Una nuova casa per Teatri Possibili

teatri possibili
teatri possibili

L’Associazione Teatri Possibili, comunità artistica, scuola di teatro e movimento aggregativo fondato nel 1995 dall’attore e regista Corrado d’Elia, sarà costretta a fine gennaio 2021 a lasciare la sua sede storica.

Quella che da oltre 20 anni occupa in Via Savona 10, accanto al Teatro Libero, gestito direttamente per oltre 17 stagioni, è stata infatti rilevata da una società immobiliare con l’obiettivo di destinare l’intero immobile a locazioni di pregio.

Il rischio, già scongiurato per i casi del Teatro della Contraddizione e del Teatro Menotti, è quello di perdere un importante presidio culturale e teatrale nella città di Milano.

Il regista e direttore dell’Associazione Corrado d’Elia, supportato dagli oltre 1000 soci dell’Associazione, ha cercato nel momento di crisi, di trovare un’opportunità di rilancio: è stato trovato uno spazio poco lontano, in via Voghera, che però necessita di diverse sistemazioni strutturali urgenti e molto costose (oltre 40.000 euro) che dovranno essere fatte in tempi brevissimi.

L’Associazione ha così organizzato una grande campagna di Crowdfunding all’indirizzo

https://www.produzionidalbasso.com/project/una-nuova-casa-per-teatri-possibili/

chiamando a raccolta i tanti affezionati e tutti coloro che vorranno contribuire, nella speranza di raccogliere il necessario.

Grazie alle donazioni raccolte Teatri Possibili sistemerà la nuova sede rendendola un luogo ancora più inclusivo ed aperto, dove vivere a pieno l’arte e la cultura in tutte le sue forme e sfaccettature, con rinnovata passione ed emozione.

Tra i vari progetti che verranno realizzati nella nuova Casa, una biblioteca teatrale, uno spazio per la lettura ad accesso gratuito per tutti, 4 nuove aule per le prove, le lezioni di teatro, gli eventi e le feste per junior e adulti, una sala di registrazione e una web radio a tema culturale.