Giardini di Sissi

Giardini di Sissi

Milano, 06 luglio, 2011 – di Carlo Torriani – Ai Giardini di Sissi a Castel Trauttmansdorff di Merano è stata inaugurata una nuova attrazione: “Il Regno sotterraneo delle piante”, unica nel suo genere,  che svela al visitatore, attraverso  un emozionante percorso,  i segreti della vita sotterranea del mondo vegetale. Si tratta di ammirare il mondo sotterraneo delle piante per carpire i misteri e le forze invisibili che rendono possibile questo splendore. Un mondo sconosciuto ed emozionante illustrato attraverso un percorso multimediale scavato nella roccia, lungo quasi 200 metri e suddiviso dalla zona ingresso in 5 caverne.

Sottoterra, il visitatore può comprendere quanto siano complessi e importanti i meccanismi fisiologici della vita delle piante, le fonti di reperimento dell’acqua, della luce e possono capire la funzione delle radici e di cosa esse rappresentino per un albero: un prezioso sguardo “dietro le quinte”. In questo percorso in cui rimbomba l’eco di ogni passo e diretto nel profondo della terra, improvvisamente si schiude un grande padiglione ricavato nella roccia in cui vengono rappresentati i principi fondamentali della vita vegetale sotterranea.

         Gli stretti sentieri, con voci e giochi di luci a segnalare il percorso, procedono di caverna in caverna, e gli elementi essenziali del regno sotterraneo delle piante, arrivano a porsi al centro dell’attenzione: acqua, terra, sostanze nutritive, radici e luce.

         Dopo aver illustrato al visitatore l’indispensabilità di questi elementi, le sostanze nutritive si contendono il primato nella catena alimentare di bulbi e radici, che crescono in un’altra caverna ancorandosi fermamente alla terra in maniera terribilmente emozionante, stimolante, divertente e istruttiva. Le stazioni multimediali sotterranee offrono un chiaro accesso alle conoscenze botaniche più basilari: un esperienza che coinvolge tutti e 5 i sensi.

I Giardini di Sissi occupano una superficie di 12 ettari e oltre 100 metri di dislivello e offrono numerose attrazioni e picchi di fioriture suddivisi nell’arco dell’anno, che modificano il panorama quasi ogni settimana: ecco perché meritano più di una visita.

Un team di 24 esperti giardinieri hanno piantato e curato più di un 1 milione di bulbi tra cui tulipani, narcisi e crochi. Complessivamente i giardini custodiscono oltre 5.800 specie diverse di piante e fiori, offrendo a coloro che non desiderano limitarsi alla bellezza estetica della rigogliosa flora, la possibilità, accompagnati da una delle 21 preparatissime guide, di scoprire un meraviglioso universo botanico.

Orari: dal 1°aprile al 31 ottobre 9-19 – dal 1° al 15 novembre 9-17 – venerdì di giugno, luglio ed agosto 9 23 –  www.giardinidisissi.it

 

Team Israele

Team Israele

Milano, 02 luglio, 2011 – di Carlo Torriani – Sette Tour Operator Turistici Italiani in collaborazione con la EL AL, Linee Aree Israeliane, e grazie alla copertura di una campagna promozionale realizzata dall’Ufficio Nazionale Israeliano del Turismo, hanno deciso di collaborare unitamente per favorire le richieste dei turisti italiani che si recano in Israele istituendo  la “Tel Aviv City Break”, la “Città che non dorme mai” dove a sole 3 ore e 40 minuti con volo diretto da Milano e 3 ore e 15 minuti da Roma si raggiunge la Terrasanta.

L’offerta City break è davvero imperdibile: volo + 4 giorni/3 notti in trattamento BB, transfer… e qualche sorpresa che gli operatori hanno voluto riservare ai loro clienti.
Si può davvero partire subito: e volare in Israele a scoprire Tel Aviv, per vivere, per esempio, la straordinaria Notte Bianca che la Città organizza per la notte del I luglio.

I sette  operatori protagonisti sono: Agriscambi, BesttourEasyIsraelTurbanitalia,TurisandaValturViaggidea-Alpitour 

 

 

Monterosa Sky

Monterosa Sky

Milano, 28 giugno 2011 – di Carlo Torriani – L’area sciistica del Monterosa Ski che comprende con Alagna le Valli d’Ayas e di Gressoney abbandona il bianco territorio dedicato in particolare modo al mondo dello sci e saluta la bella stagione  estiva a favore delle sterminate distese di verde punteggiate di innumerevoli fiori con la possibilità di realizzare escursioni, trekking  arditi percorsi in mountain bike e passeggiate sui sentieri anche in alta quota alla scoperta degli angoli più suggestivi del territorio.

Per consentire di raggiungere i siti per una passeggiata comunichiamo gli impianti di risalita in funzione nel periodo estivo: 

Alagna:  sino al 4 settembre ed il fine settimana del 9, 10 e 11 settembre. Per gli orari:
www.monterosasky.com/component/option,com_monterosaski/Itemid,102/view,monterosaski/

Val D’Ayas: tutti gli impianti saranno aperti dal 2 luglio al 28 agosto e nei fine settimana del 2-3-4- e 9-10-11 settembre. Riapre dal 30 maggio la telecabina Champoluc-Crest con il seguente orario: dal lunedì al venerdì corse orarie alle 8.00 – 10.00 – 11.50 – 13.00 – 16.00 e 17.50, mentre sabato, domenica e festivi orario continuato dalle 8.30 alle 12.20 e dalle 14.00 alle 17.50. Per gli orari degli impianti: Champoluc:www.monterosaski.com/component/option,com_monterosaski/Itemid,99/view,monterosaski/

Valle di Gressoney: le seggiovie di Punta Jolanda, Sant’Anna-Bettaforca e Funifor Passo dei Salati-Punta Indren e la funivia Stafal-Sant’Anna saranno aperte dal 2 luglio al 28 agosto e nei primi due fine settimana di settembre (2-3-4 e 9-10-11). La telecabina Gabiet – Passo dei Salati sarà aperta dal 1° al 21 agosto. La Seggiovia Weissmatten sarà aperta dal 1° luglio all’11 settembre.

Per tutta l’estate saranno inoltre sospese le corse della telecabina Stafal-Gabiet: l’impianto verrà smantellato e sostituito da una nuova telecabina 8 posti, che entrerà in funzione a partire dalla prossima stagione invernale 2011-2012. Saranno disponibili dei servizi sostitutivi, tra cui un suggestivo percorso in fuoristrada nel tratto Stafal – Gabiet – Passo dei Salati, per un’escursione indimenticabile tra panorami mozzafiato e rifugi in quota. Per gli orari degli impianti di Gressoney-La-Trinité: http://www.monterosa-ski.com/component/option,com_monterosaski/Itemid,100/view,monterosa/

Per informazioni sulle promozioni e le tariffe: tel. 0125 303111 – info@monterosa-ski.com

 

Brunch in Triennale

Triennale Milano

Milano, 28 giugno 2011 – di Carlo Torriani – Per gli appassionati del brunch, nella splendida cornice del giardino della Triennale di Milano

in via Alemagna 6, ogni sabato viene proposto  un classico della colazione cittadina del weekend: il brunch.  

 Un menù salato alla carta e il buffet dei dolci, con un’ampia selezione di golose american pie, imperdibili Cheese Cake e pasticceria fine della tradizione italiana. Un appuntamento dedicato alle famiglie, ai gruppi di amici, alle coppie, a tutti coloro che hanno voglia di vivere diversamente il sabato dell’estate milanese. Il menù brunch sarà impreziosito da un’esclusiva ricetta firmata Matteo

Ragni che ha voluto vestire i panni dello chef per firmare un altro dettaglio del suo progetto

Camparitivo in Triennale.

Fettexfette non solo una semplice ricetta, ma una rivisitazione di design della classica frittata,

ispirata a Camparisoda e guarnita a fantasia. Sarà possibile gustare un delizioso “Brunch del Giardino”  per tutti i sabati estivi, telefonando allo 3929468487 o scrivendo a: camparitivo@triennale.org (la prenotazione è obbligatoria).

 

Turismo sensuale

Turismo "sensuale" nel Salento

 

Milano, 24 giugno 2011  di Stefania Siciliano –  Un vero e proprio corso naturale di Educazione Sensuale, con tanto di lezioni pratiche. Cibi, luoghi ed eventi capaci di stuzzicare e appagare ogni fantasia.  Il Salento lascia ad altre mete lo squallido appellativo di “capitali del sesso”e si autoproclama “paradiso del turismo sensuale” puntando sul godimento dei sensi. 

“Ascoltare” la vista, “toccare” i sapori, “vedere” i profumi, tutto questo e molto altro diventa possibile in una delle terre più appetibili ed affascinanti del momento, parliamo del Salento, il tacco d’Italia e della Puglia, il cui particolare appeal è riuscito a calamitare l’attenzione di tanti turisti, italiani e stranieri.

E ora questo nuovo e originale risvolto, quello del Turismo sensuale, ossia la possibilità di visitare luoghi e non luoghi dove poter far godere tutti i sensi, sia quelli convenzionali, i cinque sensi percettivi, che quelli non convenzionali, quelli emotivi, come il senso di benessere, il senso di euforia, il senso dell’ebbrezza artistica, etc.

Chi sceglierà di trascorrere le prossime vacanze in territorio salentino avrà la possibilità di imparare in maniera totalmente naturale come sia possibile, ad esempio, che una semplice frisella ben condita (tipico pasto povero utilizzato anticamente dai contadini) possa letteralmente far godere la vista, con una combinata di colori afrodisiaci, l’olfatto, con l’aggiunta di erbe aromatiche ammalianti, il tatto, capace di fornire sensazioni piacevoli in tutte le fasi, dal primo momento (in cui la frisa va bagnata in acqua con le mani), attraverso la preparazione (toccando e maneggiando i singoli ingredienti), finanche dopo averla mangiata, in quanto è assolutamente impossibile non leccarsi le dita.

E non abbiamo menzionato il senso più banale, se vogliamo, il più “scontato”, il gusto, un vero paradiso di gioia per le papille. A queste sensazioni va poi aggiunto il senso di benessere che si prova nel mangiarla, ad esempio, in riva al mare o addirittura in mare, sulla barca, il senso di amicizia se l’intenso rito viene consumato in compagnia, e così discorrendo. Chiedilo a chi l’ha già provato, ….se non credi, chiedilo a loro.

Insieme alla frisella sono tanti i “non luoghi” dove è possibile accendere ed accentuare tutte le percezioni sensoriali.

Nell’eno-gastronomia non sono da meno i fichi ed i fichi d’India, raccolti dalle piante e mangiati, i ricci di mare, pescati, aperti e consumati sugli scogli, l’anguria, il pesce, il peperoncino, il buon vino, l’ottimo olio extravergine d’oliva, il rustico, il pasticciotto….

Tra i luoghi invece, nel senso stretto del termine, il mare, le campagne, i centri storici intrisi di capolavori barocchi e le tante botteghe artigiane sono solo alcuni esempi dove ricevere emozioni e sensazioni straordinarie.

E poi ci sono gli eventi, la Notte della Taranta ne è un esempio emblematico dove, al contrario della maggior parte dei concerti dove il pubblico è un mero spettatore passivo, qui la gente “partecipa”, crea e alimenta ronde spontanee in cui tutti i sensi possono raggiungere il massimo piacere, toccando con le mani i tamburelli e con i piedi scalzi la pietra, sorseggiando e inalando i profumi del negroamaro, guardandosi intorno e sentirsi parte di un gran momento e, infine, ascoltando e lasciandosi ipnotizzare dalle passionali note della magica pizzica.

Il “Turismo sensuale” è un’idea ed un progetto dei ragazzi di Repubblica Salentina, degli studenti dell’Istituto Costa e della Provincia di Lecce, Assessorato al Turismo. Le “lezioni pratiche” su come far godere tutti i sensi, sia quelli percettivi che quelli emotivi, saranno presto pubblicate sui siti www.repubblicasalentina.it e www.salentoslowlife.it.