli eventi principali del MEI (concerti, premiazioni, worskhop, forum, expo, mostre), la finale del MEI SUPERSTAGE, concorso rivolto agli artisti emergenti (iscrizioni aperte fino al 30 luglio), e il PREMIO DEI PREMI del MEI, coordinato da Enrico Deregibus, grazie alla collaborazione con l’OMP (Officina della Musica e delle Parole) di Milano che metterà a disposizione una borsa di studio dal valore di 1,500 euro per il vincitore del premio.

Saranno presenti quest’anno sul palco del Teatro Masini di Faenza i vincitori di questi concorsi: Premio Pierangelo Bertoli, Premio Bindi, Premio Buscaglione, Premio Alberto Cesa, Premio Ciampi, Premio Bianca d’Aponte, Premio Fabrizio De André, Premio Bruno Lauzi, Premio Andrea Parodi, Premio Manente. A decidere il vincitore una giuria composta da importanti addetti ai lavori italiani e internazionali e da giornalisti aderenti al Forum del giornalismo musicale. Lo scorso anno il Premio dei Premi è stato assegnato all’artista Roberta Giallo.

Il 30 settembre, invece, vi sarà la conclusione della rassegna musicale con una giornata interamente dedicata ai 40 anni della Legge Basaglia con “Interiezioni “, spettacolo meta – teatrale di Pierpaolo Capovilla, voce del gruppo rock “Il Teatro degli Orrori”, e il maestro Paki Zennaro, compositore sperimentale e storico collaboratore di Carolyn Carlson.

In apertura si esibirà il duo dei cantautori Gappa, formato da Gaspare Palmieri e Christian Grassilli, e nella stessa giornata verrà inoltre presentato il libro di Piero Cipriamo “Basaglia e Le Metamorfosi della Psichiatria”.

Tra gli altri nomi che parteciperanno al MEI2018 sono stati annunciati: LACUNA COIL (Premio Speciale MEI per i loro 20 anni di carriera) con i REZOPHONIC, GIO EVAN (Premio Artista Eclettico dell’Anno), LA MUNICIPAL (vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Roma), I FIGLI DELL’OFFICINA (vincitori del Concerto del Primo Maggio 2018 di Taranto) e LA STANZA DI GRETA (Targa Tenco).

Al MEI2018 sarà inoltre presentato in anteprima “Infinito 200”, l’album antologico che ricorda il bicentenario del capolavoro leopardiano. All’interno del disco verranno inseriti brani interpretati da Anna Luppi, Alessandro Cicone, Denise Misseri, Solmeriggio e Lorenzo Santangelo, i 5 vincitori dell’omonimo contest organizzato dal MEI in collaborazione con il Centro di Poesia Contemporanea dell’Università di Bologna coordinato dal poeta Davide Rondoni e l’etichetta discografica Neverland Records.